CESA

Cesa C’è: “Non accettiamo alcuna lezione dal Pd”

20:41 Cesa. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico cesano “Cesa C’è”.   Abbiamo letto con interesse il comunicato della Segreteria e del Direttivo del Pd di Cesa. Ne prevedevamo i toni e l’ostinato attaccamento alle poltrone e gli stipendi spacciato per “garantismo” ma la realtà ha superato la nostra immaginazione. Trattandosi di “carte conosciute”, ribadiamo con estrema chiarezza quanto già scritto: se gli “incresciosi fatti” (parole vostre) che vedono coinvolti un iscritto e il sindaco del Pd avessero riguardato noi o altri, si sarebbero sprecate scarpe rosse, “questioni morali” e sceneggiate dentro e fuori il Comune. Evitiamo di prenderci in giro. L’autosospensione di Guida “per tutelare l’immagine del partito e per rispetto nei confronti dei suoi iscritti”, è un atto tatticamente astuto ma interno al Pd. Roba tra voi e voi, per essere chiari. Ma all’immagine di Cesa, dell’intero Consiglio comunale e dei cittadini che non sono iscritti o simpatizzanti del Pd, la Segreteria e il Direttivo del Pd, ci pensano o no? La dignità di un’intera comunità, a nostro avviso, vale molto di più degli equilibri di poltrone e di potere interni al Pd. Le perquisizioni hanno riguardato gli uffici comunali che non sono di proprietà del Pd e sui giornali è finito un intero paese che si chiama Cesa, non Segreteria e Direttivo Pd. Guida non è un privato cittadino ma il sindaco di Cesa e l’esponente di punta di un’amministrazione comunale. Quella che voi chiamate “ammuina” è coraggio, indignazione, libertà di espressione. E’ la voce rabbiosa di chi prova disgusto per l’omertà, i silenzi furbeschi e gli interessi di bottega. Lasciate perdere i calcoli elettorali. Quelli non interessano a “Cesa C’è”, anche perché al momento ci sono questioni più serie di qualche voto. Quando arriverà il momento, in campagna elettorale ci ritroveremo contro e i cittadini potranno scegliere liberamente sulla base di valutazioni squisitamente politiche. Probabilmente ci saranno sfuggiti, ma non abbiamo letto di attestati pubblici di solidarietà della Segreteria del Pd o del suo Direttivo alla donna vittima principale dei fatti contestati, dei quali si è auto-incolpato un iscritto del Pd. E non abbiamo notizie di provvedimenti della Segreteria e del Direttivo nei confronti del padre del sindaco. Anche in questo caso il Pd attenderà un atto spontaneo dell’interessato? Detto questo, confidiamo anche noi nell’operato dei giudici, a cui spetterà far luce sull’intera vicenda, ed attendiamo il Riesame per chiedere o meno le dimissioni del sindaco Guida. Ci saremmo aspettati un atto pubblico di responsabilità da parte degli esponenti in Giunta del Partito Democratico. La Segreteria e il Direttivo del Pd hanno preso pubblicamente posizione a difesa di Guida. Gli assessori Dell’Omo e Marrandino e il presidente del Consiglio Mangiacapra, che cosa pensano di tutto ciò? E’ anche per loro una questione esclusivamente personale e familiare utilizzata da noi come strumento di “battaglia politica”? Vi facilitiamo il compito, mettendoci noi per primi nomi e cognomi e firmando quello che diciamo. Il gruppo consiliare di Cesa C’è (rappresentato in aula da Ernesto Ferrante e Carmine Alma) e i dirigenti di Cesa C’è (Domenico Toscano, Salvatore Borzacchiello, Luigi Romeo, Marco Marrandino, Salvatore Guarino ed Eugenio Oliva), ritengono questa squallida vicenda di stalking ed atti persecutori, gravemente lesiva dell’immagine di Cesa e dei suoi cittadini (uomini e donne, vecchi, giovani e bambini), esprimono solidarietà a chi ha dovuto subire tali schifezze e pensano senza se e senza ma che occorra un atto vero di dignità e di rispetto verso il paese e le sue Istituzioni, all’interno delle quali Cesa C’è è presente grazie alla legittimazione popolare ottenuta. Per noi le poltrone valgono zero rispetto al buon nome di un paese. Ve lo chiediamo di nuovo, pubblicamente: fate un passo indietro. Noi siamo pronti a fare la nostra parte. Cesa C’e Gruppo consiliare di minoranza – Cesa
FacebookTwitterGoogle+Share

Caso Guida. Il PD di Cesa “Non evitiamo di affrontare l’argomento. Attendiamo le decisioni della magistratura. Apprezziamo il comportamento del Movimento Cinque Stelle”

9:44 Cesa     Riceviamo e pubblichiamo dal Circolo del Partito Democratico di Cesa. "In riferimento agli incresciosi fatti che hanno coinvolto alcuni nostri iscritti e dirigenti, per sgombrare il campo da tutte le ricostruzioni fantasiose e strumentali che sono circolate e stanno circolando in queste ore, la Segreteria ed il Direttivo del Circolo di Cesa del Partito Democratico tengono a precisare quanto segue: (altro…)
FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Il sindaco Enzo Guida si auto-sospende dal Partito Democratico

18:28 Riceviamo e pubblichiamo dal sindaco di Cesa, Enzo Guida. “In riferimento agli accadimenti che mi hanno coinvolto sul piano strettamente personale e che inevitabilmente hanno avuto ripercussioni politiche dato il ruolo istituzionale che ricopro, ritengo opportuno, dopo essermi confrontato con la segreteria ed il direttivo del circolo del Partito Democratico di Cesa, di auto-sospendermi dal partito al fine di tutelare l'immagine del circolo e di tutti i suoi iscritti e per evitare che una dolorosa vicenda familiare venga strumentalizzata per fini politici e per proteggere quanti vengono coinvolti loro malgrado. Nutro fiducia nei confronti della magistratura ed attendo in maniera serena gli sviluppi delle indagini in corso”.
FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Dal 20 Gennaio partono le escursioni turistiche riservate ai diversamente abili

17:38 Cesa     Partiranno il prossimo 20 Gennaio le escursioni turistiche dedicate ai diversamente abili residenti nel comune di Cesa. L’iniziativa programmata e realizzata dall’assessorato alle politiche sociali guidato dall’assessore Giusy Guarino si articolerà in una serie di iniziative che si prolungheranno lungo l’intero periodo invernale e primaverile. La prima destinazione prescelta è quella di Salerno, quando il prossimo 20 Gennaio i partecipanti all’iniziativa potranno vistare ed ammirare le splendide luminarie che, come ogni anno, tanti turisti hanno richiamato e richiamano nella città fondata da Arechi II.  (altro…)
FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Arrestato 43enne per spaccio

18:37 Cesa I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise (CE), in Cesa (CE), hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, di Ettore Puca, 43 anni, residente a Cesa. L’uomo, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di 5 dosi di cocaina per un peso complessivo di gr. 6 circa. I militari dell’Arma hanno altresì rinvenuto e sequestrato, nella disponibilità dell’uomo, anche un bilancino di precisione e la somma contante di € 90,00 ritenuta provento dell’attività illecita. Puca Ettore è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.
FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa C’è: ‘’Siamo garantisti ma esiste una questione morale interna al Pd. Si rispetti Cesa’’

14:43

 cesaceCesa. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico cesano “Cesa C’è”.

 E' la terza volta da quando l'amministrazione Guida è in carica che il nostro paese e l'Ente comunale subiscono danni per le condotte poco edificanti di chi invece dovrebbe tutelarne l'immagine.

In passato abbiamo preferito il rigoroso silenzio (a parti inverse sarebbe accaduto tutt'altro, conoscendo certi personaggi), ma ormai la misura è colma.

Oltretutto, continuando a tacere per il senso delle Istituzioni e la signorilità che ci appartengono, correremmo il rischio di alimentare la strafottenza e l'arroganza di chi evidentemente crede di poter fare ciò che vuole impunemente, tentando furbescamente di far passare per fatto privato tutto ciò che non gli coviene.

Il confine tra “privato” e pubblico è molto sottile quando si tratta di soggetti con ruoli pubblici e responsabilità istituzionali, soprattutto se, per fatti “privati”, un intero paese ed il  Comune (la casa di tutti i cittadini) occupano per giorni le prime pagine dei quotidiani, gli uffici dell'ente vengono perquisiti ed è disposto il sequestro di pc in uso al Comune.

Siamo garantisti per convinzione e attenderemo il Riesame per chiedere o meno formalmente e pubblicamente le dimissioni del sindaco Guida ma la torbida ed inquietante vicenda che vede come presunti colpevoli due tesserati del Pd (lui e il padre) e come sicure vittime l'ex moglie e un dirigente del Pd, l'avvocato Raffaele De Michele, pone una questione morale (ma non solo...) tutta interna al Pd.

Esiste poi una importante questione politica, visto che parte delle sudicie, morbose e squallide buste spedite a decine di incolpevoli destinatari, contenevano anche una parte testuale volta ad alterare il clima politico nel paese.

Troviamo assurdo il silenzio del Pd che, se non ricordiamo male, dice da anni di avere a cuore certe tematiche e di combattere tali odiosi reati.

Una delle tristemente note buste è stata inviata anche al nostro capogruppo consiliare che ha doverosamente e correttamente provveduto ad informare chi di dovere. Un atto vile moralmente e politicamente. E man mano che i fatti iniziano ad essere più chiari e i presunti colpevoli hanno nomi e cognomi, la cosa diventa ancora più grave e ci impone una risposta adeguata per il profondo rispetto che abbiamo per i nostri dirigenti, per i nostri simpatizzanti e per i nostri elettori.

Fino a quando non sarà provata l'innocenza e l'estraneità del sindaco rispetto ai gravi fatti a lui contestati, con lui non potremo avere alcun sereno e rispettoso rapporto istituzionale.

Pertanto, fino ad allora, i nostri rappresentanti in Consiglio comunale non parteciperanno a riunioni, commissioni e consigli comunali.

Cesa C'è condanna fermamente tutto questo squallore ed esprime piena solidarietà alle vittime e alle loro famiglie.

Il nostro gruppo si è sempre comportato responsabilmente, rispettando Cesa, i suoi cittadini e le sue Istituzioni.

Per quel senso del dovere che ha sempre ispirato la nostra condotta, siamo pronti a fare un ulteriore sacrificio per il bene di Cesa, assicurando il numero necessario a mettere fine immediatamente a questa infelice consiliatura.

Ci rivolgiamo ai consiglieri di maggioranza:  meglio finirla qui.

Il nostro paese non merita tutta questa vergogna. Dimettetevi, siamo disponibili a farlo anche noi, subito.

Diamo alla gente di Cesa la possibilità di tornare alle urne e di scrivere una pagina più dignitosa e decorosa della sua storia.

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa, divieto di avvicinamento all’ex moglie per atti persecutori al sindaco di Cesa, Enzo Guida

13:36

guidaCesa. E' stato notificato ieri dai carabinieri un provvedimento di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall'ex moglie al sindaco di Cesa, Enzo Guida, accusato di atti persecutori in concorso con altra persona. L'ordinanza è stata emessa dal Gip del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura. C'è da evidenziare che il pubblico ministero aveva chiesto la custodia cautelare in carcere ma il gip ha rigettato la richiesta: il giudice per le indagini preliminari non ha ritenuto esserci le motivazioni per il provvedimento. "Nei prossimi giorni sarò interrogato dai magistrati e chiarirò tutto" ha dichiarato Guida. Il sindaco Guida si è separato dalla ex moglie nel luglio del 2016 e da allora è iniziata una battaglia legale che ha coinvolto i due figli minori della coppia, affidati alla madre. Il sindaco è stato accusato dalla ex moglie di aver organizzato, attraverso lettere anonime e post su facebook mediante falsi profili,una campagna diffamatoria contro di lei e il nuovo compagno. Varie le denunce presentate dalla donna circa i presunti comportamenti persecutori tenuti nei suoi confronti dal primo cittadino. Guida ha invece denunciato la ex moglie ma anche la madre e la sorella per commenti che lo riguardavano pubblicati su facebook e ritenuti diffamatori. Nel febbraio scorso finì sui giornali un'accesa discussione che ebbero i due in piazza a Cesa, entrambi furono medicati e si denunciarono a vicenda.

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Gara per la pubblica illuminazione. Il Prefetto scrive alla Stazione Unica Appaltante

17:32

guida 31 dicembreCesa       Sembra produrre i primi effetti la clamorosa protesta preannunciata ieri dal sindaco Enzo Guida di spegnere l'intero impianto di pubblica illuminazione cittadina se la Stazione Unica Appaltante non avesse provveduto all'aggiudicazione della gara per l'impianto di illuminazione.

Il Prefetto di Caserta, Raffaele Ruberto, a cui il primo cittadino di Cesa  si era rivolto, ha inoltrato la missiva di Guida alla Stazione Unica Appaltante invitandola alle opportune valutazioni. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Guida scrive al Prefetto: “Pronto a spegnere le luci in paese se non viene aggiudicata la gara per il rifacimento dell’impianto di illuminazione”

16:24

guida 31 dicembreCesa     Clamorosa  protesta preannunciata dal sindaco Enzo Guida. Con una lettera inviata questa mattina al Prefetto di Caserta, Raffaele Ruberto, il primo cittadino atellano minaccia di spegnere l'impianto di pubblica illuminazione cittadino, quantomeno in alcune zone, se non si provvederà all'aggiudicazione della gara per il rifacimento dell'intero impianto ferma da diversi mesi presso la Stazione Unica Appaltante. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Martedì riunione dei capigruppo consiliari per istituire la commissione sui beni confiscati

12:04

giusy-guarino-242x300Cesa      Il sindaco Enzo Guida e l’assessore con delega ai beni confiscati Giusy Guarino hanno convocato, per martedì 9 gennaio, alle ore 18, una riunione con i capigruppo, sia di maggioranza sia di opposizione, nonché col presidente del consiglio comunale Domenico Mangiacapra, al fine di sottoporre all’attenzione di tutte le forze politiche il regolamento istitutivo della commissione beni confiscati. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Dal 15 Gennaio cambia il calendario della raccolta differenziata

9:24

Raccolta differenziataCesa     Dal prossimo 15 Gennaio cambierà il calendario della raccolta differenziata. Nei prossimi giorni sarà diffuso il nuovo calendario della raccolta porta a  porta, che prevede il ritiro del secco indifferenziato una volta a  settimana. "In questo modo puntiamo - spiega il sindaco Enzo Guida - a convincere  sempre di più le famiglie a svolgere una corretta raccolta differenziata. Ci sono ancora molte famiglie che depositano i rifiuti quando vi è il ritiro dell'indifferenziato". (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 42