CAMPANIA – Pagina 2

Succivo. Estorsione al sacerdote. Domiciliari per Donadio e Borysyuk

13:19

crescenzoabbateSuccivo. I Carabinieri della Stazione di Sant’Arpino (CE), in Succivo (CE), hanno notificato un’ordinanza di esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Napoli Nord – Sezione g.i.p..

Tali ordinanze sono state emesse nei confronti di Borysyuk Yevheniy, ucraino, cl. 1997, e Donadio Mario, cl. 1995, entrambi residenti a Succivo.

I due sono stati tratti in arresto qualche giorno fa per il reato di estorsione ai danni di Don Crescenzo Abbate, parroco della chiesa della “Trasfigurazione del SS. Salvatore”, sita nel Comune di Succivo.

FacebookTwitterGoogle+Share

Ultim’ora. Succivo. Estorsione al sacerdote. Il vescovo sospende il sacerdote

10:12

 

spinillo2Succivo. Dopo una notte di riflessone, il vescovo di Aversa Angelo Spinillo ha deciso di sospendere dall’incarico il sacerdote vittima di una tentata estorsione da parte di due ragazzi in possesso di un video in cui il parroco faceva sesso con loro.

“Le notizie immediatamente divulgate dai mezzi della comunicazione – si legge in una nota della Diocesi – relative alla vicenda della denuncia per tentata estorsione sporta dal Parroco di Succivo a carico di due giovani, residenti nello stesso luogo, e della successiva convalida del fermo di questi ultimi, nonché della particolare situazione che avrebbe fornito l’occasione e la motivazione dell’azione estorsiva, trova questa Diocesi profondamente consapevole della gravità dei fatti e vivamente colpita per il disagio che ne consegue nelle persone coinvolte e nell’intero tessuto sociale ed ecclesiale”.

Ed aggiunge: “Si attende con rispetto che le indagini condotte dalle Autorità Giudiziarie facciano chiarezza e accertino l’effettiva consistenza dei fatti e delle responsabilità di quanto accaduto. Nel frattempo, e per il tempo che sarà ritenuto necessario, la Diocesi ha disposto di chiedere al Sacerdote la sospensione temporanea dal suo ufficio di Parroco”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Casapesenna, il sindaco Marcello De Rosa si dimette

12:22

de rosaCasapesenna. Questa mattina il sindaco di Casapesenna Marcello De Rosa  ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica, per motivi personali.

La decisione arriva dopo l’intimidazione subita dal fratello Luigi De Rosa, che nei giorni scorsi   è stato avvicinato da tre persone che lo hanno bloccato e gli hanno sbattuto la testa contro l’automobile ferendolo .

Il sindaco sembrava essere il destinatario reale dell’agguato.

La decisione ha spiazzato tutta la comunità.

 

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, successo per i mercatini natalizi dell’associazione “Bambini simpatici e speciali”

11:48

fabulaeOrta di Atella. Grande successo per i mercatini natalizi organizzati dall’associazione “Bambini simpatici e speciali” sabato 2 dicembre presso il Centro Commerciale Fabulae di Orta di Atella.

Le decorazioni natalizie fatte a mano e confezionate direttamente dai bambini e dai volontari e collaboratori dell’associazione sono andate esaurite in pochissimo tempo.

L’intero ricavato della vendita andrá a sostegno di tutte le attività riguardanti l’associazione e servirà a finanziare un progetto di solidarietà per il reparto di pediatria dell’ospedale S.Paolo di Fuorigrotta.

“Sabato – dichiarano all’unisono il presidente Michele Pisano e tutti i collaboratori dell’associazione- abbiamo vissuto un bel momento di solidarietà e di grande partecipazione per tutta la nostra comunità. Ringraziamo la popolazione per l’affetto dimostrato nei nostri confronti e per tutte le donazioni. La nostra associazione è quotidianamente attiva per regalare un futuro più sereno ai nostri bambini”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, ricattano prete minacciando di diffondere un video hard. Fermati due giovani

11:00

preteSuccivo. E’ una vicenda che sembra uscita direttamente da una fiction quella che sta creando scompiglio a Succivo.

Due ragazzi, M. D., 22 anni e Y. B.  di 24 anni, originario dell’est europeo, residenti a Succivo, sono stati fermati perché avrebbero ricattato un sacerdote chiedendogli 1000 euro o in caso contrario avrebbero diffuso un filmino hard che lo riprenderebbe in una situazione a dir poco imbarazzante.

Ma il sacerdote non ha ceduto al ricatto e collaborando con le forze dell’ordine ha consentito il fermo dei due malviventi.

Oggi, si terrà in tribunale l’udienza di convalida.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”l’ICI 2010 potrebbe essere dichiarata nulla per effetto della prescrizione quinquiennale”

11:15

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant’Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal movimento politico “Alleanza Democratica per Sant’Arpino”.

E’ venuto il momento di dire basta alle incessanti prevaricazioni fiscali di Dell’Aversana e spegnere quel ghigno malefico che esprime quando, con perversa soddisfazione, allunga le mani nelle tasche dei cittadini.

Ci corre l’obbligo, infatti, informare i cittadini che la richiesta di pagamento dell’ ICI 2010 che, con tanta prosopopea ha formato oggetto di un recente comunicato stampa, potrebbe essere dichiarata nulla per effetto della prescrizione quinquennale, in mancanza, però, di atti interruttivi dei termini prescrizionali. I cittadini potranno, quindi, rivolgersi ai propri avvocati o consulenti per gli adempimenti conseguenziali.

Questo non vuole essere un invito sovversivo a non pagare le tasse, ma soltanto e semplicemente una possibilità offerta dal sistema giuridico di alleggerire il già insopportabile carico fiscale che grava sul cittadino, sia da parte dello Stato che degli Enti Locali, sfruttando una inefficienza dell’ente impositore: nel nostro caso inefficienti sono stati l’ex assessore al bilancio Salvatore Brasiello e l’ex dirigente della società I.A.P. (la società incaricata degli accertamenti e della riscossione), dott.ssa Iovine, il primo prossimo alleato di Dell’Aversana e la seconda sua attuale consigliera economica.

Purtroppo, Dell’Aversana è un biologo talmente preparato e bravo che, non riuscendo a distinguere un equino da un caprino, si è dovuto prima riconvertire in “professore di matematica”, poi da sindaco e, non contento, anche da assessore al bilancio, da assessore alla cultura ed, infine, da presidente del CODI.

FacebookTwitterGoogle+Share

Casapesenna, sequestrano il fratello del sindaco e sparano nell’auto

14:11

de rosaCasapesenna. Avvicinato da tre persone incappucciate, paralizzato e picchiato. Sembra una chiara intimidazione di stampo camorristico quella che ha subito questa mattina Luigi De Rosa, 47 anni, fratello del sindaco di Casapesenna Marcello. E proprio quest’ultimo sembra essere il destinatario reale dell’agguato avvenuto in campagna, in località Callitto.

Luigi De Rosa è stato avvicinato da tre persone che lo hanno bloccato e gli hanno sbattuto la testa contro l’automobile, ferendolo. Poi gli hanno detto: “Digli a quel bastardo di tuo fratello che se ne deve andare dal comune”. Chiaro il riferimento al sindaco Marcello, che è già sotto scorta dopo una rapina subita in casa dai suoi familiari. Prima di fuggire, è stato anche sparato un colpo di fucile nell’auto, una Fiat Panda di colore bianco, distruggendo il vetro posteriore sul lato destro della vettura.

Dopo che gli aggressori sono scappati, è stato dato l’allarme. Sul posto è giunta un’ambulanza insieme a carabinieri e polizia che stanno cercando di ricostruire l’accaduto. In zona è arrivato anche il primo cittadino Marcello ed altri familiari. Dal modus operandi degli aggressori, sembra trattarsi proprio di una intimidazione camorristica, arrivata a pochi giorni dallo ‘sfogo’ in aula del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria, che nell’udienza del processo a carico dell’ex sindaco Fortunato Zagaria ha affermato: “Se contavo qualcosa a Casapesenna non mi sarei fatto abbattere la casa di mio fratello (ordinanza firmata proprio da Marcello De Rosa) o sequestrare la casa di mia sorella”. A questo punto bisogna capire se le cose possano essere correlate.“

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino: “Appartengo a me stessa” le donne fanno squadra

16:02

Iolanda Boerio - fotoSi è tenuto ieri, giovedì 30 novembre, in Piazza Umberto I a Sant’Arpino l’incontro “Appartengo a me stessa”. L’appuntamento, ideato e organizzato dal Movimento sociale, culturale e politico “Noi Donne prima di tutto”, è riuscito a mettere insieme un gruppo molto eterogeneo di donne, che hanno voluto mettersi in gioco per dire no alla violenza.

Presso la sede della coalizione di Alleanza Democratica per Sant’Arpino, si è instaurata una grande sinergia tra esperte e partecipanti. Al convegno, moderato da Nunzia Cinquegrana, sono intervenute: le dottoresse dell’Associazione “Un Nuovo Sguardo “, fornendo un valido supporto psicologico contro i maltrattamenti; l’avv. Italia Crispino, componente Ugp e camere penali di Napoli; Iolanda Boerio, Presidente del Movimento “Noi Donne Prima di Tutto”; Rosa Girone, docente esperta in criminologia.

Iolanda Boerio, ex assessore alle pari opportunità santarpinese – che adesso ricopre la carica di consigliera di opposizione – dopo l’incontro ha dichiarato: “Ringrazio tutte le donne intervenute che con il loro contributo hanno dato un chiaro segnale contro le ingiustizie perpetrate ai danni del gentil sesso. La loro presenza è la testimonianza che battendosi insieme in nome della dignità umana, qualcosa si può ottenere. Vorrei dire a tutte quelle vittime – molte delle quali che non conosco personalmente, ma che sento vicine – di non arrendersi mai e di cercare aiuto in altre donne, perché l’unione fa la forza!!”

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, l’attore Pio Del Prete torna in scena

15:28

si salvi chi puòSant’Arpino. L’attore atellano Pio Del Prete torna in scena questa sera Venerdì 1 dicembre alle ore 21,00 sul palco del Nuovo Teatro Sanità di Napoli ( con replica domani alla stessa ora e domenica 3 alle 18,00) con Si salvi chi può! Tutti i numeri del disastro, esilarante commedia scritta e diretta da Michele Danubio.

La commedia più gaya dell’anno!! Protagonista è la coppia formata da Salvatore Imbuto e Roberto Iodice. L’ambiente in cui si muovono è uno spazio confuso, governato da tecnologie infide e poteri cialtroni. Salvatore e Roberto decidono di andare a vivere nell’appartamento in cui qualche anno prima, si è consumato l’omicidio dell’ex moglie di uno dei due. Il fantasma della defunta non tarderà a farsi vivo e l’amore resterà l’unica ancora di salvezza… In scena, oltre a Pio Del Prete, Laura Borrelli, Ciro Burzo, Luigi Credendino, Michele Danubio, Ciro D’Errico, Vittorio Passaro, Rosaria Russo, Roberta Serrano.

Lo spettacolo, racconta di un matrimonio impossibile tra due uomini. L’amore è l’unico fondamento di un mondo in continua trasformazione. La rappresentazione si avvale delle scene di Luigi Ferrigno, dei costumi di Giovanna Napolitano e delle musiche di Rosario Del Duca.

“ Dopo circa 7 anni di assenza dalle scene Napoletane – dichiara Pio Del Prete  – l’emozione, per me,  sarà immensa. Uno spettacolo assolutamente da non perdere, con un cast stellare. Vi aspetto in tanti, saranno risate a crepapelle”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Cresce l’attesa per la III edizione della Notte Bianca di Casapulla. Il sindaco Sarogni “Stupiremo i tanti ospiti che ci verranno a trovare”

19:25

Notte Bianca Casapulla ICasapulla    Si è messa in moto la macchina organizzativa della III “Notte Bianca” di Casapulla, che si terrà il prossimo 16 Dicembre. Gli ingredienti, che faranno di questo “esperimento sociale” anche nel 2017 un evento tanto atteso dai casapullesi e non solo, sono gli stessi dal 2015: socialità, convivialità, riscoperta delle vecchie tradizioni e dei vecchi sapori della terra. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Aversa, sabato la Caritas diocesana presenta ” Reti di Periferia Sistemi sociali virtuosi fra Terra di lavoro e Terra dei fuochi”

17:12

locandina_2dic2017_caritas_aversaSabato 2 dicembre, alle ore 17:00, presso il Centro Caritas Diocesano di Aversa (Vicolo S. Agostino), la Caritas diocesana in collaborazione con Eupolis presentano il libro, ” Reti di Periferia Sistemi sociali virtuosi fra Terra di lavoro e Terra dei fuochi”.

Sarà un’occasione di dialogo e confronto sul tema del costruire reti di volontariato territoriali.  Con gli ospiti presenti, il Delegato Regionale di Caritas Campania Carlo Mele, la sociologa esperta di programmazione sociale Raffaella Ciccarelli e il responsabile ufficio immigrazione diocesana Roger Sylvestre Adjicoudè si discuterà su come conciliare cooperazione, generosità e competizione per costruire reti di volontariato nel territorio della diocesi di Aversa.

Al confronto, guidato dalla giornalista Maria Rosaria Ferrara, sarà presente il Vescovo di Aversa, Monsignor Angelo Spinillo, ed è previsto il saluto del responsabile Caritas diocesano Don Carmine Schiavone e dei curatori dell’opera.

 

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 53