POLITICA – Pagina 11

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”di torbido e pornografico a Sant’Arpino ci sono solo le dichiarazioni del sindaco Dell’Aversana”

11:45

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Di torbido e "pornografico" a Sant'Arpino c'e' soltanto una cosa, le dichiarazioni del Sindaco Dell'Aversana che, nel suo stile, tra l'altro tipico anche di tutti i suoi fedeli sodali, finge di non capire e rigira la frittata, pensando di poter ingannare la gente riempendola di chiacchiere e di inutili sotterfugi. Ma purtroppo per te, Sindaco, usare parole come torbido, sterco e melma e offendere le persone, non inverte i ruoli e non ti eleva a quello che in realta' non sei perche' a Sant'Arpino ci conosciamo tutti. I nostri rispettivi soprannomi, noti in tutto il paese, descrivono quello che siamo e certamente il tuo non serve a intimorire nessuno e tanto meno ti autorizza ad offendere chiunque ti capiti a tiro pur di difendere l'indifendibile e nascondere la realta'! Cio' premesso, se non ti fossero ancora chiare, ribadiamo le nostre domande... perche' spendere VENTICINQUEMILA EURO per la comunicazione di Pulcinellamente se il direttore Elpidio Iorio e' egli stesso un giornalista??? E sono VENTICINQUEMILA EURO come dice chiaramente la determina n. 120 del 30 dicembre 2016 e a seguire la n.33 del 1 febbraio 2017. La somma complessiva compresa l'iva parla di VENTICINQUEMILA EURO!! Nella prima determina infatti si parla di QUINDICIMILADUECENTOCINQUANTA EURO PIU' IVA, mentre nella seconda di QUATTROMILATRECENTOCINQUANTA EURO PIU' IVA. E ci dispiace caro Sindaco che proprio tu insegnante di matematica non sappia nemmeno fare i conti!! E ancora.. perche' mettere a disposizione di una ditta una cifra stratosferica per una comunicazione praticamente quasi inesistente quando questi soldi potevano essere impiegati per ben altri fini legati alla rassegna? Se si pensa che l'intero progetto e' di un importo di CINQUANTAMILA EURO iva compresa, praticamente la meta' e' stata data a questa ditta!! E perche' e' stato sempre gridato ai quattro venti che gli ospiti degli eventi vengono a Sant'Arpino solo per l'importanza della rassegna e invece le determine dimostrano a caratteri cubitali che in cambio percepiscono un compenso economico??? Caro Dell'Aversana rispondi alle nostre domande e non fingere di non capire perche' non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire!! E ci complimentiamo per la dichiarazione sconvolgente del Sindaco che ribadiamo, pur di difendere l'indifendibile, ha affermato che tanto quelli non sono soldi comunali ma regionali, quindi si possono anche sprecare e magari buttarli giu' da un balcone. E questo mentre ci sono famiglie che non hannno nemmeno il minimo indispensabile per sopravvivere. VERGOGNA!!!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Boerio e Di Santo: “Basta alle manipolazioni della realtà, agli inganni e agli autoelogi”

20:51

boeriodisantoSant'Arpino. Iolanda Boerio, unitamente a Maria Rosaria di Santo, di Alleanza Democratica per Sant'Arpino, ha così commentato le recenti dichiarazioni del primo cittadino e dell'assessore alle pari opportunità santarpinese:

 «Dopo le affermazioni di Dell'Aversana e della Di Monte riguardo all'approvazione del "Piano triennale delle azioni positive", propinato come attività straordinaria e non come semplice adempimento della legge esistente, io e Maria Rosaria di Santo, in qualità di consigliere di minoranza, ma soprattutto in qualità di donne, ci sentiamo in dovere di manifestare il nostro disappunto. La nostra solidarietà va a tutte quelle santarpinesi che in queste ore si sono sentite utilizzate per fini propagandistici che nulla hanno a che vedere con la parità, l'uguaglianza e l'inserimento professionale. Il tentativo di spacciare l'ordinarietà per straordinarietà, ha come unico risultato quello di sostituire alla sotto -rappresentazione di una categoria la mal rappresentazione della stessa. Infatti, crediamo che il raggiungimento della parità e il superamento delle discriminazioni sessuali, è in primo luogo da costruirsi attraverso un cambiamento culturale, che punti a sradicare fastidiosi stereotipi ma anche ad evitare terrificanti e deleterie manipolazioni della realtà. Basta con le manipolazioni. Basta con gli autoelogi. Basta con i tentativi di ingannare ed illudere i cittadini! Noi diciamo basta a tutto questo perché il dovere di buoni amministratori è di dare spazio ai fatti e non alle inutili parole!»

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”con Dell’Aversana siamo tornati al medioevo, ai tempi dell’Inquisizione”

9:16
alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".
A Sant'Arpino in questi giorni sembra essere tornati al Medioevo, in particolare ai tempi dell'Inquisizione, quando un tribunale giudicava e condannava gli eretici costringendoli con ogni mezzo, compresa la tortura, a ritrattare. 
Ebbene il Sindaco Dell'Aversana, nelle vesti dell'inquisitore, annuncia con un pubblico manifesto che scovera', mettera' alla gogna e costringera' a pagare tutti coloro che non pagano le tasse nel nostro paese.
Premettendo che affermare che il 51% della popolazione non paga le tasse sia una scoperta eclatante, perdonateci, e' veramente la scoperta dell'acqua calda, probabilmente il Sindaco fino a qualche mese fa ha vissuto su Marte e non sa che la crisi economica che ha colpito l'Italia ha messo letteralmente in ginocchio centinaia e centinaia di famiglie.
E affermare che sono solo 150 le famiglie del nostro paese quelle in difficolta' e' a dir poco surreale visto che e' chiaro che le famiglie che hanno serie difficolta' economiche sono molte di piu', e tante per dignita' non si rivolgono ai servizi sociali.
Ma chi ricopre il ruolo di Sindaco dovrebbe saperlo e non dovrebbe usare un linguaggio minatorio per rivolgersi al suo popolo.
Le minacce caro Sindaco non servono a nulla e tanto meno intimoriscono nessuno. Tra l'altro a perseguire chi non paga le tasse ci pensa gia' Equitalia, non e' quindi questo il tuo ruolo di Sindaco!
Precisiamo, anche se e' ovvio e sottinteso, che anche noi affermiamo a piena voce che tutti devono pagare le tasse, ma quelli che hai scelto, caro Sindaco, non sono certamente i modi giusti per farlo comprendere ai cittadini.
Ti invitiamo quindi innanzitutto a moderare i termini e a trovare soluzioni che non siano tipiche dell'Inquisizione ecclesiastica medievale per ridurre il fenomeno dell'evasione.
In campagna elettorale in un comizio a Piazzetta Paradiso, insieme al geometra Iovinella, per esempio avevi promesso ai santarpinesi la ripresa economica e posti di lavoro.. e adesso che fai? Anziche' mantenere le promesse ti lamenti, minacci e nel tempo libero organizzi mostre e presentazioni di libri!
Caro Dell'Aversana in questi primi mesi di amministrazione una sola cosa hai dimostrato... che non hai la minima idea di cosa voglia dire amministrare un paese, di cosa significhi aiutare la gente e comprendere i loro problemi!
Invitiamo quindi i Sindaci degli altri paesi, che piu volte ti sei onorato di rappresentare, a prendere le distanze dai tuoi modi e dai tuoi atteggiamenti che non fanno altro che umiliare e denigrare i cittadini!
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”50mila Pulcinellamente…”

21:23
alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino.
Ci rivolgiamo agli amici, agli amministratori dell'agro atellano e all'amico Sottosegretario ai Beni e alle Attivita' Culturali e al Turismo Prof. Antimo Cesaro per constatare qualcosa che negli ultimi giorni ci ha letteralmente sbalorditi.
Se e' vero che al peggio non c'e' mai fine, con le ultime novita' relative a PulciNellaMente e in particolare alla Winter Edition della rassegna, abbiamo superato ogni limite.
Pensavamo veramente di aver visto e sentito tutto e invece, nostro malgrado, siamo costretti a ricrederci.
La doverosa premessa e' che noi abbiamo sempre creduto in una rassegna che e' senza dubbi diventata un segno distintivo del nostro paese. Ecco perche' la delusione e' ancora piu' grande.
Abbiamo scoperto che per la Winter Edition gli organizzatori hanno ottenuto un finanziamento di CINQUANTAMILA EURO (50.000) dalla Regione Campania. E fin qui tutto bene. 
Ma la scoperta eclatante e' che circa VENTICINQUEMILA EURO (25.000) di questo budget sono stati impegnati, con determina n.120 del 30 dicembre 2016, per l'affidamento di servizi di segreteria, comunicazione, editoria, ufficio stampa ecc.. ad una ditta di Capua. 
Allora ci chiediamo, vista la caratura e il livello culturale degli organizzatori, in primis Elpidio Iorio, che bisogno c'era di spendere oltre VENTICINQUEMILA EURO per una comunicazione che tra l'altro non e' certo spiccata per originalita' ne' risonanza?? 
A chi e' legata quindi quest'agenzia per ritrovarsi improvvisamente un bottino di VENTICINQUEMILA EURO per non fare praticamente nulla che non potessero fare da soli gli organizzatori di Pulcinellamente???
E guardando le date delle delibere non si può non notare che tutte sono datate 20 dicembre, solo la delibera di affidamento della comunicazione a questa ditta è successiva, ossia del 30 dicembre... casualità!
E cosa ancor piu' sconvolgente e' scoprire che gli illustri ospiti della rassegna non vengono per il piacere di essere ospiti o per l'importanza della rassegna bensi' perche' percepiscono in cambio un compenso economico!
Antonio Lubrano circa CINQUEMILA EURO (cinquemila) con determina n.52 del 23 novembre 2016, per l'evento a cui ha partecipato l'attore Alessandro Preziosi circa NOVEMILA EURO (novemila) con determina n.82 del 20 dicembre 2016, per l'allestimento della mostra di Lello Esposito circa CINQUEMILA EURO (5.000) con determina n.85 del 20 dicembre 2016, per lo spettacolo di Jacopo Fo circa TREMILA EURO (3000) con determina n.81 del 20 dicembre 2016. 
Quindi su un totale di CINQUANTAMILA EURO, oltre VENTICINQUEMILA EURO sono stati affidati a questa fortunata ditta cbe si occupa di comunicazione e il resto sono stati spesi per ripagare gli ospiti del disturbo di essere arrivati fino a Sant'Arpino!
E pensare che CINQUANTAMILA EURO sono il budget che un Comune come il nostro stanzia per un anno di attivita' culturali!
E' a dir poco vergognoso constatare tutto questo e rendersi conto che, mentre c'e' chi versa in condizioni economiche disastrose, si utilizzano migliaia di euro in pochi giorni per eventi a cui su un totale di abitanti di circa 50.000 per i tre Comuni interessati (Sant'Arpino, Orta di Atella e Succivo) hanno partecipato a stento DUECENTO persone compresi gli studenti delle scuole!!
Alleanza Democratica per Sant'Arpino
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica a Elpidio Del Prete:”Ma ci sei o ci fai?”

18:30

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Bisognerebbe riflettere prima di scomodare il nostro amato Papa Francesco prendendone in prestito le frasi. Eh si, caro Elpidio Del Prete, da quale pulpito la predica! Noi saremmo invidiosi di chi? Di te? Saremmo invidiosi di chi per una poltrona e' disposto a rinnegare tutto e tutti? Di un politico che si nasconde dietro la moglie per fare i suoi comodi? Dovremmo essere invidiosi di qualcuno che elenca il suo curriculum sapendo benissimo che il ruolo nell'Ato Provinciale non e' altro che un ruolo politico che non richiede alcun curriculum?? Chiunque potrebbe svolgere questo ruolo! E la nostra condanna va' soprattutto a chi ti lascia fare tutto questo. A chi ha sbandierato il cambiamento e le opportunita' per i giovani ai quattro venti e poi permette ai "soliti" di continuare a ricoprire ruoli. Cio' che piu' ci stupisce e' che la maggioranza si lasci abbindolare da un personaggio che manca poco che arrivi a dire che e' diretto discendente di Donald Trump pur di autoelogiarsi!! Bastava proporre questa opportunita' ad un giovane, magari ad un rappresentante di Contramunnezza e invece cosi' non e' stato. Ci dispiace deluderti, caro Del Prete, ma l'invidia in tutto questo non c'entra niente. E ci dispiace che addirittura tu sia arrivato a scomodare i tuoi antenati americani per giustificare un soprannome che e' come tanti altri a Sant'Arpino. Non e' certamente un'offesa e non capiamo il motivo per cui ripercorrere la storia degli antenati nel tentativo di giustificare un semplice soprannome. E poi a questo ci vediamo costretti a rinfrescarti la memoria e a correggerti perche', caro Del Prete, sai benissimo che non e' vero che non hai mai ricevuto avvisi di garanzia. E proprio tu, che tanto parli di verita' e di lealta', dovresti riflettere prima di scrivere. Hai forse dimenticato che in occasione delle elezioni provinciali del 2010 hai ricevuto un avviso di garanzia, insieme ad un attuale assessore della maggioranza, per aver falsificato le firme per la tua candidatura? Non cercare di apparire un santo, caro Del Prete, perche' i fatti parlano e come ben sai la figuraccia e' sempre dietro l'angolo!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Elpidio Del Prete eletto all’ATO rifiuti Caserta

14:26

elpidiodelpreteSant'Arpino. Scrutinate questa mattina le schede per l'elezione dei 18 delegati all'ATO rifiuti Caserta. Carlo Marino di Caserta, Antonello Velardi di Marcianise, Antonio Mirra di Santa Maria Capua Vetere e Domenico D'Angelo di San Prisco (ma candidato in quota Caserta) eletti per la fascia A nel centrosinistra mentre Michele Galluccio di Aversa è stato eletto sempre nella fascia A ma per il centrodestra.

Eletti, in fascia B, per il centrosinistra: Emiddio Cimmino di San Tammaro, Maurizio Reitano di Maddaloni (ma in quota a Carinaro), Elpidio Del Prete di Sant'Arpino, Michele Falco di Parete, Gabriele Cicala di San Marco Evangelista, Salvatore Martiello di Sparanise, Luigi Munno di Macerata Campania, Giuseppe Seguino di Casaluce. Il centrodestra ha invece eletto: Angelo Crescente di Capodrise, Dario Di Matteo di Teverola e Antonio Catone di Vitulazio. In Fascia C eletti, per il centrosinistra, Antonio Montoro per il Comune di Fontegreca e, per il centrodestra, Nicola De Nuccio di Riardo in quota al Comune di Dragoni.

Elpidio Del Prete è stato candidato come delegato del sindaco di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana.

 
FacebookTwitterGoogle+Share

L’appello di Sant’Arpino al Centro:” Si ai consigli comunali aperti, no agli scontri personali”

10:47

santarpino-al-centroSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Sant'Arpino al Centro".

Noi di S.arpino al Centro, dobbiamo doverosamente e senza alcun spirito polemico dare una risposta ai rappresentanti di Alleanza Democratica per S.Arpino, rispetto al loro comunicato diramato. Vogliamo precisare che, non abbiamo chiesto nessuna sottoscrizione di qualsivoglia documento comune ma semplicemente la possibilità, attraverso la firma di cinque Consiglieri comunali tre dei quali Nostri (Maisto, Drea, Quattromani) e due Vostri (Boerio e Di Santo?) di ottenere un Consiglio Comunale APERTO, per poter discutere “APERTAMENTE” e dare voce a “TUTTI” su argomenti prioritari e rilevanti per la nostra comunità quali ad esempio “TASSE” , “MULTISERVIZI” e DESTINO URBANISTICO di S.Arpino. Siamo consapevoli che ciascun gruppo politico ha una propria linea e dei propri tratti, fin dalla Nostra costituzione abbiamo sostenuto che bisognava cambiare pagina e non incorrere negli errori del recente passato, primo fra tutti il personalizzare lo scontro politico. A tal proposito, non crediamo che tra gli argomenti che possano interessare i santarpinesi, vi siano vicende che poco riguardano la politica ma le persone e non pensiamo che queste meritino Consigli Comunali Aperti. Lo ribadiamo in tutte le sedi e con tutti gli interlocutori politici sia di Maggioranza che dell’altra Opposizione (Alleanza Democratica) “NON CI INTERESSANO GLI SCONTRI PERSONALI”, NOI DI S.ARPINO AL CENTRO VOGLIAMO CONFRONTARCI ESCLUSIVAMENTE DI PROBLEMATICHE POLITICHE. Se la Nostra politica di Opposizione Seria (corretta e non urlata), Vigile(fatta di :Interrogazioni, Mozioni, Informative al PREFETTO, rilievi al REVISORE dei CONTI) e Costruttiva (Contributi tecnici in tutte le Commissioni Consiliari), non la ritenete concreta, abbiamo una diversa concezione della concretezza. L’invito è sempre valido, alziamo il livello Politico ciascuno nella propria posizione S.Arpino e i santarpinesi lo meritano.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”Tu vuo fa l’americano – seconda puntata”

10:24

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

È proprio il caso di dire che il lupo perde il pelo ma non il vizio. Mai proverbio fu più azzeccato ad un noto personaggio politico del nostro paese sul quale pensavamo di non dover più tornare, ma siamo costretti a farlo viste le ultime vicende. Parliamo di Elpidio Del Prete, marito del Vice Sindaco Caterina Tizzano, che come si legge sui giornali è candidato per Sant'Arpino per l'elezione dell'Ato Rifiuti della Provincia di Caserta. Nessuno stupore se si pensa che il Del Prete ha sempre aspirato a questi ruoli, basta pensare al Consorzio Ce2 o a Casoria Ambiente. Non ci meraviglia dunque che per l'ennesima volta il nome di questo personaggio assetato di potere e di compensi economici sia nell'elenco dei candidati. Anche le pietre ormai sanno che farebbe qualunque cosa pur di non andare a lavorare! Ci meraviglia però dover constatare ancora una volta che il Sindaco Dell'Aversana sia letteralmente ostaggio di Del Prete che continua a tirare le fila nonostante non ricopra attualmente alcun ruolo politico. Purtroppo però Del Prete sembra non averlo capito e nelle ultime settimane è stato visto ancora aggirarsi in Comune dando direttive senza averne alcun diritto. Anzi voci di corridoio annunciano che, dopo il primo anno di amministrazione, Del Prete prenderà il posto di sua moglie come vice Sindaco. Allora chiediamo al Sindaco.. perché aspettare un anno? Se gli accordi sono questi fin dall'inizio perché far passare un intero anno? Visto che ormai è chiaro che a decidere sono del Prete e la moglie e il Sindaco non ha alcun potere decisionale sarebbe meglio giocare a carte scoperte! Avete sbandierato ai quattro venti di essere il cambiamento e oggi dimostrate di essere tutt'altro! Quale sarebbe il cambiamento se a distanza di 20 anni il film è sempre lo stesso? Il Sindaco Dell'Aversana che consente a Del Prete di aspirare a nuovi ruoli esattamente come nel 1994 con il Consorzio Ce2.. alla faccia del cambiamento!! Purtroppo per voi noi non siamo l'opposizione che piace a voi. Noi non ci vendiamo a nessuno! Sindaco se l'opposizione di Alleanza Democratica non ti piace è solo perché noi diciamo quella verità che a voi sta scomoda, e che preferiresti nascondere nell'armadio come gli scheletri, e che noi, con un'opposizione concreta e coerente, portiamo alla luce! La nostra opposizione non ti piace perche sei abituato ai "SI SIGNORE" di chi aspira a incarichi tecnici, a incarichi legali, a incarichi nelle commissioni sismiche o edilizie, se mai ce ne sara' una, o a chissa' cosa e che pur di ottenerli sarebbe disposto a qualunque cosa. E tanto meno nessuno di noi ha legami di parentela con te o con la tua maggioranza, non abbiamo mogli o mariti o figli disposti a vendersi in cambio della distribuzione di volantini o materiale informativo della raccolta differenziata, o in cambio di un posto per il servizio civile o per il bando di garanzia giovani. E di certo non abbiamo terreni da inserire nel nuovo PUC se mai sara' realizzato. Noi di Alleanza Democratica vogliamo soltanto che si amministri nel bene del nostro paese, cosa che purtroppo fino ad oggi avete dimostrato di essere incapaci di fare! Basta con i lamenti, basta con gli specchietti per le allodole. I santarpinesi non sono stupidi!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino al centro:”Esigiamo correttezza istituzionale”

18:06

santarpino-al-centroSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Sant'Arpino al centro".

Nel leggere l’ultimo comunicato a mezzo stampa attraverso il quale, il Presidente della commissione Affari generali, consigliera comunale nonchè Capogruppo di maggioranza Maria Rosaria Coppola, annunciava l’approvazione del regolamento generale delle Entrate, siamo rimasti letteralmente basiti. E’ stata violata la correttezza istituzionale e allo stesso tempo il rispetto per tutti i consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione facenti parte della Commissione Affari generali. Da un lato si annuncia l’approvazione del regolamento generale delle Entrate e dall’altro nelle prossime ore si terrà la Commissione, deputata all’esame dello stesso. A questo punto delle due l’una o già è stato approvato il Regolamento e nessun Consigliere lo sapeva o l’importante ruolo dei Consiglieri comunali all’interno delle commissioni per il Presidente Coppola è totalmente superfluo. Tenuto conto di questa situazione a dir poco paradossale, Noi di S.Arpino al Centro, come sempre, mossi da senso di responsabilità saremo comunque presenti e porteremo ugualmente il nostro contributo, augurandoci che simili episodi non si verifichino più e la smania di un comunicato frettoloso non condizioni negativamente i lavori delle commissioni consiliari. Detto ciò, siamo dell’idea che le Commissioni consiliari così come i Consigli comunali siano Videoripresi, dando la possibilità a tutti i cittadini, che per varie ragioni non possono presenziare come uditori, di poter conoscere e giudicare i lavori delle Commissioni. Chiederemo formalmente al Presidente del Consiglio Tinto che tutto ciò avvenga in tempi rapidi al fine di garantire i cittadini sull’informazione dei lavori consiliari ed extraconsiliari. Non solo, cogliamo l’occasione per invitare tutte le forze politiche consiliari, in primis l’altro gruppo di opposizione Alleanza Democratica per S.Arpino, a firmare insieme a noi di S.Arpino al Centro una richiesta di Consiglio Comunale Aperto, monotematico che affronti i temi più rilevanti della nostra comunità, a partire dalle TASSE per poi affrontare la situazione della MULTISERVIZI e non ultimo il DESTINO URBANISTICO di S.Arpino. Tutti i protagonisti politici sanno bene che per chiedere ed ottenere un Consiglio Comunale sono necessarie CINQUE firme di altrettanti Consiglieri Comunali, tre firme sono le “Nostre”( Maisto , Drea e Quattromani) ne occorrerebbero solo altre due (Boerio e Di Santo ?). L’Opposizione SERIA, COERENTE e CONCRETA si vede da questo. Attendiamo fiduciosi.

FacebookTwitterGoogle+Share

ATO Rifiuti provincia di Caserta, Elpidio Del Prete candidato per Sant’Arpino

19:28

elpidiodelpreteCaserta. Presentate questa mattina le liste per l'elezione dell'ATO rifiuti della provincia di Caserta che si terranno il prossimo lunedì sei febbraio.

6 le liste, 3 del centrosinistra e 3 del centrodestra, due per ogni fascia. Per il centrosinistra candidati in fascia A: Carlo Marino per Caserta, Antonello Velardi per Marcianise, Antonio Mirra per Santa Maria Capua Vetere e Domenico D'Angelo di San Prisco ma in quota al Comune di Caserta. Per il centrodestra candidato Michele Galluccio per il Comune di Aversa. In fascia B presentati, per il centrosinistra, Emiddio Cimmino di San Tammaro, Maurizio Reitano del Comune di Maddaloni ma in quota al Comune di Carinaro, Elpidio Del Prete per Sant'Arpino, Michele Falco per Parete, Gabriele Cicala per San Marco Evangelista, Salvatore Martiello per Sparanise, Luigi Munno per Macerata Campania, Amalia Iannone per Villa Literno, Maria Letizia per Casal di Principe, Carmine Bevilacqua per Caserta, Giuseppe Seguino per Casaluce. Per i centrodestra, candidati, in fascia B: Angelo Crescente per Capodrise, Dario Di Matteo per Teverola, Antonio Catone per Vitulazio, Luisa D'Angelo per Capodrise e Marcello Isidoro per Recale. In fascia C candidati, per il centrodestra, Nicola De Nuccio di Riardo ma in quota al Comune di Dragoni e, per il centrosinistra, Antonio Montoro di Fontegreca e Michele Scirocco di Formicola.

Elpidio Del Prete rappresenterà Sant'Arpino come delegato del sindaco Giuseppe Dell'Aversana.

 
FacebookTwitterGoogle+Share

Pd, i sindaci scrivono al commissario Mirabelli: “Pronti a lavorare per il rilancio del partito, ma servono scelte condivise”

15:47
pdProvincia di Caserta     Riceviamo e pubblichiamo. "A margine dell’incontro tenuto a Caserta con il Commissario del Pd Franco Mirabelli, incontro a cui ha partecipato anche il vice segretario nazionale del Pd Lorenzo Guerini, i sindaci del Pd hanno sottoscritto un appello allo stesso Commissario provinciale per aprire una discussione costruttiva su tutte le scadenze a cui il Partito è chiamato nei prossimi mesi.  Di seguito il testo della missiva inviata al Commissario Mirabelli. “I sottoscritti Sindaci del Partito Democratico della Provincia di Caserta con la presente esprimono la loro volontà di operare compiutamente secondo il metodo collegiale per ottimizzare le posizioni di larga rappresentatività raggiunte e conquistate nel territorio dì Terra di Lavoro. Il momento politico è propizio per affidare al PD la guida di un processo di ricostruzione e rilancio della Provincia di Caserta intorno alle decisioni che essi stessi sono chiamati a compiere in relazione ai grandi servizi e alle scelte di assetto e programmazione territoriale. L'esperienza e la maturità - unitamente alla notevole capacità di stare seriamente e concretamente a contatto con le comunità e i cittadini - costituiscono senza dubbio requisiti e potenzialità che non possono essere sacrificate ad alcuno schema estraneo o diversamente ispirato rispetto ad un'idea unitaria del contesto casertano. Pertanto gli stessi ritengono e manifestano l'intenzione di aprire e portare a positiva conclusione unitaria una discussione circa il definitivo assetto dell'Ambito casertano dell'EIC, dell'ATO Rifiuti e delle imminenti elezioni per il rinnovo del Consiglio dell'Area Vasta, senza che si ripeta quanto accaduto e contestato per il Consorzio ASI. Contestualmente, rispetto a quest'ultimo Ente, siamo convinti che si debba riaprire la discussione nell'interesse esclusivo dello sviluppo industriale della nostra Provincia”.
(altro…)
FacebookTwitterGoogle+Share
1 9 10 11 12 13