CULTURA – Pagina 2

Dal 6 al 9 Ottobre Gita in Toscana ed in Umbria per i pensionati santarpinesi

10:25

Città della PieveSant’Arpino   L’associazione “Combattenti e Reduci” insieme all’associazione “Anziani e Pensionati” ha organizzato dal 6 al 9 Ottobre prossimi una gita in alcune delle più belle località della Toscana e dell’Umbria: Chianciano Terme, Città della Pieve e Montepulciano. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

L’autore santarpinese Giuseppe Montesano vince il premio “Viareggio” con il libro “Lettori Selvaggi”

17:29

21078587_10212487468175860_6803167993894008098_nViareggio. Gianfranco Calligarich con “La malinconia dei Crusich”, Bompiani; Stefano Carrai con “La traversata del Gobi”, Aragno; e Giuseppe Montesano, “Lettori selvaggi”, Giunti, sono i vincitori dell’88esima edizione del Premio Viareggio-Rèpaci, presieduto da Simona Costa, rispettivamente nelle sezioni narrativa, poesia e saggistica.

Il Premio Viareggio, fondato nel 1929 da Leonida Rèpaci, Alberto Colantuoni e Carlo Salsa, compie con quest’edizione 88 anni. Il premio ha affrontato quest’anno un’edizione speciale in omaggio al politico e filosofo Antonio Gramsci, con la commemorazione dei 70 anni dall’assegnazione del riconoscimento alle sue “Lettere dal carcere”. Diverse sono state le personalità che nel corso di questi 88 anni hanno ritirato il premio: Antonio Gramsci l’ha ritirato nel 1947 per “Lettere dal carcere” mentre Elsa Morante l’ha ritirato nel 1948 per “Menzogna e sortilegio”. Nel 1946 è stato vinto da Umberto Saba per “Il canzoniere” mentre Italo Calvino l’ha ricevuto nel 1957 per “Il barone rampante”. Il Professore santarpinese Giuseppe Montesano l’ha vinto quest’anno nella categoria saggistica per “Lettori Selvaggi” ma, in realtà, non è un debutto per lui che l’aveva già vinto nel 2003 nella categoria “narrativa” per l’opera “Di questa vita menzognera”. A don Luigi Ciotti è stato consegnato il Premio internazionale Viareggio-Versilia.

Vi proponiamo l’intervista al Professore Montesano in occasione della presentazione del libro “Lettori Selvaggi” al Centro Studi “Stanzione” di Orta di Atella.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, poesia più forte della serie A, successo per il cocktail letterario di “Scusate il Ritardo”

16:27
cocktail letterario
foto di Giuseppe Di Liberto

Sant’Arpino. Grande successo di pubblico per il “Cocktail letterario” organizzato ieri nella villa comunale “Cirillo” di Sant’Arpino dall’associazione “Scusate il ritardo” con la preziosa collaborazione di Mimmo Limone e dei R.A.S. (Ragazzi Attivi Socialmente) nell’ambito di “R….Estate a Sant’Arpino”, il calendario di eventi messo in piedi dall’amministrazione comunale locale per l’estate santarpinese.

Nonostante la concomitanza con la seconda giornata del campionato di calcio di serie A decine di persone sono accorse all’evento che ha avuto luogo sul prato della villa comunale, e non nel piccolo anfiteatro, al fine di rendere più suggestiva l’interpretazione delle diverse poesie che sono state lette durante la serata, intervallate dalle esibizioni canore della bravissima cantante santarpinese Luisa Pitocchelli.

L’evento è iniziato con i saluti del Presidente dell’Associazione “Scusate il ritardo”, Raffaele Copertino, che ha poi passato la parola a Raffaella Limone, che ha introdotto la serata iniziata con la lettura delle diverse poesie da parte di: Giuseppe Bianco, Alessandra Dell’Aversana, Domenico Dell’Aversana, Alessio D’Elia, Nicoletta Iuliano, Raffaella Limone, Anemone Ledger e Marco Palladino, che ha letto, tra le altre, alcune poesie sue. Fuori programma le due letture del signor Aldo Parisini che ha letto alcune sue opere in dialetto il cui tema era la forte critica, ironica, nei confronti della politica locale, a detta sua molto poco interessata alla cura delle periferie.

Dopo il secondo ciclo di letture (in tutto quattro cicli di lettura) è stato offerto un buffet gratuito dall’associazione “Scusate il ritardo”,  a cui ha collaborato anche il sig. Alfredo Dell’Aversana con alcune pizze “a km zero”.

L’evento si è concluso con la lettura, da parte di Giuseppe Bianco, della “Supplica per essere seppellito sulla spiaggia di Sète” di Brassens.

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Sant’Arpino, gruppo “Fujenti atellani” a Montesarchio

17:18
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, stasera al via la Festa della pizza al parco giochi “Rodari”

13:58

festadellapizzaSant’Arpino. Il Circolo anziani e pensionati presieduto da Paolo Petrone, con il patrocinio del Comune di Sant’Arpino, organizza la II edizione della Festa della Pizza.

La manifestazione avrà luogo nei giorni 28-29-30 Luglio 2017 a partire dalle ore 19:00 presso il Parco Giochi ” G. Rodari” in Sant’Arpino ( Ce).

Mi complimento con il Circolo anziani e pensionati – dichiara l’assessore Loredana Di Monte – per la lodevole iniziativa che animerà il prossimo fine settimana Sant’Arpino . Non posso esimermi dal ringraziare i vari Mimmo Limone, Giovanni Varavallo, Luigi Guida, Nicola Della Rossa, Di Lorenzo e quanti stanno collaborando e profondendo energie per la riuscita della Festa della Pizza. Il tutto all’insegna del divertimento e della convivialità. Un ringraziamento particolare va al Presidente Paolo Petrone per il prezioso lavoro volto a far sì che tutto riesca nel migliore dei modi”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Aversa, stasera al Movà Saverio D’Andrea

10:25

20229206_1421226774652026_462891521938515820_nAversa. Si esibirà questa sera al Movà, ad Aversa, l’artista campano Saverio D’Ambra. Accompagnato alla chitarra elettrica da Lorenzo De Gennaro e al violoncello da Maria Pia Russo, Saverio D’Andrea traghetterà i suoi ospiti in un viaggio di musica e poesia dove canzoni del passato e del presente torneranno in vita in un’atmosfera delicata e brillante allo stesso tempo. Si alterneranno momenti esilaranti con pezzi tragicomici come “Bisognodistrazione”, “Cucino per te” a momenti più intensi dove il ritmo lascia lo spazio alle emozioni forti e a ballate come “Se tornerai”, “Scompari raramente”, “Meteora”, e alla più recente “Lacuoratore”. Ci sarà spazio anche per canzoni di grandi cantautori del passato come Tenco, Modugno, Ciampi o De Andrè.

Quello di Saverio D’Andrea è un progetto cantautorale contaminato di teatro e letteratura, una canzone d’autore che inciampa tra la raffinatezza e l’autoironia con una grande attenzione verso i testi che sono al centro dell’idea del progetto. Nelle canzoni di Saverio c’è una ricerca quasi ossessiva delle verità dell’animo umano e dei rapporti. I testi sono labirinti dove i significati si rincorrono per forgiare messaggi che sono fotografie delle crisi di un’intera generazione, frammentata ma unita dalle stesse incertezze. Le canzoni sono storie musicate in cui perdersi e la semplicità delle melodie ha l’ambire di colpire chiunque.

Cantautore da sempre, autore di musiche e testi per altri artisti, di musiche per spettacoli teatrali e altri eventi. Nel 2012 scrive le musiche per la mostra d’arte internazionale Human Rights, nel 2013 vince il PREMIO MIA MARTINI come autore con “Il tuo respiro”, nel 2014 un suo brano “Conosco un posto” è in finale al Festival della canzone italiana a New York. Nel 2015 e 2016 lavora al suo primo disco ufficiale guidato dal produttore Valter Sacripanti (già al fianco di artisti come Nek e Simone Cristicchi) con musicisti del calibro di Giuseppe Barbera (Mogol, Arisa, X Factor…), David Pieralisi (Alessandra Amoroso, Michele Zarrillo…) Mario Gentili e Giuseppe Tortora (Laura Pausini, Fiorella Mannoia…).

La sua esperienza pluridecennale nella scrittura di testi, anche in lingue diverse dall’italiano (come l’inglese e lo spagnolo), nella composizione di brani di musica leggera si arricchisce costantemente attraverso diverse collaborazioni, stages e seminari con esperti del settore. Ha lavorato e lavora come compositore di musiche per progetti teatrali e televisivi, di musiche per mostre internazionali d’arte contemporanea e per lavori discografici di giovani interpreti.

Il 16 giugno è stato presentato in anteprima al Teatrocivico14 di Caserta il videoclip del nuovo singolo “Nomi cose città”

 

FacebookTwitterGoogle+Share

Amministrazione Comunale e Comitato Permanente per il Carnevale Atellano presentano il programma “R…Estate in Villa”.

15:28

tintoSant’Arpino      Per rendere più gradevole la permanenza nel paese per quelle famiglie che per motivi economici, familiari o lavorativi trascorreranno gran parte del periodo estivo nel nostro Comune, l’Amministrazione comunale metterà in campo un calendario di eventi dal titolo “R…Estate in Villa“. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Festa Patronale, straordinario successo per il concerto di Enzo Avitabile

10:31

avitabileSant’Arpino. Una folla oceanica ha pacificamente invaso Piazza Umberto I° in occasione del concerto di “Enzo Avitabile” e “I Bottari di Portico”, tenutosi nell’ambito della Festa Patronale 2017.

Tutto come previsto. Il maestro Avitabile ha abituato fin troppo bene il suo pubblico e ancora una volta, ha dato vita ad un grande show che ha infiammato Sant’Arpino e i presenti arrivati in tanti dai paesi limitrofi e da ogni angolo della regione.

Due ore circa di concerto, trascorse forse troppo velocemente, in cui il buon Enzo ha riproposto tutti i suoi vecchi successi ( da “Mane e mane” a “Soul Express”) e ha celebrato le sue ultime fatiche ( tratte da “Black Tarantella” e “Lotto Infinito”).

Struggente e toccante l’omaggio a Pino Daniele sulle note di “Terra Mia”.

Menzione di merito per il maestro Diego Carboni, nostro concittadino, e da anni stabilmente riferimento della band di Avitabile.

vetroUno spettacolo mai banale ed unico nel suo genere, all’indomani del quale la comunità santarpinese si avvia a concludere i solenni festeggiamenti in onore di Sant’Elpidio Vescovo.

Unico neo della serata è stato il mancato rispetto dell’ordinanza del sindaco Dell’Aversana che vietava di consumare bevande in vetro. A fine serata, infatti, diverse erano le bottiglie di vetro presenti sul basolato di piazza Umberto I.

Antonio Capasso

FacebookTwitterGoogle+Share

VIDEO – Sant’Arpino, Festa Patronale 2017

18:49
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Festa patronale, è il giorno di Enzo Avitabile

14:57

Enzo Avitabile - Tenco 2009Sant’Arpino. Si terrà, questa sera, in Piazza Umberto I° alle 21,30 il concerto di “Enzo Avitabile” e “I Bottari di Portico”, nell’ambito della Festa Patronale 2017.

Il sassofonista e compositore di Marianella torna ad esibirsi a S.Arpino, dopo aver collezionato premi e riconoscimenti nel corso dell’anno:

Il 27 marzo 2017 vince 2 David di Donatello come Miglior Musicista, per aver composto la colonna sonora del film “Indivisibili”, e come Migliore canzone originale con “Abbi pietà di noi”, brano contenuto nella stessa colonna sonora.

Il 1 luglio 2017 vince 2 Nastri d’argento, per la colonna sonora di “Indivisibili” di Edoardo De Angelis e per la miglior canzone originale “Abbi pietà di noi”.

Ancora per la colonna sonora di “Indivisibili” di Edoardo De Angelis, il Premio Ennio Morricone, il Premio Ciak d’oro e il Premio globo d’oro ( della stampa estera).

Premio UBU 2017, per le musiche di “Vangelo” di Pippo Del Bono.

Il suo ultimo lavoro è “Lotto Infinito” ( Black Tarantella / Sony Music Italia) in cui sono presenti importanti collaborazioni con Francesco De Gregori, Renato Zero, Giorgia, Caparezza, Mannarino, Pippo Del Bono, Lello Arena, Paolo Fresu, Elena Ledda, Giovanna Marini, Daby Tourè, Roger Biwandu, Linley Marthè, Bassekou Kouyate.

Sarà, ancora una volta, una serata intensa ed eccitante, in cui il maestro Avitabile, avanguardista e poliedrico, fonderà il modo di fare musica dei Bottari di Portico ( gli strumenti utilizzati sono botti, tini e falci, usati come percussioni che scandiscono arcaici ritmi processionali, con accompagnamento di canti tradizionali, legati alla tradizionale coltura della canapa in terra di lavoro) con i suoni musicali odierni.

Antonio Capasso

FacebookTwitterGoogle+Share

La Regione Campania sblocca 485.000 Euro per le casse del comune di Sant’Arpino

17:36

domenico iovinellaSant’Arpino    Con Decreti Dirigenziali nr. 24 e nr. 25 del  11.07.2017 la Giunta Regionale della Campania ha dato il via libera al finanziamento della somma di 480.560,72 e di 34.975 euro in favore del Comune di Sant’Arpino a titolo di saldo del finanziamento concesso per il Museo ed il Parco Archeologico dell’Antica Atella. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 4 20