CASERTA. Raffaele Di Serio Oro ai Giochi del Mediterrano

(ANSA) 
CASERTA - Una vittoria alle "olimpiadi" del "mare nostrum" per inseguire un sogno, quello di partecipare alle vere Olimpiadi che si terranno nel 2020 a Tokyo, e continuare così la tradizione della boxe marcianisana, quasi presente agli ultimi Giochi dove si è fatta onore soprattutto con il plurimedagliato Clemente Russo. Raffaele Di Serio, 21enne pugile del Gruppo Sportivo Esercito cresciuto all'Excelsior Boxe di Marcianise, ha appena vinto (sabato 30 giugno) ai Giochi del Mediterrano di Tarragona l'oro per l'Italia nella categoria dei 56 kg (ex pesi piuma), dove ha battuto in un match di tre riprese l'atleta albanese Zanelli con un perentorio 5-0, raccogliendo l'unanimità tra i cinque giudici. Il prossimo obiettivo sono ora i Giochi giapponesi, ma prima di tutto il pensiero del giovane Raffaele va a Domenico Brillantino, fondatore dell'Excelsior, maestro che ha formato decine di pugili a Marcianise, salvandone molti dalla strada, e creando campioni come Angelo Musone e lo stesso Clemente Russo. "Il maestro Brillantino - dice Di Serio - è stato un faro per me; sono entrato all'Excelsior a 9 anni e sono stato allenato prima da lui, quindi dal figlio Antonio, fino ai 19 anni. Ora mi manca e decido questa importante vittoria anche a lui, oltre che ai miei familiari". Di Serio non si presta al gioco delle probabilità che ha di prendere parte alle Olimpiadi. "Questa vittoria mi dà grande fiducia - dice - e mi sento pronto per dare tutto quello che ho per andare a Tokyo. Si, ci credo". Il prossimo appuntamento è a novembre per il torneo dell'Unione Europea, ma le tappe più importanti in vista dei Giochi saranno nel 2019, quando Di Serio parteciperà agli Europei - già vinti nel 2015 nella categoria youth - e qui si dovrà guadagnare il pass per i Mondiali. Ci saranno poi dei tornei di qualificazione per i Giochi, ma andare bene alle rassegne continentale e mondiale sarà un viatico importante.
(Visited 130 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *