POLITICA – Pagina 34

Il Comune di Sant’Arpino chiede un finanziamento per ristrutturare la Pinacoteca “Stanzione”

14:03

FB_IMG_1470043455344Sant'Arpino. L’Amministrazione Comunale di Sant’Arpino, guidata dal sindaco Giuseppe Dell’Aversana, ha approvato il progetto “Il fascino dell’Arte al Palazzo della Città”: un articolato piano per ristrutturare, ammodernare e rilanciare la Pinacoteca di Arte Contemporanea “Massimo Stanzione” situata al secondo piano del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna”.

Il Progetto è stato consegnato presso gli uffici della Regione Campania per la richiesta di un finanziamento nell’ambito dei fondi europei previsti dal Piano Operativo Complementare (POC) per i Beni e le Attività Culturali per le annualità 2016-2017.

Ideato e redatto dal consigliere comunale con delega alla pinacoteca Ernesto Di Serio, il progetto prevede il realizzarsi di due azioni, la prima incentrata sullo svolgimento di eventi ed attività culturali e la seconda sul recupero di un bene immobile di enorme valore storico-artistico, architettonico e archeologico, quale è il Palazzo Ducale “Sanchez de Luna”, attraverso il restauro e la messa in sicurezza di alcuni affreschi presenti al piano nobile dello stesso e la manutenzione straordinaria degli spazi al secondo piano già destinati a Pinacoteca e Museo civico.

 “Il progetto, per il quale abbiamo avanzato una richiesta di finanziamento pari a duecentomila euro- dichiarano il sindaco Dell’Aversana e il consigliere Di Serio- prevede la ristrutturazione, la rifunzionalizzazione e l’ammodernamento della nostra  Pinacoteca di Arte Comunale “Stanzione”. Una istituzione comunale, vanto della nostra Comunità, la cui fondazione – avvenuta 25 anni or sono - si deve alla grande intuizione della Pro Loco di Sant’Arpino che oggi ha la responsabilità della gestione di questo importante spazio. Numerosi e di grande prestigio gli appuntamenti artistici, alcuni dei quali di rilievo internazionale, che sono stati ospitati nella nostra Pinacoteca anche grazie all’apporto qualificato e competente del prof. Rosario Pinto che nel tempo è riuscito fa compiere un notevole salto di qualità al centro culturale santarpinese”.

 Il progetto, dunque, prevede la conservazione e la manutenzione straordinaria dei locali in uso alla Pinacoteca, il restauro di parte degli affreschi posti al piano nobile del palazzo, le istallazioni di dotazioni tecniche e l’acquisizione di attrezzature ed apparecchiature moderne per la valorizzazione e fruizione piena di questa ala del Palazzo Ducale.

 Successivamente – aggiungono i due amministratori – il progetto prevede, d’intesa con il direttore artistico Enzo Battarra e la Pro Loco di Sant’Arpino, l’avvio di un ciclo di appuntamenti culturali e artistici di grande risonanza”.

 “Dovesse essere meritevole di approvazione, tale progetto- concludono il sindaco Dell’Aversana e il consigliere Di Serio-  servirà a qualificare ancor di più il Palazzo Ducale, già fulcro della vita sociale e culturale di Sant’Arpino, rendendolo punto di riferimento e polo attrattivo per eventi culturali legati alla storia ed alle tradizioni del territorio”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino al centro, Maisto:”il quadro finanziario non è così tragico come viene descritto dal Sindaco e dalla maggioranza consiliare”

9:26

13686685_10208997632450057_4644431190746324652_nSant'Arpino. Si è svolto questa mattina (ieri ndr) alle ore 11, presso la sala consiliare del comune di Sant’Arpino in via Mormile, il secondo consiglio comunale della nuova amministrazione. Diversi i punti all’ordine del giorno, tra cui l’esame e l’approvazione del bilancio di previsione 2016/2018, nonché la costituzione delle commissioni consiliari e l’approvazione del regolamento comunale che disciplina l’affidamento delle aree a verde pubblico senza fini di lucro.

In merito al bilancio di previsione ad intervenire a nome del movimento civico Sant’Arpino al Centro, è stato il capogruppo Elpidio Maisto, il quale ha sottolineato che il quadro finanziario, non è così tragico come viene descritto dal sindaco e dalla maggioranza consiliare. Infatti, l’ente deve incassare un ammontare di crediti pari a circa 13.000.000,00 €. La situazione di cassa, come condiviso anche dai partecipanti alla conferenza dei capigruppo, promossa da Maisto, può migliorare mediante la velocizzazione della riscossione dei tributi.

Nonostante l’accoglimento da parte della maggioranza dell’emendamento presentato in conferenza dei capigruppo, riguardante la valorizzazione e rivitalizzazione della Piazza Umberto I e l’intero centro storico attraverso l’istallazione di una rete Wi-Fi free, è doveroso da parte nostra – dichiara Maisto – denunciare, la confusione politica che la maggioranza amministrativa sta generando e nello stesso tempo gli eccessivi allarmismi trasmessi alla popolazione. Se la situazione finanziaria fosse realmente così come la descrive il sindaco Dell’Aversana, ci saremmo aspettati delle rilevanti ed innovative modifiche alla previsione di bilancio, presentata, invece, tale e quale rispetto quanto previsto dalla vecchia amministrazione”.

Pertanto, verificata l’inerzia e l’incoerenza dell’attuale amministrazione, il gruppo consiliare di S.Arpino al Centro si è astenuto alla votazione della previsione di bilancio.

Ad intervenire, durante i lavori del civico consesso, è stata anche la consigliera Imma Quattromani. La quale ha presentato una interpellanza al presidente del consiglio, al sindaco e ai membri della giunta, affinché presentino una analitica e dettagliata relazione sulla legittima istituzione dello sportello di assistenza ai contribuenti svolto dalla consigliera, e allo stesso tempo avvocato, Ivana Tinto e dalla consigliera, e allo stesso tempo avvocato, Speranza Belardo.

Secondo Sant’Arpino al centro vi è una totale inopportunità politica e professionale allo svolgimento di tale compito da parte di due consigliere comunali, di cui una addirittura Presidente del Consiglio.

Inoltre, il capogruppo di Sant’Arpino al Centro Elpidio Maisto sollecitato da numerosi concittadini, attraverso una mozione, ha proposto, ai sensi dell’art 62 del Regolamento comunale, la costituzione di una Commissione Speciale denominata “COMMISSIONE TERRA DEI FUOCHI, BONIFICHE, ECOMAFIE” istituita anche in Regione Campania. Fulcro della commissione sarà un lavoro condiviso con le associazioni, con i comitati dei cittadini ed il prezioso contributo di professionisti esperti del settore che intenderanno aderire e partecipare alla causa. Tale costituzione verrà discussa durante il prossimo consiglio comunale utile, dove Sant’Arpino al Centro auspica un positivo riscontro.

Infine, i consiglieri di Sant’Arpino al Centro hanno dichiarato di rinunciare ai gettoni di presenza previsti per la partecipazione alle commissioni consiliari.

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, AD:”ennesimo scivolone del Sindaco Dell’Aversana nel settore viabilità”

17:20

disantoSant'Arpino.Siamo di fronte all'ennesimo scivolone del Sindaco Peppino Dell'Aversana e ancora una volta nel settore della viabilità”.

Lo dichiara il Presidente di Alleanza Democratica per Sant’Arpino Eugenio Di Santo.

Dopo essersi preso i meriti della nuova segnaletica stradale verticale e orizzontale in Via De Gasperi – continua Di Santo - omettendo che i lavori erano già stati programmati ed incaricati nel febbraio 2016 dalla precedente amministrazione, negli ultimi giorni Peppino cosa fa?

Fa rimuovere il dosso in Via Marconi nei pressi della scuola Rodari, dosso che la nostra amministrazione fece installare durante la prima consiliatura per motivi di sicurezza, visti i numerosi incidenti anche mortali che negli anni si sono verificati in quella strada.

D'altra parte i dossi furono installati in diverse zone soprattutto in prossimità delle varie scuole (Piazzetta Paradiso, Via Rodari nei pressi della scuola media Rocco, Via Volta, Via De Gasperi e in prossimità di vari incroci pericolosi) proprio grazie alla nostra amministrazione con grande consenso dei cittadini in quanto impongono agli automobilisti di rallentare garantendo maggiore sicurezza per tutti.

Il Sindaco Dell’Aversana invece con un provvedimento decide che il dosso di Via Marconi deve essere rimosso... e sapete perchè? Perchè un suo parente, il cognato di suo fratello, in data 6 luglio 2016 ha protocollato la richiesta di rimozione adducendo come motivazione le vibrazioni del fabbricato in cui vive.

Premettendo che i problemi strutturali di un palazzo non si risolvono rimuovendo un dosso ma interpellando dei tecnici del settore, la cosa più grave è che lo stesso richiedente, PARENTE del caro Peppino, annuncia che il dosso sarà spostato di qualche metro. Quindi se è vero che il problema è il dosso e non le instabilità strutturali del palazzo, allora meglio scaricare il problema su altri cittadini facendolo spostare? Meglio far crollare il palazzo di un estraneo e non quello del parente del sindaco????

Siamo veramente al limite del ridicolo, dopo poco più di un mese dalla sua elezione Peppino ha già toccato il fondo e tutto questo solo perchè per Dell'Aversana la famiglia non si tocca!!!

FacebookTwitterGoogle+Share

Bilancio, giostrine, wi- fi free e recupero del portone del Palazzo Ducale gli emendamenti di Maisto al bilancio

19:49

maistoSant'Arpino    Si è tenuta martedì 19 luglio, presso la casa comunale, la conferenza dei capigruppo che ha avuto ad oggetto la discussione del bilancio 2016/2018, il quale verrà sottoposto all’approvazione del consiglio comunale sabato 30 luglio.

Il capogruppo di Sant’Arpino al centro, (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino al Centro: “Caro Dell’Aversana cominciamo malissimo”

20:24

ImmaginesacSant'Arpino    Riceviamo e pubblichiamo da "Sant'Arpino al Centro".

"Cari santarpinesi, Noi di S. Arpino al Centro, esercitando in modo Serio e Vigile il ruolo di Opposizione, vogliamo informarvi degli atti prodotti dall'Amministrazione targata Dell’Aversana. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Dell’Aversana difende la scelta di Tinto alla cultura: “Rimane un presidente imparziale”

11:32

FOTO CONSIGLIO COMUNALESant'Arpino      In merito al comunicato di Alleanza Democratica per il conferimento di incarico alla Presidente del Consiglio Ivana Tinto in materia di Cultura e Politiche Giovanili, vorrei precisare per onore di chiarezza che l’incarico è stato attribuito nel rispetto dell’art. 21, comma 5 dello Statuto comunale, nonché nel pieno rispetto di quanto (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Identità culturale atellana, nasce la conferenza permanente dei sindaci

9:52

sindaci atellaniAgro Atellano      I Comuni Atellani di Orta di Atella, Succivo, Sant’Arpino, Cesa, Gricignano di Aversa e Frattaminore insieme per progettare un rilancio del territorio attraverso la valorizzazione e promozione delle propria identità culturale. E per favorire una lavoro sinergico, nasce la “Conferenza Permanente dei Sindaci Atellani” Queste in sintesi le conclusioni dell’incontro che si è svolto ieri presso il municipio di Orta di Atella. Oltre al padrone di casa, Giuseppe Mozzillo, erano presenti anche i colleghi sindaci Giuseppe Dell’Aversana (Sant’Arpino), Gianni Colella (Succivo), Giuseppe Bencivenga (Frattaminore), Enzo Guida (Cesa), Andrea Aquilante (Vice Sindaco di Gricignano di Aversa). Folta anche la partecipazione di assessori e consiglieri nonchè dei rappresentanti dell’associazionismo atellano. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Speranza e Futuro: ” Dalla cattiva gestione della farmacia comunale un danno di 275 mila Euro”

14:59 SPERANZA E FUTUROSant'Arpino    Riceviamo e pubblichiamo da "Speranza e Futuro per Sant'Arpino". (altro…)
FacebookTwitterGoogle+Share

Delega alla Cultura alla Presidente del Consiglio Tinto, AD: ” Viene meno il ruolo super partes”

18:28

ivana tintoSant'Arpino     Riceviamo e pubblichiamo da "Alleanza Democratica per Sant'Arpino".

"In riferimento al Decreto 15/2016 del Comune di Sant'Arpino, che ha come oggetto il conferimento dell'incarico in materia di CULTURA E POLITICHE GIOVANILI al Presidente del Consiglio Comunale Ivana Tinto , riportiamo una nota di "Alleanza Democratica per Sant'Arpino". (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Assemblea popolare di Speranza e Futuro per discutere della situazione economica comunale

17:58

13221594_1613676705626319_3866511755661084184_nSant'Arpino    Ieri sera Mercoledì 13 luglio presso la sede del Movimento Politico Culturale“Speranza e Futuro per Sant’Arpino”, si è tenuto un incontro pubblico con la cittadinanza alla presenza del Sindaco GiuseppeDell’Aversana insieme alla Giunta, alla Presidente del Consiglio, ed ai consiglieri comunali di maggioranza. Il Sindaco ha relazionato sulla situazione finanziaria del comune e sul deficit che grava sulle casse comunali che ammonta a 6 milioni e 860 mila euro. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Di Santo:”Il ruolo del finto tonto è quello che meglio si addice a Peppino Dell’Aversana”

14:54

Sant'Arpino. Il Presidisantodente di Alleanza Democratica per Sant’Arpino Eugenio Di Santo risponde alle recenti accuse lanciate dal Sindaco Giuseppe Dell’Aversana.

“Cari amici e residenti in Piazzetta Paradiso – dichiara - sono sbigottito dalle ultime affermazioni del Sindaco Dell'Aversana in merito alla farmacia comunale secondo le quali collocarla nella zona Paradiso sarebbe stato un mio "sfizio". A questo punto non posso che pensare che il ruolo del finto tonto e' quello che meglio si addice al caro Peppino Dell'Aversana che, dimenticando che e' stato eletto per fare il Sindaco e non il predicatore, ormai a un mese di distanza dal risultato elettorale lancia accuse a destra e a manca senza avere più il controllo di quello che dice. Ebbene si, Peppino, ormai non sai più quello che dici, o meglio fingi di non sapere, perchè ci vuole davvero un gran bel coraggio per affermare che ubicare la farmacia comunale in Piazzetta Paradiso e' stato un mio sfizio! E sai perchè ci vuole un bel coraggio? Perchè arrivare a dire questo vuol dire fingere di non sapere che la farmacia comunale ha rivalutato la zona Paradiso, relegata da te e dalle amministrazioni che hanno preceduto la mia, a quartiere di seconda categoria abbandonandolo al proprio destino. Vuol dire non sapere che quella farmacia comunale ha rilanciato l'economia della zona Paradiso, incentivando l'apertura di nuove attività commerciali, e ancora oggi i residenti della Piazzetta non fanno altro che ribadire quanto hanno apprezzato questa scelta della nostra amministrazione. E vuol dire ignorare che questa decisione, conseguenza dell'impegno preso in campagna elettorale nel 2008 contro la scelta scellerata di Savoia di ubicarla in Piazzetta Rodari, e' stata approvata in giunta non solo da me e da Brasiello ma anche da Elpidio Iorio, Gianluca Fioratti, Giuseppe Lettera, Aldo Zullo, Nicola Chianese e Rodolfo Spanò. Ma forse la dura verità infastidisce te e la tua famiglia che invece avrebbe voluto a tutti i costi la farmacia comunale in Piazzetta Rodari nella proprietà del tuo parente Maisto. Si, perchè per Dell'aversana la famiglia non si tocca!! E allora caro Peppino te la rinfresco io la memoria e ti ricordo che Piazzetta Paradiso, dimenticata da te e dai tuoi familiari in quindici anni di amministrazione, oggi e' parte integrante del centro del nostro paese proprio grazie alla farmacia comunale e che il contenzioso di cui parli, tra il Ciss e il Comune, può essere risolto nominando un buon difensore. Tra l'altro di contenziosi il nostro Comune ne ha avuti diversi, molti dei quali causati proprio dalle scelte scellerate della tua amministrazione dal 1994 al 2003 come Sindaco e dal 2003 al 2008 come capogruppo della maggioranza guidata da tuo cugino Savoia. Nel tuo delirio di onnipotenza ti ricordi del contenzioso che riguarda Villa Cirillo o il campo sportivo Ludi Atellani? O ancora del contenzioso con il Consorzio Idrico? E l'elenco sarebbe ancora molto lungo ma sono certo che nonostante i tuoi vuoti di memoria non c'e' bisogno di elencarli tutti! E' inutile quindi che continui a parlare di debiti, perche' non abbiamo lasciato alcun debito ma abbiamo solo preso la decisione piu' giusta, ossia collocare la farmacia in una zona fino a quel momento completamente priva di servizi. Questo forse ha offeso o danneggiato la tua intoccabile famiglia? Se arrivi ad affermare una cosa del genere e ad inventare debiti che non esistono molto probabilmente si! Voglio concludere dando un consiglio al Sindaco Dell'Aversana.. la mattina, dopo aver ringraziato Dio per la manciata di voti che ti ha consentito di vincere queste elezioni, pensa ad amministrare e a mantenere tutte le promesse fatte in campagna elettorale anzichè perdere tempo a predicare e ad inventare favole sui debiti. Probabilmente così riuscirai a riacquistare almeno un minimo di credibilità”.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 32 33 34 35 36 45