CAMPANIA – Pagina 44

VIDEO – Sant’Arpino, il video integrale del consiglio comunale del 27 dicembre 2016

19:55
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, vizi procedurali e incompatibilità della Presidente Tinto, Alleanza Democratica si astiene dal partecipare al consiglio comunale di domani

19:32 alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Con una nota protocollata al segretario comunale, alla presidente del consiglio e al sindaco, abbiamo contestato le assurde modalità di convocazione del consiglio comunale. Abbiamo più volte evidenziato la totale confusione, da parte di questa maggioranza, nella gestione di momenti delicati dell'attività amministrativa, quali le commissioni e i consigli comunali. E proprio nel civico consesso del 27 ottobre ribadimmo la nostra astensione, qualora avessimo constatato il persistere di questo totale menefreghismo, dalla partecipazione ai lavori.

Abbiamo una presidente del consiglio comunale, Ivana Tinto, che ha anche una delega alla cultura. E' un fatto assolutamente nuovo a Sant'Arpino visto che il presidente del consiglio è, di fatto, l'arbitro del consiglio comunale: se si dovesse fare un'interrogazione sulla sua delega chi modererebbe il suo discorso? E' un pò come se si chiedesse ad un arbitro di calcio di battere un rigore, il regolamento non lo esclude ma poi cosa succederebbe? Comunque, tralasciando per un attimo l'assoluta incompatibilità della presidente, politically incorrect, la Tinto deve occuparsi, contemporaneamente, della gestione dei lavori del consiglio comunale e di tutte le attività inerenti la sua delega: manifestazioni, presentazioni libri, patrocini e attività culturali varie. Praticamente un caos! E così succede che le commissioni e/o le conferenze dei capigruppo vengono convocate all'una di notte. Le convocazioni del consiglio comunale, giuridicamente regolari perchè rientranti nelle 24 ore di preavviso, sono scorrette istituzionalmente e, anch'esse, politically incorrect: non tengono conto, infatti, degli impegni lavorativi dei consiglieri di minoranza (che non percepiscono indennità, come il sindaco, la presidente del consiglio e la giunta) che non possono approfondire la documentazione relativa agli  ordini del giorno in discussione.

Inoltre, per quanto riguarda il consiglio comunale di domani mattina, 27 dicembre 2016 ore 10:00, essendo presenti nell'ordine del giorno argomenti inerenti le funzioni proprie del consiglio (art. 42 T.U.E.L.), lo stesso deve essere convocato in sessione ordinaria ai sensi dell'art. 10 del Regolamento del consiglio comunale e, di conseguenza, la convocazione deve essere fatta 5 giorni prima, proprio per permettere anche ai consiglieri di minoranza di poter avere una corretta e totale conoscenza degli incartamenti relativi ai punti in discussione. Avendo ricevuto la convocazione alle 18:00 del giorno 22 dicembre, questo costituisce vizio procedurale, in quanto potrebbe essere motivo di annullabilità della seduta: secondo consolidata giurisprudenza infatti, i giorni devono essere liberi ed interi, nel senso che, dal conteggio, vengono esclusi sia il giorno di consegna della convocazione (dies a quo) sia il giorno dell'assemblea (dies a quem). (parere Min. Int. 18/01/2005 e TAR Puglia n. 346/1991).

L'ordine del giorno si compone di 11 punti da trattare, per i quali, dal sesto in poi, non ci è pervenuta alcuna documentazione, con la sola possibilità di consultare i documenti depositati presso il segretario comunale, il 23 dicembre. Ora, pur volendo ammettere, per pignoleria giuridica, che nel conteggio dei termini sono compresi i giorni festivi, nessuno al mondo, però, ammetterebbe che, nella convocazione del prossimo consiglio, ci siano elementi di una gravità tale da indurre un consigliere comunale a sacrificare le gioie del Santo Natale, per discutere di punti che necessitano di una consultazione con i cittadini, direttamente interessati, che riteniamo essere la fonte di informazione più autentica ed efficace.

Riportiamo, di seguito, il contenuto di una sentenza del Consiglio di Stato, numero 4892 del 14 settembre 2012, che sancisce quanto segue:"Non è sufficiente che l'avviso di convocazione, con il relativo ordine del giorno, sia solo regolarmente inviato al consigliere comunale, ma è necessario che lo stesso non solo l'abbia effettivamente ricevuto, ma che tra il momento della ricezione e quello della seduta consiliare intercorra un ragionevole lasso di temporale affinchè il mandato consiliare possa essere effettivamente svolto in un modo serio, completo e consapevole".

Pertanto, per quanto sopra e per essere consequenziali, ci vediamo costrette, nostro malgrado ad astenerci, per protesta, dal partecipare al Consiglio Comunale del 27/12/2016.

Ci permettiamo, infine, rammentare alla Presidente del Consiglio, affinchè prenda buona nota, che le prossime convocazioni dovranno essere rispettose del Regolamento del Consiglio Comunale che prevedono, in via esclusiva, la consegna a domicilio dell'avviso a mezzo messo comunale (art. 14 Reg. Com.) e chiediamo, inoltre, una regolamentazione razionale delle convocazione delle commissioni.

Iolanda Boerio

Maria Rosaria Di Santo

 
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, gli auguri di Buon Natale del consigliere Gabriele Luongo

8:51

gabrieleluongoSuccivo. Tempo di auguri anche per il consigliere comunale di Succivo, Gabriele Luongo, che desidera esprimere i suoi più sinceri auguri di buon natale e di un felice e sereno anno nuovo a tutta la comunità succivese.

“In questo primo Natale che mi vede impegnato politicamente in prima persona – dichiara il consigliere Luongo - sento l’esigenza di rivolgere a tutti i miei concittadini i miei personali auguri di un sereno Natale e di un felice anno nuovo.

Il periodo natalizio, che conclude anche l’anno, deve rappresentare un importante momento di riflessione e responsabilità per tutti noi, ancor di più se caratterizzato da una crisi economica globale da cui stiamo lentamente uscendo. Per questo, il mio pensiero è rivolto in primis a tutte le fasce di popolazione più deboli, a cui auguro per il 2017 una tranquillità economica stabile e duratura. Essere vicino ai succivesi vuol dire anche lavorare per favorire un dibattito istituzionale sereno e costruttivo tra le forze politiche presenti in consiglio comunale che porti, poi, ad una crescita dell'intero tessuto sociale. Un compito ambizioso e che nel corso del 2017 ci vedrà ancora più determinati. L’ultimo pensiero, infine, lo voglio rivolgere alla Polizia Municipale, guidata dal Capitano Nicomede De Lucia, e ai volontari della Protezione Civile del Comune di Succivo, coordinati da Michele Verde, per il grande lavoro che in modo encomiabile svolgono quotidianamente sul territorio succivese. A loro, da consigliere delegato,prometto il massimo impegno, nel nuovo anno, mio e di quest’amministrazione, per migliorare un servizio già pienamente efficiente”

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino al centro:”a tutela dell’interesse dei cittadini istituire dei comitati di controllo per la multiservizi e per il concessionario di riscossione tributi”

17:47

santarpino-al-centroSant’Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Sant'Arpino al centro".

In vista del prossimo consiglio comunale di Sant’Arpino, che si terrà il 27 dicembre alle ore 10:00, il gruppo politico “Sant’Arpino al centro” desidera portare a conoscenza della cittadinanza le importanti proposte fatte in sede di commissione consiliare, che verranno poi discusse durante la pubblica assise.

"Il punto cardine e imprescindibile della nostra attività politica di opposizione è sempre stato, e sarà sempre, l’interesse dei cittadini - fanno sapere dal sodalizio di via San Giacomo - che tuteleremo quotidianamente, ancor di più quando si vanno a discutere regolamenti che li interessano direttamente come quello relativo alle disposizioni in materia fiscale/tributaria. Diversi sono i vizi sostanziali e formali delle cartelle esattoriali inviate dalla IAP, di cui poi chiederemo chiarimenti in sede di seduta consiliare. Abbiamo, comunque, proposto in sede di commissione, un maggiore controllo del concessionario della riscossione dei tributi, che comprenda più forze politiche e, di riflesso, un maggiore elettorato. Proponiamo, infatti, con l’integrazione dell’articolo 11 del regolamento sulla disciplina fiscale, la composizione di un comitato di controllo presieduto dal segretario generale, dai responsabili di area finanziaria e tributaria e da tre esperti designati dai capigruppo consiliari, nominati con decreto sindacale, in carica per tre anni a titolo gratuito. Così facendo avremo un maggiore monitoraggio sulla correttezza dell’emissione dei tributi.

Per quanto riguarda il regolamento di disciplina sul controllo analogo sull’ecoatellana multi servizi srl prioritariamente abbiamo insistito sulla necessità, non più differibile, di conoscere con esattezza l'ammontare del credito che questa vanta nei confronti del Comune. Abbiamo poi proposto la stessa formula di controllo prevista per il regolamento "Tasse". Abbiamo chiesto, infatti, l’istituzione di un Comitato di controllo presieduto dal Segretario Generale, dai Responsabili delle Aree in cui ricadono i servizi affidati alla Società in house e da tre esperti designati dai Capigruppo consiliari, nominati con decreto sindacale, con carica di tre anni e a costo zero. Il comitato garantirebbe una maggiore competenza nel monitoraggio della partecipata con un coinvolgimento delle forze politiche a 360°, invece che commissariarla de facto - concludono - caricando di responsabilità una persona sola e rimandando l’aspetto contabile al consiglio comunale.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, il patrimonio librario del Prof. Franco Pezone donato al Comune di Sant’Arpino

15:13

palazzo-ducaleSant'Arpino. Così come si legge nella delibera di giunta 164 del 16/12/2016, per volontà del Professore Franco Pezone, tutti i suoi libri sono stati donati al Comune di Sant'Arpino.

Nella nota protocollata dalla sorella, Angela Pezone, e dai nipoti del Professore si richiede che "tali volumi fossero custoditi in apposite scaffalature e fossero fruibili per le eventuali generazioni postume al fine di valorizzare, incentivare, e divulgare il grande patrimonio storico, socio-antropologico, demo-etno-demografico ed artistico, di quelli che un tempo furono i paesi che formarono la gloriosa città osca di Atella".

In virtù della richiesta della signora Pezone, quindi, la gestione del patrimonio librario del Prof. Pezone è stata affidata alla Pro Loco (tramite il corrispettivo di € 500,00 per l'acquisto di un apposito armadio in cui custodire al meglio il patrimonio librario) che custodirà i libri al secondo piano del Palazzo Ducale nella sala attigua la pinacoteca comunale in un luogo "aperto al pubblico".

Premettendo che in una pinacoteca ci vanno i quadri e in una biblioteca ci vanno i libri, la nostra Pinacoteca Comunale è chiusa da anni ormai, non permette la piena fruibilità al pubblico e viene utilizzata solo dalla Pro Loco per fare qualche presentazione ogni tanto (tra l'altro parliamo di presentazioni scollegate tra di loro e di cui non esiste un calendario annuale, una programmazione). Quindi i libri del Professore sarebbero catalogati e messi a prendere la polvere in una stanza dell'ultimo piano del palazzo ducale dove, se non c'è qualche evento, non ci va nessuno. Se volessi organizzare un momento di lettura del patrimonio librario del professore dovrei, sulla carta, rivolgermi a cinque persone: il Presidente della Pro Loco (che ha in gestione la pinacoteca), Il direttore della Pinacoteca, la Presidente del Consiglio Comunale di Sant'arpino, delegata alla cultura, il consigliere delegato alla pinacoteca e il sindaco, che gestisce de facto il tutto.

Idio Maria Francesco Urciuoli

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa, domani alle 11:30 i funerali di Emanuele Alma

12:06

emanuele-alma-800x445Cesa. Si terranno domani, alle 11:30 presso la chiesa di San Cesario a Cesa, i funerali del giovane Emanuele Alma.

Il ragazzo è deceduto alle prime luci dell'alba di sabato mattina, in seguito alle ferite riportante in un incidente avvenuto nella notte tra il 7 e l'8 dicembre.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo: giovedì alle 19:30 il Vicesindaco Salvatore Papa risponderà in diretta facebook alle domande dei succivesi

9:11

salvatorepapa_nSuccivo. Torna a confrontarsi con la gente il Vicesindaco di Succivo, Salvatore Papa, tramite il social network più diffuso al mondo. Appuntamento per giovedì sera, ore 19:30 sulla pagina facebook di atellanews (per aprirla cliccare qui) . Sarà possibile interagire con il Vicesindaco semplicemente seguendo la diretta e scrivendo le domande tra i commenti a cui Papa risponderà in tempo reale.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, appuntamento con la solidarietà stasera alla pizzeria “L’antico palazzo” di Stefano Caiazza

13:38

Orta di Atella. caiazzaUn Natale ricco di solidarietà quello ortese. Nel calendario di eventi a scopo benefico, lunedì 19 dicembre ci sarà un appuntamento da non perdere per la cittadinanza. Infatti l’Antico Palazzo Caiazza di via San Donato, nel pieno centro del paese, offrirà una giornata in cui sarà possibile degustare l’ottima pizza del titolare, Stefano Caiazza, dalle ore 11 alle 23. Pizza per tutti quindi. Chiunque voglia partecipare può infatti recarsi presso il locale e semplicemente chiedere. Ciò a cui mira Stefano è, laddove possibile, un minimo contributo che sarà poi devoluto per iniziative a sfondo sociale che saranno poi rese note. Una giornata in cui quindi l’intera cittadinanza è attesa con immensa gioia dai titolari della pizzeria e dall’Accademia Arte Bianca Lab che con Stefano Caiazza ha messo a disposizione più di venti maestri della pizza solo per il piacere di donare qualcosa al territorio.  Una nota di merito al giovane pizzaiolo va fatta in quanto dalle ore 19 alle ore 21 , saranno ospiti i ragazzi diversamente abili di tre realtà territoriali consolidate e che si occupano dei ragazzi speciali ossia La Casa della Vita , La Vita al Centro e l’ADS HORSES centro di ippoterapia. Ai ragazzi sarà data l’opportunità di partecipare ad una lezione su come impastare e cuocere la classica pizza napoletana. Ma sarà soprattutto una occasione per divertirsi qualche ora e poter dimostrare a chi avrà il piacere di omaggiare i  pizzaioli improvvisati, che non esistono limiti a nulla. Una occasione da non perdere assolutamente. Sicuramente l’iniziativa non sarà isolata al solo Natale ma è già nelle intenzioni dei promotori di continuare con altri eventi simili volti al semplice ed unico fine che è quello di dare lustro al territorio ortese .

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Il sindaco Dell’Aversana quando si è candidato, probabilmente, credeva di essere a Zurigo

9:43

Sant'Arpino. Bsindacosantarpinoasta sindaco. Basta. Non se ne può più di sentir parlare di debiti a destra e a sinistra, parla di contenuti, parla di programmazione: cosa che fino ad ora non abbiamo ancora sentito perchè tu, caro sindaco, fondamentalmente, la programmazione non sai neanche cos'è.

Quando ti sei candidato credevi di essere a Zurigo? Ti ricordo che Sant'Arpino non sta in Svizzera ma fortunatamente non siamo un paese di falliti, fortunatamente. "Il comune è pieno di debiti", ma noi questo già lo sapevamo bene, così come già sapevamo che la multiservizi è disastrata (perchè i problemi, a Sant'Arpino, li conosciamo tutti). E ci interessa poco la causa, da cittadini vogliamo la soluzione: discuti delle cause con tutto il mondo ma quando si tratta di soluzioni fai le barricate perchè confrontarti non rientra nelle tue "innumerevoli qualità" che fino ad ora, onestamente, facciamo fatica a trovare. Una però l'abbiamo trovata: utilizzare in maniera sproporzionata e spropositata facebook, caratteristica cardine di chi non ha la percezione dei propri limiti (la foto del matrimonio di ieri pare un tantino fuoriluogo: un atto di ordinaria amministrazione, non hai portato il mare a Sant'Arpino per intenderci).

Ti ricordo che sei pagato per trovare le soluzioni alle problematiche del paese, tu e la giunta. E avete il dovere di farlo per rispetto dell'elettorato e di tutti i cittadini, TUTTI, non solo di quelli che ti hanno votato, così come devi coinvolgere tutte le zone del paese, TUTTE: zona castellone e piazzetta Battisti erano terra di nessuno, sono terra di nessuno e, secondo me, rimarranno terra di nessuno ancora per un pò di tempo. Hai sbandierato ai quattro venti in campagna elettorale verde pubblico e piste ciclabili ma, in sei mesi, non hai detto una sola parola a riguardo. Così come, ritornando sulla multiservizi, in estate hai promesso una soluzione positiva o negativa entro novembre 2016: siamo a dicembre 2016 e continui a lamentarti ma di soluzioni niente. Ti ricordo, infine, che a giugno vi siete candidati e siete stati eletti, ora siete al servizio dei cittadini, non sono i cittadini ad essere al vostro servizio.

Idio Maria Francesco Urciuoli

FacebookTwitterGoogle+Share

Amedeo Minghi celebra i 50 anni di carriera al Relais Tenuta San Domenico di Capua

9:40

amedeo minghiCapua     Un melodista visionario. Uno dei più grandi autori e interpreti della nostra canzone, con una personalità romantica, da sognatore, che emerge soprattutto dalla qualità delle sue composizioni e dallo stile personale d’interpretazione, un artista di alto profilo comunicativo. È molto amato, è nel cuore della gente grazie alla composizione di brani di indescrivibile bellezza e al suo modo di cantare l’amore, emozione unica che crea ponti tra la gente, connessioni e amicizie di una vita.

E’ tutto questo e oltre Amedeo Minghi, che domenica prossima (18 dicembre 2016, ore 19:30) celebra mezzo secolo di attività artistica nell’incantevole cornice della Tenuta San Domenico di Capua. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Natale a Succivo, Don Crescenzo Abbate sulla mancata concessione del Casale di Teverolaccio alla parrocchia

17:21
FacebookTwitterGoogle+Share
1 42 43 44 45 46 57