ATTUALITA’ – Pagina 9

Orta di Atella, giovedì presentazione del libro “Loro diranno, noi dicamo” di Zagrebelsky e Pallante

10:25

coverOrta di Atella. Giovedì 27 Ottobre alle 19:30 si terrà, presso il Chiostro del Convento dei Frati Minori in P.zza San Salvatore a Orta di Atella, la presentazione del libro "Loro diranno, noi diciamo" di Gustavo Zagrebelsky e Francesco Pallante.

All'incontro organizzato dal Collettivo Politico Culturale "Città Visibile", all'interno della rassegna "Pretesti per Parlarne", parteciperanno l'autore Francesco Pallante, professore di Diritto Costituzionale presso l'Università di Torino e Giuseppe Cerreto, del Collettivo Città Visibile e responsabile del Comitato Atellano per il NO. Modererà l'incontro Renato Briganti, professore di Diritto Pubblico.

Loro diranno, noi diciamo è un libro quanto mai attuale, che servirà da spunto per parlare di politica, Costituzione e soprattutto del Referendum Costituzionale su cui saremo chiamati ad esprimerci il 4 Dicembre.

Nel saggio, diventato il manifesto delle ragioni del NO alla riforma, gli autori argomentano contro le modifiche della Costituzione – di cui si vorrebbero cambiare ben 47 articoli (oltre un terzo del totale) – e contro la legge elettorale, per il rinnovamento di una democrazia partecipata. Oltre alle critiche di merito (contraddizioni, errori concettuali, complicazione del sistema), vengono messe in evidenza le forzature procedurali che hanno connotato il percorso di approvazione delle due leggi. Ne emerge un quadro tutt'altro che rassicurante: le nuove regole del gioco politico risultano essere, a giudizio degli autori, sempre più un'imposizione unilaterale basata su rapporti di forza incostituzionali – leggi approvate in tutta fretta e al costo di qualunque forzatura.
Il libro si chiude offrendo al lettore il confronto, articolo per articolo, del testo della Costituzione vigente con quello che scaturirebbe dalla riforma. Ciò allo scopo di offrire al cittadino una chiara visione d'insieme del nuovo dettato costituzionale.
Una presentazione che va nel solco dell'impegno nella campagna referendaria per il NO, nella quale il Collettivo Città Visibile è impegnato, essendo tra i promotori del Comitato Atellano per il NO.
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, sorpreso con hashish a bordo dell’auto: deferito 31enne di Frattaminore

18:07

carabinieriOrta di Atella    Nel corso della mattinata odierna i Carabinieri del Comando Stazione di San Prisco hanno deferito in stato di libertà, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo hashish, un 31enne di Frattaminore. L’umo in via Clanio, ad Orta di Atella, a bordo di autovettura Lancia Y, con manovra di retromarcia repentina, ha eluso l’alt intimato dai carabinieri dandosi a precipitosa fuga, riuscendo a dileguarsi per le vie limitrofe.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, venerdì il centro “Massimo Stanzione” proietta “Via Nova”, il film sulla strage nazista di Orta di Atella

10:46

20160925_184936Orta di Atella. In occasione del settantatreesimo anniversario della strage nazista di Orta di Atella, Venenrdì 30 alle ore 19,30 il Centro Studi Massimo Stanzione è lieto di  proiettare presso la sua sede, sita in Orta di Atella (CE) alla via Mazzini n.11, il film evento “La Via Nova”. La pellicola liberamente tratta dai registi Michele Cinquegrana e Concetta De Cristofaro, con la  sceneggiatura di Roberto Russo, è diventata nel giro di un anno, dalla sua uscita nelle sale cinematografiche, un cult della storia atellana. I fatti sono narrati in modo esplicito ma senza menzionare i nomi delle persone realmente esistite e coinvolte nel tragico evento. L’uso del bianco e nero rende autentico il filmato, calandosi in quella realtà agraria della Orta degli anni quaranta del secolo scorso, tutta dedita alla lavorazione della canapa. Nonostante la delicatezza di privacy dettata dai giovani registi nostrani, il film mette in luce episodi  e quesiti che  tutt’oggi sono ancora avvolti da una coltre di nebbia ermetica. Il video-romanzo diviene così una sintesi dei vari “sentito dire”, condito da una lirica dantesca, che raggiunge il suo apice nelle scene  finali degli angeli-martiri che in cerchio cercano di proferire “una parola ancora”; una parola ancora per i carnefici ed una parola ancora per i familiari e per quel pneuma, soffio di vita, che ormai diviene sempre più fioco. Emozionante il racconto di quei tragici fatti che alla fine della pellicola  le persone anziane ceracano di fare, tutte unite in coro nella frase finale: sono morte solo  povere persone innocenti , che niente avevano a che fare con la presunta azione partigiana. Rimane il dilemma aperto e storico-critico sull’interpretazione degli autori del rapimento dei soldati tedeschi, ovvero sono da considerarsi eroi partigiani, alla stregua di quelli di via Raselli a Roma, oppure erano personaggi  dediti alla borsa nera ed al furto?

La proiezione sarà presieduta, oltre che dai registi sopra citati, dallo sceneggiatore Roberto Russo.
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, Stefano Caiazza conquista un buon quinto posto al primo trofeo “Pizza della Fiera Vesuviana”

19:36

San Gennaro Vesuviano. stefanocaiazza E' stato assegnato oggi il primo trofeo "Pizza della Fiera Vesuviana di San Gennaro" che ha visto scontrarsi ben 60 pizzaioli campani su due tipologie di pizza: "margherita" e "classica" (con gusto e impasto a scelta).

La competizione vesuviana ha visto gareggiare anche un pizzaiolo di Orta di Atella, Stefano Caiazza (Pizzeria "Antico Palazzo", Via S. Donato, 61, 81030 Orta di Atella CE) , che ha ben figurato con il suo quinto posto finale. "Speravo in un migliore piazzamento ma va bene così - dichiara il pizzaiolo di Orta - considerando anche che eravamo oltre 50 a gareggiare e che la competizione non è stata semplice".

La fiera vesuviana è una delle più antiche della campania, arrivata all’edizione numero 403, ed ha avuto quest'anno il suo Primo Trofeo della Pizza, organizzato da Gennaro e Angelo Catapano e Salvatore Perillo, colonne portanti della famosa pizzeria Jolly.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta: minaccia di far saltare casa, carabinieri evitano strage

14:21

carabinieriOrta di Atella     I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise hanno deferito, in stato di libertà, un cinquantacinquenne di Orta di Atella che, la notte scorsa, in preda a disturbi psichici, dopo essersi barricato in casa, ha aperto una bombola di gas e maneggiato un accendino col chiaro intento di causare un’esplosione all’interno dell’edificio di residenza, dove vi sono ulteriori 5 appartamenti, occupati da altrettante famiglie.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Il Prefetto Carfagna incontra i Sindaci atellani

8:54

Caserta. donatocarfagnaIl Commissario governativo per il Patto per la "Terra dei fuochi”, Donato Cafagna, ha accolto il grido d’allarme lanciato dalla Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani. Venerdì prossimo, 16 settembre, alle ore 10, presso la Prefettura di Napoli si terrà un incontro tra il Prefetto Cafagna, i sindaci di Sant’Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, Presidente della “Conferenza dei Sindaci Atellani”, Cesa, Enzo Guida, Frattaminore, Giuseppe Bencivenga, Gricignano, Andrea Moretti, Orta di Atella, Giuseppe Mozzillo, e Succivo, Gianni Colella. Prevista anche la presenza di rappresentanti delle forze dell’ordine e di alcuni esperti in tema roghi, rifiuti tossici e sversamenti illegali.

La convocazione segue solo di alcuni giorni, un’apposita seduta della “Conferenza dei Sindaci Atellani” sul drammatico problema dei roghi e dei rifiuti illeciti. Dopo alcune ore di intenso confronto, i sindaci avevano espresso non poche preoccupazioni per la ripresa dei roghi tossici e degli sversamenti illegali lamentando una scarsità di risorse a disposizione. I primi cittadini al termine dell’incontro si erano impegnati ad avviare in tempi rapidi alcune proposte concrete, tra cui: un coordinamento fra i rispettivi corpi di Polizia Municipale e di Protezione Civile; un potenziamento del sistema di videosorveglianza usando anche telecamere mobili; iniziative in grado di facilitare forme di volontariato civile che supportino gli organi preposti nel controllo del territorio; ad inoltrare una richiesta di contributi economici finalizzata allo smaltimento di amianto abbandonato e a chiedere il supporto concreto da parte delle guardie ambientali provinciali. Prima di tutto, però, i sindaci avevano ritenuto necessario ed indispensabile un incontro con il commissario governativo per la Terra dei fuochi, il Prefetto Cafagna, non solo per condividere il piano di azioni che si intende adottare ma anche per sollecitare allo stesso commissario nuove e mirate misure che i sindaci da soli non sarebbero in grado di attuare per la scarsezza dei fondi e dei mezzi a loro disposizione.

Il Commissario ha immediatamente recepito la richiesta e nel giro di poche ore ha convocato il vertice per venerdì prossimo. Grande la soddisfazione dei sindaci che – grazie alla competenza e alla sensibilità di Cafagna - sono fiduciosi di poter dare finalmente delle risposte concrete al territorio atellano sulla delicata problematica dell’inquinamento ambientale.

Intanto per domani sera, mercoledì 14 settembre, presso la Sala Giunta di Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” di Sant’Arpino, il presidente Dell’Aversana ha nuovamente convocato la Conferenza per mettere a punto l’elenco preciso delle proposte da sottoporre al Commissario Cafagna; per fare valutazioni e proposte sulla nuova regionale sui rifiuti; per individuare alcune proposte operative per migliorare la viabilità sulla Caivano – Aversa.

Nella stessa seduta sarà anche valutata l’opportunità di aderire – a sostegno dell’importante azione di contrasto che sta portando avanti il Comune di Gricignano - alla manifestazione del prossimo 26 settembre contro l’impianto di stoccaggio gricignanese della Ecotransider, ormai da tempo sospettato di essere fonte dei miasmi notturni.

FacebookTwitterGoogle+Share

Donna di Orta spaccia soldi falsi: arrestata

13:09

veronica-donatore-300x187Orta di Atella   I carabinieri della stazione di Bosco Trecase, insieme ai colleghi della locale aliquota operativa, hanno arrestato per truffa Veronica Donatore, 35 anni, residente a Orta di Atella.

La donna è stata bloccata nel comune vesuviano, in corso Umberto, mentre tentava la fuga, immediatamente dopo che si era recata in un negozio di abbigliamento e, dopo aver acquistato un paio di calzini del valore di tre euro, pagando con una banconota da 50 euro, distraeva la titolare nel ricevere il resto, nascondendo sotto la maglietta 20 euro, per poi reclamarle alla donna. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella. Investito da un’auto: muore Rocco Papa

19:10

ambulanzaOrta di Atella    Era stato investito da un'auto guidata da un uomo colto da malore ed è morto dopo il ricovero in ospedale. E' il drammatico incidente che ha visto coinvolto l'operaio Rocco Papa, 46 anni, originario di Casandrino ma residente ad Orta di Atella. L'uomo era rimasto coinvolto in un incidente stradale avvenuto a Frattaminore: era stato investito da un61enne di Frattaminore che era stato colto da un ictus mentre si trovava alla guida dell’autovettura. Il 61enne investitore è stato operato mentre Papa è spirato al Cardarelli di Napoli. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, Salvatore Lioniello vince il GoBeer Expo 2016

9:34

lionelloOrta di Atella      Continua a mietere successi il talentuoso pizzaiolo di Orta di Atella, in provincia di Caserta, Salvatore Lioniello. L’altro giorno è salito sul gradino più alto del podio al Campionato di Pizza Napoletana organizzato nell’ambito del “GoBeer Expo” 2016, la grande manifestazione della birra, del buon cibo e dell’intrattenimento svoltasi presso l’area fiere del Centro Commerciale Jambo 1 di Trentola Ducenta. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

La Regione Campania assegna ai comuni atellani 100 mila euro per avviare un piano di valorizzazione e promozione della propria identità culturale

14:51

sindaci atellaniArea Atellana. Dopo l’istituzione della “Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani”, i Comuni Atellanidi Orta di Atella, Succivo, Sant’Arpino, Cesa, Gricignano di Aversa e Frattaminore conquistano un altro importante risultato: la Regione Campania approva e finanzia con 100 mila euro i due progetti elaborati dagli stessi comuni per avviare un rilancio del territorio attraverso la valorizzazione e promozione della propria identità culturale.

Un vero e proprio successo che premia la lungimiranza dei sindaci Giuseppe Dell’Aversana (sindaco di Sant’Arpino e neo presidente della Conferenza dei Sindaci), Enzo Guida (Cesa), Giuseppe Mozzillo(Orta di Atella), Gianni Colella (Succivo), Giuseppe Bencivenga (Frattaminore),Andrea Moretti (Gricignano di Aversa), che lo scorso mese di luglio dopo aver avviato un tavolo di confronto decisero di partecipare con due distinti progetti, per una ragione di opportunità,ad un bando della Regione Campania emesso nell’ambito del Programma Operativo Complementare (POC) 2014-2020 - Linea Strategica 2.4 “Rigenerazione Urbana, Politiche Per Il Turismo e Cultura”.

La scelta si è rivelata propizia e vincente: i due progetti – che prevedono iniziative tra di loro connesse e che hanno come scopo quello di esaltare le risorse locali - sono stati entrambi finanziati per la qualità della proposta.  Questi precisamente i due progetti: il primo ha per titolo “Viaggio nei Sapori e nella tradizione atellana all’ombra della vite maritata a pioppo” e vede coinvolti i comuni di Cesa – ente capofila – Succivo e Gricignano di Aversa; il secondo è denominato “PulciNellaMente, winteredition” e coinvolge Sant’Arpino (capofila), Orta di Atella e Frattaminore.

Il nuovo percorso avviato parte sotto i migliori auspici– affermano all’unisono i sindaci atellani – la sinergia tra i comuni atellani ha già dato un significativo risultato. La scelta di superare l’esperienza dell’Unione dei Comuni Atellani con un nuovo organismo snello e concreto, è stata giusta. Questi finanziamenti ne sono un esempio. I sindaci e gli amministratori della conurbazione atellana hanno ben chiara l’idea che si deve lavorare assieme e che, rispetto a talune questioni, siamo un unico territorio. Vite maritata a pioppo, vino asprinio, la rassegna di teatro scuola PulciNellaMente, la sagra del Casatiello, sonoalcune delle risorse ed eccellenze del territorio, capaci di attrarre visitatori e su cui dobbiamo puntare”.

“Dobbiamo ragionare come una comunità di circa 80 mila abitanti – continuano i primi cittadini – caratterizzata da tante problematiche ma soprattutto da tante eccellenze e da parte nostra ci sarà la massima attenzione verso tutte quelle opportunità che ci consentiranno di promuoverle”.

In conclusione i sindaci sottolineano con un pensiero di gratitudinel’importante apporto offerto nella fase di elaborazione della proposta progettuale da parte dei vari assessori e consiglieri delegati e da parte delle associazioni locali, comprese le Pro Loco.

FacebookTwitterGoogle+Share

Nel week end i grandi nomi del jazz protagonisti della II edizione del THINK JAZZ ad Orta di Atella

14:02

thinK jazzOrta di Atella. Tutto pronto per la seconda edizione del THINK JAZZ che, ancora una volta, nel primo fine settimana di Agosto trasformerà l’antico borgo di Casapozzano ad Orta di Atella in uno scenario estremamente suggestivo. Da venerdì 5 Agosto e sino a domenica 7 la piazza centrale dell’antico borgo atellano vedrà l’esibizione di alcuni dei più noti musicisti del panorama jazzistico nazionale in occasione del Festival organizzato dall’associazione THINK JAZZ in sinergia con l’associazione Scott LaFaro .

Ad alzare simbolicamente il sipario sulla rassegna 2016 sarà il concerto dell’ Elio Coppola Hammond Trio Feautirng Walter Ricci che prenderà il via alle 21:30 di venerdì. E quella pronta a deliziare le migliaia di fan che accorreranno nel centro atellano sarà una formazione davvero ben assortita con Elio Coppola alla batteria, Ben Paterson all’organo hammond, e Walter Ricci alla voce. Coppola è senza ombra di dubbio uno dei protagonisti della scena jazzistica italiana. Attualmente affianca alla sua attività principale, quella del musicista, il ruolo di direttore artistico del prestigioso festival della musica jazz di Capri, portando sull’isola azzurra alcuni tra i maggiori esponenti mondiali del Jazz. I suoi “ritmi” hanno accompagnato alcuni tra i migliori musicisti al mondo tra cui Benny Golson. Joey De Francesco, Peter Bernstein, Dado Moroni, Ronnie Cuber solo per citarne alcuni. Molto apprezzato dai suoi colleghi, è importante ricordare l’amicizia e la stima reciproca che lo lega al grande maestro Tullio De Piscopo che lo ha invitato recentemente al teatro Mercadante di Napoli per aprire un suo concerto. Per l’occasione si esibirà col suo hammond Ben Paterson, direttamente da New YorK City e ciliegina sulla torta, con il suo ritmo musicale e la sua creatività artistica, sarà Walter Ricci alla voce, che è considerato tra i grandi nomi della scena Jazz del momento. Nonostante la sua giovane età ha già collaborato con artisti di fama mondiale come Micheal Bublè.

Alle 21: 30 di sabato, il cartellone, preparato dall’associazione THINK JAZZ in collaborazione con l’ associazione ScottLaFaro, vedrà l’esibizione della Jerry Popolo Band che nell’occasione presenterà in anteprima il nuovo disco “BELEZA” uscito lo scorso 27 Luglio. Ad affiancare Jerry Popolo ed il suo sax, saranno Alessio Busanca al piano, Antonio De Luise al basso elettrico e Luigi Del Prete alla batteria. Popolo non necessita davvero di presentazione. Per lui parla una carriera che ha preso le mosse nel 1985 e che lo ha visto esibirsi in molti prestigiosi Jazz Festival, in tanti Music Club, in tour e occasionalmente con famosi musicisti jazz come Tony Scott, Kenny Barron, Ben Reily, Ray Drummond, Steve Grossmann, Lee Konitz, Benny Golson, Kim Volpe, Giovanni Tommaso e molti altri. Popolo ha prestato la sua opera in oltre 50 CD di diversi. Nel 2004 e nel 2008 sono

stati pubblicati due CD a suo nome con brani originali di sua composizione, rispettivamente “Soul eyes” (Mediterranea) e “Optimum” (Widesound) .

Gran finale domenica 7 con la perfomance dell’ Enrico Pieranunzi Trio, insieme al grande Pianista ci saranno Luca Bulgarelli al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Enrico Pieranunzi è a tutti gli effetti uno dei grandi dle jazz mondiale. Pianista, compositore, arrangiatore, ha registrato più di 70 Cd a suo nome spaziando dal piano solo al trio, dal duo al quintetto e collaborando, in concerto o in studio, con Chet Baker, Lee Konitz, Paul Motian, Charlie Haden, Chris Potter, Marc Johnson, Joey Baron. Pluripremiato come miglior musicista italiano nel “Top Jazz”, annualmente indetto dalla rivista “Musica Jazz” (1989, 2003, 2008) e come miglior musicista europeo (Django d’Or, 1997) Pieranunzi ha portato la sua musica sui palcoscenici di tutto il mondo esibendosi nei più importanti festival internazionali, da Montreal a Copenaghen, da Berlino e Madrid a Tokyo, da Rio de Janeiro a Pechino. A partire dal 1982 si è recato numerose volte negli Stati Uniti dando concerti in varie città tra cui New York, Boston, San Francisco. Di rilievo la sua partecipazione a Spoleto Festival Usa 2007 (Charleston, North Carolina) che ne ha voluto dare un ritratto completo proponendolo in concerti di piano solo, duo e trio. E’ l’unico musicista italiano di sempre ed uno dei pochissimi europei ad aver suonato e registrato (luglio 2009) nello storico “Village Vanguard” di New York. Proprio per il “Live at The Village Vanguard” gli è stato assegnato nel 2014 il prestigiosoEcho Jazz Award (equivalente tedesco dello statunitense Grammy) come Best International Piano Player. La prestigiosa rivista americana “Down Beat” ha incluso il suo cd “Live in Paris”, in trio con Hein Van de Geyn e André Ceccarelli (Challenge), tra i migliori cd del decennio 2000/2010.

“Questa seconda edizione del THINK JAZZ- dichiarano gli organizzatori - vuole rappresentare un ulteriore e significativo momento di crescita nel percorso artistico di una manifestazione che, seppur giovane, si augura di offrire ai propri spettatori un cartellone soddisfacente. Ringraziando quanti, a cominciare dagli sponsor, la renderanno possibile, e soprattutto a quanti con il proprio contributo volontario fanno sì che la kermesse riesca nel migliore dei modi. Non ci resta che dare appuntamento per il prossimo fine settimana. BUON THINK JAZZ a tutti”.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 7 8 9 10 11