CULTURA – Pagina 3

Aversa, stasera al Movà Saverio D’Andrea

10:25

20229206_1421226774652026_462891521938515820_nAversa. Si esibirà questa sera al Movà, ad Aversa, l’artista campano Saverio D’Ambra. Accompagnato alla chitarra elettrica da Lorenzo De Gennaro e al violoncello da Maria Pia Russo, Saverio D’Andrea traghetterà i suoi ospiti in un viaggio di musica e poesia dove canzoni del passato e del presente torneranno in vita in un’atmosfera delicata e brillante allo stesso tempo. Si alterneranno momenti esilaranti con pezzi tragicomici come “Bisognodistrazione”, “Cucino per te” a momenti più intensi dove il ritmo lascia lo spazio alle emozioni forti e a ballate come “Se tornerai”, “Scompari raramente”, “Meteora”, e alla più recente “Lacuoratore”. Ci sarà spazio anche per canzoni di grandi cantautori del passato come Tenco, Modugno, Ciampi o De Andrè.

Quello di Saverio D’Andrea è un progetto cantautorale contaminato di teatro e letteratura, una canzone d’autore che inciampa tra la raffinatezza e l’autoironia con una grande attenzione verso i testi che sono al centro dell’idea del progetto. Nelle canzoni di Saverio c’è una ricerca quasi ossessiva delle verità dell’animo umano e dei rapporti. I testi sono labirinti dove i significati si rincorrono per forgiare messaggi che sono fotografie delle crisi di un’intera generazione, frammentata ma unita dalle stesse incertezze. Le canzoni sono storie musicate in cui perdersi e la semplicità delle melodie ha l’ambire di colpire chiunque.

Cantautore da sempre, autore di musiche e testi per altri artisti, di musiche per spettacoli teatrali e altri eventi. Nel 2012 scrive le musiche per la mostra d’arte internazionale Human Rights, nel 2013 vince il PREMIO MIA MARTINI come autore con “Il tuo respiro”, nel 2014 un suo brano “Conosco un posto” è in finale al Festival della canzone italiana a New York. Nel 2015 e 2016 lavora al suo primo disco ufficiale guidato dal produttore Valter Sacripanti (già al fianco di artisti come Nek e Simone Cristicchi) con musicisti del calibro di Giuseppe Barbera (Mogol, Arisa, X Factor…), David Pieralisi (Alessandra Amoroso, Michele Zarrillo…) Mario Gentili e Giuseppe Tortora (Laura Pausini, Fiorella Mannoia…).

La sua esperienza pluridecennale nella scrittura di testi, anche in lingue diverse dall’italiano (come l’inglese e lo spagnolo), nella composizione di brani di musica leggera si arricchisce costantemente attraverso diverse collaborazioni, stages e seminari con esperti del settore. Ha lavorato e lavora come compositore di musiche per progetti teatrali e televisivi, di musiche per mostre internazionali d’arte contemporanea e per lavori discografici di giovani interpreti.

Il 16 giugno è stato presentato in anteprima al Teatrocivico14 di Caserta il videoclip del nuovo singolo “Nomi cose città”

 

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Festa Patronale, straordinario successo per il concerto di Enzo Avitabile

10:31

avitabileSant’Arpino. Una folla oceanica ha pacificamente invaso Piazza Umberto I° in occasione del concerto di “Enzo Avitabile” e “I Bottari di Portico”, tenutosi nell’ambito della Festa Patronale 2017.

Tutto come previsto. Il maestro Avitabile ha abituato fin troppo bene il suo pubblico e ancora una volta, ha dato vita ad un grande show che ha infiammato Sant’Arpino e i presenti arrivati in tanti dai paesi limitrofi e da ogni angolo della regione.

Due ore circa di concerto, trascorse forse troppo velocemente, in cui il buon Enzo ha riproposto tutti i suoi vecchi successi ( da “Mane e mane” a “Soul Express”) e ha celebrato le sue ultime fatiche ( tratte da “Black Tarantella” e “Lotto Infinito”).

Struggente e toccante l’omaggio a Pino Daniele sulle note di “Terra Mia”.

Menzione di merito per il maestro Diego Carboni, nostro concittadino, e da anni stabilmente riferimento della band di Avitabile.

vetroUno spettacolo mai banale ed unico nel suo genere, all’indomani del quale la comunità santarpinese si avvia a concludere i solenni festeggiamenti in onore di Sant’Elpidio Vescovo.

Unico neo della serata è stato il mancato rispetto dell’ordinanza del sindaco Dell’Aversana che vietava di consumare bevande in vetro. A fine serata, infatti, diverse erano le bottiglie di vetro presenti sul basolato di piazza Umberto I.

Antonio Capasso

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Sant’Arpino, Festa Patronale 2017

18:49
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Festa patronale, è il giorno di Enzo Avitabile

14:57

Enzo Avitabile - Tenco 2009Sant’Arpino. Si terrà, questa sera, in Piazza Umberto I° alle 21,30 il concerto di “Enzo Avitabile” e “I Bottari di Portico”, nell’ambito della Festa Patronale 2017.

Il sassofonista e compositore di Marianella torna ad esibirsi a S.Arpino, dopo aver collezionato premi e riconoscimenti nel corso dell’anno:

Il 27 marzo 2017 vince 2 David di Donatello come Miglior Musicista, per aver composto la colonna sonora del film “Indivisibili”, e come Migliore canzone originale con “Abbi pietà di noi”, brano contenuto nella stessa colonna sonora.

Il 1 luglio 2017 vince 2 Nastri d’argento, per la colonna sonora di “Indivisibili” di Edoardo De Angelis e per la miglior canzone originale “Abbi pietà di noi”.

Ancora per la colonna sonora di “Indivisibili” di Edoardo De Angelis, il Premio Ennio Morricone, il Premio Ciak d’oro e il Premio globo d’oro ( della stampa estera).

Premio UBU 2017, per le musiche di “Vangelo” di Pippo Del Bono.

Il suo ultimo lavoro è “Lotto Infinito” ( Black Tarantella / Sony Music Italia) in cui sono presenti importanti collaborazioni con Francesco De Gregori, Renato Zero, Giorgia, Caparezza, Mannarino, Pippo Del Bono, Lello Arena, Paolo Fresu, Elena Ledda, Giovanna Marini, Daby Tourè, Roger Biwandu, Linley Marthè, Bassekou Kouyate.

Sarà, ancora una volta, una serata intensa ed eccitante, in cui il maestro Avitabile, avanguardista e poliedrico, fonderà il modo di fare musica dei Bottari di Portico ( gli strumenti utilizzati sono botti, tini e falci, usati come percussioni che scandiscono arcaici ritmi processionali, con accompagnamento di canti tradizionali, legati alla tradizionale coltura della canapa in terra di lavoro) con i suoni musicali odierni.

Antonio Capasso

FacebookTwitterGoogle+Share

Frattaminore, comunità in festa per l’arrivo, domenica, dell’effige della Madonna dell’Arco

15:09

91177Frattaminore. Comunità frattaminorese in festa per l’arrivo, domenica, dela sacra effige della Madonna dell’Arco.

Il gruppo fujenti di Frattaminore in collaborazione con la chiesa di San Simeone, il cui parroco è Don Aldo D’Alessandro, è riuscito per la prima volta in assoluto a portare l’immagine sacra della Madonna dell’Arco a Frattaminore. L’effige arriverà domenica 16 luglio 2017 alle ore 16:30. E’ prevista, per l’arrivo, una cerimonia nell’area mercato e, successivamente, una breve processione per le strade della cittadina. L’immagine rimarrà a Frattaminore fino al giorno 23 luglio. Per il giorno 19 è prevista una visita del Vescovo della Diocesi di Aversa, S.E. Monsignor Angelo Spinillo.

“Nonostante la società sia in continua evoluzione e i valori di un tempo, ormai, vanno perdendosi sempre di più – fanno sapere i fedeli – la nostra devozione per la Madonna dell’Arco è rimasta invariata nel corso dei settant’anni di attività del nostro gruppo e siamo sicuri che non tramonterà mai. Dal 1946 ad oggi rinnoviamo anno per anno la fede per la Vergine dell’Arco che trasmettiamo con successo da geneazione in generazione. In questi giorni abbiamo il cuore colmo di gioia per l’arrivo, domenica, dell’effige della Madonna dell’Arco sul territorio frattaminorese per cui Invitiamo tutti i cittadini della zona  a venire, domenica alle 16:30, presso l’area mercato. Infine – concludono i fujenti frattaminoresi – siamo particolarmente onorati per l’arrivo, il giorno 19, del Vescovo Spinillo che verrà a fare visita all’immagine sacra”

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, inizia oggi la Festa Patronale dedicata a Sant’Elpidio Vescovo

12:35

19961144_1967371936839530_4556013963251229993_nSant’Arpino. Inizierà ufficialmente oggi la Festa Patronale a Sant’Arpino dedicata al Santo Patrono, Sant’Elpidio Vescovo.

Il programma prevede, alle ore 18:00, l’arrivo della banda “Atellana Marching Band – Città di Frattaminore” che suonerà per le vie del paese per annunciare l’inizio dei festeggiamenti. Alle 19:00 si terrà la messa dei “portantini”. Alle 20:30 sarà aperta una mostra storica all’interno del Palazzo Ducale, curata da Agnese Capuano e Francesco Maisto, dal titolo “Sulle ali della fede” che ripercorre la storia della festa patronale santarpinese. Alle 20:45, dopo la deposizione delle corone d’alloro ai monumenti ai caduti, i fedeli si recheranno in processione presso l’abitazione della famiglia Magliola in via Compagnone dove preleveranno il busto bronzeo di Sant’Elpidio Vescovo per portarlo in chiesa. Alle ore 21:00 saranno accese le luminarie mentre alle 22 sarà messo in scena sul sagrato della chiesa il miracolo di Sant’Elpidio, “Surge et ambula”, a cura della commissione festa patronale. Alle 22:45 il busto del Santo entrerà in chiesa e saranno presentati alla popolazione i paramenti sacri della statua lignea di Sant’Elpidio, riportati a Sant’Arpino dopo un anno e mezzo di restauro.

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Succivo, Festival dello sport 2017, lo spettacolo dei Lux Arcana

10:47
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, stasera chiusura della festa del S.S. Salvatore con la gara dei fuochi

18:19

fuochi-d-artificio-generiche-555161.610x431Succivo. Si chiuderà stasera, con la gara pirotecnica, l’edizione 2017 della festa patronale di Succivo dedicata al S.S. Salvatore, Santo Patrono del piccolo comune atellano.

La gara inizierà alle 22:30. Le ditte partecipanti sono:

  • Luigi Di Matteo da Sant’Antimo (NA)
  • Giuseppe e Ciro Scudo da Ercolano (NA)
  • Giovanni Boccia e Luigi Nappi da Palma Campania (NA)
  • Fratelli Pannella da Ponte (BN)

Le celebrazioni liturgiche termineranno, invece, con la messa delle ore 20 nel Casale di Teverolaccio. Al termine la Sacra Immagine del S.S. Salvatore rientrerà in parrocchia attraversando le vie: Teverolaccio, G. Lorca, Tinto, Cadorna, Villa, Roma.

 

 

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Succivo, incendio del campanile 2017

18:57
FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Sant’Arpino, Palazzo Ducale gremito per la serata conclusiva del Summer Festival 2017

18:02
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, interessante e dinamica la presentazione del libro “L’insana improvvisazione di Elia Vettorel” di Anemone Ledger al Bartò

15:16

anemone1Succivo. Presentato ieri a Succivo, presso il Bartò, il secondo libro dell’autrice santarpinese Anemone Ledger, dal titolo “L’insana improvvisazione di Elia Vettorel”.

Particolarmente dinamica e interessante, la presentazione è stata alquanto sui generis. Priva di relatori, l’incontro è stato incentrato tutto sulla scrittrice, che attraverso le domande dei giornalisti, ha tracciato un percorso sulla sua carriera da autrice, iniziata a soli 16 anni ma già molto ricca, raccontandosi e raccontando, poi, com’è nata l’opera presentata al Bartò. Sono state poi lette alcune parti del libro che la Ledger ha commentato, insieme ai presenti, rispondendo alle riflessione ed alle curiosità, facendo massima attenzione a non spoilerare. L’incontro è stato moderato da Giovanni Tuberosa di SfogliaAtella Lab e vi hanno preso parte, oltre ad Anemone Ledger, autrice del libro, Idio Urciuoli, giornalista, e Iole Belardo del Bartò. Alla fine della presentazione è stato servito un aperitivo.

“Ho passato talmente tanto tempo a delineare i contorni della vita anche degli altri personaggi presenti in questo libro – esordisce l’autrice del libro, Anemone Ledger – e posso dire finalmente di essere soddisfatta di qualcosa che ho scritto e che ho pubblicato, posso dire di essere soddisfatta specialmente del modo in cui ho traccato la figura di Elia e penso che sia il personaggio, di cui ho scritto, a cui tengo di più. Ringrazio quanti mi hanno permesso di realizzare questa presentazione al Bartò a Succivo – conclude la scrittrice – dal Bartò a SfogliaAtella Lab ma ci tengo a ringraziare anche i miei genitori, la mia associazione “Scusate il ritardo” e Alessio D’Elia, che è stato il primo a dare un forte valore a questo testo”

“Siamo felicissimi di poter realizzare eventi del genere – fa sapere Iole Belardo del Bartò – e speriamo questo sia il primo di una lunga serie di appuntamenti, considerando anche la grande tradizione culturale del nostro territorio. Ringraziamo SfogliaAtella Lab per la preziosa collaborazione e contiamo, per il prossimo appuntamento, sul coinvolgimento di altre realtà associazionistiche dell’area atellana”      

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 5 19