POLITICA – Pagina 34

Sant’Arpino, battaglia nel Pd. Area Riformista: “No ai personalismi. Si discuta nel partito”

20:12

area-riformistaSant'Arpino.     Riceviamo e pubblichiamo da Area Riformista del PD di Sant'Arpino. "Ci chiediamo se a Sant’Arpino esista il PD, dopo l’uscita dall’oltretomba di un comunicato in vista della consultazione referendaria, visto che c’è una sede dove da tempo immemorabile non si svolge una riunione ufficiale, neanche ufficiosa, ma nemmeno clandestina, dove non esiste un direttivo, un segretario, una qualsivoglia organizzazione legittimata in qualche maniera.   (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino: parte la campagna del PD per il sì al referendum

14:01

pd-santarpinoSant'Arpino   Riceviamo e pubblichiamo dalla sezione cittadina del Partito Democratico.

"Domenica 4 dicembre 2016, si voterà per il Referendum inteso ad approvare la Riforma costituzionale.

Si tratta di un importante appuntamento storico atteso da oltre 30 anni e nel corso dei quali la sinistra riformista è stata sempre impegnata in prima linea per dare all'Italia una Costituzione all'altezza delle sfide  del mondo globalizzato, confermando l'intangibilità della prima parte della nostra Costituzione Repubblica, quella dei valori, degli ideali e dei diritti. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, la solidarietà di “Speranza e Futuro” all’assessore Di Monte

12:52

loredana di monteSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo politico "Speranza e Futuro per Sant'Arpino".

Il sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Dell’Aversana, la giunta, i consiglieri comunali di maggioranza, il coordinatore politico Giorgio Catena , il presidente Stefano Cicala  l’intero direttivo movimento politico di “Speranza e Futuro per Sant’Arpino” esprimono “piena ed incondizionata solidarietà all’assessore alla politiche sociali, pubblica istruzione e decoro urbano, Loredana Di Monte, vittima in questi giorni di vili e squallidi attacchi a mezzo social network da parte di mitomani, evidentemente in cerca di cinque minuti di notorietà.  Quanto sta accadendo è davvero indegno ed indecente di una società civile con personaggi che, pur di conquistare una piccolissima ribalta mediatica, non esitano a buttare fango su una donna il cui operato, prima nel sociale, e poi in ambito politico, è sotto gli occhi di tutti. Da anni Loredana Di Monte è stimata ed apprezzata dall’intera popolazione di Sant’Arpino per le tantissime iniziative ideate ed organizzate in ambito socio-culturale che ne hanno fatto un punto di riferimento per la cittadinanza, che, non a caso, in occasione anche dell’ultima tornata elettorale le ha regalato un vero e proprio plebiscito di voti, esprimendo a chiare lettere la volontà di essere rappresentata dalla stessa. Spiace, ma a dire il vero non meraviglia, constatare come personaggi, che si definiscono politici, cavalchino l’onda della menzogna per attaccare l’assessore Di Monte. La cosa, come detto, però non stupisce, visto che a dar man forte a questi attacchi vili contro una donna  c’è un ex sindaco che nonostante le gravissime vicende giudiziarie e la sonora bocciatura popolare che lo hanno riguardato prosegue nell’unica attività che lo ha sempre caratterizzato: quella dell’avvelenatore di pozzi. Non saranno queste bassezze a fermare l’azione dell’assessore Di Monte e dell’intera amministrazione che, forte del sostegno dei santarpinesi, sta operando tenendo ferma la barra esclusivamente su due obiettivi:  la tutela degli interessi dei santarpinesi, il risanamento del bilancio comunale devastato da una marea di debiti e di evasori.  Del resto pur avendo enormi ed innegabili pregi, il dramma dei social media, per usare le parole di Umberto Eco, è l’aver dato voce a una legione di imbecilli che altrimenti si sarebbero limitati ad esprimere il loro parere soltanto a voce, al bar”.

FacebookTwitterGoogle+Share

Cesa, Filippo Bencivenga rassegna le dimissioni da rappresentante del comitato “Giovani Idee”

10:11 filippo-bencivengaCesa. Riceviamo e pubblichiamo la lettera di dimissioni di Filippo Bencivenga, rappresentate del comitato "Giovani Idee". Egregio Signor Sindaco, Con la presente sono a rassegnarle formalmente le mie dimissioni dalla carica di rappresentante del comitato "Giovani Idee" nato nell'aprile 2014 per supportare la coalizione "Primavera Cesana" da Lei rappresentata. Tante sono le motivazioni che mi spingono in questa scelta sofferta, prima tra tutte la convinzione di essere assolutamente inadeguato rispetto ad un modo di "fare politica" che non condivido e non comprendo. La coalizione, soprattutto, il gruppo a cui appartengo, non sono rappresentativi di nulla; sono a disagio, mi creda! Non mi permetto di giudicare il passato né il presente. Non intendo disinteressarmi delle vicende amministrative, sociali, culturali, anzi! Non intendo demandare ad altri il tentativo di costruire un paese diverso. Voglio, al contrario, investire il mio tempo per immaginare una vicenda nuova, in cui il protagonismo vero di gente laboriosa sia al centro di tutto, distante da storie che vengono da lontano, che non appartengono né a me né a tanti che vorrebbero solo "provare" a fare politica. Approfitto di questo momento per ringraziare Lei e l'intera coalizione che nonostante le diversità di vedute alle varie problematiche, avete sempre manifestato stima e rispetto nei miei confronti. Colgo l'occasione per porgerle i miei più cordiali saluti.

Filippo Bencivenga

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, Eugenio Di Santo:”Le fabulae atellane (sceneggiate) di Dell’Aversana e company”

21:11

disantoSant'Arpino. Riceviamo e pubblichiamo dal Presidente del gruppo politico "Alleanza Democratica per Sant'Arpino", Eugenio Di Santo.

Piangono per le casse in rosso, fanno arrivare nelle case dei santarpinesi i ruoli suppletivi tutti insieme, pretendono il canone di affitto per le case di proprietà del Comune da chi a stento arriva a fine mese, non fanno altro che ripete dal primo giorno che il Comune non ha soldi.. ma a fine mese tutti, Sindaco e Assessori, si prendono il loro prezioso stipendio!

Questa è l'amministrazione Dell'Aversana.. questo è il rinnovamento.. avete solo mentito ai santarpinesi fingendo che avreste aiutato e tutelato chi ha bisogno e alla fine gli unici che vi siete preoccupati di tutelare siete voi stessi!!!!

E come se non bastasse, in preda al suo delirio di onnipotenza e non sapendo più su quali specchi arrampicarsi, il Sindaco Dell'Aversana, anzichè dare una spiegazione a tutto questo, dà in escandescenze dando letteralmente i numeri e usando termini fuori luogo come "pornografia" certamente non degni di un professore anche se "non universitario".

Perché allora non seguite l’esempio del sindaco e del vicesindaco di Succivo che hanno rinunciato alle loro indennità perché il Comune è in crisi?

Perché piangete e vi lamentate da mesi per il rosso delle casse comunali ma, mentre in paesi vicini fanno qualcosa per risolvere il problema, voi l’unica cosa che sapete fare è prendervi i vostri preziosi stipendi?

Anzi, visto che Dell’Aversana è il Presidente della nuova “Unione Comuni”, perché in occasione del prossimo incontro non chiede al sindaco di Succivo spiegazioni in merito alla rinuncia allo stipendio e magari non prende esempio? Le parole non contano. Ciò che conta sono i fatti e in quattro mesi di fatti non ne abbiamo ancora visto nessuno!

Per non parlare dell’ultima sceneggiata di domenica scorsa quando sindaco e assessori, armati di cappellini gialli e pettorine, si sono messi in posa per la foto di rito fingendo di aver ripulito l’ex municipio e l’area circostante omettendo che nei giorni precedenti a ripulire il tutto ci aveva pensato un volontario con il suo trattore.

Tutto questo solo per farsi immortalare nella foto da pubblicare sui giornali. Purtroppo per voi, cari sindaco e  assessori, ormai è chiaro come la luce del sole che la vostra è solo ed esclusivamente un’amministrazione di facciata.

Dopo 4 mesi siete già praticamente alla frutta... Vergogna!!!!

Il Presidente di Alleanza Democratica per Sant’Arpino

Eugenio Di Santo

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino: Dell’Aversana: “Ecco quanto sono costati Di Santo e la sua giunta. Perché non pubblichiamo i nomi degli ex amministratori che non hanno pagato i tributi comunali? ”

14:36

dellaversana-comizioSant'Arpino     Il sindaco di Sant’Arpino, Giuseppe Dell’Aversana, rende noti i costi della giunte guidate dall’ex primo cittadino Eugenio Di Santo. La decisione arriva dopo che “Alleanza Democratica per Sant’Arpino”, presieduta proprio dal Di Santo, ha affisso dei manifesti dove è indicato il costo dell’attuale giunta comunale. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Audizione di Sant’Arpino al Centro alla Commissione Regionale “Terra dei Fuochi”. Maisto: “Istituire una commissione speciale in tutti comuni”

8:52

maisto-regioneSant'Arpino     Si è tenuta ieri, nell'aula del Consiglio Regionale della Campania -Napoli- presieduta dal Consigliere Regionale Gianpiero Zinzi, la seduta di audizione della Commissione Consiliare Speciale "Terra dei Fuochi", avente ad oggetto i fondi regionali 2013 per le attività di controllo e tutela ambientale atte a contrastare il fenomeno dei roghi. Durante l'audizione, richiesta dai Consiglieri Comunali di "Sant'Arpino al Centro", Elpidio Maisto, Giuseppa Drea e Imma Quattromani, sono state avanzate alcune proposte e presentati dei progetti da mettere in atto per contrastare il fenomeno "Terra dei fuochi": il territorio è scenario di continui roghi tossici e sversamento illecito di rifiuti e vane risultano le procedure finora messe in atto al fine di assicurare il controllo delle aree comunali. L'intervento di ieri mattina ha sicuramente sortito dei benefici in quanto a breve termine il Comune, una volta fornita tutta la documentazione necessaria per concludere la procedura avviata già da tempo, potrà usufruire dei fondi stanziati, pari a 30.000 Euro, per l'installazione di 9 videocamere da collocare su 4 siti del territorio comunale. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Controllo congiunto del territorio dei vigili urbani, protocollo d’intesa fra i sindaci atellani

15:24

sindaciatellaniAgro Atellano        Continua l’attività della Conferenza permanente dei Sindaci dei Comuni atellani, che si riuniscono ormai settimanalmente al fine di portare avanti iniziative e far fronte ad emergenze comuni. Facendo seguito all’incontro tenutosi venerdì 16 settembre con il Prefetto Donato Cafagna, commissario straordinario di governo per i roghi di rifiuti, il giorno giovedì 22 settembre presso la Sala Giunta del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” del Comune di Sant’Arpino è stata discussa dai  Sindaci Atellani, Giuseppe Dell’Aversana, Gianni Colella, Giuseppe Mozzillo, Enzo Guida, Andrea Moretti e Giuseppe Bencivenga, una bozza di Protocollo d’intesa da siglare con i Comandi dei Vigili Urbani dei rispettivi Comuni.  (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Tasse e Multiservizi, Sant’Arpino al Centro chiede un consiglio comunale aperto

14:48

maistoSant'Arpino          Il Movimento politico ed il Gruppo Consiliare di S.Arpino al Centro, ha formalizzato, la richiesta di un Consiglio Comunale "Aperto", al fine di "discutere e confrontarsi in maniera seria e democratica su temi cruciali della vita del paese.  Sono in preparazione per poi essere notificati i ruoli suppletivi Tarsu 2013, 2014, 2015 unitamente agli avvisi di accertamento. E' imminente l'arrivo di  una cascata di tasse mai vista prima.

Lo ripetiamo a gran voce, la giunta Dell’Aversana per un suo preciso disegno e calcolo politico ha deciso di recapitare a casa dei cittadini di Sant’Arpino tre ruoli suppletivi tutti insieme. Nessuna legge lo impone, nessun obbligo normativo lo prevede, è una scelta irresponsabile che graverà senza alcun paracadute sulle spalle dei cittadini di Sant’Arpino. Il nostro interesse è quello di tutelare i Cittadini, facendo pagare le tasse in maniera Giusta ed Equilibrata. (altro…)

FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino, permessi a costruire, Salvatore Compagnone “Su di me una colata di bugie”

13:21

salvatore-compagnoneSant'Arpino    Riceviamo e pubblichiamo dall'avv. Salvatore Compagnone, già capo area desi settori Lavori Pubblici ed Urbanistica del Comune di Sant'Arpino.

" Ho appreso, mio malgrado, che recenti scritti pubblici (racchiusi sia in volantini divulgati nell’intero paese, sia in post/commenti esplicitati su noti social network) hanno posto dubbi sulla legittimità di atti amministrativi che recano la mia sottoscrizione. Stiamo parlando, per la cronaca, di due permessi a costruire (per un totale di circa 100 appartamenti) nell’ambito C2 Nord-Ovest di via Libertà (cosiddette “Zone C”). AUTORI e MANDANTI di tali scritti e commenti parlano di un atto palesemente “illegittimo”, “privo del parere e della istruttoria di un tecnico comunale”, adottato e firmato da me in “perfetta solitudine”, per effetto del quale ben presto si abbatterà sul territorio di S.Arpino un’ autentica “colata di cemento senza precedenti (..)”.

NULLA DI PIU’ FALSO !!

Il mio è stato solo ed esclusivamente UN ATTO DOVUTO, quale conseguenza diretta, precisa ed esclusiva di “scelte politiche” fatte da ALTRI, di “contratti” sottoscritti da ALTRI, di “pareri tecnici favorevoli” rilasciati da ALTRI, di un percorso amministrativo lungo 7 anni e racchiuso nei seguenti atti amministrativi :

  • DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 3 del 26.02.2010, con cui l’Amministrazione Comunale di Sant’Arpino, ha attuato il “Piano Casa – L.R. 19/2009” andando ad individuare ben tre ambiti per la realizzazione di nuovi insediamenti abitativi a S.Arpino : Ambito 1m Via Marconi, Ambito 1v Via Volta, Ambito 2 Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dai consiglieri comunali Cammisa Domenico, Capasso Ernesto, D’Antonio Domenico, Di Serio Maurizio, Fioratti Gianluca, Iorio Elpidio, Lettera Giuseppe, Lettera Raffaele, Lettera Salvatore, Plazza Alberto, Spanò Rodolfo, Zullo Aldo, Savoia Giuseppe, Capasso Antonio, D’Angelo Adele, Del Prete Elpidio, D’Errico Giovanni, Guida Andrea e Maisto Elpidio;

  • DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N.26 del 30.11.2010, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino adottava le linee guida per l’attuazione dei suddetti tre ambiti. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dai consiglieri comunali Cammisa Domenico, Capasso Ernesto, D’Antonio Domenico, Fioratti Gianluca, Iorio Elpidio, Lettera Giuseppe, Lettera Raffaele, Lettera Salvatore, Plazza Alberto, Zullo Aldo, Savoia Giuseppe, Capasso Antonio, D’Angelo Adele, Guida Andrea e Maisto Elpidio;

  • DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.133 del 29.07.2011, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino, approvava il progetto di riqualificazione urbanistica dell’Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dagli assessori comunali Fioratti Gianluca, Brasiello Salvatore, Iorio Elpidio, Lettera Giuseppe, Lettera Raffaele, Zullo Aldo;

  • DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.21 del 17.02.2012, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino, approvava la variante al progetto di riqualificazione urbanistica dell’Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dagli assessori comunali Fioratti Gianluca, Brasiello Salvatore, Iorio Elpidio, Lettera Giuseppe, Lettera Raffaele, Zullo Aldo;

  • DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.182 del 20.12.2012, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino, approvava la modifica allo schema di convenzione relativa all’Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dagli assessori comunali Fioratti Gianluca, Brasiello Salvatore, Lettera Raffaele, Plazza Alberto, Zullo Aldo;
  • CONVENZIONE Urbanistica Rep. N.43/2012 del 22.12.2012, sottoscritta dall’allora Segretario Generale del Comune di S.Arpino, dall’allora Dirigente p.t. dell’Ufficio Urbanistica del Comune di S.Arpino (Arch. Filippo Frippa) e dal rappresentante del Consorzio Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà;
  • DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.48 del 06.05.2015, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino, approvava la variante al progetto di riqualificazione urbanistica dell’Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco F.F. Zullo Aldo nonché dagli assessori comunali Boerio Iolanda, Brasiello Salvatore, Cinquegrana Manuela, Salino Angela;
  • NOTE prot. n. 5585 e 5587 del 27.07.2015, con cui l’allora Dirigente p.t. dell’Ufficio Urbanistica (Arch. Pietro D’Angelo) comunicava il proprio parere favorevole al rilascio dei permessi a costruire, subordinando tale rilascio al pagamento degli oneri di urbanizzazione nonché al deposito di una polizza fideiussoria e qualche altro.

E’ solo a questo punto   - e cioè solo dopo l’adozione degli atti sopra elencati (tutti pubblici e quindi tutti facilmente consultabili) -  che sono subentrato nell’Ufficio Urbanistica con l’incarico di Responsabile p.t. (giugno 2016). Mi sono quindi limitato a prendere atto di tutto quanto già deciso da altri prima di me, dal 2010 in poi (e cioè dal Consiglio Comunale, dalla Giunta Comunale, dai Dirigenti p.t. dell’Ufficio Urbanistica). Ho altresì verificato che erano stati depositati tutti gli atti richiesti dal mio predecessore (polizza fideiussoria, attestato di pagamento degli oneri di urbanizzazione, ecc.). Mi sono infine determinato a compiere (luglio 2016) l’ultimo conclusivo-consequenziale-doveroso atto di un procedimento lungo 7 anni, iniziato con l’approvazione della citata deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 26.02.2010 (..).

Il tutto, senza considerare che nel frattempo (proprio grazie alle citate delibere di giunta e di consiglio comunale) era stata già autorizzata (NON da me, ma da altro Dirigente p.t. dell’Ufficio Urbanistica!) la costruzione di circa 200 appartamenti (sempre nelle cosiddette “Zone C”), e precisamente nell’Ambito 1 di via Marconi e di via Volta.

Di ciò nessuno si è mai scandalizzato..!

Duole constatare che tutti questi atti siano sfuggiti alla conoscenza chi ha diffuso a mezzo stampa notizie false e tendenziose sul mio conto. Duole anche constatare che tali delibere di consiglio e di giunta siano state approvate col voto favorevole di chi oggi lancia accuse farneticanti sul mio operato.

Sempre e solo per ristabilire la VERITA’ su quanto falsamente affermato, devo ribadire che i due permessi a costruire in questione sono stati da me rilasciati sulla base dell’istruttoria tecnica e del relativo parere favorevole espresso dal Dirigente p.t. dell’Ufficio Urbanistica. Parliamo dell’arch. Pietro D’Angelo (cui va la mia personale e professionale stima) incaricato di tali funzioni dirigenziali dal Sindaco f.f. Zullo Aldo, e prim’ancora dal Sindaco p.t. Di Santo Eugenio, e prim’ancora dal Sindaco p.t. Savoia Giuseppe, e prim’ancora dal Sindaco p.t. Dell’Aversana Giuseppe.

Personalmente non ho dubbi sulla legittimità dell’operato dell’arch. Pietro D’Angelo, così come non ho dubbi sulla legittimità delle citate deliberazioni di consiglio comunale e giunta comunale, in parte approvate anche da chi oggi dimentica e denigra.

Ho solo dubbi sulla “buona fede” di chi scrive certe colossali menzogne !!

Ringrazio quanti avranno avuto la pazienza di leggere fino in fondo questa nota, nella speranza di aver fatto cosa gradita a coloro che (senza pregiudizio alcuno) avevano voglia di conoscere a fondo i fatti e la verità degli atti.

A chi invece dovesse ancora nutrire dubbi in merito, posso solo suggerire la consultazione di un buon dizionario di lingua latina e provare a tradurre il seguente motto: omnia munda mundis, omnia immunda immundis !! ".

 
FacebookTwitterGoogle+Share

Sant’Arpino: l’amministrazione presenta 8 progetti alla Regione. Dell’Aversana: “Rivoluzioneremo il paese”

9:08

gennaro-capassoSant'Arpino      Sono otto i progetti presentati dal Comune di Sant’Arpino nell’ambito del Bando Regionale sul fondo di rotazione per le progettazioni. Si tratta di tutta una serie di interventi che, se approvati anche in parte, saranno in grado di cambiare volto al paese atellano. I progetti, sono frutto di un grande lavoro di squadra sia fra gli assessori e consiglieri, sia fra tecnostruttura ed amministrazione.  Per questo motivo  il sindaco Giuseppe Dell’Aversana ci tiene “in primis a ringraziare l’assessore Domenico Iovinella ed  i consiglieri Gennaro Capasso e Di Serio Ernesto, per lo straordinario lavoro svolto in pochi giorni insieme al responsabile di settore Vito Buonomo, per mettere nero su bianco dei progetti che potranno letteralmente rivoluzionare Sant’Arpino. Una sinergia perfetta fra amministratori e funzionari che dimostra che quando si hanno degli obiettivi comuni, e si lavora per amore del proprio paese, si può realmente aspirare a tagliare dei traguardi ambiziosi”.

Nello specifico quattro di questi progetti riguardano l’efficientamento energetico dei plessi della scuole, nell'ottica di un miglioramento della vita scolastica degli alunni santarpinesi. Sono interessati ai lavori entrambi i padiglioni della scuola  Media Vincenzo Rocco, la scuola dell’Infanzia Rodari, e la scuola Elementare De Amicis, in questo ultimo caso oltre all'efficentamento energetico vi saranno sostanziali lavori di messa in sicurezza. Due progetti riguardano il campo ambientale. Uno ha al centro i lavori di realizzazione dell’isola ecologica, ed un altro i lavori di realizzazione degli orti sociali nei terrenti inseriti nel Parco Archeologico.

Il Comune di Sant’Arpino, inoltre, è coinvolto anche nel progetto di riqualificazione ambientale dell’ex Vasca di Castellone che ha come capofila Succivo.

Per quanto riguarda il recupero dell'immenso patrimonio artistico comunale,  è stato approvato un interessante progetto per il  recupero e rifunzionalizzazione dell’ala nord del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” da destinarsi a biblioteca comunale e mediateca. Un altro progetto approvato in giunta, frutto di una convenzione sottoscritta con i comuni atellani confinanti,   vede il Comune di Sant’Arpino come capofila dei tre centri proprietari dell’ex municipio di Atella di Napoli (gli altri due sono Succivo ed Orta di Atella) e interessa proprio la struttura sita lungo Via Martiri Atellani di cui si prevede il completamento e la rifunzionalizzazione in area museale.

Nel complesso si tratta di un grande  lavoro di squadra che, coordinati dal sindaco, ha visto coinvolti, l’assessore ai Lavori Pubblici, Domenico Iovinella, il consigliere delegato ai Fondi, Gennaro Capasso, il consigliere delegato al parco archeologico e agli orti sociali, Ernesto Di Serio, ed il responsabile comunale del settore Ambiente e Patrimonio, geom. Vito Buonomo oltre ad altri impiegati comunali che non hanno lesinato a rimanere anche  fuori orario in ufficio per affrontare questo impegnativo lavoro.

Si tratta di progetti- dichiarano all’unisono Capasso, Iovinella e Di Serio- grazie ai quali poter raggiungereobiettivi di sviluppo locale e rilancio territoriale declinati nell’ambito deglistrumenti finanziari della Programmazione Unitaria regionale. Concretamente questi strumenti si propongono di migliorare la risposta progettuale dei vari soggetti pubblici della Regione e rappresentativi delle istanze e dei bisogni della collettività nella realizzazione degli interventi”.

L'approvazione di questi progetti dimostra la volontà forte di questa amministrazione comunale di impegnarsi per la rinascita civile, sociale e culturale  del territorio da troppi abbandonato in un declino totale per mancanza di programmazione.

FacebookTwitterGoogle+Share
1 32 33 34 35 36 48