Cesa. Il sindaco Guida “Ecco le ragioni del caos rifiuti. Basta polemiche sterili. E’ necessaria la collaborazione di tutti”

Cesa       Con un lungo post su facebook il sindaco Enzo Guida ha illustrato quali sono, a suo dire, le cause della difficile situazione rifiuti a Cesa.

"Stiamo vivendo tutti, cittadini e amministratori,- ha scritto- una situazione difficile in materia di rifiuti perchè: - l'attuale azienda non riesci a garantire il servizio, per mancanza di personale e mezzi; -l'isola ecologica quasi sempre e' chiusa; - mancano i sacchetti della raccolta differenziata; -non abbiamo avuto un servizio puntuale di taglio dell'erba. Purtroppo da mesi si registrano difficoltà in questo settore. L'azienda che in precedenza gestiva il servizio (con il quale è ancora aperto un contenzioso) non garantiva l'espletamento dello stesso in maniera precisa. La nuova azienda subentrata, dopo aver vinto una regolare gara di appalto, sta dimostrando di avere gli stessi problemi. In pieno agosto, poi, abbiamo avuto una emergenza legata al blocco degli impianti. Ogni giorno, quindi, una novità che, il più delle volte, rende vani i comportamenti adeguati dei cittadini in tema di raccolta differenziata e rende vani gli sforzi di chi, come gli amministratori comunali e dipendenti, cercando quotidianamente di stare attenti al servizio, affinchè vi sia un paese pulito. La maggior parte del mio tempo, da qualche mese a questa parte, è dedicato ai rifiuti, a problemi che non riguardano direttamente la volontà del comune. Una mattina il personale non c'è, un giorno l'impianto è chiuso, un altro ancora hanno saltato delle strade, e poi capita lo sciopero, e poi ancora i dipendenti sono in malattia, e poi ancora i camion non ci sono: vi assicuro che questo capita tutti i giorni. Inoltre vi è il capitolo delle giuste lamentale dei cittadini. Ogni giorno i cittadini mi contattano (nei modi più svariati) ed ad ognuno cerco di dare una risposta, o perchè non sono andati a raccogliere, o perchè hanno preso i rifiuti dal vicino si ed ad un altro no, o perchè, ancora, lo spazzino non passa, e poi ci sono tante e tante altre lamentele. Speravo che, con la nuova ditta, avremmo risolto gran parte dei problemi. Con rammarico devo dire che ciò non è avvenuto, la crisi è aumentata. Occorre fare un passo indietro a questo punto. COME SI ARRIVA ALLA SCELTA DI UNA IMPRESA CUI AFFIDARE UN SERVIZIO? mediante una gara pubblica, seguita da una commissione, che è composta da tecnici certamente non dal Sindaco o dall'assessore. QUESTO DEVE ESSERE CHIARO!!!! GLI AMMINISTRATORI NON PARTECIPANO ALLE GARE E CERCARE DI ORIENTARE L'ESITO DI UNA GARA E' UN REATO!!!! Alla nostra gara ha partecipato una sola ditta, i tecnici hanno valutato l'offerta in maniera positiva, hanno verificato la sussistenza dei requisiti e si è affidato il servizio.  PERCHE' SI E' AFFIDATO IL SERVIZIO SENZA LA PREVIA STIPULA DEL CONTRATTO? Perche' la legge lo consente, perchè la precedente ditta aveva comunicato che sarebbe andata via dal cantiere ad una certa data e quindi non potevamo attendere oltre. Si è fatto il passaggio di cantiere e si è avviato il servizio in attesa della stipula del contratto.  Quello che doveva essere un adempimento rapido si è ritardato per volontà non dell'ente. Ci sono diffide degli uffici comunali affinchè venissero forniti i documenti necessari per la stipula del contratto, come ad esempio le polizze. CAPITOLO DIPENDENTI Gli addetti sono assunti dalle aziende, non li deve pagare il comune. I dipendenti del cantiere di Cesa, tra vecchia e nuova azienda, da giugno hanno percepito circa 1000 euro a testa. Sono esasperati e vivono una condizione di difficoltà. Hanno anche scioperato per i loro diritti. Dalla precedente azienda devono ricevere ancora uno stipendio, la 14esima mensilità ed il TFR e tutti gli accessori. Da tempo il comune aveva bloccato i pagamenti alla DHI, soprattutto perchè sono state elevate, anche in questo caso, una serie di contestazioni, con multe per svariate migliaia di euro. Abbiamo chiesto alla precedente azienda di autorizzare il comune a pagare direttamente gli operai e ciò è stato negato. Abbiamo tenuto diversi incontri al comune, l'ultimo stamattina, per giungere ad una soluzione e consentire alle famiglie di ricevere una parte delle loro spettanze. Abbiamo ottenuto l'ennesimo rifiuto. La proposta del comune e dei sindacati e' di corrispondere direttamente agli operai i soldi, per evitare che il comune paghi e gli addetti non ricevano nulla. La nuova ditta nemmeno ha pagato gli operai, nonostante 3 mesi di lavoro. Si attende che sia il comune a pagare la fattura e solo dopo saranno pagati gli operai, contro ogni logica di impresa. Cosi tutti possiamo fare gli imprenditori. COSA FARE? Il sindaco, gli assessori, i consiglieri comunali, i dipendenti, tutti vogliamo che il paese sia pulito. Nella mia macchina vi è ancora un cartone (quello che vedete in foto), recuperato domenica scorsa dalla strada, messo da qualche incivile, nei pressi della piazza. Lo recuperai e lo misi in macchina per poi smaltirlo (non l'ho fatto ancora lo so!). in questa situazione sono saltate tutte le regole, perchè una mattina vi sono due operai in servizio, un'altra tre e non si riesce a garantire l'efficienza. E' saltata la raccolta differenziata. La raccolta viene fatta con risorse limitate. Gli uffici stanno valutando la revoca dell'affidamento, ma prima di fare questo, occorre trovare un altro operatore. Sono state invitate delle ditte iscritte nelle apposite liste delle Prefetture a manifestare una disponibilità a svolgere in maniera temporanea il servizio, in attesa dell'espletamento di una nuova gara. Nel frattempo noi cercheremo di tamponare le emergenze, perchè fino a quando non subentrerà una nuova ditta la situazione non ritornerà alla normalità. Ai cittadini chiedo pazienza, perchè la situazione è ingarbugliata, dobbiamo stare attenti a non commettere errori che potrebbe costare caro anche in termini di responsabilità personale. Io sono disponibile a tutto per rendere il paese pulito, credo di averlo dimostrato con i fatti andando alle 5 del mattino dietro i camion dei rifiuti per far pulire il paese. Ma in questo momento abbiamo bisogno della collaborazione di tutti. In che modo? evitando polemiche sterili, perchè vi è una situazione di emergenza. Contiamo nella giornata di domani di avere notizie positive. Domani sarà un'altra giornata lunga e difficile".

(Visited 131 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *