ATTUALITA’ – Pagina 23

Succivo, mercoledì convegno “una donna al centro” per la giornata internazionale della donna

13:38

donna al centroSuccivo. Si terrà mercoledì, 8 Marzo alle ore 18.00, giornata internazionale della donna, un convegno dal titolo "una donna al centro" nell' Aula Consiliare del Comune di Succivo.

La discussione riguarderà, come si evince chiaramente dal titolo, il ruolo della donna nel contesto sociale contemporaneo. Introdurranno la discussione le cinque donne presenti in Consiglio Comunale: Giovanna Crispino, Valentina Iovinella, Livia Maglioli, Imma Marsilio e Anna Russo. Il convegno sarà moderato dall'avvocato penalista Italia Crispino e relazioneranno sull'argomento la prof.ssa Maria Debora Belardo, Dirigente dell'Istituto Comprensivo "Rocco-Cinquegrana" di Sant'Arpino, la dott.ssa Noemi Spagna Musso, Segretario Comunale, la dott.ssa Maria Di Palma, Psicologa e Teresa Marzano, Segretario UST CISL Caserta.

Alla fine del convegno è previsto un buffet e un omaggio floreale per le donne presenti.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”solidarietà ai dipendenti della Multiservizi”

13:25
alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".
Considerato che il Sindaco Dell'Aversana ha gia' deciso le sorti della Multiservizi e, nel corso di una riunione con il Presidente e i dipendenti lunedi' scorso, ha gia' annunciato che la societa' sara' sciolta a breve, ci chiediamo che senso abbia il consiglio comunale aperto convocato per il giorno 11 marzo. 
Il Sindaco continua quindi nella sua eterna contraddizione visto che, da un lato convoca un consiglio comunale con un unico ordine del giorno che e' la Multiservizi, e dall'altro ne ha gia' deciso anticipatamente le sorti.
Viene meno dunque il presupposto fondamentale su cui si basa la convocazione di questo consiglio comunale al quale, vista l'evidenza dei fatti, Alleanza Democratica per Sant'Arpino non partecipera'. 
E il nostro invito a non essere presenti va' anche agli amici di Sant'Arpino al Centro che hanno richiesto la convocazione di un consiglio comunale che a questo punto non ha piu' alcun senso.
Alla faccia del confronto e della democrazia e a sfida di qualunque discussione il Sindaco ha deciso autonomamente che la Multiservizi sara' chiusa!
E poi nei comunicati e nelle sue dichiarazioni ha anche il coraggio di affermare che e' disponibile al confronto e alla discussione!
Ma di quale confronto parli, Sindaco, se come un despota, tra le quattro mura di un ufficio, hai gia' deciso che fine faranno una societa' e tutti i suoi dipendenti?
Di quale democrazia parli se imponi le tue decisioni e cerchi di salvare solo l'apparenza con un consiglio comunale che altro non e' che una farsa in perfetto stile Dell'Aversana?
Ed e' inutile che cerchi di ridurre la gravita' di quello che hai deciso e di abbindolare i dipendenti della Multiservizi promettendo che li farai assumere da societa' private, perche' anche se cio' avvenisse, lavorare per una societa' interamente a capitale pubblico come la Multiservizi e' tutta un'altra cosa!
Come ti sentiresti se un bel giorno qualcuno ti annunciasse caro Sindaco, che non puoi piu' lavorare per la scuola Pubblica ma che ti passeranno in un istituto privato perdendo tutti i privilegi di cui godi oggi???
Non fai altro che vantarti di fare la Politica con la "P" maiuscola, di essere rappresentante di una politica di alto profilo e poi non sai che l'abc della politica vuole che alla base di qualunque decisione ci siano confronto, dibattito e discussione!
E il problema principale e' che la Multiservizi puo' essere rilanciata e potenziata ma la mancanza di coraggio del Sindaco la portera' alla chiusura.
La nostra solidarieta' va' a tutti i dipendenti della Multiservizi e chiediamo al Sindaco di fare un passo indietro non abbandonando una societa' importante e tante famiglie al loro destino!
Solo a queste condizioni prenderemo parte al consiglio comunale aperto del prossimo 11 marzo.
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, sabato nell’aula consiliare si discute delle “proposte per la terra dei fuochi”

13:16

convegnoambientaleSuccivo. Si terrà il 4 marzo, sabato prossimo (ore 18:00), un convegno dal titolo "Proposte per la terra dei fuochi" nell'aula consiliare del Comune di Succivo in piazza IV novembre.

La discussione verterà sulle problematiche ambientali che caratterizzano da anni il nostro territorio. Sarà moderata da Lorenzo Tommaselli del comitato difendatella e inizierà con il saluto dei Sindaci firmatari del "patto per la terra dei fuochi". Successivamente introdurrà la discussione l'assessora all'ambiente del Comune di Succivo, avv. Immacolata Marsilio, e relazioneranno sull'argomento Vincenzo Tosti, portavoce "rete di cittadinanza e comunità", dott.ssa Gerardina Caruso, dell'associazione "Lello Volpe", Stefania Perrotte, ingegnere civile ambientale e il dott. Luigi Costanzo del progetto "veritas".

Il convegno sarà preceduto, alle 16:30, dall'inaugurazione del "giardino degli angeli", spazio verde in via Borsellino dedicato alle giovani vittime innocenti della "terra dei fuochi".

"Siamo convinti che non bisogna abbassare la guardia sulle problematiche ambientali - dichiarano all'unisono dall'amministrazione succivese - legate, purtroppo, al nostro territorio. La sensibilizzazione dei cittadini e l'adozione di provvedimenti volti a contrastare lo sversamento abusivo di rifiuti e i roghi tossici sono stati, in quest'anno di amministrazione trascorso, sono e saranno sempre al centro della nostra azione amministrativa, così come promesso in campagna elettorale".   

La manifestazione è organizzata dall'amministrazione comunale in collaborazione con il comitato "difendatella", l'associazione "Donna 2016" e la Pro Loco di Succivo.

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa, osservatori ambientali non riconosciuti, Ivano Oliva scrive al Sindaco Guida

11:32

comune-di-cesaCesa. Riceviamo e pubblichiamo una lettera protocollata in data 23 febbraio 2017 presso l'ufficio preposto del Comune di Cesa, indirizzata al Sindaco Vincenzo Guida, al Comandante della Polizia Municipale e al Responsabile dell'Ufficio Ecologia. La lettera è firmata da Ivano Oliva, guardia ambientale, che scrive al Sindaco per informarlo del mancato riconoscimento delle guardie durante una riunione a cui era stato convocato, nonostante il decreto sindacale.

Egregio sig. Sindaco,

nel ringraziarLa per la fiducia accordatami con il rinnovo del decreto numero 56 del 3 gennaio 2017 di nomina di Osservatore Ambientale, notificatomi dal messo comunale in data 9 gennaio 2017, sento il dovere di informarLa di un avvenimento increscioso avvenuto in data 21 febbraio 2017.

In tale data, rispondendo ad una sua convocazione a mezzo WhatsApp, mi recavo con altri volontari (Pecovela Cesario, Enzo Villano) presso il Comune per partecipare alla riunione alla quale mi aveva convocato. In quella sede, con grande stupore, ci sentivamo dire dal vicecordinatore D'Agostino che non si spiegava la nostra presenza perchè non facevamo parte del gruppo degli osservatori ambientali. Avendogli fatto notare che eravamo in possesso dei decreti di nomina fatti da Lei, ci rispondeva con irritazione, senza dare alcuna motivazione e, ripetutamente nel corso della discussione, che quei decreti non valevano nulla e lui non li riconosceva complice il silenzio del Coordinatore Mangiacapra che non si esprimeva. Ancor più grave era la mancata presa di posizione del Consigliere delegato Marrandino che invece di difendere gli atti del Sindaco se ne lavava le mani dicendo di non saperne nulla.

In un primo momento ci siamo sentiti umiliati e volevamo andare via, poi però siamo rimasti sia per rispetto della S.V. che ci aveva convocati, sia perchè di fronte a certi atteggiamenti, abbiamo capito che ad essere umiliate sono state le istituzioni e la stessa figura del Sindaco, contestata da un volontario su un atto ufficiale sul quale non ha alcun diritto di interferire e senza alcuna reazione da parte del delegato del Sindaco che quell'atto avrebbe dovuto far rispettare.

Non tocca a me ed agli altri trarre le conseguenze politiche ed amministrative di questa vicenda, ma avevo il dovere, proprio per la fiducia da lei dimostrata nei miei riguardi, di informarla.

Cesa 23/02/2017                                                                                                              Oliva Ivano

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, presunte assunzioni per la raccolta rifiuti: i sindacati diffidano il Comune e il Consorzio Unico di Bacino NA-CE

10:04

RACCOLTA-RIFIUTI-SPAZZATURA-CAMIONSant'Arpino. Con un documento protocollato il 21 febbraio 2017 presso l'Ufficio preposto del Comune e indirizzato, tra gli altri, al Sindaco di Sant'Arpino Giuseppe Dell'Aversana e all'assessore all'ambiente Caterina Tizzano, alcune organizzazioni sindacali (CUB, UAP e ASSO TRASPORTI) hanno diffidato il Comune di Sant'Arpino e il Consorzio Unico di Bacino NA-CE per alcune presunte assunzioni effettuate dall'azienda che svolge il servizio di raccolta rifiuti sul territorio santarpinese.

Come si può leggere nel documento, infatti risulta che il Comune di Sant'Arpino abbia permesso all'azienda che svolge il servizio di raccolta rifiuti sul proprio territorio di assumere personale interinale. Il documento evidenzia una palese violazione della norma regionale numero 14/16 in materia di rifiuti ovvero degli articoli 40-43-44 e nello specifico del divieto di assunzione.

Con queste premesse, i sindacati invitano e diffidano il Consorzio Unico di Bacino delle Province di NA-CE ad impugnare qualsiasi atto che sia ostativo alla ricollocazione del personale dipendente creandone un danno economico ed esistenziale.

Inoltre, invitano e diffidano Il Comune di Sant'Arpino a non far avviare, direttamente o indirettamente, alcun iter per assunzioni ex novo o interinali e a non incorrere in danno erariale in quanto i Comuni sono tenuti a determinare gli importi dovuti dai contribuenti a copertura integrale dei costi derivati dal complessivo ciclo di gestione rifiuti. Costi che prevedono la copertura economica dei legittimi titolari all'espletamento del servizio, ovvero i lavoratori dei Consorzi (L. 26/10)

Invitano, infine, le istituzioni a vegliare in garanzia del rispetto della legge.

Il documento è firmato dai segretari delle segreterie congiunte, Marcello Amendola e Orlando Cioffi.

Idio Maria Francesco Urciuoli

FacebookTwitterGoogle+Share

Frattaminore, la pizzeria “Est-ovest” dell’ortese Pasquale Serra ottiene la prestigiosa affiliazione all’Associazione Vera Pizza Napoletana

9:01

pasqualeserraFrattaminore. La pizzeria "Est-Ovest" di Frattaminore ha ottenuto, questa settimana, un'importante riconoscimento: l'affiliazione all'associazione Verace Pizza Napoletana (AVPN). Il locale, gestito dal pizzaiolo ortese Pasquale Serra, è l'affiliato numero 653, così come riportato sulla targa consegnata dal Vicepresidente dell'associazione, Lello Surace, e dal fiduciario per la campania, Guglielmo Vuolo, direttamente al pizzaiolo atellano.

L'associazione Verace Pizza Napoletana opera dal 1984 e non ha fini di lucro. Fu pensata da Antonio Pace e Lello Surace per unire i più importanti e rinomati pizzaioli dell'epoca e stabilire un disciplinare per riconoscere la pizza napoletana e differenziarla dalle altre varietà esistenti. Promuove e tutela, in Italia e nel mondo, la vera pizza napoletana realizzata secondo le caratteristiche descritte nel suo rigidissimo disciplinare internazionale, da rispettare per l'ottenimento del marchio collettivo "Vera Pizza Napoletana", in vigore dalla costituzione dell'associazione e redatto e registrato presso l'AVPN. L'Associazione è impegnata, inoltre, anche nella promozione e tutela delle pizzerie affiliate e dei prodotti della filera produttiva legata alla 'vera pizza napoletana' nonché nella professionalizzazione dei pizzaioli.

IMFU

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, in fiamme un distributore di benzina in zona “Castellone”

18:17

vigilidelfuocoSant'Arpino. Un incendio si è sviluppato questo pomeriggio, presumibilmente tra le 17:15 e le 17:45, presso il distributore di benzina che si trova all'angolo tra via Rotondella e la strada provinciale Caivano-Aversa, a Sant'Arpino in zona "Castellone". Non si conoscono ancora le cause dell'incendio.

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa, pretendeva interessi del 300% dal nipote, arrestato 60enne per usura ed estorsione

9:24

carabinieriCesa. I carabinieri della Stazione di Cesa  hanno eseguito un’ordinanza di  custodia cautelare in carcere, emessa dal g.i.p. del Tribunale di Napoli Nord,  nei confronti di Di Domenico Michele,  cl. 1957, di Cesa. Il provvedimento cautelare è scaturito a seguito degli accertamenti, svolti e rapportati all’Autorità Giudiziaria dai militari dell’Arma, che hanno consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo in ordine al reato di usura e tentata estorsione, consumati ai danni del proprio nipote. A seguito della denuncia sporta dalla vittima, gli approfondimenti investigativi svolti hanno consentivano di accertare che nell’estate del 2015, in Cesa, Di Domenico Michele si era fatto promettere dal nipote, in relazione ad un prestito in contanti di euro 4.000,00 euro da lui elargito, interessi usurari ad un tasso del 300%. Il 20 aprile 2016, inoltre, Di Domenico Michele, minacciava di morte il nipote per sollecitare la restituzione del prestito, colpendolo in quell’occasione ripetutamente al volto e procurandogli diverse ferite lacero contuse. L’arrestato è stato ristretto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE).

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa, rinnovo del consiglio in Azione Cattolica: alla Presidenza eletto Antonio Sagliocco

21:11

Azione Cattolica gruppoCesa. “Le cose esistono solo grazie ad una creazione che di continuo si rinnova”. Rinnovo, è ciò che c’è stato durante le ultime settimane nell’associazione Azione Cattolica di Cesa che ha vissuto con la celebrazione dell’assemblea elettiva il termine di un altro proficuo triennio: periodo durante il quale alla guida c’è stata Maria di Chiara che ha condotto un periodo di cambiamento in AC come solo un buon capitano sa fare; alla guida è ora stato eletto Antonio Sagliocco.

Come di consueto nel mese di Gennaio si è tenuta l’assemblea parrocchiale nella quale tutti i membri tesserati dell’associazione si sono riuniti e hanno eletto il nuovo consiglio che ora è così composto: per il settore adulti Giovanna Bianco (vicepresidente), Antonietta Cimmino, Antonio Sagliocco (presidente), Anna Verde (segretario), Daniela Verde; per i giovani Graziano Fiorillo (vicepresidente), Giusy Florenzia Bortone (tesoriere), Floriana Morra, Grazia Sagliocco; e per l’ACR - Azione Cattolica dei Ragazzi -, Ermelinda Guarino (responsabile), Aniello Bortone, Maria Marrandino e Gennaro Venturi.

Durante l’assemblea è stato rinnovato anche un altro organo fondamentale dell’associazione: la Consulta dei Ragazzi, fondamentale perché in esso sono i bambini e i ragazzi stessi i protagonisti e dà voce viva alle loro esigenze, desideri e necessità.

Il passo successivo è avvenuto poco dopo, quando durante l’Assemblea Diocesana di Azione Cattolica  il vescovo Angelo Spinillo ha consegnato il mandato e la nomina ufficiale al presidente Sagliocco.

Durante la stessa Assemblea Diocesana, un altro lieto evento ha segnato l’associazione cesana: della neoeletta Consulta dei ragazzi Diocesana entra a farne parte Armando Borzacchiello di 7 anni, di Cesa.

Durante l’assemblea diocesana, nel ricevere la nomina ufficiale dal vescovo, insieme agli altri presidenti delle associazioni della diocesi, c’è stata una forte emozione, ed ho avvertito tutta la valenza degli impegni assunti nel pronunciare la formula di accettazione dell’incarico che così recitava: Consapevole della responsabilità che mi assumo di rappresentare l’associazione a livello territoriale, accettandone integralmente le note caratteristiche e gli obblighi che da esso derivano, mi impegno a testimoniare con coraggio la fede; a vivere con serietà la vita cristiana; a collaborare intimamente con la gerarchia nell’azione pastorale; a servire l’associazione nelle sue finalità per la formazione di un laicato adulto nella fede e per la crescita della comunità ecclesiale e civile”. Sono queste le prime parole del nuovo e emozionato presidente Sagliocco che ringrazia tutti coloro che da più di 80 anni hanno contribuito, contribuiscono e contribuiranno a scrivere a Cesa e nella chiesa una Bella Storia fatta di soci, educatori, consiglieri, e responsabili che ogni giorno lavorano con spirito di gratuità perché hanno scelto Cristo e lo seguono; un particolare ringraziamento lo ha rivolto a Maria di Chiara che nel precederlo “ha guidato l’associazione con sapienza ed amore”; ringrazia, infine, il parroco don Giuseppe Schiavone per la fiducia che da anni depone nell’associazione ed in ogni membro, per la sua guida, per le attività in cui coinvolge per mantenere sempre, con libertà, quella fiamma che rappresenta la fede di ognuno di noi e che senza ogni cosa sarebbe vana e diverrebbe cenere.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, l’Assessorato all’ambiente e l’Istituto “De Amicis” presentano il progetto di sensibilizzazione alla raccolta differenziata “noi che facciamo la differenza!”

16:10

progettoambientesuccivoSuccivo. L’Assessorato all’Ambiente e l’Istituto Comprensivo Statale E. De Amicis di Succivo (CE), nell’ottica di educare i futuri cittadini promuovono un’attività di informazione e sensibilizzazione alla raccolta differenziata, riuso e riduzione dei rifiuti, per l’anno scolastico 2016/2017.

IL PROGETTO: “  NOI CHE FACCIAMO LA DIFFERENZA”,

Per proporre con successo temi importanti dal punto di vista ambientale e sociale come la raccolta differenziata occorre stimolare il coinvolgimento attivo dei ragazzi, coadiuvato però, successivamente, da un lavoro mirato in classe per richiamare le buone pratiche introdotte con attività ludiche. Per l’anno scolastico 2016/17 ( e precisamente nel mese di febbraio 2017 e marzo 2017)siamo a proporre diversi percorsi sulla tematica dei rifiuti, da sviluppare secondo la seguente modalità:

  • Incontro di programmazione con i docenti;
  • Attività di sensibilizzazione nelle classi, diversificati per tre target: scuola dell’Infanzia, scuola Primaria e scuola Secondaria.
  • fornitura di materiali di supporto
  • interventi didattici in classe di 1 ora ciascuno da parte di un docente esperto;
  • Opuscoli didattici per i bambini;
  • mostra finale/espositiva delle foto-lavori realizzate dagli alunni
  • premiazioni dei ragazzi/classi
  1. INCONTRO DI PROGRAMMAZIONE CON I DOCENTI

L’incontro  prevede l’organizzazione congiunta dell’evento, con la suddivisione delle attività che i docenti dovranno svolgere, per introdurre il tema raccolta differenziata e ambiente.

Pertanto i docenti stileranno apposito progetto per l’attività sopra menzionata e  10/7 gg (20 febbraio 2017/ 04 marzo 2017) prima della data fissata per  gli interventi didattici della docente esperta (06 /10 marzo 2017)dovranno (differenziando gli interventi per classi ed  età)introdurre il tema raccolta differenziata e rifiuti, anche attraverso laboratori di recicloect.,

Gli stessi dovranno stilare  l’ipotesi del possibile calendario per ciascuna classe partecipante, e concordare con la docente esperta, i tempi e le modalità di svolgimento.

  1. Attività di sensibilizzazione nelle classi, diversificati per tre target:

Le attività preordinate alla settimana dell’intervento con la docente specializzata, dovranno essere suddivise per fasce di età e per classi: (scuola dell’Infanzia,  scuola Primaria e scuola Secondaria).

I docenti avranno il compito di informare e sensibilizzare alla raccolta differenziata e conseguentemente elaborare dei lavori/attività inerenti la stessa (ad es. laboratori di riciclo, cartelloni, fotografie/mostra fotografica, riciclabolario, cartellone della raccolta in multilingue, ect).

Ai ragazzi dovrà essere fornito il materiale sulla raccolta o, diversamente, il materiale (es. locandine/calendario ) potrebbe essere dagli stessi creato.

Ogni aula dovrà essere dotata della locandina col calendario della raccolta, unitamente al secchi per carta e plastica. La consegna di tale materiale avverrà a cura dell’Assessorato all’ambiente.

3.Interventi didattici in classe di 30 minuti/1 ora ciascuno da parte di un docente esperto;

La settimana conclusiva del progetto è fissata per la data del 06 /10 marzo 2017.

In quella settimana tutte le mattine dalle ore 09 alle ore 13 , tutte le classi dell’I.C.S. saranno impegnate nella lezione didattica con la docente esperta della SENESI S.p.A.

Il calendario della stessa, nonché la suddivisione delle classi sarà concertato congiuntamente tra l’insegnante della SENESI SpA e i docenti.

4. Mostra fotografica/espositiva dei lavori- Sorteggio alunni/classi- Assegnazione  premio.

I lavori realizzati dagli alunni di tutte le classi (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria) saranno poi esposti nella mostra conclusiva, che sarà allestita  l’ultimo giorno del progetto e cioè il 10/03/2017.

Tra tutti  gli alunni verranno sorteggiati n.1 / 2 alunni per classe (fino al raggiungimento di n. due classi elementari e due medie) che svolgeranno, nella primavera dell’anno 2017, un corso di “riciclo creativo” presso il Centro di Educazione Ambientale (accreditato dalla Regione Campania) presso la sede di LEGAMBIENTE sita in Teverolaccio- SUCCIVO.

FacebookTwitterGoogle+Share

Furto aggravato, arrestato 70enne di Sant’Arpino

13:18 carabinieri12

Gricignano di Aversa. I carabinieri della stazione di Gricignano, hanno tratto in arresto, in via Casolla, Giulio Marsicano, 70 anni, residente a Sant’Arpino.

L’uomo, fermato alla guida della propria autovettura, è risultato gravato dall’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura di Roma, poiché riconosciuto responsabile di furto aggravato in concorso.

Marsicano, che dovrà espiare sette mesi di reclusione, è stato  accompagnato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 21 22 23 24 25 29