PROVINCIA DI CASERTA – Pagina 48

Sant’Arpino: culturopoli, Pulcinellamente W.E. e quell’assessorato alla cultura che non c’è

18:31

culturaatellanaA Sant’Arpino l’assessorato alla cultura non esiste, o almeno sulla carta non c’è. Esiste "solo" una delega consiliare alla cultura affidata alla Presidente del Consiglio Comunale, Ivana Tinto. Questo significa, in pratica, che chi si dovrebbe occupare della cultura, la Tinto appunto, non è in giunta e, quindi, non ha potere propositivo diretto ai fini delle deliberazioni in merito e non ha indennità di carica, di conseguenza non può dedicare tempo ad una delega che, nel nostro paese, richiede un impegno continuo e costante: alla sagra del cuppitiello (legata al Carnevale Atellano), patrocinata dal Comune, per esempio, non è stato presente un solo amministratore durante i due giorni. Da sottolineare, poi, la questione legata all'incompatibilità che ha la figura del Presidente del Consiglio Comunale con una carica così importante: se un gruppo consiliare presentasse un'interrogazione sulla cultura lei dovrebbe, da Presidente del Consiglio, rispondere e moderarsi contemporaneamente: la legge glielo consente ma il fair play politico va a farsi benedire.

In realtà, la delega alla cultura non è stata affidata alla Presidente del Consiglio per la sua "lunga esperienza nel campo delle attività culturali" (che non ha) ma perchè, così facendo, il primo cittadino può gestire a mano libera tutto ciò che gira attorno alla cultura (essendo la Tinto una sua fedelissima), con l'aiuto della Pro Loco, presieduta da Aldo Pezzella (Presidente dal 2008), e di Elpidio Iorio, reale assessore in pectore alla cultura di Sant'Arpino: così come succede in pratica da oltre vent'anni.

Ultimo prodotto del triumvirato culturale santarpinese è stato il mega progetto "Pulcinellamente Winter Edition". Straordinario, stupefacente, fantasmagorico, bellissimo, di altissimo profilo socio-culturale e che porta, come sempre, grandi nomi nell'area atellana. Il progetto è stato realizzato grazie ad un finanziamento regionale di 49960,00 euro (non ha gravato sulle casse santarpinesi ma su quelle regionali: sempre soldi dei contribuenti sono...) ottenuto a valere sulle risorse del POC (programma operativo complementare) 2014-2020 linea strategica 2.4 "rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura" a cui Sant'Arpino ha avuto accesso partecipando, da capofila ma in forma associata, con il Comune di Orta di Atella e il Comune di Frattaminore. Di seguito la rendicontazione completa del progetto:

  • con la determina numero 52 del 23 novembre 2016 veniva affidata l'organizzazione dell'evento "narrar di atella" al giornalista Antonio Lubrano per la cifra di € 4270,00 (iva inclusa). Gli appuntamenti sono stati 3, il 24-25-26 novembre 2016 e si sono svolti nei tre Comuni che hanno aderito al progetto: Orta di Atella, Frattaminore e Sant'Arpino.
  • con determina numero 82 del 20 dicembre 2016 veniva affidata l'organizzazione dell'evento "I Maestri del teatro leggono le Fabulae atellane" (19 gennaio 2017, Castello di Casapozzano, Orta di Atella)  alla KHORA s.r.l. a cura dell'artista Alessandro Preziosi, per la cifra di € 8906,00 (iva inclusa)
  • con la determina numero 81 del 20 dicembre 2016 si affidava alla compagnia milanese C.T.F.R. la realizzazione dello spettacolo "I calzini sul comò" di e con Jacopo Fo per la cifra di € 2750,00 (iva inclusa)
  • con la determina numero 83 del 20 dicembre 2016 veniva affidata la realizzazione dello STAGE “Dall’Atellana alla Commedia dell’Arte” alla compagnia di teatro per le nuove generazioni  “La Mansarda Teatro dell’Orco” al prezzo di € 3050,00 (iva inclusa). Lo stage si è svolto il 28 gennaio 2017, ore 10:00 presso il Palazzo Civico - Orta di Atella (CE) e il 29 gennaio 2017, ore 10:00 presso l'Aula Consiliare, Palazzo Municipale – Frattaminore (NA)
  • con la determina numero 84 del 20 dicembre 2016 si affidava la realizzazione dell’evento “Maestri del Teatro leggono le Georgiche” all’Artista Pierluigi Tortora per il prezzo di € 976,00 (iva inclusa). L’evento si è svolto il  21 gennaio 2017 alle ore 20:30 in Frattaminore presso l’Aula consiliare.
  • con la determina numero 85 del 20 dicembre 2016 veniva affidata, alla Pro Loco Sant’Arpino (in qualità di soggetto gestore della Pinacoteca “M.Stanzione”) la realizzazione della mostra - conferenza “Dal Maccus al Pulcinella” con le opere dell'artista Lello Esposito al prezzo di € 4880,00. La cifra include, come specificato nella determina, la stesura e stampa del catalogo della mostra, l’allestimento della stessa, il trasporto delle opere e l’organizzazione del convegno. Il convegno di apertura della mostra si è tenuto il 22 gennaio 2017 e l'esposizione è durata fino al 5 febbraio.
  • con la determina numero 120 del 30 dicembre 2016 veniva impegnata la somma di € 25010,00 per l’affidamento dei servizi di: “organizzazione, allestimento, coordinamento, segreteria, comunicazione, ufficio stampa, editoria, promozione e pubblicità per l’evento ”PulciNellaMente winter edition”. Successivamente, con la determina numero 9 del 9 gennaio 2017 veniva avviata la procedura negoziata, preceduta da avviso di manifestazione di interesse, per l'affidamento dei succitati servizi. Con la determina numero 13 del 16 gennaio 2017 veniva affidata alla ditta "Aristea servizi culturali e digitali srl" di Capua i servizi di “organizzazione, allestimento ,coordinamento, segreteria, comunicazione, ufficio stampa, editoria, promozione e pubblicità” per la realizzazione dell’evento “pulcinellamentewinteredition” al prezzo offerto di € 15250,00 (minor prezzo offerto).

Analizzando le date delle determine si può notare come l'affidamento degli importantissimi servizi legati all'evento siano stati affidati con una determina del 16 gennaio 2017, data successiva all'avvio della manifestazione: gli eventi di Antonio Lubrano sono di fine novembre, non erano importanti?. Inoltre, si è sbandierato ai quattro venti la sacrosanta apertura della pinacoteca comunale, ma chi è il soggetto gestore della Pinacoteca? Risposta: la Pro Loco, di cui il sindaco, tra le altre cose, è presidente onorario (e stiamo aspettando ancora il mobile dei libri del Professore Pezone per i quali sempre la Pro Loco ha percepito 500 euro come scritto qui). Quindi è la Pro Loco che l'ha tenuta chiusa ed è sempre la Pro Loco che l'ha riaperta. Se la cantano e se la suonano da soli.

Infine, c'è da dire come gli investimenti di questa manifestazione sembrerebbero poco focalizzati alla rigenerazione urbana (al territorio e ai cittadini non è rimasto quasi niente di fruibile, se non le foto e un bel ricordo degli artisti che sono passati che sarà inserito in alcuni DVD che solo 500 fortunati avranno su una popolazione complessiva di oltre 50mila persone: Sant'Arpino, Orta di Atella e Frattaminore) o alle politiche per il turismo, praticamente inesistenti, ma solo ed esclusivamente alla cultura (POC 2014-2020 linea strategica 2.4 "rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura") o, meglio, ad una forte strumentalizzazione della stessa, viste anche le ingenti somme dedicate alla comunicazione ed alla pubblicità e poco o niente al territorio (le numerose compagnie teatrali locali, per esempio, non sono state coinvolte).

"Con la cultura non solo si può mangiare, ma, servendosene, si possono costruire floride carriere politiche"

Idio Maria Francesco Urciuoli

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, domani parte il carnevale atellano con la “sagra del cuppitiello”

16:13

palazzo-ducaleSant'Arpino. Comincia il conto alla rovescia per l’evento novità dell’ottava edizione del Carnevale Atellano la SAGRA DEL CUPPITIELLO.

L’iniziativa, che si terrà sabato 11 e domenica 12 febbraio, è organizzata dal Comitato Permanente del Carnevale Atellano presieduto da Virginio Guida in  collaborazione con l’Associazione Slow Food dell’agro Aversano -Atellano.

Sabato 11 febbraio alle ore 10.30, nella sala convegni del Palazzo Ducale Sanchez de Luna in Piazza Umberto I, si svolgerà il concorso “PIATTI TIPICI DEL CARNEVALE”.

E sempre in mattinata in piazza Umberto I sarà allestita una mostra fotografica dal titolo “Il carnevale antico e moderno”.

Nel pomeriggio, alle ore 17, si accenderanno i fornelli per gustare le pietanze frutto dell’arte culinaria del cuoco che preparerà succulenti piatti.

La serata sarà allietata dalle musiche di un complesso che allieterà i presenti con canti e tanta musica popolare.

Domenica 12 febbraio, alle ore 10.30, sarà riproposta la mostra fotografica del carnevale antico e moderno, con un dibattito nella sala convegni del Palazzo Ducale sulla commedia in programma “Trionfo e MORTE di Carnevale” con la presentazione degli attori. Alle ore 17 si riaccenderanno i fornelli per gustare altre pietanze carnevalesche sempre con l’accompagnamento di un complesso musicale che rallegrerà la serata con l’intervento di giovani cantanti locali.

Manca ormai davvero pochissimo – dichiara il Presidente del Comitato Virginio Guidae il mio ringraziamento và a Nicola Migliaccio e alla prof.ssa Assunta Ventriglia e a tutti gli amici dell’associazione Slow Food per aver scelto di collaborare con noi all’evento di sabato e domenica che rappresenta una delle grandi novità di questa edizione del Carnevale. A tutti và il mio grazie e l’invito ad essere presenti sabato e domenica. Non mancate. VI ASPETTIAMO NUMEROSI!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica a Elpidio Del Prete:”Ma ci sei o ci fai?”

18:30

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Bisognerebbe riflettere prima di scomodare il nostro amato Papa Francesco prendendone in prestito le frasi. Eh si, caro Elpidio Del Prete, da quale pulpito la predica! Noi saremmo invidiosi di chi? Di te? Saremmo invidiosi di chi per una poltrona e' disposto a rinnegare tutto e tutti? Di un politico che si nasconde dietro la moglie per fare i suoi comodi? Dovremmo essere invidiosi di qualcuno che elenca il suo curriculum sapendo benissimo che il ruolo nell'Ato Provinciale non e' altro che un ruolo politico che non richiede alcun curriculum?? Chiunque potrebbe svolgere questo ruolo! E la nostra condanna va' soprattutto a chi ti lascia fare tutto questo. A chi ha sbandierato il cambiamento e le opportunita' per i giovani ai quattro venti e poi permette ai "soliti" di continuare a ricoprire ruoli. Cio' che piu' ci stupisce e' che la maggioranza si lasci abbindolare da un personaggio che manca poco che arrivi a dire che e' diretto discendente di Donald Trump pur di autoelogiarsi!! Bastava proporre questa opportunita' ad un giovane, magari ad un rappresentante di Contramunnezza e invece cosi' non e' stato. Ci dispiace deluderti, caro Del Prete, ma l'invidia in tutto questo non c'entra niente. E ci dispiace che addirittura tu sia arrivato a scomodare i tuoi antenati americani per giustificare un soprannome che e' come tanti altri a Sant'Arpino. Non e' certamente un'offesa e non capiamo il motivo per cui ripercorrere la storia degli antenati nel tentativo di giustificare un semplice soprannome. E poi a questo ci vediamo costretti a rinfrescarti la memoria e a correggerti perche', caro Del Prete, sai benissimo che non e' vero che non hai mai ricevuto avvisi di garanzia. E proprio tu, che tanto parli di verita' e di lealta', dovresti riflettere prima di scrivere. Hai forse dimenticato che in occasione delle elezioni provinciali del 2010 hai ricevuto un avviso di garanzia, insieme ad un attuale assessore della maggioranza, per aver falsificato le firme per la tua candidatura? Non cercare di apparire un santo, caro Del Prete, perche' i fatti parlano e come ben sai la figuraccia e' sempre dietro l'angolo!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Elpidio Del Prete eletto all’ATO rifiuti Caserta

14:26

elpidiodelpreteSant'Arpino. Scrutinate questa mattina le schede per l'elezione dei 18 delegati all'ATO rifiuti Caserta. Carlo Marino di Caserta, Antonello Velardi di Marcianise, Antonio Mirra di Santa Maria Capua Vetere e Domenico D'Angelo di San Prisco (ma candidato in quota Caserta) eletti per la fascia A nel centrosinistra mentre Michele Galluccio di Aversa è stato eletto sempre nella fascia A ma per il centrodestra.

Eletti, in fascia B, per il centrosinistra: Emiddio Cimmino di San Tammaro, Maurizio Reitano di Maddaloni (ma in quota a Carinaro), Elpidio Del Prete di Sant'Arpino, Michele Falco di Parete, Gabriele Cicala di San Marco Evangelista, Salvatore Martiello di Sparanise, Luigi Munno di Macerata Campania, Giuseppe Seguino di Casaluce. Il centrodestra ha invece eletto: Angelo Crescente di Capodrise, Dario Di Matteo di Teverola e Antonio Catone di Vitulazio. In Fascia C eletti, per il centrosinistra, Antonio Montoro per il Comune di Fontegreca e, per il centrodestra, Nicola De Nuccio di Riardo in quota al Comune di Dragoni.

Elpidio Del Prete è stato candidato come delegato del sindaco di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana.

 
FacebookTwitterGoogle+Share

L’appello di Sant’Arpino al Centro:” Si ai consigli comunali aperti, no agli scontri personali”

10:47

santarpino-al-centroSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Sant'Arpino al Centro".

Noi di S.arpino al Centro, dobbiamo doverosamente e senza alcun spirito polemico dare una risposta ai rappresentanti di Alleanza Democratica per S.Arpino, rispetto al loro comunicato diramato. Vogliamo precisare che, non abbiamo chiesto nessuna sottoscrizione di qualsivoglia documento comune ma semplicemente la possibilità, attraverso la firma di cinque Consiglieri comunali tre dei quali Nostri (Maisto, Drea, Quattromani) e due Vostri (Boerio e Di Santo?) di ottenere un Consiglio Comunale APERTO, per poter discutere “APERTAMENTE” e dare voce a “TUTTI” su argomenti prioritari e rilevanti per la nostra comunità quali ad esempio “TASSE” , “MULTISERVIZI” e DESTINO URBANISTICO di S.Arpino. Siamo consapevoli che ciascun gruppo politico ha una propria linea e dei propri tratti, fin dalla Nostra costituzione abbiamo sostenuto che bisognava cambiare pagina e non incorrere negli errori del recente passato, primo fra tutti il personalizzare lo scontro politico. A tal proposito, non crediamo che tra gli argomenti che possano interessare i santarpinesi, vi siano vicende che poco riguardano la politica ma le persone e non pensiamo che queste meritino Consigli Comunali Aperti. Lo ribadiamo in tutte le sedi e con tutti gli interlocutori politici sia di Maggioranza che dell’altra Opposizione (Alleanza Democratica) “NON CI INTERESSANO GLI SCONTRI PERSONALI”, NOI DI S.ARPINO AL CENTRO VOGLIAMO CONFRONTARCI ESCLUSIVAMENTE DI PROBLEMATICHE POLITICHE. Se la Nostra politica di Opposizione Seria (corretta e non urlata), Vigile(fatta di :Interrogazioni, Mozioni, Informative al PREFETTO, rilievi al REVISORE dei CONTI) e Costruttiva (Contributi tecnici in tutte le Commissioni Consiliari), non la ritenete concreta, abbiamo una diversa concezione della concretezza. L’invito è sempre valido, alziamo il livello Politico ciascuno nella propria posizione S.Arpino e i santarpinesi lo meritano.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”Tu vuo fa l’americano – seconda puntata”

10:24

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

È proprio il caso di dire che il lupo perde il pelo ma non il vizio. Mai proverbio fu più azzeccato ad un noto personaggio politico del nostro paese sul quale pensavamo di non dover più tornare, ma siamo costretti a farlo viste le ultime vicende. Parliamo di Elpidio Del Prete, marito del Vice Sindaco Caterina Tizzano, che come si legge sui giornali è candidato per Sant'Arpino per l'elezione dell'Ato Rifiuti della Provincia di Caserta. Nessuno stupore se si pensa che il Del Prete ha sempre aspirato a questi ruoli, basta pensare al Consorzio Ce2 o a Casoria Ambiente. Non ci meraviglia dunque che per l'ennesima volta il nome di questo personaggio assetato di potere e di compensi economici sia nell'elenco dei candidati. Anche le pietre ormai sanno che farebbe qualunque cosa pur di non andare a lavorare! Ci meraviglia però dover constatare ancora una volta che il Sindaco Dell'Aversana sia letteralmente ostaggio di Del Prete che continua a tirare le fila nonostante non ricopra attualmente alcun ruolo politico. Purtroppo però Del Prete sembra non averlo capito e nelle ultime settimane è stato visto ancora aggirarsi in Comune dando direttive senza averne alcun diritto. Anzi voci di corridoio annunciano che, dopo il primo anno di amministrazione, Del Prete prenderà il posto di sua moglie come vice Sindaco. Allora chiediamo al Sindaco.. perché aspettare un anno? Se gli accordi sono questi fin dall'inizio perché far passare un intero anno? Visto che ormai è chiaro che a decidere sono del Prete e la moglie e il Sindaco non ha alcun potere decisionale sarebbe meglio giocare a carte scoperte! Avete sbandierato ai quattro venti di essere il cambiamento e oggi dimostrate di essere tutt'altro! Quale sarebbe il cambiamento se a distanza di 20 anni il film è sempre lo stesso? Il Sindaco Dell'Aversana che consente a Del Prete di aspirare a nuovi ruoli esattamente come nel 1994 con il Consorzio Ce2.. alla faccia del cambiamento!! Purtroppo per voi noi non siamo l'opposizione che piace a voi. Noi non ci vendiamo a nessuno! Sindaco se l'opposizione di Alleanza Democratica non ti piace è solo perché noi diciamo quella verità che a voi sta scomoda, e che preferiresti nascondere nell'armadio come gli scheletri, e che noi, con un'opposizione concreta e coerente, portiamo alla luce! La nostra opposizione non ti piace perche sei abituato ai "SI SIGNORE" di chi aspira a incarichi tecnici, a incarichi legali, a incarichi nelle commissioni sismiche o edilizie, se mai ce ne sara' una, o a chissa' cosa e che pur di ottenerli sarebbe disposto a qualunque cosa. E tanto meno nessuno di noi ha legami di parentela con te o con la tua maggioranza, non abbiamo mogli o mariti o figli disposti a vendersi in cambio della distribuzione di volantini o materiale informativo della raccolta differenziata, o in cambio di un posto per il servizio civile o per il bando di garanzia giovani. E di certo non abbiamo terreni da inserire nel nuovo PUC se mai sara' realizzato. Noi di Alleanza Democratica vogliamo soltanto che si amministri nel bene del nostro paese, cosa che purtroppo fino ad oggi avete dimostrato di essere incapaci di fare! Basta con i lamenti, basta con gli specchietti per le allodole. I santarpinesi non sono stupidi!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, domani finissage della Mostra di Lello Esposito da “Maccus a Pulcinella”

16:22

Intervista EspositoSant'Arpino     Domani 5 febbraio ultimo giorno utile per visitare ​nella Pinacoteca di Arte Contemporanea “Massimo Stanzione” di Sant’Arpino, che ha sede nello splendido Palazzo Ducale Sanchez de Luna, la mostra dell'artista internazionale Lello Esposito. L'esposizione ha coinciso con la nuova campagna social #febbraioalmuseo “L’Arte in Maschera” promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, guidato da Dario Franceschini. Inoltre, il finissage cade nell'ambito della #DomenicalMuseo, altra iniziativa del Mibact che vede l'apertura gratuita dei musei statali nella prima domenica del mese. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino al centro:”Esigiamo correttezza istituzionale”

18:06

santarpino-al-centroSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Sant'Arpino al centro".

Nel leggere l’ultimo comunicato a mezzo stampa attraverso il quale, il Presidente della commissione Affari generali, consigliera comunale nonchè Capogruppo di maggioranza Maria Rosaria Coppola, annunciava l’approvazione del regolamento generale delle Entrate, siamo rimasti letteralmente basiti. E’ stata violata la correttezza istituzionale e allo stesso tempo il rispetto per tutti i consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione facenti parte della Commissione Affari generali. Da un lato si annuncia l’approvazione del regolamento generale delle Entrate e dall’altro nelle prossime ore si terrà la Commissione, deputata all’esame dello stesso. A questo punto delle due l’una o già è stato approvato il Regolamento e nessun Consigliere lo sapeva o l’importante ruolo dei Consiglieri comunali all’interno delle commissioni per il Presidente Coppola è totalmente superfluo. Tenuto conto di questa situazione a dir poco paradossale, Noi di S.Arpino al Centro, come sempre, mossi da senso di responsabilità saremo comunque presenti e porteremo ugualmente il nostro contributo, augurandoci che simili episodi non si verifichino più e la smania di un comunicato frettoloso non condizioni negativamente i lavori delle commissioni consiliari. Detto ciò, siamo dell’idea che le Commissioni consiliari così come i Consigli comunali siano Videoripresi, dando la possibilità a tutti i cittadini, che per varie ragioni non possono presenziare come uditori, di poter conoscere e giudicare i lavori delle Commissioni. Chiederemo formalmente al Presidente del Consiglio Tinto che tutto ciò avvenga in tempi rapidi al fine di garantire i cittadini sull’informazione dei lavori consiliari ed extraconsiliari. Non solo, cogliamo l’occasione per invitare tutte le forze politiche consiliari, in primis l’altro gruppo di opposizione Alleanza Democratica per S.Arpino, a firmare insieme a noi di S.Arpino al Centro una richiesta di Consiglio Comunale Aperto, monotematico che affronti i temi più rilevanti della nostra comunità, a partire dalle TASSE per poi affrontare la situazione della MULTISERVIZI e non ultimo il DESTINO URBANISTICO di S.Arpino. Tutti i protagonisti politici sanno bene che per chiedere ed ottenere un Consiglio Comunale sono necessarie CINQUE firme di altrettanti Consiglieri Comunali, tre firme sono le “Nostre”( Maisto , Drea e Quattromani) ne occorrerebbero solo altre due (Boerio e Di Santo ?). L’Opposizione SERIA, COERENTE e CONCRETA si vede da questo. Attendiamo fiduciosi.

FacebookTwitterGoogle+Share

ATO Rifiuti provincia di Caserta, Elpidio Del Prete candidato per Sant’Arpino

19:28

elpidiodelpreteCaserta. Presentate questa mattina le liste per l'elezione dell'ATO rifiuti della provincia di Caserta che si terranno il prossimo lunedì sei febbraio.

6 le liste, 3 del centrosinistra e 3 del centrodestra, due per ogni fascia. Per il centrosinistra candidati in fascia A: Carlo Marino per Caserta, Antonello Velardi per Marcianise, Antonio Mirra per Santa Maria Capua Vetere e Domenico D'Angelo di San Prisco ma in quota al Comune di Caserta. Per il centrodestra candidato Michele Galluccio per il Comune di Aversa. In fascia B presentati, per il centrosinistra, Emiddio Cimmino di San Tammaro, Maurizio Reitano del Comune di Maddaloni ma in quota al Comune di Carinaro, Elpidio Del Prete per Sant'Arpino, Michele Falco per Parete, Gabriele Cicala per San Marco Evangelista, Salvatore Martiello per Sparanise, Luigi Munno per Macerata Campania, Amalia Iannone per Villa Literno, Maria Letizia per Casal di Principe, Carmine Bevilacqua per Caserta, Giuseppe Seguino per Casaluce. Per i centrodestra, candidati, in fascia B: Angelo Crescente per Capodrise, Dario Di Matteo per Teverola, Antonio Catone per Vitulazio, Luisa D'Angelo per Capodrise e Marcello Isidoro per Recale. In fascia C candidati, per il centrodestra, Nicola De Nuccio di Riardo ma in quota al Comune di Dragoni e, per il centrosinistra, Antonio Montoro di Fontegreca e Michele Scirocco di Formicola.

Elpidio Del Prete rappresenterà Sant'Arpino come delegato del sindaco Giuseppe Dell'Aversana.

 
FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Intervista a Giovanni Sorvillo per la presentazione di cadebè

18:11
FacebookTwitterGoogle+Share

Resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali: arrestati due ragazzi di Cesa

12:46

carabinieriAversa. I carabinieri di Aversa, hanno arrestato in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate un 19enne ed un 20enne di Cesa. I due ragazzi dopo essere stati notati dai militari, in sella ad un motorino in Via Gramsci, alla vista dei carabinieri che hanno intimato l'alt si sono dati alla fuga.

I fuggitivi dopo un inseguimento, hanno perso il controllo del mezzo cadendo sull'asfalto. Nonostante la caduta, hanno tuttavia cercato di scappare nuovamente a piedi, ma sono stati raggiunti e bloccati dai militari dell'arma. Non contenti, i due hanno anche provato a divincolarsi avviando una colluttazione con i carabinieri, durante la quale un militare è rimasto ferito. A seguito della perquisizione personale il 20enne è stato trovato in possesso di un coltello con lama di 12 cm, posto a sequestro insieme al motorino. Gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicati per direttissima.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 46 47 48 49 50 59