Notizie in evidenza – Pagina 2

Succivo. Domani inaugurazione Piazzola Ecologica

17:53 Succivo. Domani alle ore 17,00 l’amministrazione comunale di Succivo inaugurerà la nuova Piazzola Ecologica in Via Salvo D’Acquisto ( zona depuratori). “Nella Piazzola – dichiara l’assessore all’ambiente Imma Marsilio - sarà possibile conferire ingombranti, carta e cartone, vetro, raae (apparecchi elettronici), oli esausti, pile, farmaci, indumenti usati, alluminio. Entro la settimana prossima ( il servizio sarà attivo da martedì) saranno comunicate anche le modalità di accesso alla raccolta punti per le premialità”.
FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, sabato l’apertura della campagna elettorale di Andrea Villano

13:10 ORTA DI ATELLA. Sarà aperta ufficialmente dopodomani, sabato 19 maggio alle ore 18:00, la campagna elettorale del candidato sindaco Andrea Villano, in corsa per le prossime elezioni comunali ortesi del 10 giugno anche se c'è da sottolineare che, con tutta probabilità, ufficiosamente la campagna elettorale di Villano è iniziata il giorno dopo lo scioglimento del consiglio comunale. La manifestazione, che si terrà in piazza San Salvatore a Orta di Atella (più comunemente conosciuta come "sott' 'a teglia"), vedrà la partecipazione del consigliere regionale Luigi Bosco, del coordinatore provinciale di Campania Libera, Cesario Villano, e del sindaco di Casapesenna, Marcello De Rosa. Sono 62 i candidati consiglieri a supporto del candidato sindaco ed ex consigliere comunale Villano, distribuiti in quattro liste: "Scegli Orta", "Campania Libera", "Coraggio" e "Noi Ortesi".

Id.Ur.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo – Orta di Atella. Arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio

11:51 Succivo/Orta di Atella.  I Carabinieri dell’aliquota operativa della Compagnia di Marcianise e della stazione di Orta di Atella, in Succivo (Ce), hanno notificato un’ordinanza di esecuzione della misura cautelare degli arresti domiciliari. Tale ordinanza è stata emessa dal Tribunale di Napoli Nord – ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari, nei confronti di I.E. 29 anni del posto. Giunge al termine di articolata attività d’indagine, le cui risultanze sono state condivise appieno dall’autorità giudiziaria. L’uomo si è reso colpevole del reato di detenzione ai fini di spaccio grammi 765,00 di cocaina presso un’abitazione, a lui riconducibile, sita in Orta di Atella. L’arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo. Weekend con la manifestazione “C’è Birra al Casale” a Teverolaccio

11:17 Succivo. C’è Birra al Casale: il prossimo fine settimana a Succivo, nel suggestivo scenario del Casale di Teverolaccio fatto di bellezza, storia e cultura, va in scena il primo festival dedicato alla birra artigianale campana, alla cultura e alle tradizioni locali, alla buona musica live. L’evento coinvolge mastrobirrai, esperti, appassionati, homebrewer e curiosi con laboratori, degustazioni e un'invitante offerta di cibo tipico di Terra di Lavoro. L’antica masseria di Teverolaccio è tra i luoghi più affascinanti dell’area atellana. Il primo nucleo del casale, la torre, risale all’età aragonese: il piccolo villaggio di contadini sorgeva intorno ad essa e rappresentava uno dei più grandi centri agricoli e dello scambio delle merci del XVII secolo. Era, infatti, la sede di una fiera e di un mercato settimanali voluti da Ascanio Filomarino, nipote dell’omonimo arcivescovo di Napoli, che in questo modo contribuì ad accrescere il suo prestigio all’interno del territorio. Oggi il Casale è impegnato in eventi all’insegna della cultura e della tradizione, iniziative con le scuole, attività sociali come i cosiddetti “orti sociali” curati dagli anziani del posto in pensione. Qui, in questo luogo felice e fortunato, organizzato dalle associazioni “Un Cavallo per Amico’’ e “Terrantica”, nel week end si terrà il festival “C’è Birra al Casale”, nato per celebrare quei produttori campani che con le proprie birre sono il segno evidente della raggiunta eccellenza nell'ambito della produzione artigianale di qualità. Si raduneranno birrai da ogni parte della regione uniti dall'unico comune denominatore della birra artigianale di qualità, tra i tanti si segnalano le presenze di: Okorey (Mariglianella), CheBirra (Cardito), White Tree (Caserta), Mba (Piana di Monte Verna). Tanti anche gli stand dedicati alle eccellenze gastronomiche della nostra terra per ciascuna delle quali gli esperti indicheranno la birra che meglio si abbina per esaltarne il gusto. Musica live e artisti bravi allieteranno le tre serate: Almapartenopea, (venerdì 18), Bevitori Longevi (sabato19), Maleizappa (domenica 20). Tante anche le iniziative culturali che accompagneranno l’evento, tra le quali una mostra d’arte del pittore Nello Marsilio. Da non perdere dunque questo evento che trasformerà l’antico Casale di Teverolaccio nel Villaggio della Birra Artigianale.
FacebookTwitterGoogle+Share

SANT’ARPINO. Completato l’impianto di illuminazione della sfinge alata posta all’ingresso dell’edificio della scuola media

19:47 SANT’ARPINO. Completato, nelle scorse settimane, l’impianto di illuminazione della sfinge alata posta all’ingresso dell’edificio della scuola media di Sant’Arpino in via Rodari. “M’illumino d’immenso! – ha dichiarato il sindaco di Sant’Arpino, Giuseppe Dell’Aversana, commentando le prime suggestive foto relative all’illuminazione dell’opera - La Sfinge alata, opera dell’artista Roberto Di Carlo e simbolo della nostra storia, posta all’ingresso della Scuola media V. Rocco, stasera brilla di una luce soffusa che la rende ancora più bella!” L’impianto di illuminazione, che si alimenta con i pannelli solari, è stato eseguito a titolo completamente gratuito da Luigi Guida che, come ha evidenziato il primo cittadino, ha messo la sua perizia a disposizione della scuola e della collettività a dimostrazione della sua generosità e delle capacità immense del volontariato e della ricchezza umana del nostro tessuto sociale . “Da questo momento in poi la sfinge alata sarà illuminata tutte le sere – ha concluso Dell’Aversana - per splendere della sua bellezza a testimoniare che la storia è maestra di vita. Grazie Luigi!
FacebookTwitterGoogle+Share

Napoli. GdF sequestra 62 mila “Gratta e Vinci” contraffatti provenienti dalla Turchia

16:47 Il Nucleo di polizia economico-finanziaria di Napoli ha individuato una spedizione, proveniente dalla Turchia, contenente oltre 62 mila “Gratta e Vinci contraffatti. I tagliandi falsi, suddivisi in 12 colli, viaggiavano sotto le mentite spoglie di “depliant e brochure” e riproducevano - per colore, grafica e dimensioni - i biglietti autentici delle lotterie istantanee “Il Miliardario”, “Il Miliardario Mega”, “Doppia Sfida”, “Numeri Fortunati”, “100x”, “50x”, “Super 7 ½”, “Super Portafortuna”, “Multibonus”, “Un Turista Per Sempre”, “Battaglia Navale”, “Tris Vincente”, “Uno tira l’altro” e “Buon Viaggio”. Nonostante le spedizioni fossero indirizzate a soggetti indicati con false generalità, l’attività investigativa e informativa tempestivamente condotta sul momento ha consentito di individuare non solo i reali destinatari dei biglietti contraffatti – identificati in un napoletano e una donna di origine rumena – ma anche le rispettive residenze, presso le quali sono state immediatamente eseguite le necessarie operazioni di perquisizione locale. Le ricerche effettuate hanno disvelato, tra l’altro, la predisposizione di documentazione – anch’essa falsa – riproducente l’asserita legalità della provenienza dei “Gratta e Vinci”, mediante una fittizia attestazione della società “Lottomatica S.p.A.”, concessionaria ministeriale delle iniziative di gioco della specie. Disponibili in tagli da 2 a 20 euro, i “Gratta e Vinci” falsi erano pronti per essere proposti al pubblico – attraverso il ricorso a canali tuttora in fase di identificazione – causando una distorsione del sistema del gioco e gravi mancati introiti per le casse dello Stato, per un ammontare complessivo di oltre 550 mila euro, che – senza il fruttuoso intervento del Corpo – oltre a non consentire alcuna possibilità di vincita agli acquirenti, avrebbero avuto il mero effetto di irrobustire le tasche degli ideatori della frode. I tagliandi contraffatti sono stati cautelati in sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Napoli Nord, alla quale sono stati altresì deferiti i responsabili. L’attività eseguita testimonia il costante presidio esercitato dal Corpo sul territorio a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.
FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Al via la II edizione del concorso “Buon Compleanno Repubblica”

9:47 Cesa      L’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Cesa, ha bandito il concorso per gli alunni delle scuole cittadine “Buon Compleanno Repubblica”. (altro…)
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Alleanza Democratica “Dopo la fuoriuscita dal nostro movimento, ci attendiamo le dimissioni di Iolanda Boerio dal consiglio comunale”

23:08 Sant'Arpino      Riceviamo e pubblichiamo. "L'assemblea di Alleanza Democratica per Sant'Arpino, durante l'incontro tenutosi il giorno 14 maggio 2018, prende atto della fuoriuscita della Consigliera Iolanda Boerio, nonché candidata sindaco dello stesso movimento alle scorse elezioni. Denuncia inoltre che tale atteggiamento è stato assunto senza alcun confronto democratico con il movimento e con coloro che l'hanno votata. In considerazione di tale evento, non avendo più la consigliera Iolanda Boerio titolarità per rappresentare in consiglio comunale il movimento che l'ha eletta, si fa appello alla sensibilità ed eticità per giungere a presentare le dimissioni di consigliera comunale. Firmato Di Santo Eugenio Di Santo Maria Rosaria Della Valle Nunzio Lupoli Antonio Nasti Elpidio Pedata Antonio Della Rossa Nicola Buononato Pasquale Benincaso Giuseppe Vitale Tammaro Di Santo Angelo Plazza Arturo Romano Nicola"
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Incendio distrugge negozio di telefonini in Via De Gasperi

22:37 Sant'Arpino     Un incendio sviluppatosi intorno alle 21:30 ha completamente distrutto il negozio Elettrofferta 365 in Via De Gasperi. Immediatamente accorsi sul posto i vigili del fuoco hanno da poco domato le fiamme che, tuttavia, hanno del tutto devastato questo esercizio commerciale aperto da alcuni mesi e specializzato nella rivendita di telefonini ed accessori. Sul luogo del disastro sono presenti anche i carabinieri che stanno provvedendo ai rilievi di rito, ed al momento non si eslude alcuna ipotesi.
FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. Il 22 Maggio la discussione sul conto consuntivo in consiglio comunale

20:41 Cesa     Il presidente del consiglio comunale Domenico Mangiacapra ha convocato, per martedì 22 maggio alle ore 17, una seduta dell’assise con all’ordine del giorno l’approvazione del rendiconto di gestione dell’anno 2017. Il conto consuntivo è stato già approvato dalla giunta comunale e si chiude con un avanzo di amministrazione. (altro…)
FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa. M5S e Meetup: “Maledetta Primavera”( cesana)

16:44 Cesa. . Riceviamo e pubblichiamo dal "Movimento 5 stelle" e dal  Meetup di Cesa. Cesa doveva vivere una “nuova primavera”, doveva diventare un paese diverso, virtuoso, vivibile. Un paese dove i giovani dovevano stare sul proprio territorio anziché andare in altri. Un paese riqualificato sotto l’aspetto Urbanistico, le periferie non più abbandonate, le strade senza buche e pulite, la palestra del fanciullo risanata, l’impianto delle luci rimodernato ove non più zone al buio… Ecco il paese che doveva essere, invece, è diventato il paese della “maledetta primavera”, il paese dei sogni infranti. Tutto questo, grazie all’attuale amministrazione e soprattutto alla preoccupazione del sindaco, il quale inaspettatamente ha integrato il suo meraviglioso programma elettorale, inserendo come punto principale, foto ricordo con i” promessi sposi”. Unico punto realizzato, ciò a dimostrazione della tanta coerenza ed in linea alle promesse elettorali. Noi invitiamo il Signor sindaco a rispettare  un altro punto del proprio programma, ossia questione rifiuti e di porre fine allo scarica barile senza fine tra lo stesso e la società che gestisce il servizio. Non si riesce proprio a venire a capo del problema, ma nel frattempo i cittadini continuano a pagare un servizio parziale, o quasi assente. Con quello che si sborsa  avremmo dovuto avere un paese “splendido e pulito”, invece ce ne ritroviamo uno “abbandonato e sporco”, per non parlare proprio delle periferie, vere discariche a cielo aperto.
FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 158