ATTUALITA’ – Pagina 26

Succivo, disagi per il parcheggio ed errori grossolani sulla segnaletica orizzontale durante i lavori di riqualificazione di corso Umberto

18:52

strisce pedonali corso umbertoSuccivo. Sono iniziati da poche settimane i lavori di riqualificazione che interessano corso Umberto I e piazza IV novembre.

Il pacchetto di interventi pubblici comprende il ridimensionamento delle aiuole in piazza e la realizzazione della segnaletica  orizzontale lungo il corso, finora praticamente inesistente.

Tuttavia non pochi sono i disagi che stanno interessando i cittadini succivesi, generati dai suddetti lavori. Il piccolo cantiere in piazza non permette la sosta sul corso e peggiora una situazione, quella del parcheggio, già critica nella zona e per niente risolta con le soluzioni del disco-orario o del'area Montegrappa, indicata dall'amministrazione come zona di sosta ma troppo distante dalla zona centrale del paese (soprattutto nel periodo invernale).

Inoltre sono stati commessi degli errori nella realizzazione della index11segnaletica orizzontale, grossolanamente corretti: sono state disegnate delle strisce pedonali su alcune strisce di parcheggio rimaste visibili. Infine, nel punto in cui sono state tracciate le strisce pedonali non è stato facilitato l'accesso dalla carreggiata al marciapiede con uno scivolo, che avrebbe permesso una maggiore accessibilità ad una persona in carrozzina, ed è stato inoltre lasciato un ostacolo, un albero, che potrebbe rendere difficile il passaggio ad una persona diversamente abile.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, una parte del casale di Teverolaccio ospiterà alcune aule del liceo artistico

13:17

casalediteverolaccio2Succivo. Secondo fonti attendibili ma non ufficialli l'attuale amministrazione di Succivo, retta dal Sindaco Giovanni Colella, starebbe pensando di destinare alcune stanze della parte superiore del Casale di Teverolaccio ad una succursale del Liceo Artistico "L. Giordano" di Aversa.

La scelta di portare un istituto superiore nel casale rappresenterebbe indubbiamente una conquista importante per lo sviluppo territoriale del piccolo comune atellano ma, d'altro canto, snaturerebbe l'importantissimo uso associazionistico di Teverolaccio anzichè favorirne lo sviluppo: gli eventi del Casale attirano persone dai paesi limitrofi, oltre a far rimanere i ragazzi in paese, e tengono vivo un posto che altrimenti sarebbe lasciato all'abbandono. L'adeguamento dei locali della parte superiore ad aule scolastiche implicherebbe, infine, un importante costo per le casse del Comune di Succivo che, ricordiamo, è in dissesto finanziario.

Idio Maria Francesco Urciuoli

 
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”SOLIDARIETA’ al popolo santarpinese per aver subito per anni devastanti indebitamenti causati dalla mala politica”

11:07

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Con determina n.137 del 7/10/2016 e' stato dato un acconto di euro 78.676,95, a fronte di un debito di ben 600.000 EURO, da pagare per l'esproprio di un terreno della villa comunale Cirillo su disposizione dell'allora Sindaco Giuseppe Dell'Aversana.

E' noto che la villa comunale doveva essere ubicata nel terreno di proprietà della famiglia Giordano alle spalle della nostra Chiesa. Ma per un capriccio del sindaco Dell'Aversana si decise di realizzare la villa Cirillo in prossimità delle proprietà della famiglia Dell'Aversana.

E casualmente, grazie a questa diversa destinazione della villa comunale, le proprietà dei Dell'Aversana hanno inevitabilmente acquisito maggiore valore. E, mentre il sindaco di oggi e di allora pensava solo ai propri interessi personali e familiari, i santarpinesi sono costretti a pagare le spese per quell'esproprio e per tutti i tecnici e gli avvocati che hanno lavorato allo studio di fattibilità della villa comunale.

E tutto ciò ha causato diversi decreti ingiuntivi arrivati al Comune e quindi tocca al popolo di Sant'Arpino pagare la bellezza di 600.000,00 euro (SEICENTOMILAMILA EURO)!

Per non parlare di tutti gli altri decreti ingiuntivi arrivati al Comune dal 1994 al 2008 e di tutti i debiti fuori bilancio causati dalle amministrazioni di dell'Aversana!

Al popolo (ed anche a noi) la piena solidarietà per questa sofferenza continua. A noi tocca pagare il conto. Poi hanno la spudoratezza, dopo gli SPERPERI e i capricci da megalomani, di affermare di avere valori come la legalità, la trasparenza e la coerenza. Di fronte all'evidenza dovreste solo vergognarvi!

Concludiamo con un invito al sindaco Dell'Aversana.. prima di guardare la pagliuzza negli occhi degli altri dovresti guardare la trave che hai nei tuoi!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino al Centro aderisce al progetto di ricerca SPES (Studio di Esposizione nella Popolazione suscettibile)

11:04

santarpino-al-centroSant'Arpino. Si terrà domani Lunedì 31 Ottobre alle ore 18 e 30 nella sede di via San Giacomo 29, un importante iniziativa sul rapporto inquinamento - salute umana.

Ad annunciarlo sono il Presidente Elpidio Maisto e Davide D’Elia, promotore dell’incontro e componente del direttivo del movimento civico.

"L’incontro – dichiarano Maisto e D’Elia - è consequenziale alle diverse azioni già intraprese dagli attivisti e dai rappresentanti istituzionali di Sant’Arpino al Centro. Siamo stati ascoltati, difatti, in data 26 settembre in audizione dal Presidente della commissione terra dei fuochi regionale, durante la quale ci siamo confrontati sui rischi e sulle possibili soluzioni in riferimento proprio alle problematiche legate ai roghi tossici e ai continui sversamenti illeciti che mettono in pericolo quotidianamente la salute dei nostri concittadini".

"Abbiamo scelto di aderire a questo importante progetto – afferma inoltre il coordinatore Angelo Letteraperché non c’è miglior modo di salvaguardare la salute se non quello di utilizzare gli strumenti di prevenzione forniti dalla regione e da quanti si adoperano per sensibilizzare e informare i cittadini su questa importante tematica che è la salute pubblica".

SPES è un progetto promosso dalla Regione Campania e l’istituto spes2Zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno, con l’istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” e l’università Federico II di Napoli. L’obiettivo è quello di fare chiarezza dopo la diffusione di dati confusi ed incerti, con l’attuazione di una serie di misure di prevenzione a salvaguardia della salute. Il progetto di ricerca SPES, infatti, è il più grande campione mai selezionato prima in Italia attraverso cui si studieranno 4000 cittadini residenti nella regione Campania, rintracciando potenziali contaminanti tossici nel sangue grazie all’utilizzo di avanzate tecniche di analisi biologiche e genetiche.

All’incontro sarà presente uno dei diversi medici volontari che stanno lavorando intensamente per la riuscita di questo progetto, affinché i cittadini possano avere a disposizione le notizie per un corretto stile di vita ed analisi cliniche approfondite che sicuramente aiutano a prevenire fenomeni di cancro e malattie cardiovascolari.

Continua senza sosta, dunque, l’impegno del movimento Sant’Arpino al Centro che grazie ai suoi componenti riesce ad occuparsi di tutte le tematiche, non solo quelle strettamente politiche, ma anche culturali e sociali. Infatti, solo attraverso una continua informazione e sensibilizzazione è possibile contribuire a migliorare la qualità di vita nel nostro territorio.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, Bartolo Luongo:”natale a Succivo si farà ma al centro del paese”

9:22

14908168_178108449313239_3026286151733313023_nSuccivo. E' arrivata questa mattina la risposta dell'amministrazione comunale succivese relativa alla questione legata all'annullamento della manifestazione natalizia a teverolaccio. Il portavoce Luongo ha fatto sapere a mezzo facebook che ci sarà una manifestazione natalizia ma interesserà la piazza e il corso. Di seguito vi riportiamo il post facebook:

NATALE A SUCCIVO SI FARA'!!! MA IN PIAZZA E SUL CORSO!! Riteniamo doveroso precisare, a seguito di errate e tendenziose comunicazioni apparse sul web, che il cartellone della attività natalizie sarà, anche quest'anno, fatto dando però massima priorità al centro storico di Succivo. Tale scelta è dettata dalla necessità di ridare SLANCIO ECONOMICO E SOCIALE al cuore di Succivo altrimenti al collasso. Nell'organizzazione delle attività natalizie saranno coinvolte TUTTE LE ASSOCIAZIONI PRESENTI SUL TERRITORIO (comprese quelle Parrocchiali). Rigettiamo con forza lo sciacallaggio mediatico ( Riprovevole sia sotto l'aspetto estetico che nei contenuti) portato avanti dall'opposizione e confermiamo la massima COESIONE E UNITA' all'interno della maggioranza. Auspichiamo la massima collaborazione di tutte le parti sociali nell'organizzazione degli eventi ricordando che il Natale è una festa di tutti e non ha colore politico!

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella, giovedì presentazione del libro “Loro diranno, noi dicamo” di Zagrebelsky e Pallante

10:25

coverOrta di Atella. Giovedì 27 Ottobre alle 19:30 si terrà, presso il Chiostro del Convento dei Frati Minori in P.zza San Salvatore a Orta di Atella, la presentazione del libro "Loro diranno, noi diciamo" di Gustavo Zagrebelsky e Francesco Pallante.

All'incontro organizzato dal Collettivo Politico Culturale "Città Visibile", all'interno della rassegna "Pretesti per Parlarne", parteciperanno l'autore Francesco Pallante, professore di Diritto Costituzionale presso l'Università di Torino e Giuseppe Cerreto, del Collettivo Città Visibile e responsabile del Comitato Atellano per il NO. Modererà l'incontro Renato Briganti, professore di Diritto Pubblico.

Loro diranno, noi diciamo è un libro quanto mai attuale, che servirà da spunto per parlare di politica, Costituzione e soprattutto del Referendum Costituzionale su cui saremo chiamati ad esprimerci il 4 Dicembre.

Nel saggio, diventato il manifesto delle ragioni del NO alla riforma, gli autori argomentano contro le modifiche della Costituzione – di cui si vorrebbero cambiare ben 47 articoli (oltre un terzo del totale) – e contro la legge elettorale, per il rinnovamento di una democrazia partecipata. Oltre alle critiche di merito (contraddizioni, errori concettuali, complicazione del sistema), vengono messe in evidenza le forzature procedurali che hanno connotato il percorso di approvazione delle due leggi. Ne emerge un quadro tutt'altro che rassicurante: le nuove regole del gioco politico risultano essere, a giudizio degli autori, sempre più un'imposizione unilaterale basata su rapporti di forza incostituzionali – leggi approvate in tutta fretta e al costo di qualunque forzatura.
Il libro si chiude offrendo al lettore il confronto, articolo per articolo, del testo della Costituzione vigente con quello che scaturirebbe dalla riforma. Ciò allo scopo di offrire al cittadino una chiara visione d'insieme del nuovo dettato costituzionale.
Una presentazione che va nel solco dell'impegno nella campagna referendaria per il NO, nella quale il Collettivo Città Visibile è impegnato, essendo tra i promotori del Comitato Atellano per il NO.
FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa, M5S abbandona consiglio comunale per protesta: “Seduta non si può tenere perché cittadini non informati a dovere”

20:56

movimento-5-stelleCesa. Il consigliere comunale capogruppo del M5S, Raffaele Bencivenga, ha presentato, prima del consiglio comunale tenutosi nel pomeriggio dell’11 ottobre, un’informativa alla prefettura di Caserta, al presidente del consiglio comunale ed alla segretaria. Il portavoce cittadino ha reso noto, a tutti gli uffici indicati, che la seduta consiliare non poteva essere tenuta in quanto, nello specifico, non si era provveduto alla necessaria pubblicazione degli avvisi né sul sito istituzionale, né a mezzo servizio di pubblica affissione e né sull’albo pretorio funzionante.

Il gruppo consiliare ha citato l’articolo 19 del regolamento del consiglio vigente, il quale prevede che l’avviso di convocazione deve essere “pubblicato all’albo pretorio, negli altri luoghi consentiti e sul sito istituzionale del comune”. Addirittura, quando si tratta di argomenti di particolare importanza, il sindaco o il presidente del consiglio comunale, può disporre l’affissione di appositi manifesti, mentre dovrebbe essere sempre attiva la pubblicità sul sito istituzionale.

All’apertura del’assise, i portavoce del movimento hanno evidenziato gravi lacune ed invitato tutti i consiglieri presenti, compresi presidente e segretaria, a rinviare il consiglio, nel rispetto e nelle modalità previste dalla legge. A votazione effettuata, però, solo il M5S ha espresso parere favorevole.

“Il consiglio comunale è l’organo per eccellenza, dove si prendono le decisioni importanti per la comunità – dicono i pentastellati –. Non può essere strumentalizzato, né reso ostaggio dalla maggioranza; non è e non può essere considerato una scatola chiusa.

Com’è possibile – chiedono - che chi dovrebbe dare esempio di massima partecipazione, coloro che hanno costruito delle consulte, non abbiano valorizzato un evento di questo peso per la comunità? Nessuno ha minimamente pensato all’importanza degli argomenti. In che modo i cittadini dovevano venire a conoscenza del consiglio comunale odierno? Perché non ne sono stati messi al corrente?

L’istituzione delle consulte, a nostro parere, alla luce dei fatti odierni, è da considerarsi solo specchietto per le allodole, in quanto – concludono - proprio il consiglio comunale, ripeto organo per eccellenza, è stato messo in secondo piano o per nulla considerato”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Il Prefetto Carfagna incontra i Sindaci atellani

8:54

Caserta. donatocarfagnaIl Commissario governativo per il Patto per la "Terra dei fuochi”, Donato Cafagna, ha accolto il grido d’allarme lanciato dalla Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani. Venerdì prossimo, 16 settembre, alle ore 10, presso la Prefettura di Napoli si terrà un incontro tra il Prefetto Cafagna, i sindaci di Sant’Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, Presidente della “Conferenza dei Sindaci Atellani”, Cesa, Enzo Guida, Frattaminore, Giuseppe Bencivenga, Gricignano, Andrea Moretti, Orta di Atella, Giuseppe Mozzillo, e Succivo, Gianni Colella. Prevista anche la presenza di rappresentanti delle forze dell’ordine e di alcuni esperti in tema roghi, rifiuti tossici e sversamenti illegali.

La convocazione segue solo di alcuni giorni, un’apposita seduta della “Conferenza dei Sindaci Atellani” sul drammatico problema dei roghi e dei rifiuti illeciti. Dopo alcune ore di intenso confronto, i sindaci avevano espresso non poche preoccupazioni per la ripresa dei roghi tossici e degli sversamenti illegali lamentando una scarsità di risorse a disposizione. I primi cittadini al termine dell’incontro si erano impegnati ad avviare in tempi rapidi alcune proposte concrete, tra cui: un coordinamento fra i rispettivi corpi di Polizia Municipale e di Protezione Civile; un potenziamento del sistema di videosorveglianza usando anche telecamere mobili; iniziative in grado di facilitare forme di volontariato civile che supportino gli organi preposti nel controllo del territorio; ad inoltrare una richiesta di contributi economici finalizzata allo smaltimento di amianto abbandonato e a chiedere il supporto concreto da parte delle guardie ambientali provinciali. Prima di tutto, però, i sindaci avevano ritenuto necessario ed indispensabile un incontro con il commissario governativo per la Terra dei fuochi, il Prefetto Cafagna, non solo per condividere il piano di azioni che si intende adottare ma anche per sollecitare allo stesso commissario nuove e mirate misure che i sindaci da soli non sarebbero in grado di attuare per la scarsezza dei fondi e dei mezzi a loro disposizione.

Il Commissario ha immediatamente recepito la richiesta e nel giro di poche ore ha convocato il vertice per venerdì prossimo. Grande la soddisfazione dei sindaci che – grazie alla competenza e alla sensibilità di Cafagna - sono fiduciosi di poter dare finalmente delle risposte concrete al territorio atellano sulla delicata problematica dell’inquinamento ambientale.

Intanto per domani sera, mercoledì 14 settembre, presso la Sala Giunta di Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” di Sant’Arpino, il presidente Dell’Aversana ha nuovamente convocato la Conferenza per mettere a punto l’elenco preciso delle proposte da sottoporre al Commissario Cafagna; per fare valutazioni e proposte sulla nuova regionale sui rifiuti; per individuare alcune proposte operative per migliorare la viabilità sulla Caivano – Aversa.

Nella stessa seduta sarà anche valutata l’opportunità di aderire – a sostegno dell’importante azione di contrasto che sta portando avanti il Comune di Gricignano - alla manifestazione del prossimo 26 settembre contro l’impianto di stoccaggio gricignanese della Ecotransider, ormai da tempo sospettato di essere fonte dei miasmi notturni.

FacebookTwitterGoogle+Share

Domani sera a Cesa si riuniscono i nuclei di protezione civile dell’agro aversano

16:28

4805_protezione_civile_cesaCesa     Domani sera, 1 settembre, presso la sede della locale Protezione Civile si terrà una riunione tra tutti i nuclei di tale organizzazione dell’agro aversano. Ad annunciare l’incontro sono il sindaco Enzo Guida, il consigliere comunale delegato alla Protezione Civile Alfonso Marrandino ed il coordinatore locale Cesario D’Agostino. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

La Regione Campania assegna ai comuni atellani 100 mila euro per avviare un piano di valorizzazione e promozione della propria identità culturale

14:51

sindaci atellaniArea Atellana. Dopo l’istituzione della “Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani”, i Comuni Atellanidi Orta di Atella, Succivo, Sant’Arpino, Cesa, Gricignano di Aversa e Frattaminore conquistano un altro importante risultato: la Regione Campania approva e finanzia con 100 mila euro i due progetti elaborati dagli stessi comuni per avviare un rilancio del territorio attraverso la valorizzazione e promozione della propria identità culturale.

Un vero e proprio successo che premia la lungimiranza dei sindaci Giuseppe Dell’Aversana (sindaco di Sant’Arpino e neo presidente della Conferenza dei Sindaci), Enzo Guida (Cesa), Giuseppe Mozzillo(Orta di Atella), Gianni Colella (Succivo), Giuseppe Bencivenga (Frattaminore),Andrea Moretti (Gricignano di Aversa), che lo scorso mese di luglio dopo aver avviato un tavolo di confronto decisero di partecipare con due distinti progetti, per una ragione di opportunità,ad un bando della Regione Campania emesso nell’ambito del Programma Operativo Complementare (POC) 2014-2020 - Linea Strategica 2.4 “Rigenerazione Urbana, Politiche Per Il Turismo e Cultura”.

La scelta si è rivelata propizia e vincente: i due progetti – che prevedono iniziative tra di loro connesse e che hanno come scopo quello di esaltare le risorse locali - sono stati entrambi finanziati per la qualità della proposta.  Questi precisamente i due progetti: il primo ha per titolo “Viaggio nei Sapori e nella tradizione atellana all’ombra della vite maritata a pioppo” e vede coinvolti i comuni di Cesa – ente capofila – Succivo e Gricignano di Aversa; il secondo è denominato “PulciNellaMente, winteredition” e coinvolge Sant’Arpino (capofila), Orta di Atella e Frattaminore.

Il nuovo percorso avviato parte sotto i migliori auspici– affermano all’unisono i sindaci atellani – la sinergia tra i comuni atellani ha già dato un significativo risultato. La scelta di superare l’esperienza dell’Unione dei Comuni Atellani con un nuovo organismo snello e concreto, è stata giusta. Questi finanziamenti ne sono un esempio. I sindaci e gli amministratori della conurbazione atellana hanno ben chiara l’idea che si deve lavorare assieme e che, rispetto a talune questioni, siamo un unico territorio. Vite maritata a pioppo, vino asprinio, la rassegna di teatro scuola PulciNellaMente, la sagra del Casatiello, sonoalcune delle risorse ed eccellenze del territorio, capaci di attrarre visitatori e su cui dobbiamo puntare”.

“Dobbiamo ragionare come una comunità di circa 80 mila abitanti – continuano i primi cittadini – caratterizzata da tante problematiche ma soprattutto da tante eccellenze e da parte nostra ci sarà la massima attenzione verso tutte quelle opportunità che ci consentiranno di promuoverle”.

In conclusione i sindaci sottolineano con un pensiero di gratitudinel’importante apporto offerto nella fase di elaborazione della proposta progettuale da parte dei vari assessori e consiglieri delegati e da parte delle associazioni locali, comprese le Pro Loco.

FacebookTwitterGoogle+Share

Ruba auto a Carinaro, arrestato Francesco Di Donato

18:42

arresto-carabinieri-Gricignano di Aversa     I Carabinieri della Compagnia di Marcianise  hanno tratto in arresto DI DONATO Francesco, cl. 67, di Gricignano d’Aversa, responsabile del furto di un’autovettura Fiat Panda di proprietà di un 62enne di Carinaro, asportata poco prima proprio in Carinaro,  la cui segnalazione era giunta alla centrale operativa da parte di società di vigilanza che indicava il movimento effettuato da impianto gps installato a bordo del veicolo. Individuato il veicolo, i carabinieri hanno proceduto immediatamente a bloccarlo traendo in arresto il conducente. L’arrestato, sarà giudicato con rito direttissimo. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share
1 24 25 26 27 28