POLITICA – Pagina 12

Polemica Ato- Del Prete. Il sindaco di Marcianise Velardi: “Di Santo ha strumentalizzato le mie dichiarazioni. Aspetto le sue scuse”.

13:59

velardiMarcianise/ Sant'Arpino      Ci tiene a non essere tirato in ballo nella polemica politica santarpinese il sindaco di Marcianise, Antonello Velardi. Dopo la strumentalizzazione di un suo intervento da parte dell'ex primo cittadino di Sant'Arpino, Eugenio Di Santo,Velardi, con un post apparso sulla propria pagiona facebook, chiede le scuse e soprattutto invita l'ex sindaco a non mettere in correlazione le polemiche in seno all'Ato con quelle prettamente locali. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, la maggioranza compatta con il Sindaco:”ribadiamo con forza e determinazione che continueremo a sostenere Mozzillo”

12:03

giuseppe mozzilloOrta di Atella. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico di maggioranza di Orta di Atella.

All'indomani dell'ennesimo strumentale e fazioso attacco mediatico, teso a minare la stabilita'della maggioranza del Sindaco Mozzillo e a destabilizzare (vanamente) le certezze politiche dei componenti della stessa, riteniamo sia giunto il momento di dire basta a questo continuo spargimento di veleni, basta a chi  quotidianamente propina chiacchiere da "baraccone" fantasticando su presunti problemi interni alla coalizione di governo, insomma, basta a chi si straccia le vesti nel tentativo di dividere e spaccare il paese per distrarlo dal prendere atto dell’azione amministrativa di questa maggioranza volta a rispristinare percosrsi di legalita’ e certezza delle regole nella gestione dell’ente.

Un film, diremmo una sceneggiata, gia'visto in passato e  che ha procurato guasti e danni al nostro territorio.

Proprio il desiderio, osiamo dire la necessita’ di andare avanti lungo il solco tracciato ci spinge a rinnovare con convinzione la fiducia al sindaco giuseppe mozzillo esortandolo a proseguire con fermezza nella sua azione di governo che riteniamo essere la cura necessaria per guarire il nostro territorio dai mali che lo affliggono da troppi anni.

D’altra parte, la bonta’ di questo nuovo corso e’ stata suffragata dal parere positivo che il ministero ha dato al bilancio stabilmente riequilibrato e dall’archiviazione, da parte dell’autorita’ anti corruzione guidata dal dott. Cantone, del ricorso avverso la nomina ad assessore del dott. Giardullo, ritenuto un “abusivo” da qualche avventato consigliere di minoranza che bene farebbe a chiedere scusa non gia’ all’amministrazione ma all’intera citta’ cui propina con cadenza ossessiva notizie tendenziose pur di assicurarsi il suo briciolo di visibilita’!! Ribadiamo con forza e determinazione che continueremo a sostenere questo sindaco e la sua maggioranza con l’obiettivo di sempre: continuare con l’azione politica intrapresa!!!

I consiglieri comunali                                         gli assessori

Alfonso Di Giorgio                                              Rosa Minichino

Eleonora Misso                                                   Enzo Giardullo

Raffaele Elveri                                                    Rosaria Autieri

Gennaro Della Porta                                          Angelo Cervone

Massimo Russo                                                   Rocco Russo

Arturo Vislino

Antonio Russo

Francesco Ragozzino

Andrea Villano

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica:”L’ultima contraddizione sul parco Cirillo”

17:28

petizione1Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Negli ultimi giorni, sono aumentate le lamentele e le segnalazioni dei cittadini residenti nei pressi del Parco Pubblico Cirillo. Lamentele dovute ai continui schiamazzi notturni e agli atti vandalici. Probabilmente, per qualche cittadino, la rielezione del Sindaco Giuseppe Dell’Aversana aveva fatto sperare in un miglioramento delle condizioni, considerando il grande valore affettivo che lui e la sua famiglia nutrono nei confronti del succitato Parco. Ma, come si evince dalle segnalazioni, i problemi anziché diminuire sono aumentati in modo esponenziale: ragazzi che entrano nella Villa anche dopo l’orario di chiusura, lancio di pietre alle finestre dei residenti nella zona e sulle autovetture parcheggiate nelle zone circostanti, gare di velocità con i ciclomotori in via Amedeo D’Anna, che è, poi, lo stesso viale che porta verso la "residenza Dell’Aversana". A seguito di queste segnalazioni, il sindaco, come al solito, ha risposto che la situazione è molto difficile e che per risolvere i problemi bisognerebbe richiedere l’aiuto delle forze dell’ordine, addirittura dichiarando di voler attuare un eventuale servizio di vigilanza privata (non ci sono soldi per pagare i dipendenti comunali, figuriamoci assumere una ditta esterna di vigilanza!!!). Eppure, circa 4 anni fa, la soluzione sembrava nelle mani dello stesso Peppino. Il giorno 17 ottobre 2013, con protocollo 9770/13, veniva infatti presentata una petizione promossa dai Sig.ri D’Antonio Francesco, Gimmati Antonio e Dell’Aversana Luca (fratello di Peppino), sottoscritta in primis dal sindaco Dell’aversana, e poi dai residenti della zona. Tra i punti della petizione, si chiedeva (come potrete verificare dai file allegati):petizion2

1. L’innalzamento dei muri di cinta del parco o ringhiere e degli stessi cancelli di ingresso, a tutela delle abitazioni adiacenti; 2. Un adeguato sistema di videosorveglianza; 3. Interventi per ridurre l’inquinamento acustico entro i termini di legge; E addirittura, nel caso in cui questi interventi non fossero stati realizzati con urgenza, si chiedeva la chiusura immediata della struttura.

Ormai sono passati più di 9 mesi dall’investitura a Sindaco di Peppino, e ci saremmo aspettati da lui un intervento radicale, con l'attuazione dei punti sottoscritti nella petizione, senza piagnistei continui. Caro Peppino, adesso che sei Sindaco, con uno schiocco di dita potresti tranquillamente realizzare questi interventi, e risolvere in un battibaleno i problemi che affliggono i residenti. Soprattutto per smentire chi pensa che l’idea di quella petizione, fosse nata solo per un fine elettorale in previsione di una tua eventuale candidatura a Sindaco, che poi di fatto così è stato.

FacebookTwitterGoogle+Share

Succivo, impiego della protezione civile per l’assistenza ai disabili all’ingresso e all’uscita della messa domenicale

14:47
protezionecivilelocale
Il gruppo di volontari

Succivo. Ha avuto inizio domenica scorsa il programma che prevede l'impiego dei volontari della Protezione Civile per l'assistenza alle persone diversamente abili per l'entrata e l'uscita dalla Messa domenicale nella Parrocchia della Trasfigurazione.

gabrieleluongo
Gabriele Luongo

Assistenza che, in realtà. i giovani volontari già svolgono durante la settimana: assistono, infatti, alcune persone diversamente abili direttamente a domicilio, aiutandole negli spostamenti.

"I giovani volontari della Protezione Civile sono una preziosa risorsa per i succivesi e per il territorio. - esordisce Gabriele Luongo, consigliere comunale di Succivo con delega alla Protezione Civile - Sono sempre pronti ad aiutare il prossimo senza mai tirarsi indietro, nonostante questa, per molti di loro, sia un'attività di volontariato e non l'impiego principale"

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, PSI, Espedito Ziello entra nel consiglio nazionale del partito. Presenza socialista sul territorio e rilancio dell’azione amministrativa locale

14:13

PSIOrta di Atella. In occasione del Congresso Nazionale Straordinario del PSI (Partito Socialista Italiano) celebrato a Roma in quest'ultimo fine settimana, che ha visto la conferma del segretario nazionaleOn. Riccardo Nencini, c’è stata anche la nomina, come componente casertana,nel Consiglio nazionale del Partito, diEspedito Ziello, dirigente provinciale e segretario della sezione PSI di Orta di Atella.

Ringrazio vivamente- dichiara il segretario E. Ziello- oltre i compagni ortesi, anche quelli dell'intera provincia, per la fiducia ripostami.

L'Essere Socialista, mi ha da sempre indotto a lavorare per il partito e con il partito.

Proverò insieme agli altri compagni casertani nominati nel Consiglio Nazionale, a rappresentare indistintamente le istanze di tutta la provincia.

Sicuro che solo una mentalità di "squadra", dove si lavora in completa sinergia tra le parti e nel rispetto dei ruoli, può portare il PSI ad una crescita e maturità in Terra di Lavoro.

Le ultime vicissitudini politiche nazionali anche all'indomani dell'esito referendario, hanno imposto una importante riflessione politica.

Usciamo dal Congresso di Roma, con la consapevolezza dell'esigenza di una marcata presenza socialista nell'attuale sinistra italiana.

Il divorzio breve, le unioni civili, il registro unico automobilistico, il nuovo codice degli appalti, la lotta alla ludopatia, la no-tax area nei luoghi del terremoto, sono battaglie politiche condotte e vinte dai socialisti negli ultimi anni.

Il Psi non voterà in Parlamento il decreto legge che abolisce i voucher, se non saranno previste soluzioni alternative per evitare il lavoro nero sui mini-lavori.

Così come i Socialisti si batteranno per il no-alla privatizzazione di poste e treni regionali;

per il reddito di solidarietà attiva legato ad attivitàsociali; per il voto ai sedicenni per le amministrative;

per il testamento biologico e per gli sgravi fiscali ad aziende che assumono e sono locate in Italia.

Azioni politiche ed amministrative di Sinistra, come quelle intraprese in Regione Campaniadal nostro leader On. Enzo Maraio, non ultime la tutela della sicurezza e prevenzione sui posti di lavoro e la stessa proposta di dichiarazione anticipata di trattamento.

Così come la federazione provinciale di Caserta, sotto la fervente guida della Prof. Marialuisa Chirico, si sta’ battendo tra l'altro per la tutela del Museo Campano di Capua, e si batterà fortemente per la bonifica e la prevenzione nella Terra dei Fuochi, come perla questione giovanile in Terra di Lavoro.

I Socialisti amano caratterizzarsi per scelte esclusivamente politiche, le stesse – dichiara sempre il segretario Ziello – che ci spingono a sostenere l’attuale maggioranza amministrativa ad Orta di Atella. Coerentemente rispettosi dell’impegno assunto in campagna elettorale, crediamo fortemente nel bisogno di scrivere una nuova pagina politica, basata principalmente sul confronto e rispetto dei ruoli. In quest’ottica è spiegata anche la nostra presenza all’interno dell’esecutivo, con l’Assessore con delega alla Cultura e al Personale, Angelo Cervone, impegnato attivamente  in iniziative di grande spessore tese alla rivalutazione della cultura atellana, così come anche l’impegno per la tutela dell’antico Municipio di Atella. Mentresul fronte personale dell’Ente Comune, è stato completato l’iter per il rilevamento delle presenze sul lavoro con il metodo d’impronta biometrica, e si è ridata dignità agli Lsu (lavoratori socialmente utili) redigendo un apposito regolamento che ne disciplina l’operato. Un impegno concreto ed operativo che va’ associato a quello del nostro consigliere delegato all’urbanistica Antonio Russo, che sta’ impegnandosi con vemenza, sollecitando l’attuale amministrazione per un netto cambio di tendenza in questo settore. Lacontinua ed insistente richiesta dell’insediamento della Commissione Sismica (L.R.16/14 e succ.),  ed un ampliamento dell’ufficio urbanistica con nuove figure professionali, sono due delle prerogative dell’azione consiliare. Attendiamo l’ufficialitàin Consiglio Comunale dellacertificazioneda parte del MEF (Ministero Economia e Finanza) per l’ipotesi di Bilancio stabilmente riequilibrato, indicato come “passaggio chiave” per il proseguimento delle attività, poiperò non daremo più“proroghe” per un rilanciodefinitivo dell’azione di governo locale.

C’è bisogno, insieme ad un cambio di mentalità, di continuare a dare risposte importanti e concrete, così comein campo urbanistico anche in quello ambientale, sociale, e per quanto concerne lo stato degli impianti sportivi locali. Come Segreteria, insieme alla rappresentanza amministrativa, abbiamo chiesto confronti diretti con il Sindaco e all’attuale Assessore alle finanze, anche per la questione tributi. Convenendo che sia fondamentale unincremento della raccolta differenziata, attualmente a percentuali basse; una definizione “oculata” dei costi del sistema di raccolta e delle modalità di smaltimento dei rifiuti. Ed in quest’ottica s’inquadra anche il progetto contro l’evasione tributipromosso dal nostro consigliere comunale in concertazione con il Comando dei Vigili Urbani, l’Ufficio Suap locale e quello Tributi, che punta ad un capillare censimento di tutte le utenze presenti sul territorio, per combattere questogravoso rischio. Solo così facendo, potremmo beneficiare almeno nei prossimi anni, di una sostanziale riduzione della pressione fiscale, nel pieno interesse della nostra collettività. Siamo inoltre sempre pronti, -conclude il segretario Ziello – ad un tavolo di confronto politico con tutti i partiti, le associazioni locali, che si rivedono in una visione Riformista del nostro territorio. Contrari da sempre ad ogni forma di personalismo esasperato, riteniamo che un progetto politico condiviso di riformismo, possa essere la linea guida da affidare a questo paese. Sicuri che l’interesse dei Socialistisaràsempre e solo quello di lavorare per il bene comune, per il bene della nostra gente.

FacebookTwitterGoogle+Share

Orta, Cantone archivia la richiesta di inconferibilità di D’Ambrosio e Indaco sulla nomina di Giardullo: non c’è incompatibilità

14:56

cantoneOrta di Atella. Con un documento protocollato in data 15 marzo 2017, Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, ha archiviato l’esposto dei consiglieri comunali di Orta di Atella, Eduardo Indaco e Ferdinando D’Ambrosio, relativo all’inconferibilità, ai sensi del d.lgs. 39/2013, della nomina di assessore al bilancio del Comune di Orta di Atella del dott. Giardullo Enzo.

L’esposto dei due consiglieri, acquisito al protocollo generale dell’autorità nazionale in data 13 gennaio 2017, poneva all’attenzione di Cantone l’ipotetica inconferibilità dell’incarico del dott. Giardullo, poichè lo stesso ha ricoperto, tra il 20 settembre 2014 e il 2 dicembre 2014, l’incarico di componente del collegio dei revisori dei conti del Comune di Orta di Atella, svolgendo la propria attività in maniera continuativa e retribuita. Successivamente, nel trimestre febbraio-maggio 2015, ha esercitato le funzioni di componente del nucleo di valutazione del suddetto comune, attribuitogli dal Sindaco pro tempore con Decreto n.13 del 4 febbraio del 2015. Nel successivo agosto dello stesso anno il dott. Giardullo è stato nominato Assessore al bilancio del Comune di Orta di Atella. Su quest’ultima nomina viene richiesta l’inconferibilità, dai due consiglieri, ai sensi dell’art. 1 e 4 del d.lgs. 39/2013, visto e considerato che l’assessore al bilancio ha ricoperto, nei due anni antecedenti, incarichi professionali dall’Ente che gli ha conferito l’incarico.

L'ANAC respinge, in modo semplice e sintetico, l’esposto dei due consiglieri. Cantone, infatti evidenzia come l’art. 4 del suddetto decreto legislativo stabilisce che l’inconferibilità di incarichi amministrativi di vertice o dirigenziali “a colore che, nei due anni precedenti, abbiano svolto incarichi e ricoperto cariche in enti di diritto privato regolati e finanziati dall’amministrazione o dall’ente pubblico che conferisce l’incarico ovvero abbiano svolto in proprio attività professionali, se queste sono regolate, finanziate o comunque retribuite dall’amministrazione o ente che conferisce l’incarico”. Disposizioni che escludono, nella fattispecie, incarichi di natura politica come quello relativo al dott. Giardullo stabilendo, in modo limpido, che non si rilevano situazioni di inconferibilità o incompatibilità di cui al d.lgs. 39/2013.

Cantone richiama, per un ulteriore approfondimento, l’art. 236 del d.lgs. 267/2000 contenente disposizioni sull’incompatibilità e sull’ineleggibilità dei revisori contabili, evidenziando come, anche in questo caso, non sussistono situazioni di incompatiblità poiché la norma prevede, per la configurazione della fattispecie, che l’incarico di componente nell’organo dell’ente locale sia stato conferito nei due anni antecedenti la nomina di revisore e non viceversa come nel caso considerato.

Il documento, conclude deliberando l'archiviazione della richiesta pervenuta.

Sbirciando le carte, quindi, il caso sollevato da D’Ambrosio e Indaco, appare più che infondato.

Idio Maria Francesco Urciuoli

FacebookTwitterGoogle+Share

Premio Paesaggio 2017. “Patto” fra Geofilos e i comuni atellani. Il sindaco Colella e il consigliere Di Serio: “Un punto di partenza per la valorizzazione del nostro territorio”.

7:50

premio paesaggioSuccivo/ Sant'Arpino     Prestigioso riconoscimento ricevuto nei giorni scorsi dal circolo Geofilos Legambiente nell’ambito della I Edizione del Premio Nazionale del Paesaggio Italiano, svoltosi nella magnifica cornice della Sala Spadolini nella sede del Ministero Beni ed Attività Culturali e del Turismo. Nello specifico il sodalizio presieduto da Antonio Pascale ha ricevuto la menzione speciale per gli obiettivi raggiunti nel campo della legalità dal progetto Ecomuseo Terra Felix, nella lotta all'abusivismo attraverso la valorizzazione delle qualità territoriali. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Alleanza Democratica sull’intervista di Ernesto Di Serio:”e se la licenza edilizia fosse arrivata per il peso della tua carica politica?”

17:29

alleanza-democratica-per-santarpino-e1463071039327Sant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino"

In riferimento a quanto evidenziato nei giorni scorsi, sulla questione del Parco Residenziale dove risulta essere progettista il Consigliere Comunale Ernesto Di Serio, è stata rilasciata un'intervista da quest'ultimo, in risposta a quanto affermato da noi. Nell'intervista, Di Serio, precisa che lui è un architetto che svolge la sua professione sul territorio, e che la sua professione non è incompatibile con la carica di Consigliere ma,  soprattutto, dice che il progetto, essendo stato presentato nel febbraio 2016, non evidenzia alcuna anomalia. Vorremmo far notare al Consigliere Di Serio che nessuno ha mai parlato di incompatibilità del suo ruolo, e soprattutto nessuno ha mai messo in discussione la sua professionalità. Per una questione meramente politica, però, sarebbe stato meglio evitare ciò e ti spieghiamo il perché facendoti un esempio. Mettiamoci nei panni di un cittadino qualunque che passa per Via della Libertà e legge il tuo nome sul 3x2 (e perdonaci se nell'articolo precedente abbiamo scritto 6x3, ma avevamo lasciato il metro a casa). Il cittadino, dall'alto della sua ingenuità, potrà lecitamente porsi una di queste domande:

  1. Ma l'architetto Di Serio, è lo stesso Di Serio che ricopre la carica di Consigliere Comunale?
  2. E' pur vero che il progetto è stato presentato a febbraio 2016 quando lui non era Consigliere, ma è risaputo anche che il Permesso è stato rilasciato successivamente alla data delle elezioni. E se lo avesse ottenuto proprio per il peso della sua carica di amministratore???
  3. Adesso che è Consigliere Comunale, e il suo nome è riportato sul 3x2 del cantiere, potrebbe avere qualche favoritismo nei controlli della polizia locale nel controllo dei lavori in corso, a differenza degli altri cantieri sul territorio.

Ecco caro Ernesto, la nostra è una critica scaturita successivamente agli attacchi rivolti nei confronti dell'ex Presidente del Consiglio Comunale Andrea Guida da parte del Sindaco Dell'Aversana. Poi infine volevamo darti un consiglio. La prossima volta che intendi rilasciare una dichiarazione, almeno fatti intervistare da un serio giornalista che non sia stato, ed è ancora, un tuo SPONSOR elettorale. Soprattutto perché, i toni usati nel video, rasentano la macchietta teatrale. Ne guadagneresti in credibilità. Ma se il vostro intento era quello di far ridere le mosche che vi ronzano intorno, penso proprio che ci siete riusciti alla grande!!!

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Eugenio Di Santo:”piena solidarietà all’Avv. Bortone per le offese subite in consiglio comunale”

9:06 disantoSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo da Eugenio Di Santo, Presidente del gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino". Dei tanti interventi che sono stati fatti nell'ultimo consiglio comunale aperto, quello che piu' mi ha stupito e' stato l'intervento dell'assessore Salvatore Lettera che, credendo che a Sant'Arpino nessuno conosca ne' lui ne' il suo passato, ha raccontato la favola del super eroe che salva il mondo dai cattivi. Allora, caro Salvatore Lettera, premesso l'affetto incondizionato che nutro nei tuoi confronti, mi vedo costretto a rinfrescarti la memoria considerato che, conoscendoti bene, le tue affermazioni sono state senza dubbi solo una reazione istintiva. Innanzitutto mi preme ricordarti che dal 2008 a febbraio 2013 sei stato parte di Alleanza Democratica, assessore di maggioranza, e hai condiviso il percorso politico degli stessi contro i quali oggi punti il dito. Poi improvvisamente, per motivi noti a tutti, a due mesi dalle elezioni ti sei candidato nella lista avversaria. Ma dal 2008 al 2013, mentre Bortone era Presidente della Multiservizi, tu eri li, in maggioranza, e non perdevi occasione per interessarti a quanto avveniva nella Multiservizi. Quindi ti prego almeno risparmiaci le fandonie e la favoletta dell'uomo buono e giusto, perche' proprio non ti si addice! Esprimo quindi la mia solidarieta' a Bortone per le offese subite e a lui va' il mio apprezzamento per il suo intervento costruttivo e coerente in consiglio comunale oltre che per il lavoro svolto come Presidente della Multiservizi. E la cosa ancor piu' grave e' vedere il sindaco applaudire alle assurde e incommentabili dichiarazioni di Salvatore Lettera. Conferma, questa, che la politica moderata non serve a nulla con una maggioranza che sta veramente toccando il fondo!

Geom. Eugenio Di Santo

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Sant’Arpino, il comizio integrale di Alleanza Democratica di domenica 12 marzo 2017

16:26
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino,Alleanza Democratica:”il consigliere Di Serio senza “scuorno” compare come progettista di un parco a via Libertà”

8:17

ImmfSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

Durante il comizio di Speranza e Futuro del 19 febbraio 2017, Il Sindaco Dell'Aversana, preso dall'impeto del momento, ancora una volta è caduto nella sua solita contraddizione. Nel difendere la sua pupilla Ivana Tinto dalla sua incompatibilità per il doppio incarico di Presidente del Consiglio Comunale e quello di delagata alla Cultura, non ha esitato ad attaccare pubblicamente l'ex Presidente Andrea Guida, perché a suo dire, mentre ricopriva tale carica, continuava a svolgere la libera professione di Ingegnere sul territorio santarpinese. Proprio Andrea Guida che ha sempre svolto il ruolo di Presidente in maniera esemplare ed encomiabile, senza mai anteporre i propri interessi lavorativi e personali. Come al solito, si è fermato a guardare la pagliuzza negli occhi degli altri, senza accorgersi della trave che si trova nel suo. E la trave di cui parliamo, è il Consigliere Comunale Ernesto Di Serio, uno dei suoi pasdaran, che nell'esercizio delle sue funzioni da amministratore, anziché essere garante della trasparenza, e in barba alla sua moralità tanto sbandierata ai quattro venti, senza alcuno "SCUORNO", compare come progettista di un nuovo parco su Via della Libertà, con tanto di nome in bella vista sul 6x3 che pubblicizza tale lavoro.

Ci meraviglia che il Sindaco Dell'Aversana, così attento agli eventi delle passate amministrazioni, non si sia mai accorto di ciò. Caro Peppino, come la mettiamo adesso? Quale altra scusa troverai questa volta per difendere l'indifendibile?

FacebookTwitterGoogle+Share
1 10 11 12 13 14 15