ATTUALITA’ – Pagina 3

Elezioni provinciali, ufficializzate le liste: in corsa il consigliere Perrotta di Succivo e il sindaco di Sant’Arpino, Giuseppe Dell’Aversana

14:37

caserta-consiglio-provinciale-di-costanzo-800x330-Custom-800x445Sant’Arpino. Ufficializzate le liste dei candidati che si presenteranno alle prossime elezioni provinciali del 12 ottobre per il rinnovo del Consiglio provinciale della provincia di Caserta. Come già preannunciato, sono due i candidati relativi all’area atellana: il sindaco di Sant’Arpino, Giuseppe Dell’Aversana, nella lista “Democratici e Riformisti” (e non in quella del PD che, stando a voci di corridoio, lo voleva come papabile candidato Presidente) e Claudio Perrotta, consigliere comunale Succivo, nella lista “Forza Italia”. Marcia indietro per Mimmo Iovinella, assessore ai lavori pubblici del Comune di Sant’Arpino, che pare aver ritirato la sua candidatura in favore del sindaco. I candidati alla Presidenza sono due: Carlo Marino (Partito Democratico), sindaco di Caserta, e Giorgio Magliocca (Forza Italia), sindaco di Pignataro Maggiore. Di seguito tutte le liste:

FORZA ITALIA

Alessio Dello Stritto di Caserta, Stefano di Grazia di Aversa, Stefano Giaquinto di Caiazzo, Claudio Perrotta di Succivo, Alfonso Iovine di Castelvolturno, Maurizio Di Chiara di Teverola, Marco Ricci di Capua, Giancarlo Bernardo di Santa Maria a Vico, Anita Bovenzi di Pignataro, Amedeo Capasso di Casal di Principe, Antonio Cappiello di Castel Morrone, Michele Carello di Rocca d’Evandro, Guido di Leone di Cellole, Pasquale Marquez di Mondragone, Salvatore Mastroianni di Santa Maria Capua Vetere e Gabriella Parente di Grazzanise.

PARTITO DEMOCRATICO

Marco Villano di Aversa, Raffaella Zagaria di Casapesenna, Raffaele Guerriero di Marcianise, Andrea Boccagna di Caserta, Griffo Basilio Verdile di Sessa Aurunca, Stefano Lombardi e Salvatore Russo di Santa Maria La Fossa, Giovanni De Luca di Galluccio, Angela Improta di Teverola, Ciro Marcigliano di Sessa Aurunca.

DEMOCRATICI E RIFORMISTI

Vincenzo Crisci di Santa Maria a Vico, Giovanni De Robbio di Pietramelara, Roberto Landolfi, Roberta Letizia e Pino Moretta di Marcianise, Carmine Pascarella e Roberto Peluso di Caserta, Carlo Russo di Santa Maria Capua Vetere, Pasquale Salzillo di Marcianise, Pietro Sivo e Giusy Stellato di Macerata, Giovanbattista Vallosco di Marcianise, Giuseppe Dell’Aversana di Sant’Arpino.

MODERATI

Giuseppe Abate di Lusciano, Agostino Baldassarre di Santa Maria Capua Vetere, Pasquale Crisci di Santa Maria a Vico, Luigi De Cristofaro di San Marcellino, Gaetano Di Monaco di Santa Maria Capua Vetere, Vincenzo Galantuomo di Marcianise, GIuseppe Guida di Arienzo, Antonio Mallardo di San Gregorio Matese, Carlo Marotti di Gioia Sannitica, Salvatore Martiello di Sparanise, Massimiliano Marzo di Caserta, Francesco Paolino di San Prisco, Massimo Russo di Caserta, Gianfranco Della Valle di Castel Morrone, Marcello Vaio di Grazzanise, Antonio Verdone di Mignano Monte Lungo.

CAMPANIA IN MOVIMENTO

Gianluigi Santillo di Piedimonte, Bernardo Massaro, Ida Scalzone e Filippo Mazzarella di Caserta, Domenico Tartaglia, Massimiliano Scuncio, Michele Santoro, Maria Celeste Cafaro e Tammaro Diana di Villa Literno, Mario Pascosolido, Maria Grazia Stravino.

CAMPANIA LIBERA

Angelo Barretta di Cellole, Mauro Di Stefano di Ciorlano, Carlo Cosma Barra di Teano, Rosario Capasso di Aversa, Carmine Della Gatta di Gricignano, Domenico Laurenza di Marcianise, Enrico Maria Natale di Casal di Principe, Francesco Petrella di Santa Maria Capua Vetere, Ludovico Prezioso di Capua, Mario Russo di Caserta, Agostino Stellato di Bellona, Rany Pagano di Casaluce, Marialaura Buro di Casapulla, Rosaria Pasquariello di San Prisco, Liliana Trovato di Caserta.

 

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, Gabriele Luongo:”alle prossime elezioni provinciali voterò Claudio Perrotta, persona perbene e molto vicina alle mie idee politiche”

14:02

luongoSuccivo. “Voterò Claudio Perrotta alle prossime elezioni provinciali, persona perbene e molto vicina alle mie idee politiche”. Arriva poche ore prima della presentazione delle liste l’endorsement di Gabriele Luongo, consigliere comunale del Comune di Succivo, per Claudio Perrotta, candidato al consiglio provinciale di Caserta per le prossime elezioni del 4 ottobre.

“La candidatura di Claudio è frutto di una programmazione politica chiara e ben pianificata, finalizzata ad esprimere un consigliere atellano in seno al consiglio provinciale che sia voce di questo territorio, e non di scambi politici che non hanno niente a che vedere con l’area atellana e con il modo che intendo io, e l’intera amministrazione succivese, di fare politica”

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino,elezioni provinciali, AD:”Le consigliere Boerio e Di Santo hanno firmato la lista di Forza Italia e voteranno Claudio Perrotta”

13:24

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant’Arpino. Le consigliere comunali del gruppo politico “Alleanza Democratica per Sant’Arpino” Iolanda Boerio e Maria Rosaria di Santo, la scorsa settimana hanno firmato la presentazione della lista di Forza Italia per le prossime elezioni provinciali.

Annunciamo anche il nostro voto, che sarà per il candidato Claudio Perrotta. – fanno sapere le due consigliere – Votiamo Perrotta, consigliere comunale del Comune di Succivo, al fine di avere un volto nuovo che sia espressione dell’area atellana
Candidatura nata grazie ad un asse politico tra il Sindaco di Succivo Gianni Colella, il presidente di “Alleanza Democratica per Sant’Arpino” Eugenio Di Santo e lo stesso Claudio Perrotta, e, poi, successivamente estesa ad alcuni consiglieri comunali dei Comuni di Cesa e di Gricignano di Aversa.

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa, il sindaco Enzo Guida ha rassegnato stamattina le dimissioni

10:09

enzo-guida-cesaCesa. Si è dimesso, questa mattina, il sindaco di Cesa, Enzo Guida. Le dimissioni arrivano dopo quelle di tre suoi assessori. Questo il post facebook con cui il primo cittadino cesano ha ufficializzato le proprie dimissioni.

“Questa mattina ho rassegnato le dimissioni dalla carica di Sindaco. Lo faccio per rispetto verso le Istituzioni e verso i cittadini che il 31 maggio 2015 mi hanno scelto come primo cittadino. La decisione è legata alla crisi politica che la maggioranza sta attraversando. Questo mio atto, prima di essere effettuato, è stato lungamento discusso e condiviso ieri sera, con il Partito Democratico, nel corso di una riunione nel circolo, con la segretaria cittadina Antonietta De Michele, i componenti del direttivo e gli attivisti. La legge assegna 20 giorni di tempo per revocare le dimissioni o confermale. In questo periodo, consapevole della necessità di affrontare talune problematiche, continuerò ad assicurare il mio impegno amministrativo, sin quando le dimissioni, se non revocate, diventeranno effettive. Per tanto, al fine di avere tutti gli organi amministrativi effettivamente operanti ed in grado di deliberare, in caso di necessità ed urgenza, ho rigettato le dimissioni presentate, nei giorni, scorsi del vice sindaco Luigi De Angelis, degli assessori Filomena Di Santo e Antimo Dell’Omo”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, AD:”prima di fare le multe per l’immondizia bisogna predisporre un servizio perfetto!”

9:55

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant’Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico di opposizione “Alleanza Democratica per Sant’Arpino”.

E’ giusto multare qualcuno senza avere la certezza che sia colpevole di aver commesso l’infrazione?
E’ questa la domanda che ci siamo posti noi di Alleanza Democratica per Sant’Arpino di fronte all’ennesimo post pubblicato su facebook dal Sindaco Dell’Aversana che, cosa non farebbe pur di guadagnarsi un mi piace in più sui social!
Dall’alto del piedistallo sul quale si è comodamente adagiato, Peppino si è autoelogiato (l’autoelogio è ormai la sua specialità) sbandierando che in un solo giorno ben sei famiglie di Sant’Arpino sono state multate per errato conferimento dei rifiuti.
Premesso che riteniamo assolutamente giusto che chi non differenzia e conferisce i rifiuti correttamente venga multato e che la raccolta differenziata sia fondamentale, vogliamo chiedere però al nostro Sindaco se si sia domandato se sia giusto o meno multare qualcuno senza avere la certezza che i rifiuti siano i suoi.
E questo non lo diciamo solo noi per puro spirito di contraddizione, come potrebbe obiettare il Sindaco mentre è impegnato a farsi scattare l’ennesima foto ricordo da pubblicare su facebook, ma lo dicono i già numerosissimi casi in Italia di ricorsi dei cittadini davanti al Giudice di Pace.
Caro Sindaco, sappiamo che l’applauso facile è ormai diventato il tuo obiettivo prioritario da quando apri gli occhi la mattina, ma la prossima volta, prima di scattare foto ed autoelogiarti sui social, ti invitiamo a riflettere, quanto meno per ridurre il numero di brutte figure.
Diversi cittadini infatti, già su facebook, hanno posto obiezioni e dato consigli all’amministrazione per evitare di multare ingiustamente e senza dati di fatto che dimostrino chi ha commesso l’irregolarità.
L’obiezione di base è che chiunque potrebbe spostare o riporre i sacchetti o introdurvi dentro indizi in grado di far risalire ad una determinata persona. Quel che manca, in sostanza, è la prova certa di chi ha commesso l’infrazione.
E sono tantissimi i casi in cui i cittadini hanno vinto il ricorso contro il Comune: multa rigettata e spese da parte del Comune a Cavarzere (Mestre), visto che non si poteva dare una multa di 100 euro solo perché il nome di una persona è su una busta abbandonata con altri rifiuti.
E un’altra multa è stata annullata dal Giudice di Pace anche a Pozzuoli: non si può inviare la multa al titolare dell’appartamento che paga la tassa sui rifiuti (sulla presunzione che sia stato lui a non osservare l’ordinanza comunale sulla differenziata), ma si deve identificare, con precisione e senza margini di dubbio, chi ha commesso l’illecito.
E ancora un altro caso riguarda Caserta. Un negoziante era stato sanzionato con 600 euro di multa dal Comune per un sacchetto di differenziata trovato davanti al negozio nel giorno sbagliato. L’Adoc (Associazione Consumatori) ha vinto il ricorso presso il Giudice di Pace perché un semplice scontrino di un negozio non poteva essere la prova che la responsabilità era del titolare dell’attività commerciale.
Basta con la demagogia! Basta nascondersi dietro a un dito! Per te, Sindaco, e per la tua amministrazione l’unico non fermarsi mai si riferisce alle foto ricordo e ai post sulle pagine di facebook, ma ricordate che i cittadini non sono stupidi! Si alle sanzioni ma solo garantendo un sistema che consenta di identificare senza ombra di dubbio il trasgressore!
E poi, per concludere caro Peppino, è giusto multare chi non rispetta le regole della raccolta differenziata dei rifiuti, ma prima di multare bisogna predisporre un servizio perfetto, senza l’ombra di un difetto!

FacebookTwitterGoogle+Share

Veleno, arriva al cinema il film denuncia sulla Terra dei fuochi

9:25

A partire da questo weekend sarà proiettato nelle sale cinematografiche “Veleno”, il filma che racconta la terra dei fuochi.

locandina velenoLa pellicola del regista Diego Olivares, prodotta  da Bronx Film, Minerva Pictures e Tunnel Produzioni  è stata presentata alla settimana della critica della Mostra del cinema di Venezia.  Nel cast Massimiliano Gallo, Salvatore Esposito, Luisa Ranieri, Gennaro di Colandrea, Miriam Candurro, e la partecipazione straordinaria di Nando Paone.

Le musiche sono di Enzo Gragnaniello, Marco Messina, Sasha Ricci (99 posse).

Veleno porta in scena il dramma di un territorio violato, contaminato dai veleni che criminali senza scrupoli hanno disseminato in buona parte del casertano. In un piccolo centro di quella provincia, un’umile famiglia di agricoltori rifiuta di lasciare che i suoi terreni diventino una discarica a cielo aperto. Cosimo Cardano (Massimiliano Gallo) e sua moglie Rosaria (Luisa Ranieri) lottano contro la piaga dei rifiuti tossici, senza lasciarsi piegare dalle minacce e ripercussioni da parte di alcuni esponenti della camorra, tra i quali il giovane avvocato Rino (Salvatore Esposito). Se la coppia non vuole staccarsi dalle proprie radici, né abbandonare la terra a un potere mafioso che corrompe e distrugge, Ezio, fratello di Cosimo, e sua moglie accettano di essere complici della devastazione dei loro territori, attratti da facili guadagni e spaventati dalle conseguenze di un’opposizione. A complicare ulteriormente le cose è la grave malattia di Cosimo causata dal veleno che contamina l’acqua, i raccolti, il bestiame. La storia di Cosimo diventa la sintesi delle piccole e grandi contraddizioni di una terra abbandonata a se stessa, dove l’unico potere riconosciuto è quello criminale.

“Uno sguardo dal basso- racconta Diego Olivares- per raccontare uno squarcio di vita di una famiglia di contadini in un piccolo paese del casertano . Ciò che li accomuna tutti è proprio quel veleno che dalla terra arriva alle piante, all’acqua, ai corpi e dunque spesso finisce per corrompere anche gli animi”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Casaluce. Abbattimento alberi plesso Marconi, FN: “La strage del verde pubblico”

12:23

forza-nuova-dolce-gabbanaCasaluce. Da diversi giorni si stanno verificando diversi ‘tagli selvaggi’ nel plesso scolastico di via Marconi, il tutto autorizzato dal Comune di Casaluce. Secondo quanto riferito fonti comunali, ad essere abbattuti solo quegli alberi definiti ‘malati’ o ‘pericolanti’.

Sull’abbattimento degli alberi nel plesso Marconi, è intervenuto il direttivo cittadino di Forza Nuova.

«Lo spettacolo è desolante, straziante. Osservando poi le massicce ceppaie dei pini viene davvero il dubbio che fossero per nulla malati e quindi a non rischio crollo. Attendiamo le valutazioni tecnico-ambientali e quanto prima la posizione del primo cittadino e dell’Assessore all’Ambiente. Nel frattempo – affermano i forzanovisti – ci auguriamo sinceramente che l’assessorato, tecnici comunale e la ditta preposta al taglio abbiano agito sulla base di indicazioni corrette visto che oramai è impossibile tornare indietro».

«Questa amministrazione sta cambiando il volto della città, non solo nelle periferie ma anche nel centro storico. Oltretutto la scelta di tagliare questi alberi tutti insieme(molti dei quali sani) per sostituirli con altri di specie non autoctone e molto più giovani, comporterà una sostanziale diminuzione della massa di foglie attive nella depurazione dell’aria con conseguente aggravio dell’inquinamento. Sarebbe stato più prudente e saggio – sottolineano – provvedere ad una sostituzione graduale cominciando dall’abbattimento dei soli alberi malati e vecchi invece di procedere per interi filari».

«Abbiamo già pronte diverse segnalazioni alle Autorità Competenti per ottenere tutta la documentazione sulla sicurezza e i patentini per potare gli alberi degli operai che stamani operavano in via Marconi. Controlleremo – concludono i nazionalisti – ogni minimo dettaglio di questa sciagurata gestione del verde pubblico. Chiediamo per le prossime ed eventuali situazioni di convocare le associazioni e tutti gli interessati ad un tavolo di confronto per valutare bene i diversi casi; chiediamo al Sindaco di conoscere l’iter del corretto smaltimento dei rifiuti speciali così ottenuti dall’abbattimento suddetto; chiediamo se i tagli sono stati effettuati secondo il Regolamento Patrimonio Arboreo (sperando che ci sia), ove se è previsto il ripristino della situazione precedente ed un censimento degli alberi monumentali. Forza Nuova continuerà a vigilare perché a Casaluce deve esserci più verde e non sempre e solo martoriata dal cemento».

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, investito questa mattina anziano in via Murelle, zona “depuratori”

10:52

ambulanza.rtgSuccivo. Investita questa mattina, tra le 7:00 e le 7:30, una persona in via Murelle, strada a quell’ora abitualmente frequentata da podisti e ciclisti.

Stando alle prime ricostruzioni il conducente al volante dell’automobile, una donna del posto, non avrebbe visto l’individuo che stava percorrendo la strada, colpendolo. Le persone presenti, insieme alla conducente del veicolo che si è fermata per prestare soccorso, hanno contattato il servizio emergenza che, poi, ha trasportato la vittima dell’incidente presso l’ospedale “San Giuseppe Moscati”. La prognosi è assolutamente riservata ma le condizioni sembrano essere molto gravi.

 

FacebookTwitterGoogle+Share

“Nato a Casal di Principe”, il cinema casertano sbarca alla Mostra del Cinema di Venezia

18:15

nato a casal di principeVenerdì 1 settembre, alla Mostra del Cinema di Venezia, nella sezione “Cinema in Giardino”, è stata proiettata fuori concorso la pellicola “Nato a Casal di Principe” tratta dall’omonimo libro ( scritto da Amedeo Letizia e dalla giornalista Paola Zanuttini).

Il film narra la storia di un giovane di Casal di Principe, Amedeo Letizia che si trasferisce a Roma sul finire degli anni ’80 per inseguire il sogno di diventare attore.

Inizia a muovere i primi passi grazie ad una fiction ( I ragazzi del muretto), ma alla notizia della scomparsa del fratello Paolo, decide di tornare a Casal di Principe.

Paolo svanisce nel nulla nel settembre 1989. Con ogni probabilità prima rapito, poi ucciso.

Il film è ambientato tra Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa, Villa di Briano e Castelvolturno.

La regia è di Bruno Oliviero di Torre del Greco.

La sceneggiatura è firmata da Maurizio Braucci e Massimiliano Virgilio mentre la produzione internazionale vede insieme BIANCA srl, QUALITYFILM srl e Rai Cinema.

Alla proiezione era presente anche il sindaco di Casal di Principe Renato Natale che da anni si batte per ridare dignità e speranza al suo popolo.

Antonio Capasso

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, ieri importante operazione contro sversamenti tossici

10:55

sversamenti abusiviSuccivo. Eseguita ieri, nel tardo pomeriggio, un’importante operazione contro gli sversamenti illeciti di rifiuti speciali. A seguito di una segnalazione tre amministratori si sono recati personalmente in via Tinto ed hanno effettuato un sopralluogo che ha accertato la presenza di rifiuti edili depositati illecitamente sul marciapiede della strada.

E’ stato allertato immediatamente il 112 che ha provveduto, successivamente, a denunciare la ditta responsabile che è stata individuata in seguito ad un ispezione nelle buste.

 

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, giovedì appuntamento per discutere del parco dell’ex vasca castellone

10:03

vasca castelloneSuccivo. Si terrà giovedì alle 18:00 presso l’aula consiliare del Comune di Succivo un incontro pubblico per discutere delle problematiche legate alla gestione del parco dell’ex vasca castellone. Il parco è di proprietà del demanio marittimo e la gestione è affidata ai comuni su cui ne ricade la superficie, Sant’Arpino (per il 70 %), Succivo (per il 23 %) e Orta di Atella (per il 7%). L’incontro è stato organizzato dall’amministrazione comunale di Succivo e vi prenderà parte anche l’amministrazione comunale di Sant’Arpino.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 5 24