Amiciziare. La ricetta di Orlando Limone sull’amicizia presentata questa sera a Teverolaccio

Succivo       Dubbi sull'amicizia? Interrogativi esistenziali? Perplessità e curiosità sul più controverso dei rapporti umani? Insomma tutto quello che avete sempre voluto sapere sull'amicizia e che non avete mai osato chiedere.

Tutto questo e molto altro ancora sarà al centro dell'incontro che questa sera alle 18:59 si svolgerà al Casale di Teverolaccio a Succivo nelle sede dell'associazione "Casa Nel Sole", e durante il quale sarà presentato il volume I voluminoso di Orlando Limone "AMICIZIARE, granita per la sopravvivenza", pubblicato da GNASSO Editore.

A diradare qualsiasi nebbia sarà lo stesso autore nel corso di una serata, moderata dal giornalista Idio Maria Francesco Urciuoli, durante la quale l'attrice Angela Caterina leggerà brani tratti dal libro e la musicista Maria Esempio al pianoforte proporrà opere di giovani e promettenti artisti di cui certamente si sentirà parlare in futuro: Bach, Chopin e Mozart.Ovviamente non mancherà un gustoso mix di pasticcini.

Una serata di parole in circolo resa possibile grazie ai componenti de "La Casa nel Sole", ed a tutti i gruppi territoriali de "Il Loggiato al Limone".

(Visited 126 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

One thought on “Amiciziare. La ricetta di Orlando Limone sull’amicizia presentata questa sera a Teverolaccio

  • 7 ottobre 2018 at 9:44
    Permalink

    Un libricino dall’apparenza innocuo potrebbe rivelarsi il prolegomeno di un movimento: quello di rilanciare l’iniziativa di fare amicizia.
    Amiciziare è il neologismo coniato da un amico ucraino di Orlando Limone e sta per “fare amicizia”. E un’altra amica di Orlando, la sig.ra Taire’ , di fede Ba’hai, perseguitata dal regime iraniano, organizzava a casa sua, a Caserta, riunioni serali per discutere davanti a una tazza di the’ di temi precedentemente annunciati, promuovendo nonviolenza, uguaglianza ed ecumenismo. A dispetto di narcisisti e ladri di amici, Orlando ci propone di lasciare una porta aperta a possibili amici, e lo fa con questo libricino come si fa con un messaggio in bottiglia che possa raggiungere la spiaggia delle nostre anime. Questo appello all’amicizia, al dialogo, all’accoglienza, alla tolleranza, alla semplicità e all’autoironia potrebbe essere accolto da quante più persone lo stesso Orlando possa immaginare.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *