CAMPANIA – Pagina 2

Sant’Arpino, Iolanda Boerio nominata commissario straordinario della locale sezione di Forza Italia

15:23

 SANT'ARPINO. Forza Italia si riorganizza a Sant'Arpino, con la nomina a Commissario Straordinario della consigliera indipendente Iolanda Boerio. A renderlo noto è stato il Coordinatore Provinciale del Partito, Giorgio Magliocca, che entusiasta ha dichiarato: "Con grande piacere e stima nomino Iolanda Boerio Commissario Straordinario della sezione Forza Italia di Sant'Arpino. Felice per il prestigio che saprà dare alla sezione santarpinese".

La consigliera, appresa la notizia, ha così commentato: "Con gioia accetto questa carica, che mi ripaga delle energie profuse negli anni nell'essere portatore di valori e di idee sane, nonostante gli ostacoli trovati lungo il lungo percorso politico. L'obiettivo è quello di portare nuova energia, di rinnovare la sezione locale, per essere pronti e strutturati per la prossima tornata elettorale".

FacebookTwitterGoogle+Share

Area Atellana, l’Archeoclub annuncia l’istituzione del “Premio Atella per la Cultura”

18:49

AREA ATELLANA. Un'iniziativa inedita, il "Premio Atella per la Cultura", che avvia, per la prima volta, un discorso di coesione culturale-territoriale che interesserà l'intero agro atellano. L'iniziativa, promossa dalla sezione atellana dell'Archeoclub, presieduta da Antonio Tanzillo, vedrà la luce nel prossimo autunno e prevede l'assegnazione di un riconoscimento a chi si sia distinto nella promozione di attività culturali e nella tutela dei beni culturali.

"La nostra terra, si sa, è ricca di cultura e pare, a volte, che a dimenticarlo siamo noi stessi. Noi che l'abitiamo. -ha dichiarato il presidente della locale sezione dell'Archeoclub Antonio Tanzillo - L'area atellana rientra spesso in queste colpevoli dimenticanze. Il Museo archeologico dell'agro atellano, per fare un illustre esempio, farebbe la fortuna di tante altre aree. I suoi reperti millenari fanno la gioia delle tante scolaresche che lo visitano. La nostra zona, inoltre, è rinomata anche perché entro i suoi confini si diffuse in epoca romana il genere teatrale dell'atellana: una commedia dai toni farseschi e sboccati, molto diffusa a partire dal IV ac. Forti di quest'importante bagaglio culturale e con la nobile finalità di promuovere la storia culturale dell'area, abbiamo deciso di istituire il Premio Atella per la Cultura".

Il premio avrà l'obiettivo di far conoscere e diffondere la storia e il teatro atellano evidenziando i caratteri precipui della farsa. La prima edizione sarà organizzata dall'Archeoclub d'Italia (sede di Atella) in adesione con i Comuni dell'area, che hanno già deliberato in tal senso, ed in sinergia con il Master di II livello in drammaturgia e cinematografia dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.

Oltre al Premio Atella per la cultura sarà assegnato anche un Premio Atella per il Teatro che sarà riservato, da un lato, a testi teatrali di significativo livello e, dall'altro, a giovani autori di commedie, soprattutto se esprimano lo spirito farsesco dell'antica atellana.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, lunedì prima seduta del neo consigliere provinciale Claudio Perrotta

13:33

SUCCIVO. Si è tenuto lunedì, in mattinata, il consiglio provinciale di Caserta che ha visto l'insediamento tra i banchi dell'assise di Terra di lavoro del consigliere comunale e assessore ai lavori pubblici di Succivo Claudio Perrotta.

L'assessore succivese si era candidato alle elezioni provinciali del 2017 risultando il secondo non eletto della lista legata a "Forza Italia" ma entra, a distanza di due anni, nell'aula consiliare di via Lubich al posto di Stefano Di Grazia, decaduto in seguito allo scioglimento del consiglio comunale di Aversa. Il primo non eletto di quella lista risultò Antonio Diana, già entrato in consiglio al posto di Maurizio Di Chiara , decaduto in seguito allo scioglimento del consiglio comunale di Teverola.

"Con la passione e l'impegno di sempre sono pronto a dare il mio contributo - ha dichiarato Perrotta, visibilmente emozionato, a margine della seduta del consiglio provinciale - sulla base delle recenti esperienze da consigliere comunale e da membro della giunta e a prestare un servizio in nome del bene comune della nostra bellissima provincia di Terra di Lavoro. Non ho la presunzione di ritenermi pienamente all'altezza dell'importante ruolo che vado a ricoprire ma auspico di svolgere le funzioni di consigliere provinciale dignitosamente, in nome e per conto dei cittadini, con l'onestà e la responsabilità che mi contraddistinguono da sempre. Ringrazio tutti coloro che mi hanno sempre sostenuto e continueranno a farlo".

Otto sono stati i punti discussi dal consesso provinciale presieduto dal Sindaco di Pignataro Maggiore Giorgio Magliocca. Dopo l'approvazione dei verbali della precedente seduta e alcune comunicazioni del Presidente si è passati alla surroga di quattro consiglieri. Massimo Russo, consigliere comunale di Caserta, ha preso il posto di Salvatore Martiello, sindaco di Sparanise, sospeso temporaneamente poiché coinvolto in una vicenda giudiziaria. Fortunato Griffo, presidente del consiglio comunale di San Cipriano di Aversa, ha preso il posto di Marco Villano, aderendo al gruppo PD. Domenico Laurenza, consigliere comunale di Marcianise, ha preso il posto di Rosario Capasso, aderendo al gruppo di Campania Libera. Perrotta, invece, entra nel gruppo "Forza Italia". Villano, Capasso e Di Grazia escono tutti e tre dal consiglio provinciale a causa dello scioglimento del consiglio comunale di Aversa.

Successivamente si è discusso dell'acquisizione dei suoli in località "Lo Uttaro" (Caserta), utilizzati per una discarica. La seduta si è chiusa con l'approvazione del piano delle alienazioni e del piano delle valorizzazioni pre il triennio 2019-2021.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo. Cresce l’attesa per la Sacra Rappresentazione della Via Crucis vivente a cura del “Comitato Via Crucis – Alfonso Mitrano” di Domenica 14

16:14 Succivo. Domenica 14 Aprile avrà luogo la Sacra Rappresentazione della Via Crucis vivente a cura del “Comitato Via Crucis – Alfonso Mitrano”. La rappresentazione prenderà il via alle ore 16.00 circa dalla Casa della Gioia per via Virgilio, via Orazio, via Dante, via Leopardi, via Capone e proseguirà per le strade del paese con soste e scene rappresentanti la vita e la passione di Cristo. Alle ore 21.00 circa è previsto l’arrivo presso Piazzale Aldo Moro ( Ex Montegrappa) per la sosta finale e la rappresentazione delle ultime scene: La condanna di Pilato, Flagellazione, Crocifissione e morte di Gesù, Resurrezione. "Con fatica e dedizione- dichiarano dal Comitato Via Crucis – Alfonso Mitrano - abbiamo mutato una semplice intenzione in una maestosa ed elaborata manifestazione, che è divenuta un autentico vanto per la nostra comunità. Grazie alla splendida famiglia che è il comitato Via Crucis Alfonso Mitrano, continuiamo a crescere e a maturare con le braccia aperte e pronte ad accogliere sempre più persone affascinate da questa nostra piccola dimensione. Per quanto concerne l’edizione che presto avremo l’opportunità di contemplare, dico solo che sarà ricca di novità suggestive, di scene ben curate, frutto di un duro lavoro che tiene tutti impegnati da settembre e che ha dato modo di arrivare ad oggi col cuore ricolmo di soddisfazione ; soddisfazione dovuta anche alla possibilità di poter far rivivere a tutti la passione del nostro Signor Gesù Cristo. Invitiamo tutti ad assistere a questo magnifico evento che, ripeto, è ormai diventato di grande rilevanza per la nostra comunità e non solo".
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, minoranza consiliare:”Amministrazione arrogante. Non ci sentiamo tutelati da chi dovrebbe assicurare dignità e trasparenza a tutti i gruppi politici”

12:41

ORTA DI ATELLA. Riceviamo e pubblichiamo dai gruppi consiliare di minoranza "Dem&Riformisti", "Costruire Alternative" e "Movimento 5 Stelle".

"Il Rispetto è il principio fondamentale che regola ogni tipo di rapporto tanto più nell' amministrazione della cosa pubblica, dove un gruppo politico è incaricato da tanti cittadini a governare ed amministrare e altri gruppi politici incaricati da altrettanti cittadini a sorvegliare l' operato di chi amministra e governa nel rispetto dei ruoli ad essi conferito. L'atteggiamento dell' attuale amministrazione comunale ortese, rasenta l' arroganza e la prevaricazione istituzionale, arroganza e prevaricazione che si manifestano perfino in conferenza di capogruppo, dove gli impegni presi con tutti i gruppi consiliari vengono sistematicamente disattesi. Ci sentiamo non tutelati soprattutto dall'organo che dovrebbe garantire la dignità di tutti i gruppi politici e assicurare la trasparenza e la correttezza di tutti gli atti siano essi sostanziali che formali, ci riferiamo ovviamente alla presidenza del Consiglio comunale, organo che "dovrebbe essere" garantista e superpartes. In Consiglio Comunale, nelle Commissioni Consiliari ed ancora una volta in Conferenza di Capigruppo, permane un atteggiamento autoreferenziale che mira solo alla salvaguardia di una parte politica. La storia si ripete, con gli stessi tragicomici risvolti: si esordisce con le buone intenzioni, con la manifestazione di disponibilità ad un confronto democratico, nel rispetto dei ruoli e per il buon funzionamento dell'assemblea. Si finisce, invece, nel peggiore dei modi, con un sistematico inasprimento dei rapporti istituzionali. Una convocazione che, su proposta del Presidente del Consiglio Comunale, viene concordata nella settimana dal 15 al 19 aprile 2019, il giorno successivo invece, riceviamo l'avviso di convocazione per il giorno 11 aprile 2019. L'ennesima diffida ricevuta dal Prefetto, questa volta, per la violazione dei termini di approvazione del bilancio, ha richiamato all'ordine l'amministrazione comunale. Ancora una volta, però, sia la data che l'ordine del giorno, stabiliti in Conferenza, vengono modificati, senza alcuna preventiva discussione. Ormai per prassi, ad Orta di Atella, le convocazioni del consiglio comunale, non vengono stabilite in Conferenza di Capigruppo. Nel prossimo Consiglio Comunale, inoltre, saremo costretti a discutere e votare, nuovamente, con l'espediente della convalida, le delibere nullamente approvate nella seduta del 31 dicembre 2018. Quella dei debiti fuori bilancio, approvati dopo la precedente ed illegittima variazione dei bilancio. È la prova evidente dell'incapacità di convocare anche il Consiglio Comunale. L'ennesima conferma di un'amministrazione autoreferenziale ed incompetente".

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Sabato il taglio del nastro di ArtVentuno la collettiva di artisti con sindrome di down

22:34

Sant'Arpino     Sabato 6 aprile 2019, alle ore 18.00, nella Pinacoteca Comunale “Massimo Stanzione”, sita al secondo piano del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” di Sant’Arpino, sarà inaugurata ArtVentuno, Mostra Collettiva di artisti con Sindrome di Down.

La manifestazione, ideata ed organizzata dalla Pro Loco di Sant’Arpino, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale ed in collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down di Caserta, avrà per protagonisti ventuno artisti affetti da Sindrome di Down, che esporranno le opere realizzate durante un corso di disegno e pittura, tenuto dall’artista santarpinese Anna Iavarone presso la sede dell’associazione casertana, che accoglie e segue, in un percorso di vita autonoma, ragazzi più o meno giovani provenienti da tutta la provincia, e non solo. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, vizio di forma nella convocazione del consiglio comunale. Gaudino fa ricorso al Tar e chiede l’annullamento delle delibere del 31 Dicembre

7:45

ORTA DI ATELLA. Presentato, dal consigliere comunale Vincenzo Gaudino, ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania contro il Comune di Orta di Atella per l'annullamento dell'avviso di convocazione del consiglio comunale del 31 dicembre 2018 e di tutte le delibere approvate in quella pubblica assise durante la quale venne approvata una delibera relativa al riconoscimento di oltre 300mila euro di debiti fuori bilancio. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, lavoratori raccolta rifiuti, Cioffi:”Il Comune ha parcheggiato i dipendenti Cub nella sala convegni. Al loro posto personale interinale”

20:51

SANT'ARPINO. Il Comune di S. Arpino ha aderito al programma straordinario dei rifiuti della Regione Campania per l’implementazione della raccolta differenziata sul proprio territorio e del compostaggio di comunità, favorendo il reinserimento del personale dei Consorzi di Bacino nel ciclo integrato dei rifiuti.

Come fa sapere Orlando Cioffi, segretario nazionale di Italia Victrix:"nelle unità da impiegare ci sono diversi lavoratori dipendenti del Cub residenti a S. Arpino ma ancora una volta la Giunta comunale presieduta dal Sindaco Giuseppe Dell’aversana, fa registrare la propria totale incapacità di gestione".

"Il Comune di S. Arpino – continua Cioffi - ha letteralmente “parcheggiato”, dal 1 Febbraio, i lavoratori dipendenti del CUB presso la sala convegni “Sanchez De Luna”, dopo che questi avevano svolto attività di controllo del territorio e prestato la propria opera sull’isola ecologica.

Risulta che al loro posto il Comune stia utilizzando, attraverso il proprio soggetto gestore, del personale interinale, aumentando di gran lunga gli operatori che effettivamente occorrono per far fronte alle attività inerenti al comparto rifiuti.

Uno spreco di risorse economiche di palazzo ducale visto che a costo zero potrebbe utilizzare I lavoratori del Consorzio pagati dalla Regione Campania, la quale ha provveduto e sta per provvedere anche a fornire il parco automezzi a disposizione del Comune. Fa riflettere che l’automezzo ricevuto in maniera gratuita dalla Regione Campania, un Daily 35, è da mesi fermo nel cortile di palazzo Ducale senza copertura assicurativa".

"Alle continue richieste del nostro rappresentante di zona – continua ancora Cioffi Orlando del sodalizio ITALIA VICTRIX – di utilizzare il personale inviato dalla Regione Campania, dal palazzo hanno fatto sapere che sono pronti a rimandare al mittente le unità che la Regione, attraverso il CUB, ha inviato per incrementare le attività di raccolta differenziata".

"Una minaccia puerile e sterile. - conclude Cioffi - Piuttosto spieghino i rappresentanti della Giunta Comunale di S. Arpino ai propri cittadini perchè investire risorse economiche, gravando sulla collettività, quanto ad un costo minore il settore rifiuti può avere a disposizione più personale a zero spesa in bilancio e garantire efficacia ed efficienza nella pulizia del paese, nel conpempo riducendo, attraverso una buona differenziata, i costi della tassa sui rifiuti".

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Prestiti a tassi usurai, scacco alla gang

15:19 Sant’Arpino. Un arresto e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di altri due indagati. È il risultato del blitz compiuto dai carabinieri della Stazione di Sant’Arpino nella città dell’agro aversano, a Melito di Napoli e Casavatore. I militari hanno infatti eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Napoli Nord nei confronti di P.A., 43 anni. Quest’ultimo, assieme agli altri due indagati, è ritenuto responsabile del reato di usura commesso ai danni almeno 10 commercianti e privati cittadini dal 2015 ad oggi. L’indagine, avviata nel mese di settembre del 2018 a seguito della denuncia di una delle vittime, ha consentito di contrastare il fenomeno usuraio che i soggetti, tutti incensurati, avevano posto in essere applicando il tasso mensile del 20% di interesse sulle somme prestate.
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella. Costruire Alternative: ” Maggioranza inadeguata su Tariffe e Sogert”

8:46 Orta di Atella.  Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo consiliare Costruire Alternative- Orta di Atella. La maggioranza cerca in ogni modo di esautorare i Consiglieri Comunali delle loro prerogative! A meno di 20 giorni dall'ultimo Consiglio Comunale in cui denunciavamo l'atteggiamento autoreferenziale e irrispettoso verso le minoranze consiliari, la Maggioranza Villano mette a segno nuovi colpi in tal senso. Incurante della discussione in Commissione Statuto e Regolamenti in cui si stava cercando di portare avanti un discorso trasversale sulla regolamentazione della Sala Consiliare, il Sindaco Villano e la sua Giunta, senza tenere conto non solo del nostro parere ma anche quello dei propri Consiglieri di Maggioranza, con delibera n.37 del 26/03/2019 introduce le Tariffe per l'utilizzo della Sala Consiliare. Si pagherà per eventi culturali, per mostre, per convegni e anche per sposarsi. Chi l'ha deciso? Non certo la Commissione competente ma il Funzionario con l'avallo del Sindaco. E QUESTO E' NIENTE! Sono due mesi che attendiamo una risposta dall'Assessore ai Tributi circa le azioni messe in campo dalla Sogert. Ci sono due criticità che abbiamo evidenziato da questo recupero credito, in virtù del continuo confronto che abbiamo con i cittadini: - quello dei molti pignoramenti avvenuti verso contribuenti che erano in regola, i quali hanno affrontato inutili lungaggini e perdite di tempo, per un accertamento nei fatti sbagliato; - quello di accertamenti dovuti non per evasione dei contribuenti, ma per un errore di calcolo nella determinazione della tariffa da parte del vecchio gestore, la Publiservizi, che ha generato una differenza su quanto pagato. Il contribuente non ha colpa, ma la Sogert si è sentita comunque in diritto di applicare sanzioni e interessi non dovuti, facendo ricadere la colpa dell'errore sull'ignaro contribuente. Capiamo il momento di stress del Sindaco e della propria Maggioranza, con la Commissione d'Accesso insediata, una contrattazione interna alla Maggioranza che va avanti dalle elezioni e con Assessori che per stessa ammissione del Sindaco lavorano poche ore a settimana, ma questo non può essere una giustificazione per il loro operato improvvisato e inadeguato. Se ne tornino a casa e facciano una lunga vacanza, in paese nessuno ne sentirà la mancanza.
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, presente un pericoloso scalino di asfalto all’imbocco dell’autostrada

17:28

SUCCIVO. Numerose sono le segnalazioni pervenute in redazione, negli ultimi giorni, riguardanti i disagi causati agli automobilisti dallo scalino di asfalto presente all'imbocco di Succivo dell'Asse di supporto Nola-Villa Literno.

I lavori di riqualificazione del tratto di strada, frequentato quotidianamente da numerosi automobilisti e motociclisti, non sono stati completati ma le buche e il vistoso dislivello sul pavimento stradale causano notevoli disagi alle automobili e soprattutto alle moto che vi transitano tutti i giorni per accedere all'autostrada Napoli-Roma.

 
FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 86