POLITICA – Pagina 11

Cesa, M5S abbandona consiglio comunale per protesta: “Seduta non si può tenere perché cittadini non informati a dovere”

20:56

movimento-5-stelleCesa. Il consigliere comunale capogruppo del M5S, Raffaele Bencivenga, ha presentato, prima del consiglio comunale tenutosi nel pomeriggio dell’11 ottobre, un’informativa alla prefettura di Caserta, al presidente del consiglio comunale ed alla segretaria. Il portavoce cittadino ha reso noto, a tutti gli uffici indicati, che la seduta consiliare non poteva essere tenuta in quanto, nello specifico, non si era provveduto alla necessaria pubblicazione degli avvisi né sul sito istituzionale, né a mezzo servizio di pubblica affissione e né sull’albo pretorio funzionante.

Il gruppo consiliare ha citato l’articolo 19 del regolamento del consiglio vigente, il quale prevede che l’avviso di convocazione deve essere “pubblicato all’albo pretorio, negli altri luoghi consentiti e sul sito istituzionale del comune”. Addirittura, quando si tratta di argomenti di particolare importanza, il sindaco o il presidente del consiglio comunale, può disporre l’affissione di appositi manifesti, mentre dovrebbe essere sempre attiva la pubblicità sul sito istituzionale.

All’apertura del’assise, i portavoce del movimento hanno evidenziato gravi lacune ed invitato tutti i consiglieri presenti, compresi presidente e segretaria, a rinviare il consiglio, nel rispetto e nelle modalità previste dalla legge. A votazione effettuata, però, solo il M5S ha espresso parere favorevole.

“Il consiglio comunale è l’organo per eccellenza, dove si prendono le decisioni importanti per la comunità – dicono i pentastellati –. Non può essere strumentalizzato, né reso ostaggio dalla maggioranza; non è e non può essere considerato una scatola chiusa.

Com’è possibile – chiedono - che chi dovrebbe dare esempio di massima partecipazione, coloro che hanno costruito delle consulte, non abbiano valorizzato un evento di questo peso per la comunità? Nessuno ha minimamente pensato all’importanza degli argomenti. In che modo i cittadini dovevano venire a conoscenza del consiglio comunale odierno? Perché non ne sono stati messi al corrente?

L’istituzione delle consulte, a nostro parere, alla luce dei fatti odierni, è da considerarsi solo specchietto per le allodole, in quanto – concludono - proprio il consiglio comunale, ripeto organo per eccellenza, è stato messo in secondo piano o per nulla considerato”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Speranza e Futuro: tributi e questione cimitero al centro dell’assemblea pubblica di domani sera

14:22

SPERANZA E FUTUROSant'Arpino. Martedì 11 ottobre alle ore 19:30 si terrà presso la sede del Movimento Politico Culturale “Speranza e Futuro per Sant’Arpino” in via D’Anna un’assemblea plenaria degli iscritti e dei simpatizzanti, durante la quale come di consueto il sindaco e i componenti della giunta relazioneranno sull’attività amministrativa.

In particolare, durante questa assemblea verranno affrontati i temi riguardanti le questioni dei tributi comunali e verranno forniti aggiornamenti relativamente alla situazione del cimitero comunale e le conseguenti azioni messe in atto e programmate per il ripristino delle strutture danneggiate e per la riapertura al pubblico.

L’assemblea è pubblica e come sempre tutti i cittadini sono invitati a partecipare. Sia l’amministrazione comunale che il direttivo del movimento “Speranza e Futuro” sono convinti che soprattutto nei momenti in cui si affrontano le maggiori difficoltà non ci si può sottrarre dal confronto aperto coi cittadini, e convocare questa assemblea è il segno che si vuole continuare nella ricostruzione del rapporto di fiducia tra istituzioni e cittadini, così pesantemente compromesso nel recente passato.

Sul piano politico, infine, verranno presentate le iniziative in cantiere nell’immediato futuro.

FacebookTwitterGoogle+Share

Controllo congiunto del territorio dei vigili urbani, protocollo d’intesa fra i sindaci atellani

15:24

sindaciatellaniAgro Atellano        Continua l’attività della Conferenza permanente dei Sindaci dei Comuni atellani, che si riuniscono ormai settimanalmente al fine di portare avanti iniziative e far fronte ad emergenze comuni. Facendo seguito all’incontro tenutosi venerdì 16 settembre con il Prefetto Donato Cafagna, commissario straordinario di governo per i roghi di rifiuti, il giorno giovedì 22 settembre presso la Sala Giunta del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” del Comune di Sant’Arpino è stata discussa dai  Sindaci Atellani, Giuseppe Dell’Aversana, Gianni Colella, Giuseppe Mozzillo, Enzo Guida, Andrea Moretti e Giuseppe Bencivenga, una bozza di Protocollo d’intesa da siglare con i Comandi dei Vigili Urbani dei rispettivi Comuni.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Di Santo:”continua la commedia degli e-orrori messa in scena dall’Amministrazione Dell’Aversana”

7:36

disantoSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal Presidente di "Alleanza Democratica per Sant'Arpino, Eugenio Di Santo.

Continua la commedia degli "e-orrori" messa in scena dall'amministrazione Dell'Aversana. Dopo essersi distinto nei primi tre mesi per aver detto tutto e il contrario di tutto, per essersi arrampicato sugli specchi e per non aver fatto altro che lamentarsi dal primo giorno, giusto per non smentirsi il sindaco DellAversana sapete cosa ha fatto? Con la delibera di giunta n. 95 del 9/9/2016 ha modificato l'assetto macrostrutturale del Comune aumentando il numero delle aree da 4 a 5 e con decreto n.18 ha nominato i responsabili dei servizi: area I Affari Interni responsabile l'Avv. Salvatore Compagnone; area II Polizia Locale, Ced e Protezione Civile responsabile il Comandante Lucio Falace; area III Economico Finanziaria responsabile Rag Gennaro Petito; area IV Tecnica (Lavori Pubblici e Urbanistica) responsabile Ing Lucio Donnarumma; area V Ambiente, Cimitero Manutenzione, Risorse Idriche e Patrimonio Geom. Vito Buonomo. Peccato che appena insediato il sindaco avesse repentinamente rimosso da questi ruoli gli stessi Petito e Buonomo per poi riportarli al loro posto dopo appena tre mesi!! Continuando a contraddirsi, a dire una cosa e a smentirla l'indomani quindi Dell'Aversana, che ha ormai perso quel briciolo di credibilita' che gli era rimasta, ha rinominato responsabili gli stessi che lui aveva rimosso dal loro ruolo e, cosa ancor piu grave, lo ha fatto dopo che in un comizio pubblico il giorno prima aveva offeso tutti i dipendenti comunali, e in particolare i due settori in questione, per poi nominare di nuovo responsabili Buonomo e Petito la mattina dopo!!! A questo proposito desidero esprimere ai dipendenti comunali tutta la mia solidarieta' per le offese subite nell'essere definiti dal sindaco incompetenti ed incapaci! Caro sindaco Dell'Aversana, ormai la tua credibilita' e' al di sotto dello zero e siamo solo ai primi 100 giorni!!!

E in quello stesso comizio Dell'Aversana ha ribadito per l'ennesima volta che ha bisogno di altri 4 mesi perche' nei primi tre non e' riuscito ancora a capire quale sia la situazione delle casse comunali... una cosa pero' Dell'Aversana l'ha capita subito, fin dal primo giorno.... ha capito da dove prendere i soldi per il suo stipendio e quello degli altri suoi fedeli amministratori! Allora le casse comunali sono o non sono in rosso???? Ci sono solo i soldi per i vostri stipendi di fine mese??? Vergogna!!! Caro Dell'Aversana non hai fatto altro che dimostrare la tua incoerenza e la tua incompetenza e dopo questi primi tre mesi anziche' aspettarne altri 4 dovresti fare una sola cosa, VERGOGNARTI!!!
Il Presidente di Alleanza Democratica
Eugenio Di Santo
FacebookTwitterGoogle+Share

Area Atellana, lunedì nuovo vertice della Conferenza dei Sindaci

17:49

sindaciatellaniArea Atellana     Un nuovo vertice dei Sindaci Atellani per definire un primo programma comune di azione concreta. "Uniti si vince, bisogna coordinarsi per affrontare meglio i difficili problemi del territorio" dichiara il Sindaco Giuseppe Dell'Aversana Presidente della “Conferenza dei Sindaci Atellani”, organismo intercomunale creato nella zona atellana ed unico nel panorama amministrativo e politico della provincia di Caserta.    (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share
1 9 10 11