ATTUALITA’ – Pagina 2

Sant’Arpino, premio etwinning per tre progetti realizzati nell’Istituto Comprensivo “Rocco-Cinquegrana”

13:03

etwinningSant’Arpino. Anche per l’anno scolastico 2016/17, l’Agenzia eTwinning ha premiato con Certificati di Qualità Nazionale (Qualità Label) 3 progetti realizzati nell’Istituto Comprensivo “Rocco-Cinquegrana” (due per la scuola dell’infanzia ed uno per la scuola primaria), sostenuti dalla dirigente scolastica Maria Debora Belardo.

ETwinning è la più grande community europea di insegnanti attivi nei gemellaggi elettronici tra scuole; nata nel 2005 su iniziativa della Commissione Europea e attualmente tra le azioni del Programma Erasmus+ 2014-2020, eTwinning si realizza attraverso una piattaforma informatica che coinvolge i docenti facendoli conoscere e collaborare in modo semplice, veloce e sicuro, sfruttando le potenzialità delle nuove Tecnologie, dell’Informazione e della Comunicazione (TIC), per favorire un’apertura alla dimensione comunitaria dell’istruzione e la creazione di un sentimento di cittadinanza europea, condiviso dalle nuove generazioni.

Di seguito i progetti premiati:

  • Scuola dell’Infanzia
  • “Travel through the seasons … with our friend Pepe”

Insegnanti: Pina Mitrano, Gina D’Angiolella, Cecilia Iaiunese, Pina Di Petrillo, Assunta Moscia paesi partner Romania, Portogallo, Turchia, Bulgaria.

Il progetto è visionabile  cliccando qui

Il progetto è stato strutturato attorno ad un personaggio: il topolino di nome PEPE, un “MEDIATORE DIDATTICO” fantastico. Pepe ha vissuto con i bambini tutte le esperienze inerenti le quattro stagioni, in modo singolare e coinvolgente.

Un’altro progetto importante è stato “Legends and objects of our town”, curato dall’insegnante Pina Mitrano e con partership con i seguenti Paesi: Romania, Turchia, Moldava, Ucraina, Polonia.

Legends and objects of our town è un progetto innovativo, volto a recuperare le tradizioni culturali attraverso una didattica attiva basata su narrazione, progettualità e confronto in classi aperte.

I bambini sono stati coinvolti nella comprensione del concetto e della struttura delle favole, fino alla creazione di giochi legati alle leggende, e attraverso la lettura delle leggende estere, hanno appreso le parole più importanti delle leggende in lingua inglese. Si è creata una buona attività di comunicazione e condivisione con le scuole partner.

La disponibilità online del libro delle leggende ha reso possibile la conoscenza del progetto all’intera comunità scolastica, ed è visionabile all’indirizzo https://issuu.com/claudia6982/docs/e-book.docx

  • Scuola Primaria
  • <<Collaborative and Multicultural New Year’s Calendar>>

Insegnante Filomena Oliva scuole partner Romania, Regno Unito, Turchia, Polonia, Grecia.

Attraverso questo progetto gli studenti hanno collaborato per creare un calendario per l’anno scolastico 2016/17. Le pagine del calendario sono state decorate dagli studenti, presentando le tradizionali ricorrenze mensili dei loro Paesi. In questo modo si è costruito un calendario collaborativo e multiculturale, prodotto dagli studenti provenienti da diversi paesi.

Il calendario è visionabile all’indirizzo: https://issuu.com/pinarceyrenaltuncu/docs/issue_calender_new

 

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Sant’Arpino, grande successo per la manifestazione conclusiva del primo anno del programma “Scuola Viva”

17:23

scuolavivaSant’Arpino. Istituto comprensivo “Rocco-Cinquegrana” di Sant’Arpino in festa per la manifestazione conclusiva della prima annualità del programma “Scuola Viva” che si è tenuta ieri mattina nell’auditorium della scuola media di via Rodari.

Alla kermesse hanno partecipato, oltre ai docenti e agli studenti, l’assessore regionale alla pubblica istruzione, Lucia Fortini, e diversi componenti dell’amministrazione comunale di Sant’Arpino capeggiati dal primo cittadino, Giuseppe Dell’Aversana, oltre alla Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Rocco-Cinquegrana” di Sant’Arpino, Debora Belardo, che ha fatto gli onori di casa.

Il programma, che si è concretizzato grazie a fondi regionali, ha permesso di potenziare notevolmente l’offerta formativa destinata ai ragazzi che frequentano l’Istituto Comprensivo santarpinese. I vari moduli didattici sono stati realizzati sia all’interno che all’esterno delle diverse strutture dell’Istituto, grazie alle importanti collaborazioni che la scuola ha stretto con le diverse realtà territoriali, associative e non, finallizate all’apertura del sistema scolastico nell’ambito territoriale dove l’Istituzione scuola opera quotidianamente.

I ricchissimi moduli del progetto sono stati cinque. “Natura a cavallo”, un laboratorio di equitazione e di riciclo; “Multimedia Coding”, un laboratorio informatico della durata di 60 ore che ha consentito l’acquisizione, da parte dei partecipanti, dei concetti di base dell’informatica attraverso la programmazione (coding appunto); “Teatrodanza”, un laboratorio teatrale durante il quale i giovani attori e le giovani attrici hanno lavorato per mettere in scena “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare; “Tutto col gioco, niente per gioco”, un un percorso di 60 ore svolto affrontando diverse attività, tra cui un laboratorio emozionale ed uno sportivo. Tutti i moduli sono stati caratterizzati da uscite didattiche esterne, come la visita alla citta della scienza, e partecipazioni a manifestazioni esterne, come la messa in scena di “sogno di una notte di mezza estate” durante la rassegna teatrale “Pulcinellamente”.

La manifestazione di ieri mattina ha rappresentato un riassunto di tutte le attività svolte durante questo primo anno di “ScuolaViva” con una piccola rappresentazione per ogni modulo, cavallo incluso: tra le altre cose, l’assessore regionale Fortini si è cimentata in una passeggiata su un pony all’interno dell’auditorium durante la manifestazione.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, la settimana del servizio mensa della scuola dell’infanzia si chiude nel migliore dei modi: pasti caldi e in orario

13:11

pranzomonicaSant’Arpino. Si è chiusa nel migliore dei modi la seconda settimana per il servizio mensa alla scuola dell’infanzia di Sant’Arpino. I bimbi, questa settimana, hanno pranzato tre volte a scuola (gli altri due giorni non c’era l’acqua e il servizio  è stato sospeso) e in tutti e tre giorni i pasti sono arrivati caldi e in orario.

Monica, la bimba celiaca che aveva avuto dei problemi la settimana scorsa con il servizio (come riportato qui) anche oggi ha avuto il suo pasto alternativo in perfetto orario. Oggi la piccola santarpinese doveva avere, come prescritto dal servizio di Dietologia dell’ASL Caserta 2 di Aversa, pasta e lenticchie, platessa impanata e patate al forno. Monica ha mangiato pasta e lenticchie, platessa impanata e patate al forno oltre ad un panino fatto con farine alternative.

 

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, oggi tutto regolare per la mensa, Monica ha mangiato il suo pasto

13:02

scuola infanzia rodariSant’Arpino. Nessun disagio, oggi, per Monica (che chiamiamo Monica per garantirle l’anonimato), la bimba celiaca che frequenta la scuola dell’infanzia “Rodari” di via Marconi a Sant’Arpino, protagonista nei giorni scorsi di alcuni disservizi relativi al servizio di refezione scolastica, come riportato qui.

Per la piccola santarpinese oggi il menu fornito dal servizio di dietologia dell’ASL CE 2 di Aversa prevedeva tubetti con patate, omelette al forno e insalata con mais. Oggi Monica ha mangiato, tubetti con patate, omelette al forno e insalata con mais e il pasto le è stato consegnato in perfetto orario, alle 12:00. Oggi Monica nel suo piatto aveva le pietanze degli altri bambini, grazie ad un servizio pubblico che ha funzionato correttamente, così come dovrebbe essere nell’ordinaria amministrazione. Oggi Monica è felice: speriamo sia felice per tutta la durata del suo percorso scolastico.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, il menu di una bambina celiaca, ecco cosa ha mangiato oggi Monica

13:34

mensa-scolastica-2Sant’Arpino. Continuano i disagi per il servizio di refezione scolastica destinato alle classi della scuola dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo “Rocco-Cinquegrana” di Sant’Arpino. Protagonista dei disagi, questa volta, una bambina affetta da celiachia che frequenta la scuola dell’infanzia “Rodari” di via Marconi, C.D.P. (che noi chiameremo Monica per garantirle l’anonimato). Monica, stando alle dichiarazioni della madre, sarebbe rimasta senza pasto durante alcuni giorni della settimana scorsa, poichè non sarebbe stata predisposta la consegna di un pasto alternativo: c’è da specificare, per onor di cronaca, che in una di queste tre occasioni alla bambina sarebbe stato dato un panino con una fetta di prosciutto. Il fatto che la bambina mangi un pasto diverso dagli altri o che addirittura rimanga senza pasto crea, con estrema probabilità, un disagio psicologico alla bimba.

Da oggi, fino a data da destinarsi, verrà pubblicato su atellanews quotidianamente il menu predisposto dal servizio Dietologia dell’ASL CE 2 di Aversa e cosa ha effettivamente mangiato la piccola santarpinese.

In base al menu fornito dall’Azienda Sanitaria Locale, Monica oggi avrebbe dovuto mangiare minestrone con riso, petto di pollo impanato al forno e purea di patate, praticamente lo stesso pasto degli altri bambini, per non sentirsi “diversa”. Alla bambina invece è stato servito riso in bianco e una fettina di petto di pollo in umido con carote. Alle domande della madre sulla modifica del pasto, i responsabili della mensa avrebbero affermato che la bambina, perchè celiaca, sarebbe intollerante alle patate perchè conterrebbero glutine.

Le patate non contengono glutine e l’impanatura del pollo poteva essere fatta con farina di mais, priva di glutine (un kg costa circa 2 euro e dura praticamente tutto l’anno). Invece oggi Monica, praticamente, ha mangiato un pasto ospedaliero.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, sbloccati i fondi del reddito di cittadinanza per le annualità 2004-2005-2006

14:52

palazzo-ducaleSant’Arpino. Sono stati sbloccati i fondi del reddito di cittadinanza relativi alla legge regionale 2/2004 per le annualità 2004, 2005 e 2006. La legge prevedeva, in via sperimentale, un supporto economico da destinare alle famiglie disagiate residente in Campania con un reddito annuo inferiore a 5mila euro.

“Il reddito di cittadinanza – come riporta l’articolo uno del regolamento di attuazione della legge regionale – fa riferimento alle persone nel contesto del nucleo familiare e consiste in una erogazione monetaria, riconosciuta annualmente per un massimo di 12 mesi, che non supera i 350,00 Euro mensili per nucleo familiare, ed in ulteriori e specifici interventi di accompagnamento mirati all’inserimento scolastico, formativo e lavorativo, volti al superamento delle condizioni di difficoltà degli aventi diritto e alla promozione di percorsi di inclusione sociale.

La cifra destinata a Sant’Arpino è stata di circa 361mila euro e sarà destinata alle famiglie che ne hanno fatto richiesta per gli anni 2004,2005 e 2006. Per Sant’Arpino sono 31 i nuclei familiari che risultano essere beneficiari del reddito di cittadinanza per le tre annualità. Il grande ritardo nell’arrivo dei fondi sarebbe da imputare, probabilmente, al cambio del comune capofila dell’ambito C06, che nel 2011 passò da Succivo a Casaluce.

Siamo pienamente soddisfatti dell’arrivo di questi fondi, – fanno sapere il sindaco di Sant’Arpino, Giuseppe Dell’Aversana, e l’assessore alla 328, Salvatore Lettera – frutto di un grande lavoro svolto  dalla nostra amministrazione fin dall’insediamento. Abbiamo, infatti, più volte sollecitato il comune capofila sull’erogazione dei fondi in questione,bloccati dalle lunghe procedure burocratiche dovute anche al cambio del comune capofila”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Era di Marcianise il giovane trovato morto a bordo della sua auto ad Orta di Atella

13:08

carabinieriOrta di Atella      Si chiamava Salvatore Gionti il trentatreenne di Marcianise trovato morto ieri sera a bordo della sua vettura in Via Marco Pantani ad Orta di Atella.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Elezioni COA Napoli Nord, l’avv. Alfonso Quarto illustra il programma di Avvocatura Futura

12:55

Alfonso QuartoAversa     L’avvocato Alfonso Quarto illustra ai nostri microfoni il programma di Avvocatura Futura in vista delle elezioni del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord del prossimo 12/13/14 Ottobre.

(altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Casa di reclusione di Aversa. Al via il progetto di giochi ed animazione durante i colloqui fra genitori reclusi e figli

12:49
DCF 1.0
DCF 1.0

Aversa     Giochi, dolci e animazione durante i colloqui tra genitori reclusi e figli. E’ questo in sintesi l’innovativo progetto che tra pochi giorni verrà attuato presso la Casa di Reclusione di Aversa grazie ad una sinergia avviata tra la dirigenza dell’istituto penitenziario e alcune associazioni del territorio. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, trovato cadavere in auto in via Marco Pantani

20:05

carabinieriOrta di Atella. E’ stato trovato circa mezz’ora fa il corpo senza vita di un uomo in un’automobile parcheggiata in via Marco Pantani. L’uomo avrebbe circa 33 anni e, in base alle prime ricostruzioni, tutte da verificare, sarebbe morto per cause naturali. Sul posto gli inquirenti per ricostruire le dinamiche dell’accaduto.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino,AD:”il sindaco preferisce informare i cittadini degli uccellini che volano invece che amministrare seriamente Sant’Arpino”

18:45

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant’Arpino.Riceviamo  e pubblichiamo dal gruppo politico “Alleanza Democratica per Sant’Arpino”.

“Il sindaco smetta di lamentarsi in continuazione e si ricordi che il motivo per cui è stato eletto è in primis quello di amministrare Sant’Arpino e risolverne i problemi, se non è in grado di farlo sarebbe opportuno dimettersi. Credeva probabilmente di portare indietro il tempo e tornare negli anni 90, quando le situazioni finanziarie dei comuni erano notevolmente agevolate dallo Stato. Perchè non spieghi ai santarpinesi come risolvevi le questioni legate ai debiti fuori bilancio negli anni 90? Risposte, caro sindaco, che tendi ad insabbiare dall’inizio della consiliatura perchè le domande sono scomode. Preferisci informare la cittadinanza degli uccellini che volano fuori al palazzo ducale o della foglia che è stata tolta dall’albero in piazza, facendo passare per straordinaria una cosa che è assolutamente ordinaria e nella norma. Per quanto riguarda il parcheggio dovresti chiedere lumi al tuo amico Elpidio Iorio, all’epoca dei fatti assessore ai lavori pubblici, oppure all’assessore Salvatore Lettera, anche  all’epoca assessore alla 328, poiché entrambi votarono la delibera di consiglio comunale numero 10 del 7 aprile 2009 che prendeva atto della cessione volontaria del terreno e approvava il progetto del parcheggio. Probabilmente non sai leggere le carte e poi, se proprio vogliamo parlare di debiti per esproprio, vogliamo ricordarti gli 800mila euro che hai speso per l’esproprio del terreno dove poi è stata realizzata la Villa Cirillo, perché non restituisci quello spazio?”

Chi è allergico alla trasparenza probabilmente nasconde qualcosa o qualcuno…

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 21