CAMPANIA – Pagina 66

Orta, tutte le adesioni al comitato “I-dem & socialisti Orta di Atella #bastaunsi”

17:05

orta-per-il-siOrta di Atella. Grande entusiasmo sta riscuotendo, ad Orta di Atella, il comitato per il Sì denominato “i-Dem& Socialisti Orta di Atella #BastaUnSì”, costituito, in perfetta sintonia con lo spirito inclusivo, di coinvolgimento e di sensibilizzazione sulla riforma costituzionale, dall’associazionei-Dem, associazione di riferimento del Partito Democratico, assieme al Partito Socialista Italiano.

Hanno, infatti, aderito, dichiarando il loro impegno nella campagna referendaria a sostegno delle ragioni del Sì, eminenti personalità del mondo politico ed associazionistico della cittadina atellana, fra cui Antonino Santillo (consigliere comunale), Ermanno Guido (funzionario Inps, già consiglierecomunale), Dario Santillo (volontario, già consigliere comunale),Giuseppe Santillo (infermiere e presidente associazione M’impOrta),Luigi Ziello (già consigliere provinciale), Pasquale Iovinella (già Presidente consiglio comunale), Vito Pellino, Stanislao Cicatiello, Salvatore Mozzillo, Antonio Pellino, Giuseppe Conte, Maurizio Cirillo, Ferdinando Cerullo, Luca Masucci

Professionisti, imprenditori, esponenti del mondo della scuola e dell’associazionismo che vanno ad aggiungersi al già rappresentativo gruppo composto da Gianfranco Piccirillo,Annalisa Cinquegrana,Arturo Vislino (consigliere comunale), Rosaria Autieri (assessore), Angela Iervolino,Espedito Ziello(segretario Psi),Antonio Russo (consigliere comunale) edAngelo Cervone (assessore).

Il Comitato “i-Dem& Socialisti Orta di Atella #BastaUnSì” nasce dalla constatazione che il prossimo referendum costituzionale rappresenta un importante momento di vita democratica e di innovazione per l’Italia, che richiede, pertanto, una consapevole partecipazione al voto da parte dei cittadini, attraverso incontri ed approfondimenti, secondo ragionevoli argomentazioni e senza preconcette opposizioni che nulla hanno a che vedere con i contenuti della riforma.

In questo senso lo spirito referendario supera quelle che sono le “differenziazioni partitiche”. Un Comitato “trasversale” che vede, com’è normale che fosse, la partecipazione di amministratori comunali di maggioranza e di minoranza impegnati a sostenere le ragioni di una Riforma storica.

In tale ottica il Comitato è e resta aperto al contributo di tutti i cittadini di Orta di Atella che vogliono sostenere la battaglia referendaria a favore delle ragioni del “Sì”.

Nei prossimi giorni sarà reso noto il calendario di iniziative che ci accompagneranno all’appuntamento del 4 dicembre.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, colti in flagrante a rubare un’auto, arrestati in tre

11:51

carabinieriOrta di Atella. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, in via Rodari ad Orta di Atella, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato per furto aggravato, dei pregiudicati Bervicato Giuseppe, cl. 1979, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, Pinto Salvatore, cl. 1988 e Bervicato Francesco, cl. 1991, quest’ultimo responsabile anche di lesioni personali aggravate, tutti residenti ad Orta di Atella.

Nella circostanza i militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, nel transitare su via Rodari, hanno notato un uomo a bordo di un’autovettura Fiat Punto che, con atteggiamento sospetto, stava trainando un’altra autovettura Fiat 500 con a bordo un altro soggetto, entrambi seguiti a breve distanza da una terza persona a bordo di una Smart. Insospettiti dalla carovana, i carabinieri, hanno sopito fermato i tre per un controllo durante il quale il conducente della 500 è sceso repentinamente dall’auto dandosi a precipitosa fuga. Lo stesso è stato prontamente bloccato anche grazie all’ausilio di un cittadino presente sul posto.

Il conducente della Smart, invece, si è scagliato contro il cittadino intervenuto in aiuto dei militari dell’Arma, aggredendolo fisicamente e procurandogli lesioni successivamente giudicate guaribili in giorni 10 s.c..

L’aggressore subito bloccato ed identificato è risultato essere Bervicato Francesco, fratello di Bervicato Giuseppe. Lo stesso è stato condotto, unitamente agli altri due fermati, in caserma.

Gli immediati accertamenti hanno permesso di appurare che la fiat 500 risultava essere stata rubata qualche minuto prima in Orta di Atella e, dopo il recupero, è stata restituita al legittimo proprietario.

Gli arrestati sono stati accompagnati agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, il pizzaiolo Stefano Caiazza conquista il gradino più alto del campionato europeo della pizza

11:35

campionatopizza2Orta di Atella. Continua a collezionare successi il pizzaiolo ortese Stefano Caiazza della pizzeria "L'antico palazzo" (via San Donato, 61, Orta di Atella) che lunedì scorso, 31 ottobre, ha conquistato il primo posto nel campionato europeo della pizza "Pala d'oro", giunto alla sua quinta edizione,  nella categoria "pizza napoletana".

La manifestazionecampionatopizza si è svolta presso Villa Carfieri a Barignano di Pontelatone ed è stata organizzata dal giornale "Bella Pizza", noto sul territorio per le sue recensioni ai locali sulle specialità tipiche. Due sono state le categorie di sfidanti, “Allievi” e “Chef professionisti”, e tre sono state le categorie relative alla competizione dei pizzaioli: pizza Margherita, pizza Napoletana e pizza Fantasia (farcita a proprio piacimento).

Patron della manifestazione è stato il dott. Giovanni Vigliucci, Presidente dell'associazione "AssoBellona".

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, disagi per il parcheggio ed errori grossolani sulla segnaletica orizzontale durante i lavori di riqualificazione di corso Umberto

18:52

strisce pedonali corso umbertoSuccivo. Sono iniziati da poche settimane i lavori di riqualificazione che interessano corso Umberto I e piazza IV novembre.

Il pacchetto di interventi pubblici comprende il ridimensionamento delle aiuole in piazza e la realizzazione della segnaletica  orizzontale lungo il corso, finora praticamente inesistente.

Tuttavia non pochi sono i disagi che stanno interessando i cittadini succivesi, generati dai suddetti lavori. Il piccolo cantiere in piazza non permette la sosta sul corso e peggiora una situazione, quella del parcheggio, già critica nella zona e per niente risolta con le soluzioni del disco-orario o del'area Montegrappa, indicata dall'amministrazione come zona di sosta ma troppo distante dalla zona centrale del paese (soprattutto nel periodo invernale).

Inoltre sono stati commessi degli errori nella realizzazione della index11segnaletica orizzontale, grossolanamente corretti: sono state disegnate delle strisce pedonali su alcune strisce di parcheggio rimaste visibili. Infine, nel punto in cui sono state tracciate le strisce pedonali non è stato facilitato l'accesso dalla carreggiata al marciapiede con uno scivolo, che avrebbe permesso una maggiore accessibilità ad una persona in carrozzina, ed è stato inoltre lasciato un ostacolo, un albero, che potrebbe rendere difficile il passaggio ad una persona diversamente abile.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, una parte del casale di Teverolaccio ospiterà alcune aule del liceo artistico

13:17

casalediteverolaccio2Succivo. Secondo fonti attendibili ma non ufficialli l'attuale amministrazione di Succivo, retta dal Sindaco Giovanni Colella, starebbe pensando di destinare alcune stanze della parte superiore del Casale di Teverolaccio ad una succursale del Liceo Artistico "L. Giordano" di Aversa.

La scelta di portare un istituto superiore nel casale rappresenterebbe indubbiamente una conquista importante per lo sviluppo territoriale del piccolo comune atellano ma, d'altro canto, snaturerebbe l'importantissimo uso associazionistico di Teverolaccio anzichè favorirne lo sviluppo: gli eventi del Casale attirano persone dai paesi limitrofi, oltre a far rimanere i ragazzi in paese, e tengono vivo un posto che altrimenti sarebbe lasciato all'abbandono. L'adeguamento dei locali della parte superiore ad aule scolastiche implicherebbe, infine, un importante costo per le casse del Comune di Succivo che, ricordiamo, è in dissesto finanziario.

Idio Maria Francesco Urciuoli

 
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”SOLIDARIETA’ al popolo santarpinese per aver subito per anni devastanti indebitamenti causati dalla mala politica”

11:07

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Con determina n.137 del 7/10/2016 e' stato dato un acconto di euro 78.676,95, a fronte di un debito di ben 600.000 EURO, da pagare per l'esproprio di un terreno della villa comunale Cirillo su disposizione dell'allora Sindaco Giuseppe Dell'Aversana.

E' noto che la villa comunale doveva essere ubicata nel terreno di proprietà della famiglia Giordano alle spalle della nostra Chiesa. Ma per un capriccio del sindaco Dell'Aversana si decise di realizzare la villa Cirillo in prossimità delle proprietà della famiglia Dell'Aversana.

E casualmente, grazie a questa diversa destinazione della villa comunale, le proprietà dei Dell'Aversana hanno inevitabilmente acquisito maggiore valore. E, mentre il sindaco di oggi e di allora pensava solo ai propri interessi personali e familiari, i santarpinesi sono costretti a pagare le spese per quell'esproprio e per tutti i tecnici e gli avvocati che hanno lavorato allo studio di fattibilità della villa comunale.

E tutto ciò ha causato diversi decreti ingiuntivi arrivati al Comune e quindi tocca al popolo di Sant'Arpino pagare la bellezza di 600.000,00 euro (SEICENTOMILAMILA EURO)!

Per non parlare di tutti gli altri decreti ingiuntivi arrivati al Comune dal 1994 al 2008 e di tutti i debiti fuori bilancio causati dalle amministrazioni di dell'Aversana!

Al popolo (ed anche a noi) la piena solidarietà per questa sofferenza continua. A noi tocca pagare il conto. Poi hanno la spudoratezza, dopo gli SPERPERI e i capricci da megalomani, di affermare di avere valori come la legalità, la trasparenza e la coerenza. Di fronte all'evidenza dovreste solo vergognarvi!

Concludiamo con un invito al sindaco Dell'Aversana.. prima di guardare la pagliuzza negli occhi degli altri dovresti guardare la trave che hai nei tuoi!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino al Centro aderisce al progetto di ricerca SPES (Studio di Esposizione nella Popolazione suscettibile)

11:04

santarpino-al-centroSant'Arpino. Si terrà domani Lunedì 31 Ottobre alle ore 18 e 30 nella sede di via San Giacomo 29, un importante iniziativa sul rapporto inquinamento - salute umana.

Ad annunciarlo sono il Presidente Elpidio Maisto e Davide D’Elia, promotore dell’incontro e componente del direttivo del movimento civico.

"L’incontro – dichiarano Maisto e D’Elia - è consequenziale alle diverse azioni già intraprese dagli attivisti e dai rappresentanti istituzionali di Sant’Arpino al Centro. Siamo stati ascoltati, difatti, in data 26 settembre in audizione dal Presidente della commissione terra dei fuochi regionale, durante la quale ci siamo confrontati sui rischi e sulle possibili soluzioni in riferimento proprio alle problematiche legate ai roghi tossici e ai continui sversamenti illeciti che mettono in pericolo quotidianamente la salute dei nostri concittadini".

"Abbiamo scelto di aderire a questo importante progetto – afferma inoltre il coordinatore Angelo Letteraperché non c’è miglior modo di salvaguardare la salute se non quello di utilizzare gli strumenti di prevenzione forniti dalla regione e da quanti si adoperano per sensibilizzare e informare i cittadini su questa importante tematica che è la salute pubblica".

SPES è un progetto promosso dalla Regione Campania e l’istituto spes2Zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno, con l’istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” e l’università Federico II di Napoli. L’obiettivo è quello di fare chiarezza dopo la diffusione di dati confusi ed incerti, con l’attuazione di una serie di misure di prevenzione a salvaguardia della salute. Il progetto di ricerca SPES, infatti, è il più grande campione mai selezionato prima in Italia attraverso cui si studieranno 4000 cittadini residenti nella regione Campania, rintracciando potenziali contaminanti tossici nel sangue grazie all’utilizzo di avanzate tecniche di analisi biologiche e genetiche.

All’incontro sarà presente uno dei diversi medici volontari che stanno lavorando intensamente per la riuscita di questo progetto, affinché i cittadini possano avere a disposizione le notizie per un corretto stile di vita ed analisi cliniche approfondite che sicuramente aiutano a prevenire fenomeni di cancro e malattie cardiovascolari.

Continua senza sosta, dunque, l’impegno del movimento Sant’Arpino al Centro che grazie ai suoi componenti riesce ad occuparsi di tutte le tematiche, non solo quelle strettamente politiche, ma anche culturali e sociali. Infatti, solo attraverso una continua informazione e sensibilizzazione è possibile contribuire a migliorare la qualità di vita nel nostro territorio.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, Bartolo Luongo:”natale a Succivo si farà ma al centro del paese”

9:22

14908168_178108449313239_3026286151733313023_nSuccivo. E' arrivata questa mattina la risposta dell'amministrazione comunale succivese relativa alla questione legata all'annullamento della manifestazione natalizia a teverolaccio. Il portavoce Luongo ha fatto sapere a mezzo facebook che ci sarà una manifestazione natalizia ma interesserà la piazza e il corso. Di seguito vi riportiamo il post facebook:

NATALE A SUCCIVO SI FARA'!!! MA IN PIAZZA E SUL CORSO!! Riteniamo doveroso precisare, a seguito di errate e tendenziose comunicazioni apparse sul web, che il cartellone della attività natalizie sarà, anche quest'anno, fatto dando però massima priorità al centro storico di Succivo. Tale scelta è dettata dalla necessità di ridare SLANCIO ECONOMICO E SOCIALE al cuore di Succivo altrimenti al collasso. Nell'organizzazione delle attività natalizie saranno coinvolte TUTTE LE ASSOCIAZIONI PRESENTI SUL TERRITORIO (comprese quelle Parrocchiali). Rigettiamo con forza lo sciacallaggio mediatico ( Riprovevole sia sotto l'aspetto estetico che nei contenuti) portato avanti dall'opposizione e confermiamo la massima COESIONE E UNITA' all'interno della maggioranza. Auspichiamo la massima collaborazione di tutte le parti sociali nell'organizzazione degli eventi ricordando che il Natale è una festa di tutti e non ha colore politico!

FacebookTwitterGoogle+Share

Fortissima scossa di terremoto nel Centro Italia. Avvertita distintamente nell’agro atellano

8:30

mappa-terremotoAgro Atellano   Una nuova fortissima scossa di terremoto è stata avvertita questa mattina alle 7,40 in tutto il Centro Italia. Secondo i primi dati si tratta di un sisma di magnitudo 6.1 e profondità 10 km con epicentro tra Marche e Umbria, nella zona già duramente colpita dagli eventi del 24 agosto e di questa settimana. Il terremoto è stato avvertito distintamente in tutto il centro Italia, compresa la Provincia di Caserta, e in tutto l'agro atellano. Le località prossime all'epicentro, spiega la Protezione civile, sono nuovamente Castelsantangelo, Norcia e Preci.

FacebookTwitterGoogle+Share

Natale a Succivo, il Comune nega la concessione del Casale di Teverolaccio alla Parrocchia e dopo 6 anni muore la suggestiva manifestazione natalizia

20:44

14902736_886623608140791_2223844796186174324_oSuccivo. Così come fanno sapere dalla pagina facebook dell'evento natalizio, quest'anno non si svolgerà alcuna manifestazione natalizia all'interno del Casale di Teverolaccio. Vi riportiamo di seguito il post firmato dal Parroco della Parrocchia della Trasfigurazione di Succivo, Don Crescenzo Abbate:

ANNULLATA LA MANIFESTAZIONE “ NATALE A SUCCIVO 2016” AL CASALE DI TEVEROLACCIO Il Comune di Succivo ha negato alla Parrocchia della Trasfigurazione la concessione del Casale di Teverolaccio, nel quale la manifestazione si svolgeva ininterrottamente dal 2010. Succivo, 29 ottobre 2016. Viste le numerose sollecitazioni di cittadini e operatori economici che in queste ultime settimane hanno richiesto informazioni sul Natale a Succivo 2016 , è con profondo rammarico che devo comunicare a tutta la comunità succivese ed al numeroso pubblico che ci ha sempre seguiti, che la manifestazione “Natale a Succivo”, organizzata nel casale di Teverolaccio dalla Parrocchia della Trasfigurazione fin dal 2010, in collaborazione con le associazioni del territorio ed in partenariato con il Comune di Succivo, quest’anno non si terrà in quanto è venuta a mancare proprio la collaborazione del Comune, proprietario dell’immobile. La nuova amministrazione comunale, infatti, non ha concesso l’autorizzazione all’uso del Casale di Teverolaccio, splendida cornice in cui la manifestazione, in questi sei anni, con sacrificio di tanti volontari e tanti operatori economici del territorio, aveva assunto carattere regionale, con migliaia di visitatori nell’arco delle feste natalizie. Nello specifico, nonostante il sottoscritto, dopo vari colloqui con l’assessore alla cultura Russo e con l’amico Antonio Colella, avesse rinunciato al contributo economico inizialmente richiesto per organizzare la manifestazione, il Sindaco, dopo quasi due mesi dalla richiesta, ha negato l’uso del Casale di Teverolaccio trincerandosi dietro l’impossibilità di concedere il contributo economico posto alla base della iniziale richiesta e dietro la presunta volontà di altre associazioni di svolgere nello stesso periodo in piazza IV Novembre una manifestazione alternativa e analoga al Natale a Succivo . A questo punto ho dovuto ribadire per iscritto la rinuncia al contributo, già espressa all’assessore Russo e all’amico Antonio Colella, richiedendo al Sindaco di rivedere la sua decisione e consentire che la manifestazione organizzata dalla Parrocchia e dalle associazioni che intendono collaborare si svolgesse a Teverolaccio, senza alcun onere per il Comune. Purtroppo ad oggi non è giunta alcuna risposta alla mia ultima sollecitazione e, quindi, data la mancanza di tempo necessario per organizzare in modo decoroso la manifestazione e la mancata autorizzazione, ho dovuto trarre le conclusioni che l’Amministrazione non ha intenzione di consentire alla Parrocchia di organizzare “Natale a Succivo” nel Casale di Teverolaccio e non ho altra scelta che annullare la manifestazione. Ribadisco il rammarico per l’epilogo di questa surreale vicenda, in cui non ho avuto risposta alla mia ultima nota, e soprattutto perché, a mia memoria, non è stata mai negata ad alcuna associazione la possibilità di svolgere manifestazioni che hanno come unico scopo quello di valorizzare le eccellenze locali e farle conoscere ad un ampio pubblico, come fatto dal “Natale a Succivo” in questi ultimi sei anni. Don Crescezo Abbate e comitato organizzazioni .

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, svolta venerdì un’importante assemblea dei soci slow food agro atellano-aversano

19:37

riunioneslowfood2

Succivo. Si è svolta venerdì, presso la sala conferenze del Casale di Teverolaccio, un’importante assemblea dei soci della condotta Slow Food agro aversano – atellano.

La riunione è iniziata con le comunicazioni del fiduciario di condotta, Nicola Migliaccio, che ha relazionato sulle numerose attività dell’associazione. Migliaccio nel suo intervento ha evidenziato il grande impegno dell’associazione sul territorio in merito ai diversi progetti che interessano la condotta: la conservazione e valorizzazione delle Alberate aversane e delle viti maritate a pioppo, il recupero dell’utilizzo della canapa, la tutela della filiera corta con la valorizzazione delle produzioni tipiche e la tutela dei piccoli produttori e la partecipazione al salone del gusto di Torino con gli chef e pizzaioli dell’alleanza con slow food. L’assemblea è stata anche un’occasione per presentare l’importante partnership con l’ Istituto Alberghiero “Rainulfo Drengot” di Aversa, rappresentato dalla Prof.ssa Assunta Ventriglia che è intervenuta durante la serata per illustrare alcune importanti attività di promozione direttamente nelle scuole con il coinvolgimento dei giovani studenti per promuovere il consumo di frutta e verdura di antiche varieta' e che saranno organizzate in sinergia con Slow Food agro aversano atellano14876519_1356851447678477_8857959907875676747_o

L'assemblea e' stata l'occasione per nominare il responsabile per i progetti educazione alimentare nelle scuole.

I percorsi di educazione alimentare, infatti, partiranno e coinvolgeranno anche gli alunni più piccoli delle scuole primarie e saranno seguiti dalla neo-responsabile all'educazione, la Sig.ra Valentina Belardo.

La serata si è conclusa con un buffet organizzato dagli allievi dell’Istituto alberghiero “Rainulfo Drengot” di Aversa in collaborazione con i produttori legati alla condotta slow food.

 
FacebookTwitterGoogle+Share
1 64 65 66 67 68 73