PROVINCIA DI CASERTA

Casapulla. Ecco il programma della III edizione della Notte Bianca

15:19

 DSC9207-web-calabriacomunicazione-alessandrovignieri-lapilleCasapulla    E’ tutto pronto per la III edizione della Notte Bianca, una kermesse ormai entrata a pieno titolo tra gli eventi più sentiti del paese.

Sabato 16 Dicembre Casapulla si trasformerà in una cittadella dello spettacolo, dove cittadini, associazioni ed artisti daranno vita a qualcosa di straordinario ed irripetibile. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”l’ICI 2010 potrebbe essere dichiarata nulla per effetto della prescrizione quinquiennale”

11:15

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant’Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal movimento politico “Alleanza Democratica per Sant’Arpino”.

E’ venuto il momento di dire basta alle incessanti prevaricazioni fiscali di Dell’Aversana e spegnere quel ghigno malefico che esprime quando, con perversa soddisfazione, allunga le mani nelle tasche dei cittadini.

Ci corre l’obbligo, infatti, informare i cittadini che la richiesta di pagamento dell’ ICI 2010 che, con tanta prosopopea ha formato oggetto di un recente comunicato stampa, potrebbe essere dichiarata nulla per effetto della prescrizione quinquennale, in mancanza, però, di atti interruttivi dei termini prescrizionali. I cittadini potranno, quindi, rivolgersi ai propri avvocati o consulenti per gli adempimenti conseguenziali.

Questo non vuole essere un invito sovversivo a non pagare le tasse, ma soltanto e semplicemente una possibilità offerta dal sistema giuridico di alleggerire il già insopportabile carico fiscale che grava sul cittadino, sia da parte dello Stato che degli Enti Locali, sfruttando una inefficienza dell’ente impositore: nel nostro caso inefficienti sono stati l’ex assessore al bilancio Salvatore Brasiello e l’ex dirigente della società I.A.P. (la società incaricata degli accertamenti e della riscossione), dott.ssa Iovine, il primo prossimo alleato di Dell’Aversana e la seconda sua attuale consigliera economica.

Purtroppo, Dell’Aversana è un biologo talmente preparato e bravo che, non riuscendo a distinguere un equino da un caprino, si è dovuto prima riconvertire in “professore di matematica”, poi da sindaco e, non contento, anche da assessore al bilancio, da assessore alla cultura ed, infine, da presidente del CODI.

FacebookTwitterGoogle+Share

Cresce l’attesa per la III edizione della Notte Bianca di Casapulla. Il sindaco Sarogni “Stupiremo i tanti ospiti che ci verranno a trovare”

19:25

Notte Bianca Casapulla ICasapulla    Si è messa in moto la macchina organizzativa della III “Notte Bianca” di Casapulla, che si terrà il prossimo 16 Dicembre. Gli ingredienti, che faranno di questo “esperimento sociale” anche nel 2017 un evento tanto atteso dai casapullesi e non solo, sono gli stessi dal 2015: socialità, convivialità, riscoperta delle vecchie tradizioni e dei vecchi sapori della terra. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Romano:”Caro Peppino, non è un comportamento da buon cristiano appellare gli altri figli di Dio come “stercorari che vivono nei bassifondi della morale”

19:46

romanoSANT’ARPINO. Riceviamo e pubblichiamo da Nicola Romano, esponente del movimento politico santarpinese “Alleanza Democratica per Sant’Arpino”.

Quando pensavamo di aver visto il Sindaco Dell’Aversana ormai in tutte le salse, ecco che arriva il colpo di scena finale!!!

Da Sindaco poeta, a Sindaco amante delle ville comunali, fino ad arrivare a Sindaco amante dei piccioni.

Ma mai, e dico mai, mi sarei sognato di assistere all’ennesimo mutamento di personalità.

Ora Sant’Arpino si può vantare di avere un Sindaco degno di Paolo di Tarso caduto da cavallo sulla via di Damasco.

Questo è quanto dichiarato dal Dell’Aversana in merito al comizio tenuto in piazza domenica 26 novembre: ”Esprimo la mia solidarietà al Parroco Don Umberto per questo grave atto di scostumatezza. Noi abbiamo sempre interrotto i comizi all’ora di inizio della messa”.

Da premettere che parlo prettamente a nome mio, visto che di quel comizio sono stato il relatore finale.

Caro Peppino Dell’Aversana, la tua sensibilità nei confronti dei fedeli santarpinesi è davvero commovente. Ma la tua ipocrisia questa volta ha davvero superato ogni limite.

Don Umberto alle ore 11.30 è sceso in piazza per avvisarci che un quarto d’ora dopo sarebbe iniziata la funzione religiosa, e come lui potrà ben testimoniare, non abbiamo sforato di un solo minuto.

Ma ti ripeto, tutta questa tua vicinanza alla chiesa cattolica, è davvero commovente.

Soprattutto quando vesti i panni del moralizzatore e puntando il dito dici: “I signori che hanno tenuto il comizio in piazza domenica mattina farebbero meglio ad espatriare da Sant’Arpino per la vergogna”.

Caro Peppino, io ti ringrazio per il consiglio che mi hai dato, ma se davvero vuoi vestire i panni del buon cristiano, allora inizia a svestire i tuoi panni intrisi di ipocrisia.

Così prima o poi anche tu riuscirai a trovare la tua pace interiore. E basta davvero poco.

Innanzitutto, inizia a chiedere scusa davanti per tutte le offese personali che hai rivolto a me e a tutte le persone che non si genuflettono al tuo volere.

Perché, caro Peppino, non è un comportamento da buon cristiano appellare gli altri figli di Dio come: “stercorari che vivono nei bassifondi della morale”, “persone che si rotolano nel fetore che li circonda”, “bugiardi e ignoranti”, ma soprattutto colpire le loro famiglie con tali affermazioni “brancolano nel buio, spargendo la vile materia in cui sono stati allevati fin da piccoli”.

Caro Peppino, essere buoni Cristiani, non significa far terminare un comizio un minuto prima o un minuto dopo.

Essere dei buoni Cristiani, ma soprattutto essere “UMANI”, vuol dire rispettare il prossimo senza farsi accecare dal rancoroso livore che ti acceca.

La Parola del Signore mi insegna che:

“…chi sparge calunnia è uno stolto” (Pr 10:18).

“Non spargere voci calunniose e non favorire l’empio attestando il falso” (Es23:1)

“Trattieni la tua lingua dal male e le tue labbra da parole bugiarde” (SI 34:13).

Perciò, caro Peppino, ritrova la tua serenità, così potrai sentirti un uomo migliore.

E ricorda che:

“Sbarazzatevi di ogni cattiveria, di ogni frode, dell’ipocrisia, delle invidie e di ogni maldicenza, come bambini appena nati desiderate il puro latte spirituale, perchè con esso cresciate per la salvezza”

FacebookTwitterGoogle+Share

Buona la prima, con IN-SECURITY CONPASUNI riapre la stagione di promozione culturale viaggiando nelle insicurezze spirituali e materiali

16:43

compas12Lunedì 20 Novembre, la prima tappa del tour dedicato alle insicurezze, allo smarrimento e ai disagi sociali delle vecchie e nuove generazioni, ci ha portati alla Chiesa di San Lorenzo, ad Aversa.

Alle 21.00 di sera Mons. Ernesto Rascato, direttore dell’Ufficio Beni culturali ecclesiastici ed edilizia di culto nonché parroco della Chiesa, ha accompagnato i visitatori nella storia ed nei segreti dell’antica abazia. La visita ha introdotto gli studenti ed i curiosi negli ambienti che un tempo i monaci benedettini percorrevano, dalla Chiesa al chiostro piccolo, passando per le antiche celle fino ad arrivare nel “quadrato” o chiostro grande, oggi sede del Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università “Lugi Vanvitelli”.

All’interno della Chiesa gli ospiti di CONPASUNI hanno avuto modo di apprezzare gli affreschi di Malinconico che adornano il presbiterio e di vedere gli spazi un tempo riempiti dalle tele del Puca, del Cavalier d’Arpino, del Solimene, poi andate perse o trasferite a seguito della soppressione degli ordini monastici in età napoleonica.

Durante il ventennio fascista, San Lorenzo è stata sede delle adunanze dei giovani e successivamente scuola di avviamento al lavoro per quanti avevano perso i genitori o vivevano in condizioni di disagio economico e sociale.

CONPASUNI coglie l’occasione per ringraziare tutti i partecipanti e quanti hanno contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa. In particolar modo gli studenti della Consulta della Pastorale Universitaria e della Cultura ringraziano don Mario Vaccaro, responsabile del Servizio Pastorale Universitaria, l’avv. Alfonso Oliva, assessore alla Cultura della Città di Aversa, il dott. Giulio Santagata e l’Associazione “In Octabo”, l’avv. Pasquale Fedele e l’Associazione Forense Normanna, il Soroprtimist International Club di Aversa, l’U.N.I.T.A.L.S.I. sottosezione di Aversa, l’associazione “Aversa – il tesoro sepolto” e la pagina social “Aversa in rudere”.

Palazzo della Curia Strada Santa Maria a Piazza, 49 81031 Aversa conpasunicomunicazioni@gmail.com conpasunisegreteria@gmail.com

FacebookTwitterGoogle+Share

Martedì la consegna del Premio PulciNellaMente a Paolo Crepet

17:33

CrepetSant’Arpino    Nell’incantevole scenario della Tenuta San Domenico di Capua, martedì prossimo 21 novembre, alle ore 18.00, sarà presentato l’ultimo libro di Paolo Crepet, “Il coraggio. Vivere, educare, amare.” (Mondadori – Strade Blu, 2017). Al termine della serata, al celebre psichiatra sarà conferito il Premio PulciNellaMente.

  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

IN-SECURITY, con CONPASUNI il viaggio nelle insicurezze spirituali e materiali

11:56

compausani“IN-SECURITY” è il titolo della nuova esperienza di promozione culturale della Consulta della Pastorale Universitaria e della Cultura (CONPASUNI). Un percorso storico-artistico che CONPASUNI dedica alle insicurezze ed allo smarrimento scaturiti da condizioni personali, disagi sociali.

Prima tappa del tour sarà la storica Abazia di San Lorenzo di Aversa. Lunedì 20 Novembre alle ore 21.00 gli universitari ed i visitatori potranno scoprire i tesori, i segreti e la storia della Chiesa aversana.

Le prossime tappe del percorso saranno le antiche sedi monumentali della Maddalena (il manicomio di Aversa), dell’Ospedale Penitenziari Psichiatrico e della Real Casa dell’Annunziata. Per gli studenti di CONPASUNI questo itinerario è prima di tutto occasione di riflessione su come e quanto l’Uomo del passato sentiva forte i principi di “mutuo soccorso” e “solidarietà”, antesignani di una Previdenza sociale che oggi sta scomparendo e che lascia soprattutto i giovani in nuove condizioni di disagio come la “Povertà culturale” ed il rifiuto della partecipazione alla vita pubblica

Anche quest’anno, oltre al nostro vescovo, Mons. Angelo Spinillo, parteciperanno alle visite il responsabile del Servizio Pastorale Universitaria, sac. Mario Vaccaro, l’assessore alla Cultura della Città di Aversa, avv. Alfonso Oliva, e la guida d’eccezione degli studenti di CONPASUNI, Mons. Ernesto Rascato in qualità di direttore dell’Ufficio per i Beni culturali ecclesiastici.

La scelta del titolo IN-SECURITY, liberamente ispirato all’omonimo libro di Annamaria Rufino, quindi, non è stata dettata dal caso ma da un sincero desiderio di dialogo con le altre generazioni sul filone dell’anno pastorale da poco aperto da S.E. Mons. Angelo Spinillo, vescovo di Aversa, “una generazione narra l’altra”.

A questa iniziativa hanno risposto: l’Associazione Forense Normanna, con il presidente avv. Pasquale Fedele; il Soroptimist International Club di Aversa, con la presidente prof.ssa Maria Velardi; l’Associazione In Octabo, con il presidente dott. Giulio Santagata; l’U.N.I.T.A.L.S.I. sottosezione di Aversa, con il presidente Giacomo Letizia; l’associazione Aversa – il tesoro sepolto, con il presidente prof. Domenico Napoletano; e la pagina social Aversa in rudere dell’arch. Rossella Cesaro. Tutte hanno manifestato interesse per l’iniziativa studentesca di CONPASUNI con l’entusiasmo di aiutare gli studenti ed in generale i giovani a tornare protagonisti e coscienti del territorio che abitano.

FacebookTwitterGoogle+Share

Gricignano di Aversa. Migranti in rivolta dopo il ferimento del diciannovenne richiedente asilo

18:47

protesta migranti gricignano-2Gricignano di Aversa     Pomeriggio di tensione a Gricignano di Aversa. Un gruppo di migranti è sceso in strada dopo la violenza della scorsa notte all’interno del centro di accoglienza “La Vela”, di via Leonardo da Vinci, dove un giovane di 19 anni ha dato fuoco alla stanza che lo ospitava per protesta ed è stato sparato dal titolare della casa dopo un diverbio. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, sei medici indagati per la morte di Alessandro Petrillo

11:41

alessandro-petrillo-2Ci sono sei medici indagati per la morte di Alessandro Petrillo, il giovane 33enne originario di Succivo, padre di una bimba di 4 mesi, morto a Fidenza dopo essere stato ricoverato per un intervento chirurgico all’apparato digerente.

La Procura di Parma aveva aperto un’inchiesta, sequestrando la salma e la cartella clinica.

Nella giornata di giovedì 9 novembre si è svolta l’autopsia sul corpo di Alessandro.

Il pm Fabrizio Pensa ha aperto un’indagine per omicidio colposo.

Sul registro degli indagati sono finiti sei medici della struttura di Vaio: il professor Vincenzo Violi, 69 anni, direttore dell’Unità operativa di chirurgia e i quattro chirurghi Stefano Rollo, (59) , Piero Lugani, (64), Carlo Salvemini (42), Francesco Fontanazza (45). Indagato anche lo specializzando Andrea Versari (31).

FacebookTwitterGoogle+Share

Gricignano. Giovane sparato al volto.

7:23

carabinieriGricignano di Aversa    Un giovane di colore di 22 anni è stato ferito, nella tarda serata ieri in via Leonardo Da vinci, a Gricignano di Aversa. Secondo una prima ricostruzione operata dai carabinieri della locale stazione, il giovane era in strada quando sarebbe stato raggiunto da un colpo di pistola, quasi certamente esploso da distanza ravvicinata, restando ferito al volto. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, raccolte 2000 firme per il Liceo Siani

10:30

liceo sianiSant’Arpino. Riscontro positivo per la raccolta firme organizzata da un gruppo di genitori di studenti del Liceo Scientifico “G.Siani” e da alcuni docenti.

Tante sono state le persone che, domenica 5 novembre 2017 dalle ore 8,00 alle ore 13,00, si sono avvicinate al gazebo informativo allestito in piazza Umberto I per sollecitare l’intervento del Comune di Sant’Arpino, della provincia di Caserta e della Regione Campania, affinchè vengano effettuati i lavori per la messa in sicurezza della struttura al fine di evitarne la chiusura.

Nel corso dell’intera mattinata sono state più di 2000 le firme raccolte.

Il Liceo necessita di urgenti lavori di adeguamento sismico e strutturale.

 

Antonio Capasso

 

   

                                                                                                                                                                                

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 40