CULTURA – Pagina 3

Sant’Arpino. I detenuti di Santa Maria Capua Vetere a lezione di teatro da I SudAtella

12:47

Santa Maria Capua Vetere     Il teatro quale strumento attraverso il quale raggiungere uno degli obiettivi più nobili della Costituzione e del sistema giuridico italiano: il reinserimento nella società di chi è costretto a trascorrere un periodo della propria vita in carcere.

E' questo l'obiettivo che si è posto la Direzione della Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere " Francesco Uccella"con il bando "Laboratorio Teatrale". Ed a  guidare i detenuti nel magnifico mondo della tavole del palcoscenico sono gli attori della compagnia santarpinese "I SudAtella" diretta dalla regista Susy Ronga. Due gli appuntamenti settimanali dove si alternano nel ruolo di docenti i vari attori : Ernesto Di Serio; Luisa Pitocchelli; Rosa Di Mattia, Agnese Crispino e la stessa Ronga. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Roma. Vincenzo Cantiello venerdì sera protagonista delle fasi finali del Tour Music Festival

13:24

Sant'Arpino      Vincenzo Cantiello ancora una volta protagonista di un grande evento dedicato ai giovani talenti del panorama canoro nazionale ed europeo. Venerdì sera l'artista santarpinese prenderà parte alle fasi finali per l'Italia dell' undicesima edizione del Tour Music Festival che si terrà al JailBreak Live Club di Roma. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella. Domenica 18 Novembre al Centro Studi “Massimo Stanzione” presentazione di “Freelance ”di Franco Nuccio

15:51 Un’informazione libera e deontologicamente corretta come leva di sviluppo e denuncia, il momento critico del giornalismo in Italia, la diminuzione dei lettori, le difficoltà degli editori, le minacce ai cronisti. E poi la precarietà dei tanti operatori del settore, la mancanza di un giusto compenso, i limiti all’informazione.   Sono questi ed altri ancora i temi che saranno discussi nel corso della presentazione del libro del romano Nuccio Franco, “Freelance”, che si terrà Domenica 18 novembre, alle ore 18,30  presso il Centro Studi “Massimo Stanzione”, di Orta di Atella.   Freelance analizza a fondo il mondo del giornalismo, meraviglioso ma anche tanto difficile in quanto connotato da problemi di ogni genere. Tuttavia, c’è ancora chi, spinto dalla passione, prosegue con onestà intellettuale per la sua strada irta di ostacoli. Ciò con la sola forza dell’amore verso questa professione con l’intento di raccontare obiettivamente i fatti senza essere costretti nell’alveo dell’informazione partigiana.   Il protagonista, Martino, non si tira mai indietro di fronte alle difficoltà, nonostante la precarietà e l’impossibilità di esprimere le proprie potenzialità, soprattutto dopo aver perso il lavoro presso la redazione di un importante quotidiano. Inizia da qui un cammino che lo porterà a rivalutare tutta la sua esistenza, a mettere in dubbio le certezze famigliari e i legami che lo avvincono ancora alla realtà. Ma sarà proprio sull’orlo del precipizio che una mano amica gli si tenderà per proporgli una nuova esperienza. Parte dunque per il Messico; qui dovrà imbastire un corposo reportage sul narcotraffico e, soprattutto, su un personaggio misterioso, il sanguinario Juan Ramon de las Casas. Arrivato a Tijuana, Martino si troverà catapultato in una serie di circostanze che metteranno a repentaglio non solo la buona riuscita del lavoro, ma anche la sua vita, in un crescendo di colpi di scena e di situazioni al limite.   Dialogheranno con l’autore: Idio Maria  Francesco Urciuoli, corrispondente di “Cronache di Caserta”, Stefano Montone, caporedattore della testata giornalistica “La Rampa”, Mario Di Lorenzo, architetto freelance e Alessandro Di Lorenzo, moderatore e direttore del “Centro Studi Massimo Stanzione”.  
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Gisella D’Anna presenta il suo libro esordio “Aspettami ovunque sei”, l’autrice: “Un’emozione davvero unica”

14:44 SANT'ARPINO. "Il racconto di Gisella è una lettera a chi manca, come una bottiglia lanciata nell'universo. Aspettami ovunque tu sia, dice l'autrice all'amato. Così il dolore celato in ogni pagina si fa, nella folla dei giorni e come a strappi, una solitaria attesa della luce". Queste le parole che Giuseppe Limone scrive nella prefazione al libro di Gisella d'Anna "Aspettami ovunque sei". Una vita che si fa racconto, quella della protagonista Gisella (omonima dell'autrice), per dar origine ad un libro autobiografico dove la profondità, la semplicità e la sapienza di tessitura - a detta di Limone - sono protagoniste di pagine che scorrono limpide come un lago.   "Aspettami ovunque sei" è la prima opera di Gisella D'Anna, edita dalla casa editrice "Gnasso Editore". La presentazione del libro si è tenuta il 28 ottobre alle ore 10 presso il Palazzo Ducale Sanchez De Luna di Sant'Arpino, paese d'origine della scrittrice. Ad "aprire le danze" sono stati i saluti del sindaco Giuseppe Dell'Aversana, e della presidente del Consiglio comunale con delega alla Cultura, Ivana Tinto. A fare da relatori: il docente universitario Giuseppe Limone, la dottoressa Maria Pia De Martino e l'associato dell'associazione "Scusate il ritardo"Alessio D'Elia. A moderare il tavolo, il presidente dell'associazione "Scusate il Ritardo", Raffaele Copertino.   "Ho voluto raccontare – afferma Gisella D'Anna - i momenti belli e tristi della mia vita, il titolo stesso è un grido di dolore ma soprattutto di speranza. Questo libro nasce, infatti, dall'intimo bisogno di raccontare le mie esperienze di vita. Sono tre anni che scrivo spinta proprio dall'esigenza di trasmettere le mie sensazioni agli altri e, oggi, pensare di averlo fatto con la realizzazione di questo mio libro esordio, è per me un'emozione davvero unica".   Una presentazione che ha visto la partecipazione di giovani per la lettura di alcune parti del testo ed una platea gremita di uditori. La storia di Gisella, una ragazza -a detta dell'autrice - dalla grande spontaneità, di un borgo del sud, orfana di madre e presto mamma dei suoi fratelli, è diventata, attraverso le parole dei relatori, la storia di tutti i presenti, emozionati anche dalle musiche diDomenico Di Gioia e Stella Gifuni, che hanno intervallato e concluso la presentazione.   "Penso che la letteratura sia il volano della cultura - continua l'autrice - e ho voluto metterla a servizio del mio paese che da sempre ha mostrato uno spiccato interesse per le lettere. Vorrei dire a tutti i giovani aspiranti scrittori - conclude - che, a mio avviso, il segreto della scrittura è scrivere semplicemente col cuore".  
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella. Domenica 21 ottobre Lectio Magistralis sul pensiero di Cesare Beccaria presso il Centro Studi Massimo Stanzione

15:10 Orta di Atella. Domenica 21 ottobre alle ore 18,30 il Centro Studi Massimo Stanzione di Orta di Atella, presso la sua sede in via Mazzini n.11, è orgoglioso di ospitare il prof.  August Viglione (USA) già docente presso la University of La Verne in California, la Clemson University of South Caroline, il New York Institut of Technology, l’Università degli Studi di Napoli l’Orientale ed il prof. Renè Maury di Tolosa, docente presso l’Università della Basilicata e l’Orientale di Napoli. La Lectio Magistralis (Reflections on Cesare Beccaria and Utility), tenuta in lingua italiana, verterà sugli aspetti del pensiero giuridico ed economico di Cesare Beccaria, con uno sguardo attento alla sua produzione letteraria riguardante il concetto di utilità (Utility), molto caro alla filosofia ed al diritto di stampo anglosassone dell’epoca dei lumi, e sulle sue tesi, considerante avveniristiche ed anacronistiche per l’epoca, sulla necessità dell’abolizione della pena di morte. Il concetto di utilità sarà analizzato nella sua accezione illuministica e nel suo pragmatismo storico-sociale, così come tramandatoci dagli studiosi settecenteschi, che ponevano l’accento sulla diffusione della felicità goduta dal più ampio numero di persone possibili. Gli organizzatori ringraziano vivamente le associazioni partecipanti: Associazione Italiana di Cultura Classica e Associazione ex Alunni Liceo Classico Durante.
FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO- ASPRINUM FESTIVAL. LO SPECIALE DI ATELLANEWS

19:16 Cesa     E' stata un'edizione ricca di appuntamenti e che è già stata definita "dei record" quella 2018 dell'Asprinum Festival svoltasi lo scorso fine settimana a Cesa. A fare un bilancio ai nostri microfoni sono il Presidente della Pro Loco Michele Autiero, il professore Alfredo Oliva ed il sindaco Enzo Guida. La foto è tratta dalla pagina facebook "Nel mio Strano paese" ed è stata postata da Mario Borzacchiello (altro…)
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, “C’è vino al Casale”: organizzazione impeccabile, buona musica e un’offerta gastronomica eccellente. Buona la prima! Stasera si parte alle 19 e 30

16:32

SUCCIVO. Grande partecipazione di pubblico, ieri sera, per l'apertura della prima edizione della manifestazione "C'è vino al Casale" organizzata dall'associazione "Terrantica" in collaborazione con l'associazione "Un cavallo per amico" e con il patrocinio del Comune di Succivo.

Organizzazione impeccabile, buona musica e un'offerta gastronomica eccellente. Questi gli ingredienti che ha messo in campo l'associazione casertana "Terrantica", già conosciuta nell'area atellana per aver organizzato, alcuni mesi fa, la manifestazione "C'è birra al Casale" che fece registrare una grandissima partecipazione di pubblico. Consensi che il sodalizio di terra di lavoro sta ottenendo anche stavolta con la bevanda alcolica più consumata d'Italia a cui sono stati abbinati diversi piatti che fanno parte di un'offerta gastronomica di altissima qualità: gastronomia che da sempre i membri di "Terrantica" curano in modo particolare. Numerosi sono gli organizzatissimi stand dove poter degustare le prelibatezze locali tra cui anche uno interamente "senza glutine". Risulta doveroso sottolineare l'alta qualità dei panini (dal pane alla carne passando per le verdure e i formaggi, non è un panino, è un viaggio sensoriale) e il buonissimo casatiello: ricco di salumi e formaggi, fragrante ed incredibilmente morbido.

Tra le cantine presenti si segnala in particolare l’atellana “Masseria Campito” che si trova nel territorio di Gricignano di Aversa e coltiva quei terreni che un tempo appartenevano alla fertile Liburia dove si produceva un  “uva che non aveva uguali”. Tra le etichette di Masseria Campito in mostra primeggiano “ Atellanum”,"Falasprì", “Priezza” (spumante di Asprinio  con metodo classico) . Aglianico e Falanghina saranno invece proposti da un’altra azienda del territorio: la “Vinicola Fior di Vino di De Liso”.

Il programma prevede, per questa sera, alle 19 e 30 lo spettacolo teatrale  “Le lacrime di Mirra” tratto dalle Metamorfosi di Ovidio e riadattato da Claudia Balsamo per un Reading a due voci con Tiziana Tirrito. Come fanno sapere dall'associazione:"In un misto di fascino e di riprovazione, Balsamo restituirà al pubblico del Casale il tormento di Mirra per un sentimento tanto intenso quanto impuro". Subito dopo saliranno sul palco del Casale i Tiempo Antico con il sassofonista Giovanni Sorvillo mentre, a chiudere la ricca serata (interamente gratuita) sarà la "Peppao Band".

  .
FacebookTwitterGoogle+Share

Aversa. Sabato 29 Settembre, Apertura dell’Anno Pastorale 2018/19 in Cattedrale

16:39 Si aprirà sabato 29 settembre 2018, nella Chiesa Cattedrale, l’Anno Pastorale 2018-2019 della Diocesi di Aversa, “Una generazione narra all'altra - Per far conoscere agli uomini le tue imprese e la splendida gloria del tuo Regno” (Sal 145,4.12). Un cammino che sarà declinato alla rilettura delle indicazioni fornite nel 2004 dalla CEI con la Nota pastorale “Il volto missionario delle parrocchie in un mondo che cambia”. “In questo anno”, osserva S.E. Mons. Angelo Spinillo, “daremo spazio alla riflessione e a più efficaci esperienze di quelle attività pastorali che maggiormente proiettano la nostra vita di credenti e la nostra pastorale nell'incontro con il mondo contemporaneo, con i suoi linguaggi e con le sue domande”. L’inaugurazione del nuovo anno pastorale sarà segnata dal Convegno Diocesano sul tema “La Parrocchia, Chiesa missionaria in un mondo che cambia: il rinnovamento missionario della Chiesa italiana alla luce di Evangelii Gaudium”, in programma sabato 29 dalle ore 18.30 alla presenza di S.E. Mons. Nunzio Galantino, presidente dell'Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica e già Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana  dal 2013 al 2018. “Mons. Galantino ci aiuterà a pensare”, afferma il Vescovo di Aversa nel presentare il convegno che, “così come articolato nella tematica,  ci aiuta a prendere coscienza di alcuni temi frutti del cammino fatto insieme l’anno scorso, ma anche a porre  attenzione alle nuove sfide che il magistero di Papa Francesco (“Sogno una scelta missionaria capace di trasformare ogni cosa”) e i cambiamenti nelle nostre società ci trasmettono”.  E tra le attenzioni pastorali, il Vescovo di Aversa indica anche la vita delle parrocchie, che implica il nostro essere “comunità dal volto missionario: siamo consapevoli che la Parrocchia è una sicura presenza di vita della comunità cristiana nelle città e nelle diverse realtà presenti nella società degli uomini. Oggi - conclude Mons. Spinillo - di fronte al dinamismo dell'evoluzione della vita del mondo, sentiamo di essere chiamati a rimodellare in senso più autenticamente missionario la nostra attività pastorale per renderla capace di un più vivo annunzio della vita buona del Vangelo”.  
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, parte stasera l’avventura del “Cibificio Provinciale”

15:50

SUCCIVO. Aprirà i battenti questa sera il "Cibificio Provinciale", un progetto che, come hanno fatto sapere attraverso la pagina Facebook del locale, parte dal concetto di recupero: recupero della location, impressa nei ricordi dei "giovani anta"; recupero dei materiali e delle cose fatte a mano e, infine, recupero del concetto dello stare insieme negli spazi nati per stare insieme. Magari davanti a qualcosa da mangiare.

Quello che aprirà questa sera alle 19 e 30 in corso Sicilia 30 a Succivo risulta essere una novità per il panorama gastronomico atellano, ricco di tradizioni e abitudini a cui  difficilmente si riesce a rinunciare. La sfida del Cibificio, guidato dallo Chef Giuseppe Vacca, è innanzitutto quella di rieducare i giovani (e i meno giovani) alla cultura del mangiare bene e in compagnia, recuperando le importanti tradizioni culinarie nostrane, magari legate alla stagionalità dei prodotti, con il riadattamento gourmet di qualche piatto che, però, non stravolga le sensazioni "amarcord" legate ad alcuni piatti nostrani.

"Il nostro è un piccolo laboratorio di cibo per tutti, in ogni momento della giornata. Sappiamo quanto sono difficili da perdere le abitudini e allora abbiamo pensato di fare in modo che tu possa startene comodo, sia per la possibilità di asporto e consegna sia da noi: i tavoli, la saletta free e i posti a sedere all'aperto (fai tu!). Pensavi da noi si mangiasse solo? E invece no. Fai come se stessi a casa tua, tanto non siamo glamour, siamo così. E visto che siamo così ovviamente ci trovi nella provincia" hanno fatto sapere dal locale di Corso Sicilia.

 
FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO. Cesa. Lo chef Nello Turco “Nelle vene ho l’Asprinio”

12:26

Cesa      Da Pechino a Cesa nel nome dell'asprino. Nello Turco, chef del ristorante "Mio" della capitale cinese, insieme agli alunni della sezione distaccata dell'istituto alberghiero "Drengot" ha presentato nei giorni scorsi l' Asprelletta, una nuova tartelletta a base di vino asprinio olio e burro farcita con pollo, cozze, carote, sedano e maionese all'asprinio e spuma di cozze.

Nel corso della serata, che è stata un vero e proprio prologo dell'imminente Asprinum Festival, il sindaco , Enzo Guida, ed il Presidente della Pro Loco, Michele Autiero, hanno insignito lo chef del titolo di Ambasciatore del Vino Asprinio nel Mondo.

Ai nostri microfoni Turco ci parla della sua cucina, dello stato di salute dell'arte culinaria italiana nel mondo e del suo profondo legame con Cesa e l'Asprinio.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO- E’ il fine settimana del Natura Viva Fest. Pasquale Pescatore svela il programma della tre giorni alla Vasca di Castellone

14:12

Agro Atellano.    Quello alle porte è il week end della I Edizione del Natura Viva Fest, la tre giorni dedicata all'ambiente ed agli animali che si terrà sulla Vasca di Castellone al confine fra Succivo, Sant'Arpino ed  Orta di Atella.

Ai nostri microfoni, Pasquale Pescatore, presidente de L'Oasi - Parco Ambientale Natura Viva, il sodalizio che ha promosso la kermesse, ci illustra programma ed obiettivi della manifestazione.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 5 28