ORTA DI ATELLA – Pagina 25

Orta di Atella. Il Partito Socialista: “Pressione fiscale ed evasione le priorità da affrontare”

16:14 espedito zielloOrta di Atella        Riceviamo e pubblichiamo dalla locale sezione del Partito Socialista.

"Mentre l’attenzione altrui è focalizzata principalmente su chi dovrà essere il futuro primo cittadino, il Partito Socialista di Orta di Atella è pienamente impegnato nell’affrontare fin da subito alcune spinose questioni e problematiche che affliggono la cittadinanza ortese ed in particolar modo di quella parte virtuosa che con dedizione, spirito di responsabilità e senso civico paga le imposte e tasse locali, che sono divenute nel corso degli anni via via dei fardelli insopportabili con sapore vessatorio. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Era di Marcianise il giovane trovato morto a bordo della sua auto ad Orta di Atella

13:08

carabinieriOrta di Atella      Si chiamava Salvatore Gionti il trentatreenne di Marcianise trovato morto ieri sera a bordo della sua vettura in Via Marco Pantani ad Orta di Atella.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, trovato cadavere in auto in via Marco Pantani

20:05

carabinieriOrta di Atella. E' stato trovato circa mezz'ora fa il corpo senza vita di un uomo in un'automobile parcheggiata in via Marco Pantani. L'uomo avrebbe circa 33 anni e, in base alle prime ricostruzioni, tutte da verificare, sarebbe morto per cause naturali. Sul posto gli inquirenti per ricostruire le dinamiche dell'accaduto.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, festa per la giornata inaugurale della scuola calcio Red Devils

18:01 20664054_1375170985937790_8523354430082187954_nOrta di Atella. Grande entusiasmo per la giornata inaugurale della nuova stagione sportiva della scuola calcio Red Devils di Orta di Atella. Domenica primo ottobre un'allegra ondata di bambini in rosso ha invaso il centro New Soccer Five. Tra animazione  e tanta passione per il gioco del  calcio i bambini, accompagnati dai rispettivi istruttori, hanno dato vita ad una splendida mattinata di sport e  sano  divertimento per la gioia e l’apprezzamento dei tantissimi genitori presenti. Più che soddisfatti i responsabili della scuola calcio di Orta Atella, Chianese e Donadio che hanno in mente un progetto sportivo assai ambizioso  per far si che la società del presidente Cirillo possa accogliere, far crescere ed educare sportivamente in modo sano e leale tutti i bambini del territorio atellano. Con la speranza che un giorno qualche piccolo campioncino possa calcare palcoscenici prestigiosi. I responsabili ringraziano gli istruttori D’ Angelo, Costanzo, Di Palma e Sorvillo per la preziosa collaborazione.
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, “Città Visibile” presenta la strategia “Rifiuti Zero”

17:21

12049219_457325704438890_8275580996032903694_nOrta di Atella. Sarà Paul Connett, professore di chimica e tossicologia alla St. Lawrence University, nello stato di New York e tra i principali teorici della strategia “Rifiuti Zero” ad aprire la nuova edizione della Rassegna “Pretesti per Parlarne” organizzata dal Collettivo Politico Culturale “Città Visibile” in collaborazione con la Rete di Cittadinanza e Comunità.

Il prof. Connett parlerà della sua teoria riguardante la gestione dei rifiuti solidi urbani, tra i più fermi oppositori dell’incenerimento dei rifiuti la sua teoria composta da dieci fasi ruota a tre pilastri fondamentali: Riusare, Ridurre e Riciclare.

Interverranno all'evento che si terrà Domenica 8 Ottobre dalle ore 18:00 presso la Sala Consiliare di Orta di Atella anche  Miriam Corongiu, contadina e attivista della Rete di Cittadinanza e di Comunità mentre la moderazione sarà affidata alla giornalista RAI Francesca Ghidini.

“Questo incontro sarà un ulteriore occasione per contrapporre il nostro modello per affrontare il ciclo dei rifiuti rispetto a quello usato negli ultimi decenni” precisa Vincenzo Tosti, portavoce del Collettivo Città Visibile. “Vogliamo affermare in modo forte che esiste un'altra via a quella dell'incenerimento e delle discariche temporanee sulla carta e permanenti nei fatti come San Pancrazio e San Giorgio ad Orta di Atella dimostrano, vogliamo far conoscere la nostra visione di Città, dire agli ortesi che non dobbiamo rassegnarci alla mala gestione della cosa pubblica e vogliamo farlo partendo dalla gestione della raccolta rifiuti, non dall'emergenza ma dall'ordinarietà”

Paul Connett, il massimo protagonista della crescente diffusione nel mondo di rifiuti zero, ripercorrerà i successi di questo nuovo percorso di cambiamento ed indicando come attuare concretamente i 10 passi per giungere ad una società a rifiuti zero, portando anche esempi di buone pratiche già iniziate in altri comuni e quindi riproducibili.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, Le Pro Loco di Orta di Atella e Casapozzano commemorano i Martiri Atellani

18:55

eccidio atellanoLe Pro Loco di Orta di Atella e Casapozzano, in collaborazione con il Circolo Didattico-Scuola Media “M.Stanzione”e l’istituto alberghiero “S.Salvatore”,  organizzano la “Memoria Storica dell’Eccidio Atellano”, in programma venerdi 29 e sabato 30 settembre  presso la chiesa e il chiostro del Santuario di S. Salvatore in p.zza Principessa Belmonte ad Orta di Atella.

Venerdi 29, alle ore 10:00, inizio del percorso turistico-culturale-storico-sociale, con inaugurazione ed apertura della mostra “Ieri ed oggi”, mostra di attrezzi agricoli per la lavorazione della canapa e disegni degli alunni della scuola primaria e secondaria concernenti  la mostra fotografica-storica sull’agro atellano, denominata “Colora la tua città”.

Alle 18:30, seminario sul negazionismo “Eccidio Atellano”, nella chiesa di S. Salvatore.  A moderare i lavori Agnese Panico, relatore l’avvocato Pasquale Ragozzino, conclusioni dei presidenti delle Pro Loco, Carmela Tessitore e Salvatore Sorvillo.

Sabato 30, alle ore 10:00, Santa Messa nella chiesa di S. Salvatore concelebrata dal vescovo Angelo Spinillo e dai sacerdoti dell’area atellana . Commemorazione dell’Eccidio Atellano compiuto dai nazisti il 30 settembre 1943.

Alle 11:30, proiezione del film “La via nova (Formiche)”.

La “via nova”, che dà il titolo al film, era una grande via di collegamento dell’area atellana percorsa quotidianamente dai mezzi militari tedeschi.

La pellicola dei registi Concetta De Cristoforo e Michele Cinquegrana e dello sceneggiatore Roberto Russo racconta la storia dell’eccidio di Atella, verificatosi il 30 settembre 1943, in cui persero la vita 24 ortesi.

FacebookTwitterGoogle+Share

Frattaminore, centrato un 5 da 32mila euro al SuperEnalotto

18:34

Fralottottaminore. Pochi euro giocati e il Jackpot del  SuperEnalotto solo sfiorato per un giocatore di Frattaminore, che nell’ultimo concorso porta però a casa un 5 da 32mila euro.

La schedina vincente, riporta Agipronews, è stata convalidata alla ricevitoria in via San Nicola 12.

Il Jackpot, intanto, continua a crescere e adesso la sestina esatta vale 36,1 milioni di euro.

In Campania il 6 non si vede dal 30 dicembre del 2014, con 18 milioni vinti a Castellamare di Stabia,  mentre nel 2017 la vincita più alta è un 5 da 99mila euro realizzato a San Michele di Serino (Avellino)lo scorso 20 maggio.

FacebookTwitterGoogle+Share

L’ Associazione “Scusate il ritardo” – Sant’Arpino lancia “La Corrida – Atellani allo sbaraglio”

12:36 corridoneL'associazione "Scusate il ritardo" con il patrocinio del Comune di Sant’ Arpino presenta la prima edizione de "La Corrida - Atellani allo sbaraglio" che si terrà in due serate presso il Palazzo Ducale Sanchez de Luna d’Aragona . La prima serata, dedicata agli UNDER 14 si svolgerà questa sera  SABATO 16 SETTEMBRE ALLE ORE 20:30 e sarà accompagnata dall’esibizione della giovane cantante santarpinese Luisa Pitocchelli. La seconda e ultima serata invece, riservata agli OVER 14, avrà luogo domani DOMENICA 17 SETTEMBRE ALLE ORE 20.30 e vedrà  la partecipazione dei ragazzi del gruppo folk “Vianova e Suon&Passion”tutti originari della zona Atellana. Ora è finalmente giunta l’ora di dare sfogo al talento e alla creatività dei partecipanti che si esibiranno sotto l’occhio vigile di una giuria di qualità chiamata a misurare l’intensità degli applausi da parte del pubblico, non a giudicare l’esibizione. Le serate saranno allietate anche da gustosi stand gastronomici che daranno la possibilità di degustare ottimi panini con bibite. Stasera spazio ai più piccoli, possiamo invece presentare in esclusiva la scaletta di domani :
  1. Elpidio D’Elia canta “ Io vagabondo”.
  2. Gabriele Amendola
  3. Francesco Rasulo canta Nino D’Angelo “Core e papà”
  4. Angelo Gaudino
  5. Concetta Palma
  6. Francesco Pezzella canta “Ricominciamo”
  7. Elpidio D’Errico canta Pino Daniele
  8. Antonella Capasso
  9. Gennaro D’Auria
  10. Angelo Cammisa canta Frank Sinatra
  11. Pasquale D’Antonio
  12. Enzo Amendola
  13. Marta Ragozzino canta Il Volo.
   

Antonio Capasso

FacebookTwitterGoogle+Share

Il Centro Accademico Movimento Danza di Frattaminore spegne 10 candeline

9:39

Il Centro Accademico Movimento Danza di Frattaminore festeggia 10 anni di attività.

La scuola  diretta dalla Maestra Nicoletta Barra conta oggi circa 100 allievi, e aprì i battenti il 13 settembre di dieci anni fa, a pochi metri dall’attuale moderna sede di via Strauss a Frattaminore.

Ci sono insegnanti per ogni disciplina, e da sempre lezioni di danza classica, danza moderna, jazz e hip-hop si alternano con regolarità e rigore presso la struttura.

danza“La mia è una scuola d’eccellenza- dichiara la Maestra Nicoletta Barra- e , tra le altre cose, lo dimostra proprio il fatto che abbiamo diversi insegnanti per le diverse discipline. Io non mi sono mai risparmiata, ho sacrificato e continuo a sacrificare ogni mia giornata per questa passione che cerco di trasmettere ai ragazzi che si affacciano a questo mondo ricco di valori, assolutamente lontano dagli stereotipi commerciali che ci impongono i mass media e i talent”.

Disciplina, Tecnica, cura meticolosa per i dettagli e anche un pizzico di fantasia e creatività nell’allestimento delle coreografie. Queste le peculiarità del Centro Accademico Movimento Danza.

“ Puntiamo ad una scuola più seria- continua la direttrice- che sappia fornire uno sbocco professionale ai nostri allievi che vengono periodicamente esaminati sia da una commissione interna sia da una esterna.  Per il saggio di fine anno  preferiamo spostarci a Napoli al Teatro Mediterraneo  perché lo riteniamo estremamente più adatto ad un saggio di danza rispetto ai teatri della zona, ha una ricettività  maggiore e il palco ha una profondità  che permette ai giovani ballerini di esprimersi al meglio. Spero di riuscire a cambiare la mentalità in questo campo. La televisione di certo, non ci viene in aiuto”.  La scuola ha due grandi sale, una per i corsi degli adulti e una per i bambini: la pavimentazione di entrambe le sale è dotata di una camera d’aria sottostante in modo da attutire al meglio i colpi. Inoltre, ha anche uno spazio curato da una valida nutrizionista che a cadenza settimanale è a completa disposizione degli allievi oltre ad essere dotata di due spogliatoi, un bar e una sala studio dove i ragazzi che seguono più corsi possono rimanere di pomeriggio a studiare.

“Questo per creare un ambiente accogliente che affianchi gli allievi e li accompagni nel loro percorso di crescita sia accademico che personale” – conclude la Maestra Barra.

FacebookTwitterGoogle+Share

Veleno, arriva al cinema il film denuncia sulla Terra dei fuochi

9:25

A partire da questo weekend sarà proiettato nelle sale cinematografiche “Veleno”, il filma che racconta la terra dei fuochi.

locandina velenoLa pellicola del regista Diego Olivares, prodotta  da Bronx Film, Minerva Pictures e Tunnel Produzioni  è stata presentata alla settimana della critica della Mostra del cinema di Venezia.  Nel cast Massimiliano Gallo, Salvatore Esposito, Luisa Ranieri, Gennaro di Colandrea, Miriam Candurro, e la partecipazione straordinaria di Nando Paone.

Le musiche sono di Enzo Gragnaniello, Marco Messina, Sasha Ricci (99 posse).

Veleno porta in scena il dramma di un territorio violato, contaminato dai veleni che criminali senza scrupoli hanno disseminato in buona parte del casertano. In un piccolo centro di quella provincia, un'umile famiglia di agricoltori rifiuta di lasciare che i suoi terreni diventino una discarica a cielo aperto. Cosimo Cardano (Massimiliano Gallo) e sua moglie Rosaria (Luisa Ranieri) lottano contro la piaga dei rifiuti tossici, senza lasciarsi piegare dalle minacce e ripercussioni da parte di alcuni esponenti della camorra, tra i quali il giovane avvocato Rino (Salvatore Esposito). Se la coppia non vuole staccarsi dalle proprie radici, né abbandonare la terra a un potere mafioso che corrompe e distrugge, Ezio, fratello di Cosimo, e sua moglie accettano di essere complici della devastazione dei loro territori, attratti da facili guadagni e spaventati dalle conseguenze di un'opposizione. A complicare ulteriormente le cose è la grave malattia di Cosimo causata dal veleno che contamina l’acqua, i raccolti, il bestiame. La storia di Cosimo diventa la sintesi delle piccole e grandi contraddizioni di una terra abbandonata a se stessa, dove l’unico potere riconosciuto è quello criminale.

“Uno sguardo dal basso- racconta Diego Olivares- per raccontare uno squarcio di vita di una famiglia di contadini in un piccolo paese del casertano . Ciò che li accomuna tutti è proprio quel veleno che dalla terra arriva alle piante, all’acqua, ai corpi e dunque spesso finisce per corrompere anche gli animi”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Casaluce, la soddisfazione di FN per la revoca degli incarichi professionali dell’Ambito C6 che comprende anche i comuni atellani

14:23

forza-nuova-dolce-gabbanaCasaluce. «Una piccola, grande vittoria». E' il commento del gruppo cittadino di Forza Nuova alla notizia della revoca degli incarichi professionali nell'AmbitoC6, ambito territoriale socio-sanitario che raggruppa Aversa, Carinaro, Cesa, Gricignano d’Aversa, Orta di Atella, Sant’Arpino, Succivo, Teverola di cui Casaluce, retto dal Sindaco Rany Pagano, è comune capofila.

«Siamo soddisfatti dell'esito di questa vicenda. Quella del Conferimento incarico di collaborazione occasionale autonoma per l'Ufficio di Piano dell'Ambito C06, guarda caso assegnato alle figlie di due dipendenti comunali nonché responsabile e dirigente dell'Area Finanziaria del Comune e dello stesso ambito, si configurava come atto di nepotismo. Nella determina pubblicata quest'oggi dal Coordinamento Ambito C6, - afferma il direttivo cittadino FN - il Tavolo Istituzionale, con verbale del 27/7/2017, "ha evidenziato che non è stato approvato, con la stesura del Piano di Zona o altro atto separato, il piano per le assunzioni del personale per l’anno 2017 presso l’Ufficio di Piano, anche sotto forma di contratto di lavoro occasionale e temporaneo. Inoltre, l’avviso pubblico per la formazione dell’elenco dei potenziali prestatori di lavoro, non è stato, ampiamente, pubblicizzato sui siti dei comuni associati", questo grazie alla nostre denunce presentate illo tempore».

«Le nostre segnalazioni si basano esclusivamente sulla trasparenza che un ente Comunale, sia Comune o Ambito territoriale, devono adottare. Nel caso dell'ambito - ribadiscono i nazionalisti - si è configurato un atto di favoritismo da parte dell'Amministrazione Pagano ma ci duole sottolineare l'indifferenza totale da parte degli altri Comuni dell'Ambito, interessatosi della cosa pubblica solo a denunce fatte. Questo fa capire come le riunioni erano soltanto formalità di rito. Da parte nostra - concludono i nazionalisti - resta totale soddisfacimento per la conclusione di questo caso ma l'azione di controllo da parte di Forza Nuova resta comunque attiva».

FacebookTwitterGoogle+Share
1 23 24 25 26 27 38