CULTURA – Pagina 4

VIDEO- PulciNellaMente Winter Edition, Pierluigi Tortora: “Ripartire dai classici per riscoprire la nostra cultura e noi stessi”

15:57

Pierluigi TortoraFrattaminore    Protagonista della seconda serata di PulciNellaMente Winter Edition, l'attore Pierluigi Tortora ai nostri microfoni sottolinea l'importanza della "conoscenza dei classici per riscoprire la nostra cultura e noi stessi".

Tortora sabato scorso ha letto alcuni passi delle Georgiche davanti ad un folto pubblico accorso per l'occasione presso la sala consiliare del Comune di Frattaminore. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

PULCINELLAMENTE WINTER EDITION DA MACCUS A PULCINELLA. LA METAMORFOSI DI UNA MASCHERA MOSTRA DI LELLO ESPOSITO A CURA DI ENZO BATTARRA

18:23

Lello Esposito Sant'Arpino Lello Esposito Sant'Arpino 2

Sant'Arpino         La Pinacoteca di Arte Contemporanea “Massimo Stanzione” di Sant’Arpino, che ha sede nello splendido Palazzo Ducale Sanchez De Luna, domenica 22 gennaio ospiterà la mostra dell’artista internazionale Lello Esposito, dal titolo “Da Maccus a Pulcinella. La metamorfosi di una maschera”.

A curarla il direttore della galleria atellana Enzo Battarra, che scrive: “È stato naturale per me, come primo atto della direzione della Pinacoteca di Sant’Arpino, iniziare da Lello Esposito, l’artista che sta portando nel mondo i segni più viscerali di Napoli, come l’uovo, il teschio, l’effigie di San Gennaro, il corno, Pulcinella. E dalla maschera atellana Maccus a Pulcinella il passo è breve. L’uno progenitore dell’altro, figli di una stessa terra, figli di una stessa geniale invenzione popolare. Entrambi mangiatori cronici, vittime di una fame atavica, entrambi paladini di una libertà che irride il potere. Entrambi maschere senza maschera, senza ipocrisie. La metamorfosi di Maccus in Pulcinella non fa perdere l’identità a nessuno dei due. Sono figli di tempi diversi ma si portano dentro le stesse storie. Rappresentano la tradizione della metropoli partenopea diffusa e trovano in Lello Esposito l’artefice della loro innovazione”.

L’evento artistico rientra nell’intenso programma della winter edition di PulciNellaMente, il progetto culturale ideato da Elpidio Iorio ed elaborato dai Comuni atellani di Sant’Arpino, sindaco Giuseppe Dell’Aversana, Orta di Atella, primo cittadino Giuseppe Mozzillo, e Frattaminore, guidato da Giuseppe Bencivenga. Il progetto è finanziato dalla Regione Campania con i fondi del Programma Operativo Complementare (POC) 2014-2020 – Linea Strategica 2.4 “Rigenerazione Urbana, Politiche Per Il Turismo e Cultura”.

Prima del vernissage la presentazione della mostra con i saluti del sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Dell’Aversana e del presidente della Pro Loco Aldo Pezzella. Quindi, gli interventi del magistrato e garante etico di PulciNellaMente Nicola Graziano, del giornalista e sindaco di Marcianise Antonello Velardi e del critico d’arte Enzo Battarra. Conclusioni affidate al sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività culturali Antimo Cesaro. A coordinare il direttore di PulciNellaMente Elpidio Iorio.

 

 
FacebookTwitterGoogle+Share

PulciNellaMente Winter Edition, sabato a Frattaminore Pierluigi Tortora legge le “Georgiche”

18:28

PulciNellaMente Winter 2Frattaminore    Sarà Pierluigi Tortora il protagonista del secondo appuntamento delle “Letture in Terra Atellana”, sezione della winter edition di PulciNellaMente.

Sabato 21 gennaio alle ore 18,30 l’attore e regista casertano sarà impegnato nella sala consiliare del Palazzo Municipale di Frattaminore in un reading sulle “Georgiche” di Virgilio con la lettura di alcuni brani tratti dai quattro libri. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO- SPECIALE PULCINELLAMENTE WINTER EDITION. LE INTERVISTE A IORIO, BENCIVENGA, DELL’AVERSANA E MOZZILLO

21:49

PulciNellaMente Winter 2Napoli      Ai microfoni di AtellaNews il Direttore Generale di PulciNellaMente, Elpidio Iorio, il sindaco di Frattaminore, Giuseppe Bencivenga, di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, e di Orta di Atella, Giuseppe Mozzillo, illustrano il programma della prima edizione di "PulciNellaMente Winter Edition" che da giovedì prossimo vedrà numerosi protagonisti del mondo della cultura esibirsi nell'antica patria della Fabulae.

(altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Presentata PulciNellaMente Winter Edition. Jacopo Fo, Alessandro Preziosi, Lello Esposito e Pierluigi Tortora, ospiti della rassegna atellana

17:50

Pulci Winter EditionNapoli   Presentati stamattina nello studio del maestro Lello Esposito a Palazzo Sansevero a Napoli i nuovi appuntamenti di “PulciNellaMente Winter Edition”, il progetto culturale elaborato dai comuni atellani di Sant’Arpino, Orta di Atella e Frattaminore, e finanziato dalla Regione Campania con i fondi del Programma Operativo Complementare (POC) 2014-2020 - Linea Strategica 2.4 “Rigenerazione Urbana, Politiche Per Il Turismo e Cultura”. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, presentato “Cadebè” , il primo disco de “I Tiempo Antico”

8:32

tiempo-antico-750x400Orta di Atella      Presentazione in grande stile sabato scorso  del disco CADEBE', l’opera prima de “I Tiempo Antico”. L’evento, patrocinato dall’amministrazione comunale di Orta di Atella, si è svolto presso la Sala Consiliare ed ha visto la partecipazione del gruppo “Letti Sfatti”, di Lino Patriota, di Pio Del Prete, degli scrittori Donatella Di Bella e Mario Schiavone e del presidente dell’associazione Irma Bandiera, Mimmo Giuliano. Nel corso della serata, condotta da Angela Garofalo,i  Tiempo Antico, al secolo Giovanni Sorvillo, Salvatore Acerbo, Mario Lupoli, Giuseppe Vertaldi e Nicola Girardi  hanno illustrato il filo conduttore di questo nuovo lavoro. La formazione ha esordito nel 2015, col brano "Terra Avvelenata", testo premiato con ben 2 riconoscimenti. Un testo di denuncia e amore verso la propria terra  "avvelenata" da roghi e fumi tossici. Da qui, è partito un progetto musicale che si consolida in questo primo  album uscito lo scorso 7 dicembre, dal titolo CADEBE' , composto da 10 brani inediti più uno edito, è stato anticipato dal primo estratto "Nu Signore" uscito il 10 novembre. Quest'ultimo ha raggiunto in brevissimo tempo un numero corposo di visualizzazioni.

I testi sono scritti e musicati da Giovanni Sorvillo. Un lavoro pregno di sonorità mediterranee tradizionali e sperimentali, investono testi che attingono alla tradizioni, ai ricordi, e al presente in tutte le sue sfumature. Un album, che  evidenzia lo spessore artistico dei suoi componenti, mai scontati e nelle musiche come nei testi. Distribuito dalla Graf e prodotto da Gennaro Romano, il lavoro è fedele alla filosofia del gruppo per il quale il futuro è nel tornare indietro per andare avanti.

FacebookTwitterGoogle+Share

Area Atellana. Domani la Festa dell’Albero all’ex Vasca di Castellone

20:17

festa-dellalberoAgro Atellano     Si terrà domani, presso l’Ex Vasca Castellone, Domenica 11 Dicembre dalle ore 9, la Campagna Nazionale di Legambiente “Festa dell’Albero”.

L’iniziativa che vede l’attiva collaborazione delle Amministrazioni Comunali di Sant’Arpino, Succivo ed Orta di Atella, coinvolgerà i bambini delle scuole elementari ed i volontari dell’Associazione di Volontariato Geofilos e di altre associazioni atellane, nella realizzazione di una siepe che farà da barriera all’inquinamento da traffico veicolare generato nelle arterie immediatamente confinanti con l’area verde. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Al via la tre giorni di PulciNellaMente winter edition con Antonio Lubrano

8:33

pulci-winterAgro Atellano   Al via “PulciNellaMente, winter edition”, progetto culturale elaborato dai comuni atellani di Sant’Arpino, Orta di Atella e Frattaminore, e finanziato dalla Regione Campania con i fondi del Programma Operativo Complementare (POC) 2014-2020 - Linea Strategica 2.4 “Rigenerazione Urbana, Politiche Per Il Turismo e Cultura”.

(altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, domenica prossima il centro studi “Stanzione” presenterà “Il sogno di Safiyya”, ultimo libro del giornalista Nuccio Franco

6:36

locandina-nuccioOrta di Atella. Domenica 20 Novembre alle ore 18,00, il Centro Studi Massimo Stanzione di Orta di Atella presenterà il libro del giornalista romano Nuccio Franco: Il sogno di Safiyya, ed. Arkadia. Relatori della serata saranno la giornalista Annalisa Ucci, l’arch. Mario Di Lorenzo, entrambi attenti osservatori delle dinamiche sociali e del pluralismo religioso, ed il Direttore Alessandro Di Lorenzo, moderatore della Kermesse.

Il libro prende spunto dalla storia d’amore tra l’islamica Safiyya e l’ebreo Yoshua, che cercano di superare le barriere poste dalla società e dall’atavica distanza che da secoli divide le loro rispettive confessioni. Sullo sfondo di questa intensa storia d’amore si dipana il concetto di tolleranza e rispetto tra le diverse religioni. L’autore, grazie ad un lessico semplice ma non scontato, una grammatica ed una sintassi ben articolata e leggiadra nell’esposizione, riesce ad esprimere egregiamente la teoria del pluralismo religioso che significa andare oltre il testo scritto, ovvero giungere alla Verità non attraverso la “lettera” ma attraverso lo “spirito”. Dal libro del Nuccio si evince così l’importanza fenomenologica dell’esperienza, a discapito dell’elemento dottrinale, quale base imprescindibile della libertà di religione.

Il viaggio che l’autore descrive a Nevé Shalom ci descrive anche una possibile convivenza tra diverse confessioni, demolendo così gli assurdi assiomi concettuali degli stati teocratici.

Il romanzo è un’esplosione di filantropia, di rispetto tra gli esseri umani e di amore verso il prossimo, fattori costitutivi di un uomo/giornalista che ha fatto della sua vita una continua ricerca dell’Essere!

Supporters dell’evento saranno l’Ass. Ex Alunni Liceo Classico F. Durante, l’Associazione Italiana di Cultura Classica delegazione di Frattamaggiore e Atella TV.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, giovedì presentazione del libro “Loro diranno, noi dicamo” di Zagrebelsky e Pallante

10:25

coverOrta di Atella. Giovedì 27 Ottobre alle 19:30 si terrà, presso il Chiostro del Convento dei Frati Minori in P.zza San Salvatore a Orta di Atella, la presentazione del libro "Loro diranno, noi diciamo" di Gustavo Zagrebelsky e Francesco Pallante.

All'incontro organizzato dal Collettivo Politico Culturale "Città Visibile", all'interno della rassegna "Pretesti per Parlarne", parteciperanno l'autore Francesco Pallante, professore di Diritto Costituzionale presso l'Università di Torino e Giuseppe Cerreto, del Collettivo Città Visibile e responsabile del Comitato Atellano per il NO. Modererà l'incontro Renato Briganti, professore di Diritto Pubblico.

Loro diranno, noi diciamo è un libro quanto mai attuale, che servirà da spunto per parlare di politica, Costituzione e soprattutto del Referendum Costituzionale su cui saremo chiamati ad esprimerci il 4 Dicembre.

Nel saggio, diventato il manifesto delle ragioni del NO alla riforma, gli autori argomentano contro le modifiche della Costituzione – di cui si vorrebbero cambiare ben 47 articoli (oltre un terzo del totale) – e contro la legge elettorale, per il rinnovamento di una democrazia partecipata. Oltre alle critiche di merito (contraddizioni, errori concettuali, complicazione del sistema), vengono messe in evidenza le forzature procedurali che hanno connotato il percorso di approvazione delle due leggi. Ne emerge un quadro tutt'altro che rassicurante: le nuove regole del gioco politico risultano essere, a giudizio degli autori, sempre più un'imposizione unilaterale basata su rapporti di forza incostituzionali – leggi approvate in tutta fretta e al costo di qualunque forzatura.
Il libro si chiude offrendo al lettore il confronto, articolo per articolo, del testo della Costituzione vigente con quello che scaturirebbe dalla riforma. Ciò allo scopo di offrire al cittadino una chiara visione d'insieme del nuovo dettato costituzionale.
Una presentazione che va nel solco dell'impegno nella campagna referendaria per il NO, nella quale il Collettivo Città Visibile è impegnato, essendo tra i promotori del Comitato Atellano per il NO.
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, domenica il centro studi “Stanzione” presenterà il libro “Pisacane – lettere al fratello Borbonico 1847-1855”

14:54

pisacane-ortaOrta di Atella. Domenica 9 ottobre alle ore 18,00 il Centro Studi Massimo Stanzione presenterà il libro di Carmine Pinto, Silvia Sonetti, dell’Università di Salerno e di Ernesto Maria Pisacane, discendente del noto eroe risorgimentale: “PISACANE – LETTERE AL FRATELLO BORBONICO 1847-1855”, edizioni Rubbettino. Il dibattito sarà moderato dal Direttore del Centro Studi Alessandro Di Lorenzo. Molte delle lettere presenti nel testo sono inedite e provengono dall’archivio della famiglia Pisacane. La scelta di presentarlo ad Orta di Atella è stata dettata dalla volontà di volere omaggiare la cittadina che diede i natali alla compagna del Pisacane: Enrichetta di Lorenzo. Le lettere conducono il lettore in una sfera personale di affetti dei due fratelli Pisacane: Filippo e Carlo, ma al contempo rendono ancora più chiare le ragioni delle loro antitetiche scelte politiche. Filippo, infatti, fratello maggiore, dedicherà tutta la sua vita alla causa lealista e alla monarchia borbonica, essendo un ufficiale degli Ussari, fino all’epilogo dei fatti di Gaeta e il successivo esilio a Marsiglia, mentre, di converso Carlo affiderà al suo triste destino della spedizione di Sapri il suo più alto inno alla rivoluzione italiana e allo stato unitario. Nel 1849 i due fratelli rischiarono anche di combattere su fronti opposti presso Velletri, durante la repressione della Repubblica Romana. Nonostante le divergenze politiche, i due seppero amarsi e rispettarsi, e nessuno cercò mai di dissuadere l’altro nelle proprie scelte di campo. Carlo divenne così l’eroe sfortunato tanto acclamato dal Risorgimento, mentre Filippo condusse i suoi ultimi giorni come Generale borbonico in esilio, dove riuscì a vivere grazie ad un vitalizio concessogli da Francesco II. Dalle lettere emerge l’indole indomita ed amorevole della Enrichetta, che continuava a scriverle insieme all’amato Carlo. Dall’epistolario traspare anche evidente il ruolo dei Di Lorenzo nella lotta risorgimentale e soprattutto il loro rapporto con la famiglia ebrea-tedesca dei Rothschild, ai quali i due fuggiaschi chiesero spesso aiuto durante il loro peregrinare errante per l’Europa.

L’evento ha come supporters l’Associazione Ex Alunni Liceo Durante, l’AICC delegazione di Frattamaggiore ed Atella TV.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 5 6