CAMPANIA – Pagina 3

Orta di Atella. E’ il fine settimana della IV edizione del “Think Jazz”

9:16

Orta di Atella     Pronti per la Quarta edizione del “THINK JAZZ” che, ancora una volta, nel primo fine settimana di Agosto trasformerà l’antico borgo di Casapozzano ad Orta di Atella in uno scenario estremamente suggestivo. Da venerdì 3 sino a domenica 5 Agosto la piazza dell’antico borgo atellano vedrà l’esibizione di alcuni dei più noti musicisti del panorama jazzistico nazionale ed internazionale in occasione del Festival organizzato dall’associazione THINK JAZZ. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Prosegue la mobilitazione dei lavoratori APU. In mille a Roma per la Manifestazione davanti al Ministero del Lavoro

16:39 Quasi mille lavoratori aderenti ai progetti Apu provenienti da tutta la Campania, hanno partecipato alla manifestazione che si è tenuta a Roma presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Il sit-in è stato reso necessario dalla totale mancanza di risposte da parte della Regione Campania, dopo le richieste, avanzate in diverse occasioni dagli stessi lavoratori e dai Sindaci, di una proroga dei progetti di pubblica utilità attuati dai Comuni. Una delegazione dei lavoratori Apu è stata fatta entrare all’interno del Ministero del Lavoro ed ha incontrato il prof. Paolo Lazzara, vice capo gabinetto del dicastero guidato dall’on. Luigi Di Maio (impegnato nella vertenza Ilva), e l’on. Marianna Iorio, parlamentare del Movimento 5 Stelle. Ai due interlocutori è stata espressa la preoccupazione di tutti coloro che hanno preso parte alle Attività di pubblica utilità per il ritorno ad una condizione di assoluta assenza di lavoro e di sostegno economico alle famiglie, dopo la conclusione dei progetti presso i rispettivi Comuni. Considerato l’immobilismo della Regione Campania, i lavoratori hanno inteso investire della problematica Apu anche il Ministero del Lavoro e sollecitare il Governo centrale ad adoperarsi per risolvere quella che, tra poco, potrebbe diventare una vera e propria bomba sociale. Lazzara e Iorio si sono impegnati a far intervenire il Governo per sollecitare la Regione, anche attraverso i parlamentari campani, affinché modifichi il prossimo bando riguardante le Attività di pubblica utilità, eliminando il divieto a partecipare per coloro che hanno aderito ai progetti precedenti. Al termine del colloquio i lavoratori si sono detti soddisfatti, ma attendono che l’esito della discussione porti a risultati concreti per il futuro di oltre 2.600 famiglie. Nella trasferta a Roma, i lavoratori hanno avuto il sostegno dei Sindaci campani, i quali hanno elogiato la professionalità degli Apu, sostenendo che, senza il loro aiuto, avrebbero avuto serie difficoltà a coprire servizi necessari per cittadini e comunità, dalla manutenzione di strade e scuole, al giardinaggio, dalle attività in uffici e biblioteche comunali, ai lavori in occasione di manifestazioni sportive, culturali e di solidarietà sociale. Nei progetti Apu sono utilizzati, per venti ore settimanali, lavoratori disoccupati ex percettori di ammortizzatori sociali ed ex percettori di sostegno al reddito che, se non interverranno novità in merito, non potranno partecipare a nessun altro progetto di politiche attive o formativo. Per questi lavoratori le Attività di pubblica utilità sono l’unica possibilità concreta per dare speranza alle loro famiglie e provare ad avere una vita dignitosa.
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella. Fabio Di Micco senatore-stakanovista. Mai saltata una votazione. “E’ un dovere”

19:34

Orta di Atella     Il senatore di Orta di Atella, Fabio Di Micco, è fra i 29 stakanovisti dei pentastellati sempre presenti alle votazioni di Palazzo Madama. A renderlo noto è stato nei giorni scorsi Il Sole 24 Ore in un articolo nel quale si precisa che l'ex consigliere comunale ha presenziato a tutte le 225 votazioni effettuate alla Camera Alta. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Caserta. Alessandro Tartaglione eletto coordinatore provinciale di Articolo Uno Mdp

11:07 CASERTA . Si è riunita ieri sera l’assemblea casertana di Articolo Uno Mdp per individuare il nuovo coordinatore provinciale. Gli iscritti hanno eletto all’unanimità Alessandro Tartaglione, esponente storico della sinistra casertana, che ha iniziato il suo percorso nella Sinistra Giovanile, passando per Pds, Ds e Partito Democratico, quest’ultimo lasciato per partecipare sin dall’inizio alla costituzione di Articolo Uno. Il coordinatore uscente, Gianni Cerchia, di recente eletto a capo del movimento regionale, nel passaggio di consegne al nuovo gruppo dirigente ha delineato il percorso che, da qui all’autunno, porterà il movimento alla costruzione del nuovo soggetto della sinistra (Liberi e Uguali), chiamando a raccolta i compagni e le compagne che nelle ultime settimane hanno cominciato a lavorare nei diversi centri della provincia. Alessandro Tartaglione, giornalista, con significative esperienze amministrative nella sua Marcianise, è un instancabile animatore culturale, molto vicino al mondo delle associazioni sportive, culturali e di volontariato. L’assemblea ha approvato anche una proposta di coordinamento largo, che vede partecipe donne, uomini e giovani delle diverse realtà territoriali. Dopo la pausa estiva, il nuovo coordinatore individuerà un esecutivo che contribuirà al radicamento della proposta politica, che sarà anzitutto luogo di elaborazione e di promozione di iniziative volte a contrastare la pericolosa svolta a destra di un governo nazionale sempre più lontano dai problemi reali del Paese, agganciato a operazioni di distrazione di massa che proprio in queste ore stanno mostrando i segni di un preoccupante imbarbarimento della cultura politica e dello spirito civico del nostro Paese.
FacebookTwitterGoogle+Share

Diciotto amministrazioni comunali dell’agro aversano aderiscono alla Mobilitazione Generale “Caivano Brucia Ancora”

15:42

Sono al momento ben 18 le amministrazioni comunali dell’agro aversano e dell’area a nord di Napoli che hanno dato al propria adesione alla Mobilitazione Generale del prossimo 31 Luglio, promossa a seguito del mega incendio di mercoledì scorso alla zona ASI di Pascarola.

Ad aderire al corteo chiamato non a caso “Caivano Brucia Ancora” e che muoverà alle ore 18:00 dalla villa comunale “Falcone e Borsellino” in Corso Umberto I, sono sti i comuni di Aversa, Marcianise, Orta di Atella; Frattaminore; Sant’Arpino; Succivo; Gricignano di Aversa; Cesa; Lusciano; Villa di Briano; Villa Literno; Casaluce; Trentola Ducenta; Teverola; Casal di Principe; San Marcellino; Parete e Frignano. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Rogo Zona ASI. La conferenza dei sindaci atellani “Chiediamo l’intervento delle massime istituzioni”

18:33

Agro Atellano.     La conferenza dei Sindaci Atellani (composta dia primi cittadini dei comuni di  Orta di Atella- Frattaminore- Succivo-S.Arpino-Cesa- Gricignano), si è riunita con allʼordine del giorno la vicenda che ha riguardato lʼincendio del sito di stoccaggio verificatosi nella zona Asi di Pascarola-Caivano e che ha elevato una nube tossica investendo tutta lʼarea territoriale che va da Caivano ad Aversa. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Arrestato Umberto Lampitelli

13:46

SANT’ARPINO. I Carabinieri della Stazione di Sant’Arpino (Ce), in quel centro cittadino, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, LAMPITELLI Umberto cl. 79, del luogo. I militari dell’Arma, a seguito di una perquisizione personale e veicolare, lo hanno trovato in possesso di grammi 10,7 circa di sostanza stupefacente tipo marijiuana. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella. Luigi Macchia è il nuovo assessore all’urbanistica

12:50

Orta di Atella. Luigi Macchia, ricercatore del dipartimento di Architettura della Facoltà di Ingegneria di Aversa, è il nuovo assessore all'urbanistica del comune di Orta di Atella.

Come fanno sapere dall'amministrazione comunale ortese:"la nostra Amministrazione conferma di volere andare nella direzione di rinnovamento dello spirito amministrativo del Comune di Orta di Atella. L’accettazione di tale nomina da parte dell'ingegnere rappresenta un motivo di grande esultanza ancor più alla luce del fatto che la sua figura verrà supportata dall’intero dipartimento. Il Sindaco e l’intera amministrazione imprimono quindi un chiaro segnale di rinnovamento nei metodi, mettendo subito in campo la traccia della campagna elettorale. Sarà infatti possibile, grazie a questo impegno, studiare ed affrontare in maniera scientifica e rigorosa tutta la vicenda urbanistica del Comune di Orta di Atella. Iniziando da un’analisi del PUC e dalla sua modifica anche in ottemperanza alla contraddittoria sentenza del TAR e sulle sue applicazioni, fino ad arrivare all'ottenimento del parere positivo di conformità della Provincia. Abbiamo espresso al neo-assessore e all'intero dipartimento la nostra intenzione di tutelare le tante famiglie che hanno deciso di investire i risparmi di una vita decidendo di venire a vivere a Orta e di essere rigorosi nei confronti di quanti invece hanno inteso solo speculare sul nostro territorio a danno dello stesso e dell'intera collettività. Il lavoro del neo-assessore sarà dunque proteso a dare quelle risposte certe e durature che in tanti residenti cercavano e a progettare allo stesso tempo i nuovi servizi di cui la nostra città ha bisogno per ritornare ad essere un paese vivibile dove ogni cittadino può programmare il futuro della sua famiglia con la certezza delle regole e nel rispetto dei diritti pienamente acquisiti.

FacebookTwitterGoogle+Share

Amiciziare. La ricetta di Orlando Limone sull’amicizia presentata questa sera a Teverolaccio

11:55 Succivo       Dubbi sull'amicizia? Interrogativi esistenziali? Perplessità e curiosità sul più controverso dei rapporti umani? Insomma tutto quello che avete sempre voluto sapere sull'amicizia e che non avete mai osato chiedere.

Tutto questo e molto altro ancora sarà al centro dell'incontro che questa sera alle 18:59 si svolgerà al Casale di Teverolaccio a Succivo nelle sede dell'associazione "Casa Nel Sole", e durante il quale sarà presentato il volume I voluminoso di Orlando Limone "AMICIZIARE, granita per la sopravvivenza", pubblicato da GNASSO Editore.

A diradare qualsiasi nebbia sarà lo stesso autore nel corso di una serata, moderata dal giornalista Idio Maria Francesco Urciuoli, durante la quale l'attrice Angela Caterina leggerà brani tratti dal libro e la musicista Maria Esempio al pianoforte proporrà opere di giovani e promettenti artisti di cui certamente si sentirà parlare in futuro: Bach, Chopin e Mozart.Ovviamente non mancherà un gustoso mix di pasticcini.

Una serata di parole in circolo resa possibile grazie ai componenti de "La Casa nel Sole", ed a tutti i gruppi territoriali de "Il Loggiato al Limone".

FacebookTwitterGoogle+Share

I Lavoratori APU al Ministro Di Maio ” Si attivi per far prorogare i progetti in Campania così come avvenuto in Calabria”

16:32

Agro Aversano        Riceviamo e pubblichiamo.

"Come lavoratori Apu della Regione Campania (oltre 2,600) sentiamo il dovere di esprimere preoccupazione per la certezza di non avere alcun spiraglio nel nostro futuro. A breve i progetti di pubblica utilità termineranno e, in alcuni casi, sono già terminati. Noi lavoratori ci troveremo senza alcun reddito e in gravissime situazioni finanziarie. Nei progetti Apu sono utilizzati, per venti ore settimanali, lavoratori disoccupati ex percettori di ammortizzatori sociali ed ex percettori di sostegno al reddito. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Incendio Pascarola. Rete di cittadinanza e comunità:”Tragedie annunciate, politica pigra ed inconcludente”

13:05

Agro Atellano. Riceviamo e pubblichiamo da "Rete di cittadinanza attiva".

Abbiamo atteso per diffondere qualche nostra osservazione sull'accaduto anche per sapere cosa fosse emerso dall'incontro urgente organizzato nella serata di ieri dai sindaci di Succivo, Sant'Arpino, Frattaminore, Gricignano di Aversa, Cesa e Orta di Atella. Ebbene, si potrebbe quasi parlare di un nulla di fatto. Tra amministratori che si ergono a professionisti della tutela ambientale, salvo poi scoprire che non conoscono nemmeno quali sono le competenze amministrative a vari livelli di politica, atteggiamenti remissivi, il tutto farcito con una buona dose di caciara, l'incontro ha prodotto solo un impegno a diffondere una nota congiunta dei comuni, con invito ad altri primi cittadini ad unirsi nella causa accomunante e la promessa dell'organizzazione di manifestazione pubblica; possiamo di esserne usciti abbastanza sconfortati. Un'attesa infruttuosa.

Detto ciò, passiamo al concreto. L'incendio che ha interessato la Di Gennaro Spa, a così breve distanza dal precedente di San Vitaliano, tutto lascia trasparire fuorché la presenza dello Stato nella sempiterna problematica della gestione dei rifiuti. Ma, anzi, alimenta il sospetto che dietro questi tragici eventi ci sia una regia, un disegno preciso che la longa manus della camorra stia mettendo in atto per accaparrarsi l'affaire altamente remunerativo (si parla di introiti maggiori di quelli derivanti dal traffico di droga) dello smaltimento dei rifiuti, specie in periodi di emergenza. Ipotesi ormai più che concreta.

La priorità assoluta, come chiesto da noi Rete di Cittadinanza e Comunità e come ha evidenziato anche il portavoce Enzo Tosti all'incontro di ieri sera, è quella di obbligare l'azienda interessata dalle fiamme a fornire celermente un elenco di tutti i materiali combusti al fine di conoscere le particelle che tanti cittadini hanno dovuto incolpevolmente assumere ed adottare contromisure efficaci per tutelare la propria salute. E successivamente chiedere con forza che venga adottato dalle Prefetture quanto disposto dal ministero dell'Interno, su indicazione del ministero dell'Ambiente, di monitorare costantemente tutti i siti a vocazione monnezza, affinché questi episodi non si ripetano.

A latere ci sarebbero ulteriori considerazioni da fare: scandalosa lentezza nell'intervento di spegnimento (vigili del fuoco e forze di polizia sono arrivate dopo più di un'ora dal primo avvistamento della colonna di fumo nero) e inconcludenza degli organi preposti alla tutela ambientale Come sempre l'Arpa Campania dirà che la qualità dell'aria non è compromessa.

Possiamo stare tranquilli, la nube nera come la pece e consistente al punto di poter quasi essere tagliata con un coltello non produce effetti sulla salute. Come dire, continuate a bruciare che tanto non succede niente.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 5 73