ATTUALITA’ – Pagina 27

Orta di Atella, mercoledì prossimo nell’aula consiliare convegno dal titolo”Sviluppo del territorio, ruolo del partenariato pubblico-privato e formazione professionale come strumento per l’innovazione”

18:24

convegno orta di atellaOrta di Atella. “Sviluppo del territorio, ruolo del partenariato pubblico-privato e formazione professionale come strumento per l’innovazione”. E’ il titolo del convegno che si terrà mercoledì 1 febbraio alle ore 17.30 nell’aula consiliare “Don Peppino Diana” del Municipio di Orta di Atella organizzato dall’amministrazione cittadina guidata dal Sindaco Giuseppe Mozzillo di concerto col consigliere delegato al ramo, Eleonora Misso. Il meeting punta ad approfondire tematiche cruciali alla luce delle attuali dinamiche del mondo del lavoro e anche delle recenti riforme legislative di settore, per la quali partnership istituzionali e formazione professionale assumono un ruolo sempre più strategico. Dopo i saluti istituzionali del primo cittadino Mozzillo e del sindaco di Sant’Arpino nonché presidente della conferenza dei sindaci atellani, Giuseppe Dell’Aversana, interverranno Vincenzo Marrazzo, Presidente del distretto turistico Pompei, Monti Lattari, Valle del Sarno, Umberto Amodio, segretario generale Anci Campania, Angelo Cicalese, Presidente del comitato tecnico nazionale auto impiego. Durante i lavori, che saranno coordinati dalla consigliere Misso, parteciperanno anche eccellenze del mondo imprenditoriale ortese (Sergio Leanza, Mario Schiano, Giovanni De Simone) che avranno l’opportunità di illustrare il sistema imprenditoriale da diversi punti di vista e condivideranno le loro esperienze.

Il dibattito sarà contemporaneamente formativo, informativo e politico con la partecipazione dell’assessore regionale alla Formazione professionale ed alle Pari opportunità, Chiara Marciani, che metterà in evidenza l’importanza degli strumenti oggetto del dibattito per favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e illustrerà le misure del governo regionale in materia di politiche formative. La formazione, infatti, può e deve diventare uno dei diritti universali della persona non solo per la propria realizzazione professionale e lavorativa, ma soprattutto per affermare i diritti di cittadinanza come realizzazione personale. Dunque anche il tema del lavoro al centro dell’incontro di mercoledì sera con l’amministrazione cittadina che vuole svolgere un ruolo decisamente positivo nel rilancio dello sviluppo locale valorizzando capitale umano e vocazione del territorio. Una questione sensibile che, tra le altre cose, punta a mettere in contatto, creando un processo virtuoso, gli amministratori locali, la Regione Campania e tutti i soggetti attivi sul territorio che si riverberano, in maniera importante, sull'economia locale.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, banco alimentare: insufficienti le richieste presentate entro il termine utile del 27 gennaio, in arrivo la proroga

17:14 comune-santarpino

Sant'Arpino. E' scaduto il 27 gennaio il termine ultimo per presentare l'istanza al Comune di Sant'Arpino per accedere agli aiuti alimentari destinati alle famiglie disagiate residenti nel territorio santarpinese.

Sono meno di 50 le domande pervenute al protocollo di palazzo Ducale. Poche, troppo poche, soprattutto se rapportate alle 100 necessarie per l'avvio del banco, così come stabilito dal protocollo d'intesa sottoscritto dal Comune di Sant'Arpino e l'associazione Banco Alimentare Campania Onlus per questo, con tutta probabilità, arriverà la proroga del termine nelle prossime ore. Fallimentare, al momento, l'iniziativa dell'Amministrazione Dell'Aversana e, in particolar modo, dell'assessorato alle politiche sociali retto da Loredana Di Monte. Ricordiamo che per accedere alla richiesta è necessario presentare un modello ISEE non superiore a € 2500,00 presso l'ufficio politiche sociali e, inoltre, è necessario non risultare beneficiari di assistenza alimentare da parte di altri organismi che forniscono aiuti alimentari  sul territorio.  La consegna del pacco avverrà al piano terra del Palazzo Ducale.

Sono doverose alcune considerazioni. La famiglia che ha realmente bisogno dell'aiuto alimentare deve essere bussata e non viene a bussare, e questo, probabilmente, qualcuno non l'ha ancora recepito. Farla venire, poi, al centro del paese a ritirare il pacco, sotto gli occhi di tutti, risulta davvero molto poco dignitoso. Infine, in virtù dello sbarramento dell'ISEE a 2500 euro, per esempio, un padre con moglie e tre figli, unico lavoratore con uno stipendio da 1000 euro al mese, non accederebbe al pacco alimentare perchè, per chi ha stabilito questo vincolo, non ne ha bisogno.

Idio Maria Francesco Urciuoli

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, l’amministrazione comunale mette in campo il “Piano delle azioni” a sostegno dei soggetti fragili

17:46

Orta di Atella. Le politiche soccomuneortadiatellaiali come questione di diritti, sostegno all’autonomia e al bisogno di riscatto, costruzione di un welfare di e per tutti, alleanza tra soggettiper la promozione della persona. Si sostanzia in maniera netta il minuzioso Piano di sviluppo del Welfare, o per meglio dire il “Piano delle azioni”, messo in campo dall’amministrazione cittadina di Orta di Atella guidata dal sindaco Giuseppe Mozzillo nell’ambito delle Politiche sociali grazie alla missione quotidiana dei due delegati al ramo Raffaele Elveri (L. 328- Ambito di Zona C6) e Gennaro Della Porta (Politiche sociali propriamente dette). Un progetto di facile lettura capace di mostrare i diversi fronti prioritari su cui si cimenta la politica sociale dell’ente atellano e che, in un momento di forte crisi economica, riesce ad organizzare importanti servizi a supporto dei soggetti fragili, offrendo loroinclusione e integrazione sociale, servizi per minori che vivono in famiglie multiproblematiche, servizi assistenziali per anziani, contributi per le famiglie indigenti, interventi di protezione per i casi di grave emarginazione, progetti a sostegno dei diversamente abili.

Entrando nello specifico, il piano delle azioni strutturato da Elveri-Della Porta, grazie pure al validissimo supporto dell’ufficio di piano comunale ed alla significativa sinergia instaurata nell’Ambito di zona C6, che aggrega diversi Comuni della provincia di Caserta, riguarda molteplici direttrici di intervento individuate nella cornice delle priorità.Si parte dalla Convenzione per il banco alimentare che da novembre scorso garantisce alimenti di prima necessità a favore di circa 300 nuclei familiari ortesi in difficoltà puntando a rispondere in  modo adeguato ai propri fabbisogni alimentari, e dalla SIA (sostegno perl’inclusione attiva), che è una misura di sostegno alla povertà mediante l’erogazione di un beneficio economico alla famiglie in condizioni economiche disagiate.Altri due punti forti del piano Welfare elaborato da Elveri e Della Portasono rappresentati rispettivamente dal progetto “Pac anziani”, che prevede un programma di cura e di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti (attualmente ne accoglie 18 unità) attraverso operatori professionali e assistenti familiari, e dallo Sportello Antiviolenza, chegrazie al valido supporto di una equipe di specialistioffre gratuitamente ascolto, accoglienza, informazione, consulenza psicologica e legale a tutte le vittime di ogni forma di violenza. Il piano Welfare prevede pure il trasporto per i diversamente abili e l’utilizzo di personale educativo assistenziale nella scuola ortesi attraverso il supporto di 5 figure professionali tra assistenti, educatori e mediatori.

In dirittura d’arrivo, infine, sempre nell’Ambito di zona C6 altri servizi per l’infanzia quale la riproposizione del Progetto Ludoteca.

FacebookTwitterGoogle+Share

Gastronomia e cultura atellana protagoniste del week end a Gricignano

12:36

sapori gricignanoGricignano di Aversa    “Viaggio nei sapori e nella tradizione Atellana all’ombra della Vite Maritata al Pioppo”. Sarà il tema della tre giorni di eventi, promossa dall’associazione Arcadia, dal 27 al 29 gennaio a Gricignano.

Il progetto itinerante, approvato con bando regionale e ideato dai Comuni di Gricignano, Cesa e Succivo, in sinergia con varie realtà associative territoriali, si pone l’obiettivo di mettere a sistema tutti gli eventi culturali, ambientali ed enogastronomici che hanno un significativo impatto positivo sullo sviluppo del territorio, secondo i principi della sostenibilità economica, sociale, ambientale e territoriale. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO- SPECIALE PULCINELLAMENTE WINTER EDITION. LE INTERVISTE A IORIO, BENCIVENGA, DELL’AVERSANA E MOZZILLO

21:49

PulciNellaMente Winter 2Napoli      Ai microfoni di AtellaNews il Direttore Generale di PulciNellaMente, Elpidio Iorio, il sindaco di Frattaminore, Giuseppe Bencivenga, di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, e di Orta di Atella, Giuseppe Mozzillo, illustrano il programma della prima edizione di "PulciNellaMente Winter Edition" che da giovedì prossimo vedrà numerosi protagonisti del mondo della cultura esibirsi nell'antica patria della Fabulae.

(altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, rottura riscaldamento liceo “Siani”, Boerio:”garantire il riscaldamento alle aule del Liceo affinchè i ragazzi possano tornare a fare lezione”

14:13

iolanda boerioSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo, di seguito, il post facebook relativo alle considerazioni della consigliera comunale Iolanda Boerio in merito allo sciopero di questa mattina del Liceo "Siani" di Sant'Arpino.

Solo un mese fa, in uno dei loro classici comunicati "tutto fumo e niente arrosto", la maggiornaza del Sindaco Dell'Aversana annunciava che sarebbero stati eseguiti tutti i lavori di manutenzione ordinaria necessari alla sede distaccata del Liceo Siani. E cosa succede al ritorno tra i banchi degli studenti del Liceo? I poveri alunni trovano aule gelide perché i riscaldamenti non funzionano! Ebbene a cosa hanno pensato Sindaco e maggioranza in tutti questi giorni? Cosa hanno fatto anziché garantire il regolare ritorno  a scuola dei nostri ragazzi? Forse erano troppo impegnati ad organizzare feste e improbabili notti bianche, alle quali tra altro non hanno contributo nemmeno per il 5 per cento, e hanno dimenticato che a scuola i ragazzi hanno bisogno dei riscaldamenti. E stamattina gli alunni in sciopero hanno manifestato tutto il loro disappunto per quello che sta accadendo. Chiedo dunque al Sindaco e alla maggioranza di provvedere immediatamente a garantire il riscaldamento delle aule del Liceo affinché i ragazzi possano tornare a fare lezione con dignità e regolarità!

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Sant’Arpino, primo alzabandiera del “Gruppo Fujenti Atellani Sant’Arpino”

21:59
FacebookTwitterGoogle+Share

All’ex OPG di Aversa al via il progetto “Sostegno alla Genitorialità”

9:14

palmieriAversa    Domenica prossima, 8 gennaio ’17, a partire dalle ore 10:00, presso la Casa di Reclusione di Aversa (ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario), prende il via il progetto di “sostegno alla genitorialità” con una serie di attività ludico-ricreative rivolte ai figli minori dei detenuti.

L’obiettivo è quello di strutturare durante i colloqui - attraverso la presenza qualificata di operatori volontari - un contesto educativo e relazionale a supporto dei genitori detenuti per ridurre il distacco tra padri/figli minori e migliorare la qualità di vita dei soggetti reclusi. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, venerdì mattina alzabandiera del gruppo dei “Fujenti atellani”

20:41

fujentiatellaniSant'Arpino. Si terrà venerdì mattina alle 9:00, nel giorno dell'epifania, il primo "rito dell'alzabandiera" del gruppo dei fujenti atellani.

La cerimonia, che è un'assoluta novità per la comunità santarpinese, si terrà subito dopo la messa delle 8:00. Alla fine della celebrazione nella chiesa di Sant'Elpidio Vescovo, infatti, partirà un corteo che arriverà a via San Giacomo, dove il gruppo dei fujenti ha la sede. Qui saranno innalzati al cielo i vessilli caratteristici della Madonna dell'Arco.

Uniti da una profonda devozione alla Vergine dell'Arco, il gruppo dei fujenti atellani, costituito da pochi mesi sul territorio santarpinese, si è particolarmente distinto per una grande attività di divulgazione sul territorio. Il gruppo, formato per lo più da ragazzi, ha distribuito gratuitamente un calendario raffigurante la Madonna dell'Arco a tutta la popolazione santarpinese ed ha organizzato un primo pellegrinaggio al Santuario di Sant'Anastasia per il prossimo lunedì 9 gennaio, partenza ore 6:00 dalla sede in via San Giacomo (clicca qui per i dettagli).

Idio Maria Francesco Urciuoli

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, “Natale è”:Giovanni Sorvillo e i Tiempo antico presentano “Cadebè” nella notte dell’epifania

19:01

tiempo-antico-locandina-presentazione-cd-succivoSuccivo. Sarà presentato domani sera nell'ambito del calendario di "Natale è", "Cadebè", il nuovo lavoro discografico dei "Tiempo antico". Band costituitasi nel 2015 composta da Giovanni Sorvillo, Salvatore Acerbo, Nicola Girardi, Giuseppe Vertaldi e Mario Lupoli. Musicisti uniti dal sacro fuoco per la musica, si ritrovano in questo progetto musicale che si compie nel nome del gruppo “Tiempo Antico”.

Esordiscono nello stesso anno con il loro primo brano dal titolo "Terra Avvellenata", un pezzo che denuncia tutta la sofferenza di una terra, tristemente nota come Terra dei fuochi un tempo Campania Felix. Un testo di valore che si armonizza e completa nelle musiche e che gli è valso il premio "Un certain regard" al Festival di Musicultura 2015 e il Premio Nazionale delle Musiche di Provincia (Latina) del maggio sermonetano.

Successivamente il gruppo inizia a lavorare ad un progetto discografico, culminato poi in "cadebè", album uscito il 10 dicembre 2016. L'album è stato anticipato dal videoclip "Nu signore" ,uscito il 10 novembre, che parla di un uomo misterioso del passato capace di guarire con la saggezza i malanni di chi si recava al suo cospetto. I Tiempo Antico si fanno portavoce delle sofferenze e delle bellezze della loro terra, fatte di tradizioni antiche, impastate in un presente confuso. Melodie metropolitane si coniugano a versi in lingua napoletana. Cinque compagni di viaggio accomunati da uno sguardo indagatore sulla società che li circonda, in cui si sovrappongono immagini del passato a quelle presenti.

L'appuntamento è, quindi, per domani sera, 20:30 in piazza IV novembre.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino: morto ieri Giuseppe Della Morte, meglio conosciuto come “Pepp a discoteca”, oggi i funerali

10:32

peppediscotecaSant'Arpino. E' morto ieri, all'età di 80 anni, Giuseppe Della Morte, meglio conosciuto a Sant'Arpino come "Pepp a discoteca".

Classe 1936, "Peppe" gestiva, dagli anni 80, un piccolo bazar in via De Muro dove rivendeva materiale musicale di ogni genere: magliette, gadget e, soprattutto, musicassette. Con l'avvento delle nuove tecnologie digitali nell'industria musicale le musicassette sono andate via via scomparendo e il bazar non era più frequentato come prima. E' indiscutibile il fatto che "Pepp a discotec", metallaro doc, abbia influito sulle scelte musicali di generazioni di santarpinesi.

Le esequie muoveranno questo pomeriggio, 30 dicembre, alle ore 15:15, dalla sua casa di via A. Volta, 42 per proseguire nella chiesa di Sant'Elpidio Vescovo.

La redazione atellanews.it si stringe intorno alla famiglia Della Morte per la perdita del caro Giuseppe.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 25 26 27 28 29 34