POLITICA

Sant’Arpino, Tizzano:”Sull’affidamento dei servizi cimiteriali non possiamo tollerare lezioni da chi, prima di noi, non ha trovato soluzioni”

10:22

SANT'ARPINO - "La polemica per la polemica non ha mai giovato a nessuno, a maggior ragione quando viene fatta per fini strumentali politici, cosa ancora più inopportuna e grave se viene fatta da chi, come sulla vicenda che ci sta interessando, quella del cimitero comunale, è restato inoperoso per anni". Queste le dichiarazioni rilasciate da Caterina Tizzano, vice sindaco con delega ai servizi cimiteriali, in risposta alle numerose polemiche sorte nelle ultime settimane sulla questione legata all'affidamento dei servizi delle inumazioni e delle tumulazioni che, con una prima determina erano stati affidati per 36 mesi mentre, con una determina successiva, sono stati affidati per 5 mesi, e cioè fino alla fine del 2018.

Come evidenziato dalla Tizzano:"Poiché non c’è più sordo di chi non vuol sentire, ribadiamo alcuni concetti che abbiamo riportati nell’articolato comunicato stampa di speranza e futuro per Sant'Arpino. L’amministrazione comunale per far fronte ad una situazione anomala che durava da oltre un trentennio rispetto alla gestione di alcuni servizi cimiteriali (inumazione, tumulazione ed estumulazione) ha dato un indirizzo preciso al responsabile del settore, quello di affidamento temporaneo fino a fine anno con con procedure a norma di legge per rimuovere immediatamente le anomalie esistenti. Indirizzo politico dato dalla sottoscritta in qualità di vicesindaco con delega al settore e poi ribadito dal sindaco al responsabile. Trattandosi di un’intervento temporaneo e di breve durata non necessitava alcun atto scritto anche in considerazione della nostra volontà di coinvolgere il consiglio comunale nella discussione complessiva. La temporaneità dell’affidamento aveva la duplice funzione, quella di far fronte immediatamente allo stato di emergenza e mettere al riparo il responsabile del servizio e l’amministrazione comunale da inadempienze legislative . Era ed è nostra intenzione decidere le modalità di erogazione dei servizi di cui trattasi con una decisione quanto più condivisa possibile. L ‘ affidamento è avvenuto nel solco della trasparenza e della separazione netta fra politica e gestione amministrativa. Per quanto ci riguarda dal punto di vista politico i tempi dovevano essere ristretti . Venuti a conoscenza che l’affidamento per quanto riguardava la durata non era in linea con gli indirizzi impartiti, ci siamo immediatamente attivati per la rettifica degli atti , cosa che nei tempi burocratici di una pubblica amministrazione il responsabile ha fatto. Da settembre ci attiviamo per decidere sulle modalità di affidamento. Noi non possiamo tollerare lezioni da chi, prima di noi, non ha trovato soluzioni alla riorganizzazione dei servizi cimiteriali ed oggi viene a criticare la nostra amministrazione che sta portando avanti con abnegazione e spirito di servizio risultati concreti. Chi ci ha preceduto aveva programmato un opera autofinanziata per la costruzione di 144 loculi cimiteriali , cinque anni fa ha incassato i soldi di 90 cittadini che avevano acquistato altrettanti loculi e non hanno avuto la capacità di indire nemmeno la gara per la costruzione degli stessi. Hanno speso i soldi per altre cose, lasciando i cittadini che avevano pagato anticipatamente senza loculi. Noi invece abbiamo indetto la gara per la costruzione dei 144 loculi , i lavori sono a buon punto , basta andare al cimitero e verificare la realtà. Inoltre abbiamo fatto un bando di assegnazione per gli ulteriori 54 loculi ancora da assegnare e stiamo programmando, vista l’elevata richiesta pervenuta per l’acquisto dei loculi, un ulteriore opera autofinanziata. Rispetto al decoro del luogo abbiamo sistemato i viali con l’asfalto e le tegole del muro perimetrale del cimitero storico ed abbiamo rifatto il manto d’asfalto, l’intonaco e la tinteggiatura dell’ingresso del cimitero . Noi abbiamo introdotto la raccolta differenziata all’interno del cimitero che non esisteva . Noi ci siamo fatti promotori assieme al parroco per la ristrutturazione della cappella privata del Purgatorio che stava cadendo a pezzi . Infine nella nostra programmazione e agli atti del comune è allo studio un project financing per il rifacimento con tecnologie innovative del’impianto delle lampade votive e la gestione delle stesse . Allora noi diciamo che rispetto alla tutela di un bene comune ed il cimitero è un bene comune a cui teniamo tutti , ci aspettiamo collaborazione non polemiche. I fatti dicono chiaramente che le chiacchiere stanno a zero . Noi invece abbiamo agito su richiesta di tantissimi cittadini che ci hanno richiesto fatti concreti per il cimitero ed i fatti ci danno ragione ".

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, questione cimitero. Speranza e futuro fa chiarezza sulla vicenda

8:00

SANT'ARPINO -Al fine di chiarire le solite strumentali e demagogiche polemiche di quella parte di opposizione irresponsabile che non ha a cuore le sorti di questo comune ci corre l’obbligo di fare alcune precisazioni in merito al servizio di inumazione, estumulazioni e tumulazione al cimitero comunale" hanno dichiarato dal gruppo di maggioranza per chiarire la questione degli affidamenti relativi ai servizi cimiteriali delle inumazioni e delle tumulazioni che nelle scorse settimane hanno generato non poche polemiche da una parte dell'opposizione e tra i cittadini. Come chiarito dal gruppo di governo:"Da tempo abbiamo avviato una complessa opera di riorganizzazione del cimitero comunale e per tale finalità abbiamo messo in campo una serie di iniziative occorrenti a migliorare sia la parte strutturale sia la gestione dei servizi in esso svolti .Per quanto riguarda il tema dell’affidamento dei servizi di tumulazione, estumulazione e inumazione, stiamo valutando come mettere in essere iniziative per porre fine ad una situazione precaria esistente da oltre un trentennio. Tutti i cittadini compreso quelli di AD sono a conoscenza che tali servizi fino ad oggi venivano erogati in difformità dalle leggi vigenti e che tali servizi sono stati sempre carenti sia sotto il profilo dell’organizzazione del lavoro e della sicurezza dei lavoratori , sia sotto il profilo fiscale. Infatti tutti sanno che il comune di Sant’Arpino, diversamente a quanto vige in comuni che erogano questi servizi in linea con la normativa vigente in materia, non erogava con propri dipendenti e con precise tariffe comunali questi servizi cimiteriali fondamentali. Ormai la situazione non era più sostenibile nel nostro cimitero, anche perché c’erano continue lamentele da parte di tantissimi cittadini, che in assenza di un servizio pubblico disciplinato da tariffe comunali e svolto nel rispetto delle norme igienico sanitarie si trovavano di fronte ad un caos totale senza controllo dell’ufficio preposto. Necessitava intervenire e lo abbiamo fatto anche su richiesta dei cittadini. Non era più tollerabile lo stato di fatto esistente e quindi si doveva mettere mano obbligatoriamente per ristabilire la ordine nella gestione di questi servizi pubblici anche nel rispetto di precisi obblighi fiscali nei confronti dell’erario statale. La situazione ormai era insostenibile soprattutto per le grosse responsabilità ricadenti sul funzionario di settore, sull’amministrazione comunale e non per ultimo per tutelare l’interesse dei cittadini/utenti. Siamo consapevoli che queste scelte devono essere fatte oltre che nel rispetto della normativa vigente anche per tutelare l’interesse dei cittadini e devono avere la massima condivisione possibile. Adesso però era urgente intervenire per evitare l’ interruzione di un pubblico servizio in periodo estivo. Ed è per questo che è stato concertato con il responsabile del servizio che, fermo restante l’ovvietà del rispetto della normativa e dell’approvazione del nuovo regolamento di polizia mortuaria, di trovare una soluzione temporanea per poi addivenire ad una soluzione definitiva più condivisa possibile . A tal fine fu impartito un indirizzo politico preciso. L’indirizzo fu quello di procedere ad un affidamento provvisorio di 5 mesi , che consentisse di: rimuovere immediatamente lo stato di pericolo e di anomalia fiscale esistente, approvare il nuovo regolamento di polizia mortuaria e decidere in sede politica cercando la massima condivisione possibile anche all’esterno della maggioranza, che la gestione di tali servizi venisse erogata in regime di efficienza ed efficacia, nel rispetto dell’erario statale e tenendo conto di varie ipotesi di affidamento (forma diretta con l’utilizzo degli lsu, progetto financyng , gara con affidamento a ditte specializzate del settore).

Nelle more di tale discussione politica da affrontare con calma in questo scorcio di anno e nel pieno rispetto della separazione fra indirizzo politico e gestione amministrativa, si è dato mandato al responsabile del servizio di attivarsi, nella sua piena e totale autonomia per il raggiungimento dei suddetti obiettivi. Il responsabile a norma di legge ha esperito procedure di gara trasparenti per valutare le diverse offerte pervenute. Peró Il giorno 31 luglio siamo venuti a conoscenza degli atti prodotti dal responsabile che affidava per tre anni . Per quanto l’affidamento sia avvenuto con il rispetto delle leggi, il nostro indirizzo in termini temporali era un altro. Pertanto siamo intervenuti per chiarire e ristabilire l’indirizzo già dato rispetto all’affidamento che doveva e deve essere provvisorio fino a dicembre 2018 cioè per cinque mesi al fine di eliminare subito lo stato di disordine nel cimitero e nel contempo consentire alla parte politica di riflettere e valutare cosa fare per risolvere definitivamente il problema. Dunque il responsabile del servizio ha provveduto con nuova determina ad affidare i servizi di inumazione, estumulazione e tumulazione fino al 31 dicembre 2018 vale a dire per 5 mesi modificando la determina precedente. Adesso più che mai nel solco di come abbiamo iniziato siamo determinati a portare avanti iniziative che tendono a migliorare tutti i servizi pubblici erogati nel cimitero comunale, cercando di ristabilire ordine e legalità. Come tutti sanno abbiamo sistemato tutti i vialetti del vecchio cimitero e ripreso l’opera autofinanziata per la costruzione di 144 loculi cimiteriali. Per questa opera chi ci ha preceduto amministrativamente aveva incassato i soldi di circa 90 cittadini senza dare seguito alle procedure di costruzione dei loculi. Noi abbiamo completato l’iter burocratico , abbiamo indetto gara d’appalto, abbiamo emesso bando pubblico per ulteriore assegnazione di 54 costruendo loculi, abbiamo formulato nuova graduatoria di assegnazione dei loculi ancora da assegnare . Adesso I lavori sono a buon punto contiamo di completare l’opera per fine anno. Dal bando di assegnazione dei nuovi loculi abbiamo riscontrato che la richiesta è superiore ai loculi da assegnare e pertanto ci attiveremo per la costruzione di nuovi loculi in modo da soddisfare tutte le richieste esistenti . Ci stiamo attivando per proporre un project financing che prevede il rifacimento e la gestione delle lampade votive e il miglioramenti strutturalmente dello stato dei luoghi . Insomma faremo di tutto per rendere il cimitero un luogo al passo dei tempi dove si erogano servizi pubblici a norma di legge con il massimo dell’efficienza .”

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, servizi cimiteriali. Quattromani:”Iter burocratico corretto ma politicamente prendo le distanze dal metodo con cui si sono affrontati i problemi del cimitero”

20:49

SANT'ARPINO - "Nel corso delle ultime settimane sono stata continuamente chiamata in causa, in qualità di presidente della commissione trasparenza, sia in articoli giornalisti che in alcuni post che leggo nei vari gruppi social della nostra comunità. Al fine di non essere fraintesa o accusata di essere assente o poco vigile nell'esercizio del mio ruolo, avverto la necessità di condividere con i miei concittadini alcune precisazioni sia sulle funzioni che mi competono e contestualmente cercherò di rendervi edotti sulle attività finora svolte" queste le parole della consigliera comunale Immacolata Quattromani (in foto), presidente della commissione trasparenza, con cui ha risposto alle polemiche nate in seguito ad un affidamento per alcuni servizi cimiteriali chiarendo il ruolo e le funzioni della commissione trasparenza.

Come ribadito dalla Quattromani:"La commissione che presiedo ha come funzione istituzionale ‘ il controllo della trasparenza degli atti amministrativi prodotti dall’'amministrazione nell’esercizio delle sue attività’, e vi garantisco che con cadenza quasi quotidiana esercito questa mia funzione con abnegazionee con la consapevolezza della delicatezza e della responsabilità che il ruolo che ho assunto mi comporta.

Approfitto per ringraziare tutti i dipendenti comunali, che nel rispetto dei ruoli e funzioni reciproche, finora si sono sempre dimostrati disponibili oltre le loro competenze agevolandomi nell’accesso agli atti e non sottraendosi mai a spiegazioni e approfondimenti da me posti. Ringrazio inoltre gli amici politicamente a me più vicini che sia per competenze professionali che per esperienze amministrative pregresse,  non mi fanno mai mancare il loro apporto e supporto.

Entrando nello specifico, provo a rendervi edotti del mio operato di questo primo scorcio di consiliatura omettendo sicuramente parte di esse , non per volontà ma semplicemente per evitare di risultare logorroica.

Questione più spinosa oggi, esclusivamente per cronologia, l'affidamento di parte dei servizi cimiteriali ad una ditta esterna. 

Ebbene appena ho preso visione della determina dirigenziale ho immediatamente approfondito l'’iter che è stato posto in opera, e per quelle che sono le mie competenze, in qualità di presidente della commissione trasparenza, ritengo che gli atti siano trasparenti, in quanto vi è tra l’altro una precedente determina con invito a ditte interessate a fornire, in tempi e modi stabiliti per legge, la migliore offerta per il servizio da espletare.

Questo è quanto dovevo come presidente della commissione trasparenza, invitando chiunque abbia certezze di irregolarità compiute , a darmene comunicazione con qualsiasi mezzo ritenuto utile. Tenere puliti i vetri della casa comunale per renderli trasparenti è un esercizio faticoso che richiede l’aiuto ed il coinvolgimento di tutti i cittadini.

In qualità in invece di consigliere di opposizione, contesto con forza e prendo le distanze dal metodo con cui si è giunti ad affrontare i problemi del cimitero. Senza il minimo coinvolgimento della relativa commissione consiliare, dei consiglieri di opposizione, e credo di non sbagliare se affermo, neanche quelli di maggioranza. Sottraendosi a qualsiasi forma di confronto e spogliando a mio avviso delle proprie funzioni lo stesso Consiglio Comunale che delibera sul ‘ regolamento cimiteriale’ per cui quantomeno all’interno di una commissione consiliare il tutto andava discusso. Chiedo perdono per l’espressione, ma purtroppo i morti sono di tutti.

Nei prossimi giorni vi informerò in merito ad altre questioni, per le quali sono stata chiamata in causa, e sulle quali ho avviato una serie di istruttorie interne al fine di addivenire a delle informazioni trasparenti".

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, raccolta rifiuti. Nella settimana di ferragosto chiuso il centro di raccolta e per ferragosto sarà sospesa la raccolta dell’umido

18:54

SANT'ARPINO - Importanti modifiche saranno apportate al sistema di raccolta differenziata santarpinese durante la settimana di ferragosto.

Come fanno sapere da palazzo ducale infatti, il centro di raccolta comunale di via Baraccone (nella foto) rimarrà chiuso da lunedì 13 agosto fino a domenica 19 agosto e riaprirà lunedì 20 agosto. Inoltre il giorno 15 agosto sarà sospeso il servizio di raccolta porta a porta della frazione di rifiuti biodegradabili (umido). I cittadini, come dichiarano dagli uffici comunali, potranno conferire l'umido direttamente giovedì sera, 16 agosto, in quanto la raccolta dell'umido riprenderà venerdì mattina, 17 agosto.

 
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. L’amministrazione comunale “Ecco perché è aumentata la tariffa idrica”

7:30

Sant'Arpino       Riceviamo e pubblichiamo dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Dell'Aversana.

"E' VERO, la tariffa IDRICA per l'anno 2017 è AUMENTATA. Ma perché è aumentata ? E’ aumentata per due motivi fondamentali : 1- Perché la società Acqua Campania ha aumentato il costo della fornitura dell’acqua al nostro Comune da 0,16 a 0,26 centesimi al metro cubo. 2- Perché a causa delle gravi condizioni economiche/finanziarie e dello pre-dissesto del nostro comune, la copertura finanziaria del servizio idrico obbligatoriamente è passata dall’80% al 100% . (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Alleanza Democratica “Le dimissioni di Dell’Aversana? Nient’altro che un gioco di potere”

21:10

Sant'Arpino      Riceviamo e pubblichiamo da Alleanza Democratica per Sant'Arpino.

" Vista l'assenza in consiglio comunale della consigliera Maria Rosaria Di Santo, a causa di improvvisi problemi di salute, ci sentiamo in obbligo di commentare quanto accaduto in merito alle dimissioni del sindaco Dell'Aversana. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Il sindaco Dell’Aversana sottoscrive l’appello dei lavoratori APU al Ministro Di Maio. “Il loro contributo determinante per i servizi alla comunità”

7:49

Sant'Arpino      Riceviamo e pubblichiamo dal sindaco di Sant'Arpino Giuseppe Dell'Aversana. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Il sindaco Giuseppe Dell’Aversana revoca le dimissioni. “Tantissime le attestazioni di stima dei miei concittadini. Proseguiremo nel risanamento del Comune”

12:14

Sant'Arpino     Il sindaco di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, ha revocato stamattina le dimissioni presentate il 12 Luglio scorso. Nel documento con cui ha annunciato la propria decisione il primo cittadino atellano ha ricordato come "la decisione era scaturita per motivi personali e familiari". (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Dimissioni Dell’Aversana. Lunedì sera assemblea plenaria di Speranza e Futuro alla presenza del sindaco

8:56

Sant'Arpino      Lunedì 23 luglio alle ore 20:00 si terrà l'assemblea plenaria  del Movimento Politico Culturale “Speranza e Futuro"  presso la sede di Via D'Anna Leone. Durante l'assemblea simpatizzanti ed amministratori si confronteranno per discutere del delicato passaggio politico legato alle dimissioni del sindaco. I lavori saranno introdotti  da interventi  del presidente Stefano Cicala e del coordinatore politico Giorgio Catena che  inviteranno anche  i simpatizzanti e gli elettori del movimento ad esprimere una loro opinione sulla delicata situazione politica amministrativa. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino. Martedì il consiglio comunale chiamato a votare sulla salvaguardia degli equilibri di bilancio. Attesa per la decisione del sindaco Dell’Aversana

17:19

Sant' Arpino       Convocata per martedì 24 Luglio alle ore 18:30 una nuova seduta del civico consesso del comune atellano. La presidente Ivana Tinto ha previsto sei i punti all'ordine del giorno. Si comincerà con la modifica e l'integrazione del programma triennale opere pubbliche 2018/2020 e piano annuale opere pubbliche 2018. Subito dopo la discussione si incentrerà sugli argomenti più caldi quali la ratifica variazione al bilancio di previsione 2018/2020 e soprattutto la salvaguardia degli equilibri ed assestamento di bilancio 2018/2020, il famoso pre-dissesto. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Speranza e Futuro per Sant’Arpino. “Solidarietà al sindaco Dell’Aversana per il vile attacco mediatico subito”.

12:36

Sant'Arpino       Riceviamo e pubblichiamo il documento ricevuto dal Movimento politico  “Speranza e Futuro per Sant’Arpino a firma di: Coordinatore politico di “Speranza e Futuro” Giorgio Catena, Presidente di “Speranza e Futuro” Stefano Cicala, Vicesindaco Caterina Tizzano, Presidente del Consiglio Comunale Ivana Tinto, Assessori: Loredana Di Monte, Giovanni D’Errico, Domenico Iovinella, Salvatore Lettera, Consiglieri Comunali di maggioranza: Speranza Belardo, Gennaro Capasso, Maria Rosaria Coppola, Ernesto Di Serio, Gennaro Vitale. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share
1 2 3 41