PROVINCIA DI CASERTA – Pagina 55

Sant’Arpino, la soddisfazione di Alleanza Democratica per la vittoria del NO al referendum costituzionale

9:56

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Alleanza Democratica desidera esprimere soddisfazione per la vittoria del NO al Referendum Costituzionale. Il risultato del 73% raggiunto a Sant'Arpino, è stata la dimostrazione di quanto la volontà popolare sia stata forte. Chi ha votato NO, non ha scelto di stare dalla parte di chi non vuole il cambiamento. Ma anzi, adesso ci auguriamo un percorso condiviso tra il mondo della politica, dell'associazionismo e della società civile, per apportare quelle modifiche costituzionali che sono davvero necessarie a questo Paese. Restando in ambito locale, un plauso per questa vittoria va anche al "Movimento 5 Stelle" e al "Comitato per il NO Atellano", i cui componenti si sono profusi senza un attimo di sosta, per rendere chiare le criticità di questa riforma e le ragioni del NO. Adesso andiamo avanti, perche questa è stata la vittoria di tutti i cittadini che amano l'Italia. Un'Italia ancora più forte e democratica

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Succivo,”Viaggio nella tradizione Atellana”, grande successo per il primo giorno. Oggi visite guidate, spettacoli e degustazioni

18:26

convegno-vite-maritata-al-pioppoSuccivo. Grande successo per il primo giorno della kermesse legata al recupero delle tradizioni nostrane dal titolo “Viaggio nei sapori e nella tradizione Atellana all’ombra della Vite Maritata al Pioppo”.

Per l'apertura della tre giorni si è discusso ieri, alle 19 nell'aula consiliare del comune, della vite maritata al pioppo e dell'asprinio. Presenti al convegno l’assessore alla cultura Anna Russo, il sindaco di Cesa Enzo Guida, il sindaco di Succivo Gianni Colella, l'avv. Alfonso Tinto, presidente della Pro Loco, il prof. Salvatore Raianone e l’arch. Salvatore di Leva. Da segnalare anche la preziosa presenza della protezione civile del Comune di Succivo con il consigliere delegato, Gabriele Luongo.

Oggi si passerà alla storicità del territorio con  “C’era una volta Atella/Unicità in Loco”. Dalle ore 10 alle ore 13 e alle ore 16 alle ore 19 si terranno delle visite guidate al Museo Archeologico dell’Agro Atellano, a Via Roma, a Succivo. Alle ore 18, invece, presso l’auditorium del Casale di Teverolaccio si terrà lo spettacolo Suoni e voci della tradizione, con la “La Tarantella nella musica colta”, un concerto del duo pianistico Giovanna Di Meo e Marisa Tinto. A seguire i percorsi del gusto, “Viaggio nei sapori della tradizione”, con l’apertura di stand gastronomici con esposizione e degustazioni di prelibatezze culinarie locali, quali: Mozzarella, Casatiello, Vino Asprinio, Pizza Rustica. Alle ore 19, in Piazza IV Novembre, “I balli della tradizione”, a cura della Scuola di Danza “Ensemble con la direzione di Rosaria De Donato.

FacebookTwitterGoogle+Share

Ad Alife il 7 e l’8 dicembre i piatti gourmet scendono in piazza

10:47

locandia-a3-ndbRitorna ad Alife (Caserta), la sagra già promossa l'estate scorsa dall'associazione APA che porta in piazza i piatti gourmet. L'appuntamento è per mercoledì 7 e giovedì 8 dicembre (dalle ore 16 in poi) nel centro storico della cittadina dell'alto casertano. Una kermesse dove Chef, Produttori e Artisti tracceranno un percorso enogastronomico che celebra, promuove ed esalta le eccellenze agricole ed enogastronomiche del territorio campano. Obiettivo degli organizzatori è favorire i piccoli produttori, quelli che non si arrendono alle logiche di mercato e che con caparbietà e sacrificio continuano a produrre e promuovere "tesori", consapevoli del patrimonio culturale di cui sono custodi. La rassegna è una proposta unica nel panorama delle sagre campane. Nel menù non si trovano i classici panini, ma piatti ricercati, preparati con materie prime di qualità e secondo procedimenti attenti alla salute, presentati con la cura di un ristorante stellato. Con due benefici: un conto contenuto e lo scenario suggestivo del luogo.

Da non perdere: il raviolo ripieno di cipolla di Alife nappato al burro di bufala, noci e cacio di bufala griffato dallo chef Angelo Fabozzo; la pizza con farina di canapa a portafoglio di Pasquale Serra;  il gelato al gorgonzola di Alessandro Pierangeli (che, tra l'altro, sarà il protagonista di uno dei tanti show cooking che saranno svolti durante l'evento); il "cuzzetiello al soffritto" e il "cuzzetiello lemmosina e papaccelle" dello chef Lello Cangianiello; le cipolle candite di Anna Chiavazzo;  il pacchero con ripieno di salsiccia di maialino nero casertano, friarielli e provola, e  le polpettine di baccalà e cipolla affumicata preparate dallo chef Umberto Ventriglia; la zuppa di cipolle gratinata e il pancotto al fagiolo cerato, piatti che saranno preparati dall'Associazione Produttori Alifani; ed, infine, le frittelle di mela annurca alla farina di canapa e mou alla canapa (una creazione dell'agronomo Nicola Migliaccio).

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Elpidio Iorio riceve il premio “Napoli c’è” 2016

17:42
FacebookTwitterGoogle+Share

Consegnato ad Elpidio Iorio il Premio “Napoli C’è”

13:37

iorio-napoli-ceNapoli    In un Teatro Acacia gremito, alla presenza di tantissime autorità con in testa il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris ed il cardinale Crescenzio Sepe, nonché di numerosi esponenti del mondo della letteratura, della magistratura, della medicina, delle professioni e dell’arte, il Direttore Generale della Rassegna Nazionale di Teatro Scuola “PulciNellaMente”, Elpidio Iorio ha ricevuto, lunedì sera il Premio “Napoli C’è”. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, sabato seconda edizione del premio letterario “Giovanni Brassotti Ziello”

10:05

premio-brassotti-zielloSant'Arpino. Si terrà sabato 3 dicembre 2016 alle ore 17:30 la serata finale del ‘PREMIO LETTERARIO NUOVE PROPOSTE – GIOVANNI BRASSOTTI ZIELLO’ all’interno della Sala Consiliare del ‘Liceo Scientifico G. Siani’ sito in via Mormile a Sant’Arpino (Ce).

Si decreteranno i due vincitori tra i sei finalisti del premio: RACHELE PEZZELLA, LUCA GIOVANNI MASALA, MINA FERRARA, FRANCESCA LIQUORI (in arte Anemone Ledger) , LIBERATA PINTO E MARIA CAPASSO.

 Al primo classificato andrà una pubblicazione gratuita dell’opera vincitrice a cura della ERMES EDIZIONI di Ariccia (RM). La giuria che ha esaminato le opere è composta da Marta Compagnone, Martino Santillo e Fedele Menale a rappresentanza del noto blog ‘Legenda Letteraria’, reduci dalla realizzazione del ‘Book Festival Bar’  della vicina Aversa in gemellaggio con Cernusco sul Naviglio (MI) dello scorso settembre con l’associazione CLIO.

Al secondo Classificato il Premio della Critica, che anche quest’anno è stato fortemente voluto dall’intero gruppo di ragazzi che fanno parte dell’associazione Circolo Culturale, capitanati in giuria da Francesco Barretta, presidente di ‘Oblò, forum delle idee’.

La serata, organizzata scrupolosamente dal nucleo direttivo ed organizzativo dell’associazione e dalla stessa presidente nonché scrittrice Marilena Brassotti Ziello, sarà allietata musicalmente dagli allievi del ‘ATELLANAE MUSIC EXPERIENCE’ e dall’esibizione lirica del piccolo Giuseppe Bortone e canora del socio dell’associazione culturale Nicola D’Errico.

Ospiti anche i noti rapper Elpi e Ciompi.

Madrina dell’evento Delia Pagano, vincitrice dell’edizione 2015 del Premio.

  OSPITI d’ECCEZIONE DELLA SERATA SARANNO:
  • La senatrice GRAZIELLA PAGANO
  • La Commissaria dell’EPT (Ente provinciale del Turismo) dott.ssa Lucia Ranucci.
  • Enzo Fischetti ( il simpatico professore di Made in Sud)
Vi aspettiamo per un momento di grande condivisione artistica e culturale anche quest’anno!
FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Succivo, grande successo per “scarpe rosse che camminano”, il convegno dell’associazione DonnaDuemilasedici

18:29
FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Succivo, il consiglio comunale integrale del 24 novembre 2016

15:00
FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, Atellana Volley, “40 anni e non sentirli”

13:46

atellanavolleySuccivo“40 anni e non sentirli”, questo lo slogan che accompagnerà la festa organizzata mercoledì 7 Dicembre per onorare i 40 anni di attività ludico-sportiva della A.S.D. Atellana Volley. 40 candeline che verranno “spente” a partire dalle 20 e 30 con la cena-buffet organizzata dallo Chef Giorgio D’Ambra. Presiederanno la serata Mimmo Finelli, Presidente dell’associazione, Andrea Donelli, Direttore Tecnico e responsabile del settore femminile di volley, Aniello Di Marsilio, responsabile settore calcio e Sossio Compagnone, responsabile settore basket.Onoreranno la serata vecchie glorie della grande V.B.S. (testimoni del massimo risultato raggiunto da questa società ovvero la Serie B2/Nazionale Volley maschile), ex presidenti e non e tutti coloro che hanno dato un contributo in questo quarantennio portando questa società ai vertici dello sport dell’agro-atellano, associati e tesserati, le loro famiglie, autorità religiose, assessori e politici della nostra cittadina, per sottolineare ed omaggiare quanto importante il sodalizio sia stato anche in ambito politico, sociale e culturale.

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Pulcinellamente Winter Edition: il monologo dell’ultimo pulcinella, Carmine Coppola

11:55
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino,AD:”Qualche domanda agli amministratori direttamente da Wimbledon”

9:43

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

In riferimento al volantino di domenica 20 novembre, alcuni appartenenti alla famiglia Dell’Aversana, si sono risentiti nel leggere la frase “CHI NASCE GUARDIANO, NON MUORE PROFESSORE”. E di questo ce ne dispiace, perché non era nostra intenzione tirare in ballo l’intera famiglia per la quale nutriamo profonda stima, ma il passaggio era riferito esclusivamente al Sindaco. Ma la cosa curiosa, è che chi ha sollevato questo polverone, non si è scandalizzato allo stesso modo leggendo che Peppino Dell’Aversana non ha esitato ad apostrofare i suoi avversari politici come STERCO E MELMA. E non riusciamo a spiegarci il perché.

Tornando poi al volantino distribuito a firma dell’Amministrazione Comunale sempre domenica 20 novembre, siamo rimasti ancora una volta meravigliati di come sono stati abili, come dei buoni soldati pronti ad obbedire all’ordine del capo, a cambiare discorso riguardo le nostre osservazione e a non entrare nel merito della questione. Quindi visto che avete una palese difficoltà nel farlo, siamo gradi di semplificarvi il compito, ponendovi alcune domande che a vostra volta potete girare al buon Peppino.

1. E’ vero o non è vero che dal 1994 al 2003, quando Peppino Dell’Aversana era Sindaco, facevamo parte del Consorzio CE2, e lo stesso Dell’Aversana faceva parte dello schieramento dei Sindaci che erano a completa disposizione di Lorenzo Diana, come affermato da Angelo Brancaccio ai magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli? 2. E’ vero o non è vero che nel Consorzio CE2 un Consigliere Comunale dell’epoca ebbe l’incarico di ADDETTO STAMPA? 3. E’ vero o non è vero che un altro Consigliere Comunale dell’epoca faceva parte del Consiglio di Amministrazione del Consorzio CE2 ed poi di CASORIA AMBIENTE? (per chi non lo sapesse, il Consorzio CE2 deteneva le quote di CASORIA AMBIENTE). 4. E’ vero o non è vero nel Consorzio CE2 fu assunto un altro appartenente alla politica santarpinese senza alcun bando di concorso, ed oggi è un dirigente nel settore dei rifiuti? 5. E’ vero o non è vero che quella disastrosa gestione del Consorzio CE2 di cui facevamo parte attivamente, ha contribuito al disastro ambientale di cui oggi siamo vittime, facendo diventare Sant’Arpino una discarica a cielo aperto? 6. Visto che avete affermato che il Sindaco Dell’Aversana non è stato mai INDAGATO, fatevi dare delucidazioni da Peppino, sulla vicenda della AVERSANA PETROLI DELLA FAMIGLIA COSENTINO e della relativa CONCESSIONE EDILIZIA n. 48/96 del 31 luglio 1996. Con tale concessione, il Sindaco Dell’Aversana attestò “ERRONEAMENTE” che le distanze previste dalla legge dagli altri impianti presenti sul territorio, fossero quelle indicate dalla normativa. Cosa non vera è soggetta ad indagini della magistratura. Tali indagini portarono alla chiusura dell’impianto sconfessando quanto attestato con concessione edilizia dal Sindaco Giuseppe Dell’Aversana.

Ora che vi abbiamo posto questi sei quesiti, attendiamo speranzosi una vostra risposta. O meglio ancora quella del Sindaco Dell’Aversana, speranzosi che tali domande non rimangano evase. Altrimenti, restando nell’ambito sportivo, sarebbe come giocare una partita a tennis e vincerla 6 a 0 senza alcuno sforzo. Sarebbe solo tempo perso.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 53 54 55 56 57 62