PROVINCIA DI CASERTA – Pagina 2

Carinaro. Finisce l’era Dell’Aprovitola. Nominato il commissario prefettizio Luigi Palmieri

19:46  
FacebookTwitterGoogle+Share

Proiettili a Mario De Michele. La solidarietà del sindaco di Sant’Arpino, Giuseppe Dell’Aversana

17:07

Sant'Arpino     Il primo cittadino di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, esprime la propria solidarietà al direttore del portale Campania Notizie, Mario De Michele, a cui nella giornata di ieri sono stati recapitati quattro proiettili.

"Contro ogni forma di violenza- scrive il sindaco atellano- viva la libertà di espressione ed il confronto civile, La prepotenza e l'intimidazione non pagano. La verità esce sempre a galla. Niente e nessuno la può fermare. Piena solidarietà al direttore Mario De Michele".

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Immacolata Quattromani:”piena solidarietà a Mario De Michele per il vile atto subito”

11:44

Sant'Arpino. "Esprimo la mia piena e incondizionata solidarietà a Mario De Michele, direttore responsabile della testata online campanianotizie.com, per il vile atto subito ieri". Con queste parole la consigliera comunale di Sant'Arpino Immacolata Quattromani ha espresso la sua solidarietà a Mario De Michele, direttore di campania notizie, che ieri ha ricevuto una lettera presso la sua abitazione con, all'interno, quattro proiettili e il seguente messaggio:"per colpa tua abbiamo gli occhi di tutti puntati addosso. Adesso basta, non scrivere più una parola su Orta di Atella. Per te Orta è M-Orta".

"Una prerogativa fondamentale dell'informazione è la libertà di pensiero. - ha sottolineato la Quattromani - I giornalisti sono il contatto tra quello che succede sul territorio e i cittadini e, quotidianamente, devono portare nelle case della gente il diritto di sapere, in modo pulito, corretto e senza manipolazioni politiche. Le istituzioni hanno l'obbligo di garantire a tutti gli operatori dell'informazione massima libertà e devono tutelarli da azioni viscide come quella che ha interessato ieri il direttore De Michele a cui va la mia piena solidarietà.

FacebookTwitterGoogle+Share

CASERTA. Raffaele Di Serio Oro ai Giochi del Mediterrano

17:00
(ANSA) 
CASERTA - Una vittoria alle "olimpiadi" del "mare nostrum" per inseguire un sogno, quello di partecipare alle vere Olimpiadi che si terranno nel 2020 a Tokyo, e continuare così la tradizione della boxe marcianisana, quasi presente agli ultimi Giochi dove si è fatta onore soprattutto con il plurimedagliato Clemente Russo. Raffaele Di Serio, 21enne pugile del Gruppo Sportivo Esercito cresciuto all'Excelsior Boxe di Marcianise, ha appena vinto (sabato 30 giugno) ai Giochi del Mediterrano di Tarragona l'oro per l'Italia nella categoria dei 56 kg (ex pesi piuma), dove ha battuto in un match di tre riprese l'atleta albanese Zanelli con un perentorio 5-0, raccogliendo l'unanimità tra i cinque giudici. Il prossimo obiettivo sono ora i Giochi giapponesi, ma prima di tutto il pensiero del giovane Raffaele va a Domenico Brillantino, fondatore dell'Excelsior, maestro che ha formato decine di pugili a Marcianise, salvandone molti dalla strada, e creando campioni come Angelo Musone e lo stesso Clemente Russo. "Il maestro Brillantino - dice Di Serio - è stato un faro per me; sono entrato all'Excelsior a 9 anni e sono stato allenato prima da lui, quindi dal figlio Antonio, fino ai 19 anni. Ora mi manca e decido questa importante vittoria anche a lui, oltre che ai miei familiari". Di Serio non si presta al gioco delle probabilità che ha di prendere parte alle Olimpiadi. "Questa vittoria mi dà grande fiducia - dice - e mi sento pronto per dare tutto quello che ho per andare a Tokyo. Si, ci credo". Il prossimo appuntamento è a novembre per il torneo dell'Unione Europea, ma le tappe più importanti in vista dei Giochi saranno nel 2019, quando Di Serio parteciperà agli Europei - già vinti nel 2015 nella categoria youth - e qui si dovrà guadagnare il pass per i Mondiali. Ci saranno poi dei tornei di qualificazione per i Giochi, ma andare bene alle rassegne continentale e mondiale sarà un viatico importante.
FacebookTwitterGoogle+Share

Caserta. Folta rappresentanza casertana al raduno di Pontida della Lega. Ai lumbard aderiscono Alfonso Belardo di Succivo, Ernesto Ferrante di Cesa, Gianluca Fioratti e Alessandro Sala di Sant’Arpino

11:59 La Lega della provincia di Caserta ha preso parte alla manifestazione di Pontida. Salvatore Mastroianni, Cristian De Angelis, Elio Ferdinando, Renzo Carusone, Giacomo Megale, Arturo Bolognese, Angelo Moretta, Raffaele Del Vecchio, Michele Martucci, Alfonso Belardo Luciano Faticato sono solo alcuni dei rappresentanti della Lega casertana che hanno voluto testimoniare con la presenza e la partecipazione la loro appartenenza al partito di Matteo Salvini. Nonostante le difficoltà logistiche legate alla significativa distanza geografica, sono stati circa cinquanta, tra militanti e amministratori della provincia di Caserta, a prendere parte alla manifestazione simbolo del carroccio. Tra gli aderenti al partito di Salvini, per l’area atellana, Alfonso Belardo candidato non eletto nelle lista “Primavera Succivese” di Succivo  presente fisicamente a Pontida, Gianluca Fioratti già Sindaco facente funzioni e Vicesindaco e Alessandro Sala candidato non eletto nella lista “Sant’Arpino al Centro” da Sant’Arpino ed Ernesto Ferrante candidato sindaco non eletto e capogruppo di opposizione del movimento “Cesa C’è” da Cesa. “La nostra provincia - ha dichiarato Salvatore Mastroianni, consigliere comunale di Santa Maria Capua Vetere e candidato della Lega alla Camera dei Deputati alle ultime elezioni politiche - ha fatto sentire la propria presenza sia al leader Matteo Salvini e che ai parlamentari campani, Gianluca Cantalamessa e Pina Castiello, rispettivamente coordinatore regionale del partito e sottosegretario di stato. La mobilitazione, la militanza e l’appartenenza politica devono essere manifestate naturalmente anche attraverso la partecipazione attiva agli impegni previsti nell’agenda del partito”.
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Edizione da record per la Sagra del Casatiello

19:37 Sant’Arpino      Quattro panificatori, decine di stand, migliaia di casatielli sfornati senza soluzione di continuità, spettacoli, visite guidate, mostre, cultura, folklore, ed un fiume di persone che ha attraversato in lungo ed in largo il centro storico di Sant’Arpino per un intero fine settimana. Tutto questo è stata la XXVI edizione della Sagra del Casatiello, organizzata dalla Pro Loco di Sant’Arpino, guidata dal Presidente Aldo Pezzella e patrocinata dalla locale amministrazione comunale del sindaco Giuseppe Dell’Aversana. Quello dedicato al rustico tipico della tradizione culinaria atellana si è confermato essere, per l’ennesima volta, un appuntamento immancabile per migliaia di persone provenienti da ogni angolo della Campania e dalla regioni limitrofe. (altro…)
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, stasera nel palazzo ducale il saggio di fine anno dell’accademia “All Music”

13:11

Sant'Arpino. Si terrà stasera a partire dalle 20 e 30, nella corte del palazzo ducale "Sanchez De Luna" di Sant'Arpino, il settimo saggio di fine anno dell'accademia "All Music" di Sant'Arpino.

Ad esibirsi sul palco allestito nella suggestiva corte del palazzo seicentesco santarpinese saranno tutti i 40 allievi dell'accademia musicale gestita dalla famiglia Carboni che vanta una decennale esperienza e collaborazioni di prestigio con importanti esponenti della scena musicale campana, nazionale e internazionale tra cui si ricordano quelle con Enzo Avitabile, Sal Da Vinci e Pino Daniele.

"Il nostro scopo è, in primis, quello di dare una formazione musicale ai nostri allievi - fanno sapere dall'accademia di via Gramsci - che gli permetta di acquisire competenze sulla disciplina scelta ed esibirsi senza indugi sul palco. Continueremo a puntare molto sulla musica d'insieme perchè la riteniamo importante per i nostri musicisti, sia per una questione tecnica che per una questione sociale".

Ed è proprio sull'importante impatto sociale che la scuola musicale santarpinese ha sul territorio atellano intervenne, qualche anno fa, l'artista Enzo Avitabile che dichiarò:"Non voglio essere retorico ma ci sono tre grandi elementi che rendono grande il saggio di fine anno dell'Accademia All Music. Il primo è legato all'eredità culturale che le vecchie generazioni devono passare alle nuove, in accademia si trasmette arte ai giovani garantendo, quindi, la continuità culturale. C'è poi un aspetto sociale, legato all'aggregazione, alla fratellanza e alla solidarietà che i giovani imparano frequentando la scuola insieme ad altri ragazzi. Infine, c'è un importantissimo aspetto sociologico poichè si toglie la possibilità alla strada di assorbire i giovani a tentazioni completamente diverse dalla musica e dall'arte".

 
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Raffaele Lettera nominato coordinatore della nuova sezione di Forza Italia

11:53

Sant'Arpino. Sarà Raffaele Lettera il coordinatore temporaneo della nuova sezione santarpinese di Forza Italia, in attesa della fase del tesseramento e del congresso. Ad annunciarlo, ieri, Eugenio Di Santo, coordinatore del partito forzista per l'agro atellano.

"Su mia proposta Raffaele Lettera é stato nominato coordinatore cittadino di Forza Italia - ha dichiarato Di Santo - La nomina è arrivata dal Commissario provinciale nonché presidente della provincia Giorgio Magliocca. A Raffaele Lettera faccio il mio in bocca al lupo per questa nuova entusiasmante esperienza, certo che il suo sarà un contributo concreto e stimolante, viste le sue già numerose esperienze".

Si apre quindi una nuova pagina della storia di Forza Italia a Sant'Arpino che porterà al ritorno di un partito politico sul territorio comunale, con il tesseramento e le nomine del presidente, del coordinatore e dell'intero direttivo. Entro la settimana prossima sarà convocato un incontro nella sede di piazza Umberto I, aperto a tutti, per definire la strada da percorrere.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, il presidente dell’associazione “Congrega del purgatorio” annuncia l’assemblea per questa sera alle 20 nell’aula consiliare di via Mormile

14:44

Sant'Arpino. Questa sera 27 Giugno alle ore 20.00 presso l’Aula Consiliare sita in via Mormile n. 6 si terrà un’Assemblea generale per tutti coloro che hanno i propri defunti collocati nei loculi della “Cappella del Purgatorio” sita all’interno del Cimitero Comunale. Come si legge dal manifesto affisso per le strade di Sant’Arpino a firma di Elpidio Soreca, Presidente dell’Associazione di volontariato “Congrega del Purgatorio”, costituitasi negli scorsi mesie disciplinata da un apposito Statuto e con regolare organismo direttivo, il cui scopo è la gestione e manutenzione della Cappella sita nel cimitero comunale: “La ristrutturazione della Cappella, chiusa all’accesso del pubblico da dicembre del 2017, ènecessaria ed urgente, come da ordinanza sindacale n. 51 del 13.12.2017. Si coglie l’occasione – si legge dal manifesto - per ricordare a tutti coloro che hanno i propri cari defunti collocati nei loculi della “Cappella del Purgatorio”, e che ancora non vi abbiano provveduto, di versare per ogni loculo concesso la quota di euro 50,00 (cinquanta/00), come acconto sul maggior avere per la ristrutturazione della Cappella attualmente inagibile ed a rischio crollo. Il versamento va effettuato sul conto corrente postale intestato ad: Associazione “Congrega del Purgatorio”,mediante bonifico bancario al Codice Iban: IT 10 F 07601 14900 001041463017, oppure, con vaglia postale allo sportello, sul Conto Corrente Numero: 001041463017. Nella Causale è necessario inserireil Numero del Loculo per cui si effettua il versamento e/o il Nome del/i defunto/i in esso collocato/i. Coloro che hanno già effettuato il versamento e non hanno ancora provveduto a consegnarne una copia all’Ufficio Cimitero del Comune, potranno consegnarla in occasione dell’Assemblea”. Saranno presenti all’Assemblea il Sindaco Giuseppe Dell’Aversana ed il Parroco Don Umberto D’Alia, che come da statuto sono membri di diritto  dell’organismo direttivo dell’Associazione. “La Cappella – dichiara il Presidente dell’Associazione SorecaElpidio - potrebbe crollare da un momento all’altro, dopo diversi incontri del direttivo dell’associazione di volontariatoè necessario fare il punto della situazione con un’assemblea generale, confidiamo nella massiccia presenza dei proprietari del loculi, in modo da poter essere tutti resi edotti di quantosi sta facendo al fine di evitare il crollo della cappella, preservando la pubblica incolumità, e nel rispettodei defunti che vi sono collocati”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta di Atella. Lettera aperta del professor Carmine Vozza “Splendidi esempi di giornalismo di inchiesta nell’agro aversano”

13:25

Orta di Atella.      Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta del professor Carmine Vozza.

"Mi soffermo spesso a riflettere su quanto sia infame, delicato e pericoloso il mestiere di giornalista e, in special modo, quello dei giornalisti d’inchiesta.

Uomini speciali, sprezzanti del pericolo e al servizio dei deboli e dei diseredati che affrontano un lavoro massacrante che impone un enorme dispendio di energie e tempi lunghi per preparare indagini giornalistiche attraverso l’analisi di documenti di provenienza istituzionale, privata e scientifica e i contributi di fonti confidenziali di provenienza istituzionale o privata. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Apu. 14 sindaci della Provincia di Caserta chiedono un incontro all’assessore regionale Sonia Palmieri

7:57

I  sindaci dei comuni di Caserta, Aversa, Marcianise, Carinaro, Casaluce, Cesa, Frignano, Lusciano, San Marcellino, Sant'Arpino, Succivo, Teverola, Villa di Briano e Villa Literno chiedono un incontro all'assessore regionale al lavoro Sonia Palmeri in merito alla vertenza dei lavoratori APU  ex precettori di ammortizzatori sociali ed ex percettori di sostegno al reddito che per favorire la loro permanenza nel mondo del lavoro nell'ambito delle risorse per il piano di formazione - lavoro  per gli interventi a valere sull'asse 1 del POR Campania FSE 2014/2020,   dopo  Avviso Pubblico della Regione Campania per il finanziamento di misure di politica attiva sono stati inseriti in percorsi lavorativi presso Pubbliche Amministrazioni per favorire la permanenza nel modo del lavoro in attività di pubblica utilità. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 51