POLITICA – Pagina 12

Orta, PSI, Espedito Ziello entra nel consiglio nazionale del partito. Presenza socialista sul territorio e rilancio dell’azione amministrativa locale

14:13

PSIOrta di Atella. In occasione del Congresso Nazionale Straordinario del PSI (Partito Socialista Italiano) celebrato a Roma in quest'ultimo fine settimana, che ha visto la conferma del segretario nazionaleOn. Riccardo Nencini, c’è stata anche la nomina, come componente casertana,nel Consiglio nazionale del Partito, diEspedito Ziello, dirigente provinciale e segretario della sezione PSI di Orta di Atella.

Ringrazio vivamente- dichiara il segretario E. Ziello- oltre i compagni ortesi, anche quelli dell'intera provincia, per la fiducia ripostami.

L'Essere Socialista, mi ha da sempre indotto a lavorare per il partito e con il partito.

Proverò insieme agli altri compagni casertani nominati nel Consiglio Nazionale, a rappresentare indistintamente le istanze di tutta la provincia.

Sicuro che solo una mentalità di "squadra", dove si lavora in completa sinergia tra le parti e nel rispetto dei ruoli, può portare il PSI ad una crescita e maturità in Terra di Lavoro.

Le ultime vicissitudini politiche nazionali anche all'indomani dell'esito referendario, hanno imposto una importante riflessione politica.

Usciamo dal Congresso di Roma, con la consapevolezza dell'esigenza di una marcata presenza socialista nell'attuale sinistra italiana.

Il divorzio breve, le unioni civili, il registro unico automobilistico, il nuovo codice degli appalti, la lotta alla ludopatia, la no-tax area nei luoghi del terremoto, sono battaglie politiche condotte e vinte dai socialisti negli ultimi anni.

Il Psi non voterà in Parlamento il decreto legge che abolisce i voucher, se non saranno previste soluzioni alternative per evitare il lavoro nero sui mini-lavori.

Così come i Socialisti si batteranno per il no-alla privatizzazione di poste e treni regionali;

per il reddito di solidarietà attiva legato ad attivitàsociali; per il voto ai sedicenni per le amministrative;

per il testamento biologico e per gli sgravi fiscali ad aziende che assumono e sono locate in Italia.

Azioni politiche ed amministrative di Sinistra, come quelle intraprese in Regione Campaniadal nostro leader On. Enzo Maraio, non ultime la tutela della sicurezza e prevenzione sui posti di lavoro e la stessa proposta di dichiarazione anticipata di trattamento.

Così come la federazione provinciale di Caserta, sotto la fervente guida della Prof. Marialuisa Chirico, si sta’ battendo tra l'altro per la tutela del Museo Campano di Capua, e si batterà fortemente per la bonifica e la prevenzione nella Terra dei Fuochi, come perla questione giovanile in Terra di Lavoro.

I Socialisti amano caratterizzarsi per scelte esclusivamente politiche, le stesse – dichiara sempre il segretario Ziello – che ci spingono a sostenere l’attuale maggioranza amministrativa ad Orta di Atella. Coerentemente rispettosi dell’impegno assunto in campagna elettorale, crediamo fortemente nel bisogno di scrivere una nuova pagina politica, basata principalmente sul confronto e rispetto dei ruoli. In quest’ottica è spiegata anche la nostra presenza all’interno dell’esecutivo, con l’Assessore con delega alla Cultura e al Personale, Angelo Cervone, impegnato attivamente  in iniziative di grande spessore tese alla rivalutazione della cultura atellana, così come anche l’impegno per la tutela dell’antico Municipio di Atella. Mentresul fronte personale dell’Ente Comune, è stato completato l’iter per il rilevamento delle presenze sul lavoro con il metodo d’impronta biometrica, e si è ridata dignità agli Lsu (lavoratori socialmente utili) redigendo un apposito regolamento che ne disciplina l’operato. Un impegno concreto ed operativo che va’ associato a quello del nostro consigliere delegato all’urbanistica Antonio Russo, che sta’ impegnandosi con vemenza, sollecitando l’attuale amministrazione per un netto cambio di tendenza in questo settore. Lacontinua ed insistente richiesta dell’insediamento della Commissione Sismica (L.R.16/14 e succ.),  ed un ampliamento dell’ufficio urbanistica con nuove figure professionali, sono due delle prerogative dell’azione consiliare. Attendiamo l’ufficialitàin Consiglio Comunale dellacertificazioneda parte del MEF (Ministero Economia e Finanza) per l’ipotesi di Bilancio stabilmente riequilibrato, indicato come “passaggio chiave” per il proseguimento delle attività, poiperò non daremo più“proroghe” per un rilanciodefinitivo dell’azione di governo locale.

C’è bisogno, insieme ad un cambio di mentalità, di continuare a dare risposte importanti e concrete, così comein campo urbanistico anche in quello ambientale, sociale, e per quanto concerne lo stato degli impianti sportivi locali. Come Segreteria, insieme alla rappresentanza amministrativa, abbiamo chiesto confronti diretti con il Sindaco e all’attuale Assessore alle finanze, anche per la questione tributi. Convenendo che sia fondamentale unincremento della raccolta differenziata, attualmente a percentuali basse; una definizione “oculata” dei costi del sistema di raccolta e delle modalità di smaltimento dei rifiuti. Ed in quest’ottica s’inquadra anche il progetto contro l’evasione tributipromosso dal nostro consigliere comunale in concertazione con il Comando dei Vigili Urbani, l’Ufficio Suap locale e quello Tributi, che punta ad un capillare censimento di tutte le utenze presenti sul territorio, per combattere questogravoso rischio. Solo così facendo, potremmo beneficiare almeno nei prossimi anni, di una sostanziale riduzione della pressione fiscale, nel pieno interesse della nostra collettività. Siamo inoltre sempre pronti, -conclude il segretario Ziello – ad un tavolo di confronto politico con tutti i partiti, le associazioni locali, che si rivedono in una visione Riformista del nostro territorio. Contrari da sempre ad ogni forma di personalismo esasperato, riteniamo che un progetto politico condiviso di riformismo, possa essere la linea guida da affidare a questo paese. Sicuri che l’interesse dei Socialistisaràsempre e solo quello di lavorare per il bene comune, per il bene della nostra gente.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, Cantone archivia la richiesta di inconferibilità di D’Ambrosio e Indaco sulla nomina di Giardullo: non c’è incompatibilità

14:56

cantoneOrta di Atella. Con un documento protocollato in data 15 marzo 2017, Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, ha archiviato l’esposto dei consiglieri comunali di Orta di Atella, Eduardo Indaco e Ferdinando D’Ambrosio, relativo all’inconferibilità, ai sensi del d.lgs. 39/2013, della nomina di assessore al bilancio del Comune di Orta di Atella del dott. Giardullo Enzo.

L’esposto dei due consiglieri, acquisito al protocollo generale dell’autorità nazionale in data 13 gennaio 2017, poneva all’attenzione di Cantone l’ipotetica inconferibilità dell’incarico del dott. Giardullo, poichè lo stesso ha ricoperto, tra il 20 settembre 2014 e il 2 dicembre 2014, l’incarico di componente del collegio dei revisori dei conti del Comune di Orta di Atella, svolgendo la propria attività in maniera continuativa e retribuita. Successivamente, nel trimestre febbraio-maggio 2015, ha esercitato le funzioni di componente del nucleo di valutazione del suddetto comune, attribuitogli dal Sindaco pro tempore con Decreto n.13 del 4 febbraio del 2015. Nel successivo agosto dello stesso anno il dott. Giardullo è stato nominato Assessore al bilancio del Comune di Orta di Atella. Su quest’ultima nomina viene richiesta l’inconferibilità, dai due consiglieri, ai sensi dell’art. 1 e 4 del d.lgs. 39/2013, visto e considerato che l’assessore al bilancio ha ricoperto, nei due anni antecedenti, incarichi professionali dall’Ente che gli ha conferito l’incarico.

L'ANAC respinge, in modo semplice e sintetico, l’esposto dei due consiglieri. Cantone, infatti evidenzia come l’art. 4 del suddetto decreto legislativo stabilisce che l’inconferibilità di incarichi amministrativi di vertice o dirigenziali “a colore che, nei due anni precedenti, abbiano svolto incarichi e ricoperto cariche in enti di diritto privato regolati e finanziati dall’amministrazione o dall’ente pubblico che conferisce l’incarico ovvero abbiano svolto in proprio attività professionali, se queste sono regolate, finanziate o comunque retribuite dall’amministrazione o ente che conferisce l’incarico”. Disposizioni che escludono, nella fattispecie, incarichi di natura politica come quello relativo al dott. Giardullo stabilendo, in modo limpido, che non si rilevano situazioni di inconferibilità o incompatibilità di cui al d.lgs. 39/2013.

Cantone richiama, per un ulteriore approfondimento, l’art. 236 del d.lgs. 267/2000 contenente disposizioni sull’incompatibilità e sull’ineleggibilità dei revisori contabili, evidenziando come, anche in questo caso, non sussistono situazioni di incompatiblità poiché la norma prevede, per la configurazione della fattispecie, che l’incarico di componente nell’organo dell’ente locale sia stato conferito nei due anni antecedenti la nomina di revisore e non viceversa come nel caso considerato.

Il documento, conclude deliberando l'archiviazione della richiesta pervenuta.

Sbirciando le carte, quindi, il caso sollevato da D’Ambrosio e Indaco, appare più che infondato.

Idio Maria Francesco Urciuoli

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, avviata la procedura per l’affido in concessione del parco “Padre Erasmo Parente”

20:42

comuneortadiatellaOrta di Atella. L'amministrazione comunale di Orta di Atella guidata dal Sindaco Guiseppe Mozzillo ha deciso di affidare in concessione la gestione del Parco Giochi “Padre Erasmo Parente” con annesso chiosco. L'8 febbraio, il settore Welfare- Attività produttive dell'ente atellano ha ratificato la determinazione n. 4 ad oggetto l'avvio della procedura per la gestione del polmone verde di 9mila metri che insiste su via Verdi, richiamando una delibera di giunta del 2015.

L'affidamento della gestione della Villa Comunale- spiega il primo cittadino Mozzillo coadiuvato dall'assessore al ramo Rosaria Autieri- è un vero e proprio investimento dell'amministrazione per la riqualificazione di uno spazio verde di centrale importanza per tutti i cittadini, grandi e piccoli, di Orta di Atella”.

Il bando per la gestione del Parco ludico è rivolto a soggetti privati, ditte, cooperative, associazioni, muniti di specifici requisiti previsti dalla lettra F del relativo bando, ed ha per oggetto l'affidamento di alcuni servizi, come la custodia della Villa, la gestione dei servizi, la pulizia, la manutenzione ordinaria e straordinaria del verde pubblico e dell'arredo urbano. Il soggetto vincitore della gara gestirà l'area per cinque anni a partire dalla stipula del contratto rinnvabile con apposito provvedimento amministrativo e dovrà stipulare apposita polizza assicurativa per i rischi derivanti da responsabilità civile contro terzi. Il corrispettivo annuo a base d’asta che il gestore dovrà versare è di cinquemila euro.

Confidiamo in una buona partecipazione al bando – continua Mozzillo – e, soprattutto, confidiamo in una gestione che risponda con un servizio di qualità alle esigenze di buon utilizzo e valorizzazione del parco giochi e delle strutture annesse».

Un approccio, insomma, più pedagogico che amministrativo, quello di Mozzillo che punta a trasformare la Villa in un vero e proprio contenitore culturale e di intrattenimento con eventi culturali, ludici, sportivi e musicali. Una sorta di oasi naturalistica attrezzata, un posto ideale dove trascorrere tempo di qualità, insieme ai bambini con i cittadini che spesso nel week end si danno appuntamento per chiacchierare e godersi il bel tempo.

Il bando è consultabile sul sito istituzionale del comune (www.comune.ortadiatella.ce.it)

FacebookTwitterGoogle+Share

Referendum. Il No oltre il 70% in tutti i comuni atellani

8:12

referendum-riforma-costituzionale-noAgro Atellano.     Vero e proprio plebiscito per il No nell’area atellana che si attesta ovunque al di sopra del 70%.  Partiamo da Sant’Arpino dove si sono recati al voto 6.823 aventi diritto pari al 61,24% degli elettori. I No sono stati  4.926 pari al 72,73%, mentre i Sì 1.847 pari al 27,27%. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta: Indaco di nuovo presidente del consiglio comunale, la soddisfazione di Luigi Bosco

12:13

indacoOrta di Atella    «La decisione del Tar Campania di accogliere il ricorso di Eduardo Indaco, contro la delibera con la quale gli era stata revocata la nomina a presidente del consiglio comunale di Orta di Atella, riporta la democrazia in seno all’Assise. Non ho mai avuto dubbi sulla regolarità dell’attività di Eduardo, autorevole esponente di ‘Campania libera’ in provincia di Caserta, il quale ha sempre rispettato i doveri istituzionali, di neutralità ed imparzialità tipici del presidente del consiglio comunale». (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Consiglieri ed assessori di Orta di Atella e Sant’Arpino aderiscono a ‘Campania libera’

11:01

campania-libera-1Orta di Atella     La famiglia di ‘Campania libera’ in provincia di Caserta cresce sempre di più. In questi giorni, infatti, il consigliere regionale Luigi Bosco, referente in Terra di Lavoro dello storico movimento politico del governatore Vincenzo De Luca, ha annunciato l’adesione di amministratori di alcuni comuni dell’agro aversano.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, inaugurata ieri la nuova sede del PSI “Sandro Pertini”

8:16

Orta di Atella. partitosocialistaitalianoDomenica 13 novembrenei locali di via San Donato, si e’ tenuta l’inaugurazione della nuova sede del PARTITO SOCIALISTA ITALIANO di Orta di Atella sezione “S.Pertini”. Una sala gremita di cittadini, iscritti di partito e componenti politiche che hanno partecipato all’evento. Ha introdotto i lavori, da “padrone di casa” il segretario della locale sezione Espedito Ziello, e sono intervenuti gli amministratori socialisti, il consigliere comunaleAntonio Russoe l’assessore Angelo Cervone;il sindaco di Orta di Atella Giuseppe Mozzillo, per un saluto istituzionale;il segretario provinciale Prof. Maria Luisa Chirico e quello regionale Marco Riccio, e l’intervento centrale dell’On. Enzo Maraio, consigliere regionale PSI, punto di riferimento di tutti i compagni Socialisti. Nel ringraziare tutti per la sentita partecipazione - il segretario Espedito Ziello - ha ricordato l’importanza ed il valore politico di una Sezione come entità e anche come mezzo attraverso cui , i partiti debbono riproporsi e riprendersi la scena politica. Ha rivendicato la storicita’ del Partito Socialista di Orta di Atella, e nel contempo la sua capacita’ di rinnovamento, con la presenza di tanti giovani. Ha rimarcato la composizione del Comitato locale per il Si , in una battaglia referendaria, tesa solo ed esclusivamente ad un’azione riformista per l’Italia intera. E’ stato confermato il sostegno all’attuale amministrazione, sottolineando il lavoro certosino fin qui’ svolto dall’esecutivo cittadino, per un ritorno ad uno stato di normalita’ del paese, attraverso il ripristino delle regole sociali e politiche. Rimarcandoil buon lavoro svolto fin qui dagli stessi amministratori socialisti. Nel contempo però, sìè fatta esplicita richiesta al primo cittadino presente in sala, di accelerare su temi importanti quali: edilizia scolastica, urbanistica, ambiente, tributi e ripristino delle strutture sportive. Ritenendo che debba esserci un maggiore coinvolgimento delle parti politiche, che possano in termini di indirizzo programmatico, sostenere l’azione amministrativa. Auspicando in merito, una prossima riunione di maggioranza allargata ai partiti e movimenti. Ed in fine - il segretario Espedito Ziello - rivolgendosi a tutte le forze politiche presenti sul territorio, dopo averle anche ringraziate per la loro partecipazione, non ha escluso alcuna preclusione al dialogo e confronto politico tra le parti,specie tra i partiti e le compagini di Sinistra. Bandendo però con estrema determinazione ogni forma di personalizzazione della politica, da qualsiasi parte avvenga.Rimarcando con vemenza l’opposizione alle guerre “ad-personam” e fortemente contrari ad un paese di “guelfi e ghibbellini”. Il confronto leale, politico, programmatico deve essere l’unico tramite attraverso cui lavorare per il bene esclusivo di Orta di Atella.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, tutte le adesioni al comitato “I-dem & socialisti Orta di Atella #bastaunsi”

17:05

orta-per-il-siOrta di Atella. Grande entusiasmo sta riscuotendo, ad Orta di Atella, il comitato per il Sì denominato “i-Dem& Socialisti Orta di Atella #BastaUnSì”, costituito, in perfetta sintonia con lo spirito inclusivo, di coinvolgimento e di sensibilizzazione sulla riforma costituzionale, dall’associazionei-Dem, associazione di riferimento del Partito Democratico, assieme al Partito Socialista Italiano.

Hanno, infatti, aderito, dichiarando il loro impegno nella campagna referendaria a sostegno delle ragioni del Sì, eminenti personalità del mondo politico ed associazionistico della cittadina atellana, fra cui Antonino Santillo (consigliere comunale), Ermanno Guido (funzionario Inps, già consiglierecomunale), Dario Santillo (volontario, già consigliere comunale),Giuseppe Santillo (infermiere e presidente associazione M’impOrta),Luigi Ziello (già consigliere provinciale), Pasquale Iovinella (già Presidente consiglio comunale), Vito Pellino, Stanislao Cicatiello, Salvatore Mozzillo, Antonio Pellino, Giuseppe Conte, Maurizio Cirillo, Ferdinando Cerullo, Luca Masucci

Professionisti, imprenditori, esponenti del mondo della scuola e dell’associazionismo che vanno ad aggiungersi al già rappresentativo gruppo composto da Gianfranco Piccirillo,Annalisa Cinquegrana,Arturo Vislino (consigliere comunale), Rosaria Autieri (assessore), Angela Iervolino,Espedito Ziello(segretario Psi),Antonio Russo (consigliere comunale) edAngelo Cervone (assessore).

Il Comitato “i-Dem& Socialisti Orta di Atella #BastaUnSì” nasce dalla constatazione che il prossimo referendum costituzionale rappresenta un importante momento di vita democratica e di innovazione per l’Italia, che richiede, pertanto, una consapevole partecipazione al voto da parte dei cittadini, attraverso incontri ed approfondimenti, secondo ragionevoli argomentazioni e senza preconcette opposizioni che nulla hanno a che vedere con i contenuti della riforma.

In questo senso lo spirito referendario supera quelle che sono le “differenziazioni partitiche”. Un Comitato “trasversale” che vede, com’è normale che fosse, la partecipazione di amministratori comunali di maggioranza e di minoranza impegnati a sostenere le ragioni di una Riforma storica.

In tale ottica il Comitato è e resta aperto al contributo di tutti i cittadini di Orta di Atella che vogliono sostenere la battaglia referendaria a favore delle ragioni del “Sì”.

Nei prossimi giorni sarà reso noto il calendario di iniziative che ci accompagneranno all’appuntamento del 4 dicembre.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, costituito il comitato referendario per il “SI”

12:54

orta-per-il-siOrta di Atella. Ad Orta di Atella parte la campagna referendaria per il “Sì”. A seguito di una serie di incontri, in perfetta sintonia con lo spirito inclusivo, di coinvolgimento e di sensibilizzazione su una tematica di fondamentale importanza per la vita democratica dell’intera nazione, quale la riforma costituzionale, l’associazionei-Dem, associazione di riferimento del Partito Democratico, assieme al Partito Socialista Italiano e ad una folta e qualificata rappresentanza della società civile, hanno costituito il comitato promotore per il Sì.

Davanti ad un appuntamento così importante per le sorti dell’intero paese si è deciso di unire tutte le forze politiche ed associazionistiche impegnate, da sempre, nell’azione riformista e progressista, lanciando un segnale chiaro di compattezza su temi che vanno oltre quelli che possono essere le differenziazioni e sfumature delle parti (e dei partiti). Un comitato più ampio e trasversale che vuole interpretare davvero il senso di un referendum popolare: i partiti hanno fatto la loro parte in Parlamento, ora spetta agli italiani in quanto cittadini.Nel pieno rispetto,quindi, diquelle che sono le direttive nazionali e regionali, cui però, evidentemente, alcune “parti in causa” hanno preferito non aderire, scegliendo altre strade “autoreferenziali”.

Si procederà, comunque, anche ad Orta di Atella, all’organizzazione di una serie di iniziative che sosterranno la scelta del “Sì” nel referendum confermativo della riforma costituzionale approvata dal Senato il 20 gennaio e confermata dalla Camera l’Aprile scorso. Il voto è fissato per il prossimo 4 dicembre.

Le modifiche, in sintesi, consistono nel superamento del bicameralismo perfetto, la riduzione del numero dei parlamentari (Palazzo Madama ospiterà 100 senatori), il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del titolo V della Costituzione.

Saranno avviati una serie di appuntamenti tematici in cui si affronteranno tutte le novità previste dalla storica Riforma.

Al comitato, aperto, inclusivo e disponibile alla collaborazione con tutti coloro che si sentono impegnati nella campagna referendaria per il Sì, oltre ai rappresentanti di i-Dem, Gianfranco Piccirillo e Annalisa Cinquegrana, al segretario dei socialisti, Espedito Ziello,Antonio Russo (consigliere comunale), Angelo Cervone (assessore),e tutti gli iscritti delle due compagini, hanno aderito amministratori comunali ed esponenti del mondo dell’associazionismo e della società civile. Fragli altriArturo Vislino (consigliere comunale), Rosaria Autieri (assessore), la professoressa Angela Iervolino e tanti altri che saranno presenti nel corso delle iniziative che saranno messe in campo sin dai prossimi giorni.

FacebookTwitterGoogle+Share

Controllo congiunto del territorio dei vigili urbani, protocollo d’intesa fra i sindaci atellani

15:24

sindaciatellaniAgro Atellano        Continua l’attività della Conferenza permanente dei Sindaci dei Comuni atellani, che si riuniscono ormai settimanalmente al fine di portare avanti iniziative e far fronte ad emergenze comuni. Facendo seguito all’incontro tenutosi venerdì 16 settembre con il Prefetto Donato Cafagna, commissario straordinario di governo per i roghi di rifiuti, il giorno giovedì 22 settembre presso la Sala Giunta del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” del Comune di Sant’Arpino è stata discussa dai  Sindaci Atellani, Giuseppe Dell’Aversana, Gianni Colella, Giuseppe Mozzillo, Enzo Guida, Andrea Moretti e Giuseppe Bencivenga, una bozza di Protocollo d’intesa da siglare con i Comandi dei Vigili Urbani dei rispettivi Comuni.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Terra dei Fuochi e Municipio di Atella di Napoli nell’agenda della Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani

9:27

sindaciatellaniAgro Atellano    La Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani approva l’agenda dei primi mesi di lavoro. Un programma intenso con cui si tenta di far fronte a delle emergenze e  si individuano degli obiettivi funzionali al rilancio dell’area atellana, posta a cavallo delle province di Napoli e Caserta e con una popolazione di oltre 100 mila abitanti. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share
1 10 11 12 13 14