SPORT

Orta di Atella, GENESIS MOBILE ATELLANA-ESPERANTO FONDI 29-21 (p.t. 15-11). Toscano: «Abbiamo controllato la gara senza affanni»

8:44

Genesis - FondiGENESIS MOBILE ATELLANA – Sall 9, Cirillo G. 4, Cirillo G. 4, Abbonante 3, Calcagno 2, Balasco O. 2, Migliaccio 2, Del Prete F. 1, Mozzillo F. 1, Liparulo 1, Del Prete L., Balasco G., Mozzillo G., Arena. All.: Toscano.

ESPERANTO FONDI – Pinto 8, Miceli A. 7, Macera 2, Riccardi 2, Berardino 1, Di Ponio 1, Cavaiola, Marcucci, Orghidan, Sergianno, Muccitelli. All. Miceli S.

Arbitri: Marasciulo e Tempone di Fasano

PRIMO TEMPO – Torna alla vittoria la Genesis Mobile Atellana, che supera in scioltezza l’Esperanto Fondi. Un match controllato sin dall’inizio dalla squadra di mister Toscano, che ha rischiato poco o nulla ed è riuscita a tenere a distanza di sicurezza i laziali. L’andamento della gara si capisce già dai minuti iniziali. Ne passano appena cinque quando la Genesis Mobile Atellana è in vantaggio per 3-0, grazie alla rete di Abbonante e la doppietta di Sall. Fondi chiama il primo time-out e alla ripresa del gioco accorcia le distanze con Riccardi. Gli ospiti tentano un primo recupero e si portano a -1. Al 10’ il punteggio è 4-3 per la gli atellani. Inizia la girandola della espulsioni temporanee. A subire i due minuti forzati in panca è Marcucci dell’Esperanto. La Genesis Mobile è imprecisa nelle conclusioni e non approfitta della momentanea superiorità numerica. Ristabilita la parità dei giocatori in campo, i biancoverdi laziali provano a riavvicinarsi. Il tentativo è però stoppato da altri centoventi secondi di uomo in meno. Questa volta i giallorossi colgono l’occasione e staccano gli avversari. Altre due reti di Sall, tra cui un preciso diagonale, e il rigore realizzato da Giuseppe Cirillo riportano a +5 il distacco in favore della squadra campana. Dopo venti minuti di gioco il risultato è un rassicurante 10-5 per la Genesis Mobile Atellana. Il distacco aumenta di uno con la rete di Abbonante, ma la prima espulsione temporanea subita dai padroni di casa permette agli ospiti di accorciare le distanze. Al termine del primo tempo Genesis Mobile Atellana 15, Esperanto Fondi 11.

SECONDO TEMPO – Ripartono bene gli atellani con il gol di Sall. Attenta in difesa, la Genesis Mobile non permette al Fondi di segnare e ottiene il massimo vantaggio: +7 sugli avversari. Gli ospiti sbagliano anche un rigore con Pinto, o meglio è bravo Balasco a respingere, e segnano il primo gol del secondo tempo dopo oltre sei minuti di gioco, con Macera. La manovra dei padroni di casa è veloce, spesso troppo precipitosa, ma il punteggio rimane saldamente in mano a Sall e compagni: 20-13 al 10’. La gara poi attraversa un momento di stanca. Le due squadre non riescono a concludere con precisione e la Genesis Mobile ha un leggero rilassamento in difesa, che porta l’Esperanto a realizzare, per la prima volta, due reti consecutive. Al 20’ siamo 25-19, ma mister Toscano chiama il time-out. La partita è in netto controllo della squadra atellana, che rallenta il gioco e stringe le maglie della difesa. Nel disperato tentativo di recupero, Fondi tenta la carta dei tiri dalla distanza, ma la chiusura degli spazi da parte della retroguardia giallorossa porta i laziali a forzare le conclusioni e quindi ad essere imprecisi. A trenta secondi dal termine c’è gloria anche per Francesco Del Prete, che realizza la rete del definitivo +8. La Genesis Mobile Atellana vince meritatamente per 29-21. Nelle interviste del dopo-gara mister Toscano non si esalta, ma è sicuramente soddisfatto. «L’andamento della gara mi ha permesso di far giocare i ragazzi che avevano un minor minutaggio. Alcuni erano alla prima presenza. Penso che sia stato importante per loro fare esperienza ed entrare subito in partita. Abbiamo controllato il match senza grossi affanni, grazie anche una difesa attenta che non ha lasciato spazio agli avversari. Questa vittoria è importante perché venivamo da due sconfitte contro le migliori squadre del girone. Ci permette di rimanere nelle zone alte della classifica. Ora c’è un altro match alla nostra portata, contro Ginosa. Possiamo proseguire su questo trend», conclude l’allenatore atellano.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Hidros riscrive la storia della pallavolo

18:27

hidrosvolleyIl nuovo anno agonistico della Hidros inizia come quello appena trascorso, la squadra del mister Antonio Nuzzo e del direttore sportivo Rossi Gregorio, infrange la barriera del suono, e il boato delle sue gesta riecheggia in tutta la provincia di Caserta, infatti le prime due gare di campionato sono sinonimo di perfezione, la prima a cedere il passo è stata la New Volley Piedimonte Matese battuta in casa con un secco 3-0, mentre la seconda gara con il Caserta replica la prima, infliggendo un altro 3-0 alle coetanee del capoluogo provinciale.

Il presidente Vincenzo D’Ambra continua a fare collezioni di successi, non solo risultati, ma apprezzamenti di stima che uniti al movimento sportivo “Hidros”, rendono questa realtà un gioiello da emulare per competenza e qualità, non a caso il sodalizio è stato insignito del prestigioso titolo NAZIONALE concesso dalla Federazione Italiana Pallavolo, del marchio di eccellenza e qualità per il settore giovanile sia per l’anno 2017/2018 che per l’anno 2018/2019,  Il Patron Vincenzo D’Ambra commenta cosi l’inizio stagione: “L’Orgoglio che mi inonda nel dirigere questa società, va aldilà di ogni sogno, un piccolo nucleo di amici è riuscito in qualcosa di fantastico, la nostra società continua ad emozionare e a mietere successi, non solo con i campionati, ma anche nelle selezioni dove siamo presenti con 7 atlete femminili e uno maschile. Il merito è tutto di questo pugno di amici che con passione e amore professano i sani valori dello sport, permettetemi di ringraziarli: Rosaria Di Lorenzo, Gregorio Rossi, Antonio Nuzzo, Giuseppe Di Santillo, Daniela Tuberosa, Giuseppe Vitale, Amalia Urzillo, Vincenzo Cicatiello, Francesco Carangelo, Sara Di Palma, Emanuela Esposito, Ferdinando Cristiano, questo e lo staff che fa sognare il nostro territorio, è grazie a loro che con maniacale passione e amore  riescono a realizzare i sogni di tanti atleti\e. Ringrazio infinitamente anche il nostro Main Sponsor, la HIDROS POINT del gruppo D’AMBRA, eccellenza nella vendita e distribuzione di materiale termoidraulico, perche con il loro sostegno morale ed economico, riesce a far sognare un intera comunità.

Per ultimo permettetemi di volgere un pensiero a loro, le mie “GOCCIOLINE”, il dream team, capaci di trasformare tante gocce in una cascata in piena: I due martelli Rossana Valente e Giuseppina Belardo, le registe Letizia Bencivenga  Rosanna Belardo e Francesca Bagno, le schiacciatrici Giorgia D’Ambra, Angela Iavazzo, Marika Villano, Valeria Turco, Sabrina Del Prete, Andrea Urzillo e Rosa Bocchino, Ragazze che con il loro impegno riescono a far volare tutto il territorio sulle ali della pallavolo”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, PALLAMANO CAPUA-GENESIS MOBILE ATELLANA 33-34 (p.t. 9-12) , Sabato prossimo big match con il Città Sant’Angelo

16:41

usca-capuaPALLAMANO CAPUA – Errico F. 10, Di Lella 8, Imella 3, Affinito K. 3, De Simone 3, Errico A. 2, Izzo 2, Affinito M. 2, Boccia, Nocerino, Di Pasquale, Di Lillo, Iorio, Vastano. All.: Di Lella.

GENESIS MOBILE ATELLANA – Silvestre 10, Sall 9, Calcagno 9, Cirillo 5, Del Prete 1, Mozzillo F., Migliaccio, Abbonante, Mozzillo G., Balasco O., Liparulo, Balasco G., Arena. All.: Toscano

La Genesis Mobile Atellana fa suo il derby con la Pallamano Capua per 34-33 e rimane in testa alla classifica del girone D della serie A2, dividendo il primato con la Pharmapiù Città Sant’Angelo a punteggio pieno. Proprio gli abruzzesi saranno i prossimi avversari dei giallorossi, nel big match della quarta giornata. Tornando alla partita disputata al Palasport di Capua, i ragazzi di mister Toscano hanno condotto la gara in sicurezza, almeno sino a pochi minuti dal termine. Le reti di scarto in favore degli atellani sono oscillate, per quasi tutta l’ora di gioco, fra le quattro e le sei. Solo nella parte finale della partita i padroni di casa sono riusciti ad avvicinarsi in maniera pericolosa, tanto da sfiorare il pareggio. Gli ultimi sei, sette minuti sono stati quasi fatali per capitan Mozzillo e compagni. Oltre alla voglia di non perdere in casa da parte del Capua, si è aggiunta l’immancabile espulsione per centoventi secondi che ha complicato la vita alla formazione ospite. La Genesis Mobile Atellana ha subìto la velocità, il pressing alto e le marcature a uomo su Sall e Silvestre della squadra allenata da mister Di Lella. Stringendo i denti e le maglie della difesa, gli atellani hanno condotto in porto una partita comunque vinta meritatamente. Tra i migliori Cirillo, oltre a Silvestre e Sall che, come al solito, hanno finalizzato tanto. «Non siamo ancora al centro per cento, – ribadisce Franco Mozzillo – i meccanismi non sono fluidi come lo scorso anno. Credo che sia più un fatto di testa che atletico. Non riusciamo a variare il gioco e questo ci ha penalizzato. L’importante è portare a casa i due punti, anche non esprimendoci al meglio. Ora testa e pensiero a Città Sant’Angelo, che ha vinto abbondantemente. Sarà uno scontro al vertice. Sabato prossimo riusciremo a dire la nostra. Giochiamo in casa ed è d’obbligo impegnarsi al massimo».

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, per la Genesis Mobile Atellana è l’ora del derby con il Capua, Capitan Mozzillo: «E’ sempre una partita particolare»

11:50

usca2Sarà un derby d’alta quota, quello che Genesis Mobile Atellana Handball e Pallamano Capua giocheranno sabato 4 novembre al Palasport di via Martiri di Nassiriya, con fischio d’inizio alle 18.30. Entrambe le squadre sono prime in classifica con quattro punti nel girone D della serie A2, primato che condividono insieme alla squadra abruzzese del Pharmapiù Città Sant’Angelo. La Genesis Mobile Atellana di mister Toscano è reduce dalla vittoria interna con l’Altamura, ma l’allenatore giallorosso non è rimasto del tutto contento dalla qualità del gioco espresso nel match contro i pugliesi. In settimana gli allenamenti sono stati impostati proprio per evitare, nelle prossime gare, gli errori di inesperienza e superficialità commessi con i pugliesi. Detto questo, nell’ambiente atellano non si nasconde la soddisfazione per l’ottima partenza in campionato e la difficoltà di affrontare una partita come un derby, che è tutta un’altra storia rispetto alle altre gare. Dall’alto della sua esperienza, il capitano Franco Mozzillo guarda al prossimo futuro con moderato ottimismo. «Il derby con il Capua è sempre una partita particolare. Siamo due squadre campane con una bella storia alle spalle. E’ ovvio che c’è rivalità, ma c’è sempre il massimo rispetto dell’avversario. Loro hanno più esperienza in questo campionato e, come noi, sono primi in classifica. Questo la dice lunga sulla bontà del gioco che mettono in campo. La partita di sabato scorso vinta con l’Altamura ci ha dato tanti elementi su cui riflettere. In questa settimana mister Toscano ha evidenziato in allenamento ciò che non è andato bene. Siamo, quindi, consapevoli che, una volta limati quei difetti che si sono evidenziati sabato scorso, avremo delle chance da giocarci. Il pronostico non è mai facile in un derby, giochiamo fuori casa, ma sicuramente riusciremo a mettere in campo tutto quello che serve per contendere il risultato fino all’ultimo secondo. Inoltre, conosciamo bene il Capua, così come loro conoscono noi. Anche se non ci siamo incontrati negli anni scorsi, molti dei ragazzi presenti nelle due squadre si sono affrontanti nei match del settore giovanile». Nella Genesis Mobile Atellana rientrerà Silvestre, dopo la bella esperienza della convocazione nel Club Italia. «E’ un giocatore straordinario che ci dà sicurezza e una grossa mano in attacco. Contro il Capua – conclude Mozzillo – sarà una bella partita e, ovviamente, non posso dire altro: vinca il migliore».

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, GENESIS MOBILE ATELLANA-PALLAMANO ALTAMURA 29-25 (p.t. 12-9) Toscano: «Felice per la vittoria, non per il gioco»

16:47

usca 1GENESIS MOBILE ATELLANA HANDBALL – Sall 8, Calcagno 7, Del Prete 4, Mozzillo F. 3, Migliaccio 3, Russo 3, Abbonante 1, Mozzillo G., Balasco O., Cirillo, Iovinella, Liparulo, Balasco G., D’Angelo. All.: Toscano

PALLAMANO ALTAMURA – Lanzolla 6, Paolicelli 6, Pepe 4, Denora 2, Lo Capo 2, Scalera 2, Lo Porcaro 2, Tragni 1, Fiore, Gramegna, Quattromini. All.: Loviglio.

ARBITRI: De Marco e Carcea.

PRIMO TEMPO – Dopo la prima giornata di campionato, con il successo a Roma contro la Lazio, anche la seconda regala alla Genesis Mobile Atellana Handball una meritata vittoria e il primato in classifica. Davanti ad un buon pubblico presente al ‘Palalettieri’, la formazione di mister Toscano ha sconfitto la Pallamano Altamura, nonostante qualche errore in ripartenza e le troppe sospensioni di due minuti subite. L’allenatore giallorosso, inoltre, deve fare i conti con l’assenza di Silvestre, convocato dal Club Italia. Solo nella parte iniziale della partita gli ospiti riescono ad andare avanti nel punteggio. Al 10’ Calcagno aggancia l’Altamura sul 4-4. Da questo momento in poi la Genesis Mobile Atellana prende in mano le redini del match. Subito dopo lo stesso Calcagno commette un fallo sancito con la sospensione per due minuti dal terreno di gioco. La Genenis Mobile Atellana è con un uomo in meno, ma alza le barriere davanti al proprio portiere e il pugliesi non ne approfittano. Anzi sono i padroni di casa ad andare in vantaggio, con un rigore realizzato da Sall. Calcagno rientra e si fa perdonare: prima segna, poi si procura un altro rigore, realizzato sempre dal numero dieci atellano. Al 20’ la Genesis Mobile Atellana è sopra di tre: 8-5. I tre gol di vantaggio diventano quattro grazie al contropiede di Sall, servito da capitan Mozzillo con un millimetrico lancio. La Genesis Mobile continua ad essere fallosa. A distanza di pochi secondi l’uno dall’altro, Russo e Cirillo subiscono i due minuti di sospensione. Con la doppia inferiorità numerica la difesa dei padroni di casa diventa maestosa. Ristabilita la parità degli uomini in campo i giallorossi sembrano voler prendere il largo (11-7), ma sprecano due clamorosi contropiede. Altamura ne approfitta, riducendo a tre i gol di scarto. I primi trenta minuti di gioco si chiudono con la Genesis Mobile Atellana in vantaggio per 12-9.

SECONDO TEMPO – Inizia bene la squadra di mister Toscano. Si porta subito sul 16-11, massimo distacco dagli ospiti. Altamura soffre il gioco veloce dei padroni di casa e sembra calare fisicamente. Ma la Genesis Mobile Atellana ci mette del suo per far tornare i pugliesi in partita. Continua ad essere fallosa, con Migliaccio costretto dai direttori di gara a sedersi in panca per altri centoventi secondi. I pugliesi questa volta ne approfittano è realizzano due reti, accorciando le distanze: 16-13 al 10’. Il match va avanti veloce, tra espulsioni temporanee, da una parte e dall’altra, imprecisioni della Genesis Mobile Atellana nelle conclusioni e l’elastico delle reti di vantaggio dei giallorossi: minimo due, massimo quattro. Al 20’ la Genesis Mobile Atellana conduce per 21-17. Ogni qualvolta che i padroni di casa hanno la possibilità di chiudere il match c’è sempre l’errore in attacco o l’immancabile sospensione di un giocatore. A due minuti dal termine, la Genesis Mobile Atellana conduce per 26-22. La partita sembra in porto, ma Liparulo è costretto alla doccia in anticipo. Con un uomo in più l’Altamura ci crede ancora. Per fortuna Calcagno mette al sicuro la partita, con la rete del definitivo 29-25.

Nel dopo-gara mister Toscano non è del tutto soddisfatto. «Sono felice per il risultato non per il gioco espresso. Abbiamo permesso all’Altamura di rientrare in gara per colpa delle nostre imprecisioni. Abbiamo fretta di concludere, anche quando partiamo in contropiede. Anche le troppe sospensioni sono frutto della inesperienza di molti dei nostri giocatori. Comunque, ci godiamo il primato e iniziamo a pensare al prossimo match, il derby contro il Capua, lavorando in settimana sugli errori commessi in questa gara».

 

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, pallamano. Genesis Mobile Atellana, c’è l’Altamura. Sall:”Nessun pronostico ma massimo impegno”

19:04

Jacques SallOrta di Atella. Dopo la splendida vittoria a Roma contro la Lazio, è arrivato il giorno dell’esordio al Palalettieri. Sabato 28 ottobre alle 18.30 la Genesis Mobile Atellana Handball affronterà l’Altamura, nella prima partita casalinga del campionato di A2. La formazione giallorossa ha trascorso una settimana all’insegna del lavoro. Come sempre mister Toscano è stato scrupoloso nell’impartire le direttive di gioco ai propri ragazzi, senza cedere troppo all’euforia. Lo stesso coach atellano, commentando nel post-partita la vittoria per 37-31 contro i biancoazzurri, ha voluto mantenere i piedi per terra, evidenziando i fondamentali da migliorare e i passaggi a vuoto della squadra. «Credo che il gruppo abbia già archiviato la vittoria», – conferma il Direttore sportivo Lello Cirillo – «è stato bello vincere la prima fuori casa ma è acqua passata. Mister Toscano hasempre insegnato ai ragazzi di mettere nel mirino il prossimo obiettivo e lasciar perdere il trascorso. I ragazzi sono tranquilli e si sono allenati bene, come al solito.Cercheremo di imporre il nostro gioco e i nostri ritmi, poi il campo decreterà la vittoria.Sappiamo che l’Altamura ha esperienza in questo campionato, ma non sappiamo la vera forza di questa squadra. Il fortino di casa ci darà sicuramente una mano, ma credoche ci attenda una partita difficile e impegnativa, come tutte quelle che affronteremo quest’anno». Uno dei punti di forza della Genesis Mobile Atellana è Jacques Sall, miglior realizzatore, con 12 reti, nella gara contro la Lazio e già capocannoniere in serie B e nella stessa A2. «Per la gara di sabato non faccio pronostici, so solo che ci impegneremo al massimo.Mi hanno sempre insegnato l’umiltà come virtù nella vita ed è così anche nello sport. Il 110%, rispetto e considerazione per tutti ma daremo l’anima in campo per battere l’avversario.Mi fa piacere essere ritornato in A2, ancora di più insieme a ragazzi che ho visto crescere negli ultimi 5 anni. Alcuni dei miei compagni sono diventati parte della mia famiglia. Essere il capocannoniere non è il mio obiettivo.Nell’economia del nostro gioco sono un terminale offensivo, ma è tutta la squadra che ha il merito di preparare l’azione». C’è voglia, quindi, di ripetere lo stesso exploit che ha permesso di espugnare la capitale. Questa volta si gioca in casa e ci si aspetta un palazzetto dello sport gremito. L’appuntamento per i tifosi della Genesis Mobile Atellana e per gli appassionati di pallamano è sabato 28 ottobre alle ore 18.30, presso Palalettieri di Orta di Atella, con ingresso gratuito. Genesis Mobile Atellana-Altamura sarà arbitrata dai signori De Marco e Carcea.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, Giovedì 19/10 presentazione a città e stampa dell’USCA ATELLANA HANDBALL, con l’annuncio di un grande sponsor

11:04

usca atellanaOrta di Atella. Giovedì 19 ottobre alle 16.30 appuntamento presso la sala consiliare del Comune di Orta di Atella per la presentazione ufficiale a città e stampa dell’Usca Atellana Handball. Dopo la splendida cavalcata dello scorso anno in serie B, nessuna sconfitta nello score, unica formazione a livello nazionale ad ottenere tale risultato, la squadra della presidente Maria Grazia Capasso si appresta ad affrontare il campionato di A2, l’ottavo della sua storia. Giovedì sarà una vera giornata di festa per gli amanti dello sport. In programma non ci sarà solo la presentazione degli atleti giallorossi e della maglia ufficiale. Verrà annunciato anche il nome dell’importante azienda italiana, conosciuta anche a livello internazionale, che ha accettato di sostenere il progetto Usca Atellana Handball, diventando il main & title sponsor della società, con la conseguente presenza dei manager aziendali. Presenti, inoltre, altre prestigiose aziende che saranno vicine alla all’Usca Atellana nel suo cammino in serie A2. E’ prevista anche la partecipazione all’evento del Commissario prefettizio di Orta di Atella, dott.  Vincenzo Lubrano. Una giornata indimenticabile che sarà la degna premessa all’esordio in campionato. Dopo la presentazione di atleti, maglia e sponsor, tutti concentrati, infatti, per la prima gara di un torneo che si annuncia avvincente. Il calendario ha messo sulla strada dei giallorossi uno dei roster più forti ed esperti. Sabato 21 ottobre la formazione allenata da mister Gigi Toscano sarà in scena a Roma contro la Lazio, in una gara difficile ma non impossibile.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, “La Gentile Arte” vola a Bucarest

8:21

jujitsu2Sant’Arpino.  Grande soddisfazione per l’associazione sportiva “La Gentile Arte” di Sant’arpino. Il giovane atleta santarpinese Cristian D’Anna è stato selezionato dalla Nazionale Italiana di Ju-Jitsu per disputare gli Europei a Bucarest dal 27 al 29 ottobre 2017.

Il giovane Cristian sarà accompagnato dal suo maestro Agostino Cosentino.

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Succivo, chiusura del Festival dello sport 2017

16:48
FacebookTwitterGoogle+Share

Mondiali paraolimpici, Assunta Legnante gigante mondiale: è medaglia d’oro nel lancio del peso

12:45

assuntalegnanteSant’Arpino. Con un solo lancio da 15,82, la santarpinese Assunta Legnante (residente a Frattamaggiore ma originaria di Sant’Arpino) ha portato a casa l’oro al campionato mondiale d’atletica paraolimpica nella specialità Lancio del peso T11-12 . E’ bastato un lancio ad Assunta Legnante, accompagnata come sempre sulla pedana da Nadia Checchini, per vincere l’oro con 15,82 davanti alla uzbeka Burkhanova. Un infortunio muscolare ha poi bloccato Legnante, che purtroppo non ha potuto effettuare altri lanci, dopo un primo nullo e quello che le ha dato l’oro. Ha dovuto uscire in carrozzina, spinta da Checchini, dalla quale si è alzata solo per la cerimonia di premiazione per l’inno d’Italia. Veniva da un grande risultato ai Campionati italiani, quando lanciò a 17,15. Ha vinto l’oro nel luogo dove è cominciata la sua avventura internazionale paralimpica, quando vinse a Londra 2012: “Qui a Londra e proprio in questo stadio è cominciata la mia seconda vita sportiva. Un’emozione tornarci e vincere”. Come sempre da quando è nel mondo paralimpico, Legnante gareggia sostanzialmente contro se stessa, capace costantemente di migliorarsi, ma in questa finale poteva temere la uzbeka Burkhanova, ipovedente, anche lei un passato in gare olimpiche. Non ha più, o solo in leggera parte, i problemi alla schiena che l’anno afflitta in passato, ma purtroppo sarà da valutare l’infortunio occorsogli prima del terzo lancio. E ora guarda avanti, anche alla proposta del presidente della Fidal, Giomi, di poter far parte della squadra azzurra agli Europei del prossimo anno a Berlino: “Sarebbe una bella sfida”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, Festival dello Sport 2017, oggi è il giorno della gara podistica

12:58

19905298_1918799201692037_7736972712684331317_nSuccivo. Al via questa sera alle ore 20:00 il quinto trofeo “Homo-Novus”, la gara podistica legata al Festival dello Sport 2017.

Gli atleti sono circa 500 e partiranno da piazza IV novembre, dove è previsto anche l’arrivo. Il percorso interesserà diverse strade del comune succivese e saranno premiate diverse categorie: i primi 100 maschi, tutte le donne al traguardo, il primo succivese e i primi tre di ogni categoria M60 (over 60). Vi parteciperanno società di atletica leggera provenienti da tutta la regione Campania, da Cosenza, da Trento, da Torino, da Viterbo e da Bologna.

Per consentire il corretto e sicuro svolgimento della manifestazione saranno chiuse al traffico alcune strade cittadine dalle 19.30 alle 21.30. Di seguito la mappa del percorso.

19875669_312708165853266_2161189726227273217_n

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3