Consegnato ad Elpidio Iorio il Premio “Napoli C’è”

iorio-napoli-ceNapoli    In un Teatro Acacia gremito, alla presenza di tantissime autorità con in testa il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris ed il cardinale Crescenzio Sepe, nonché di numerosi esponenti del mondo della letteratura, della magistratura, della medicina, delle professioni e dell’arte, il Direttore Generale della Rassegna Nazionale di Teatro Scuola “PulciNellaMente”, Elpidio Iorio ha ricevuto, lunedì sera il Premio “Napoli C’è”.

A consegnare il riconoscimento nelle mani del giornalista ed operatore culturale santarpinese è stato il magistrato Nicola Graziano.  Nel motivare la propria scelta di assegnare il premio a Iorio, Rosario Bianco e gli organizzatori della manifestazione giunta alla sua dodicesima edizione hanno sottolineato “l’altissima valenza socio-culturale assunta dalla Rassegna PulciNellaMente che da anni, in un territorio difficile, come quello dell’agro aversano, è diventata un punto di riferimento imprescindibile nel percorso di crescita educativa delle nuove generazioni e dell’intero tessuto sociale. Vero e proprio collettore di energie, la Rassegna Nazionale di Teatro Scuole è un progetto di rilevanza nazionale, capace di attirare l’attenzione di scuole di ogni ordine e grado provenienti da ogni angolo d’Italia che così scoprono un volto nuovo di terre non sempre facili. Un percorso, quello di PulciNellaMente, che va nella senso di marcia giusto: quello del riscatto e della valorizzazione delle migliori potenzialità della Campania”.

Iorio nel ringraziare gli organizzatori per il prestigioso riconoscimento si è detto “particolarmente orgoglioso di riceve il Premio Napoli C’è. Per la prima volta- ha aggiunto- mi trovo nelle vesti del premiato ed ovviamente questo traguardo non può che rappresentare nient’altro che un ulteriore punto di partenza per PulciNellaMente per affrontare le sfide sempre più ambiziose che ci attendono e realizzare il nostro grande sogno: creare una cittadella del teatro a Sant’Arpino. Con il fantastico gruppo che porta avanti questo progetto- in primis Antonio e Carmela – sapremo affrontare e vincere le sfide che ci attendono per guardare con rinnovo slancio e speranza al futuro”.

“Sento il dovere- ha proseguito Iorio - di ringraziare e condividere il premio con quanti a diverso titolo quotidianamente mi sostengono a cominciare dai miei genitori ed a mia moglie Laura, che sono al mio fianco non lesinando preziosi consigli e soprattutto sopperendo alle assenze  dovute al mio intensissimo impegno.

Vogli ringraziare quanti hanno presenziato alla cerimonia di premiazione a cominciare dalla folta delegazione atellana composta dagli amministratori di Sant’Arpino (c’erano il presidente del consiglio Ivana Tinto, gli assessori Giovanni D'Errico, Loredana Di Monte; i consiglieri Gennaro Capasso, Ernesto Di Serio, Speranza Belardo), dal sindaco di Cesa Enzo Guida, dall’assessore alla Cultura di Grumo Nevano Rosa Bencivenga; dalla dirigente scolastico dell’I.C. “Rocco – Cav. Cinquegrana” Maria Debora Belardo;  fino al gruppo dirigente delle associazioni Pro Loco San’Arpino (Franco Pezone, Salvatore Della Rossa,  Roberto Di Carlo, Domenico Limone Elpidio Pezzella, Francesco Paolo Legnante), passando per i rappresentanti dell’ Istituto di Studi Atellani (Franco Montanaro), di Scusate il Ritardo (Idio Maria Francesco Urciuoli), per CASMU di Cesa (Mario Guida) e Arcadia di Gricignano di Aversa (Luigi Viglione e Francesco Paolo Barbato); per il responsabile marketing di PulciNellaMente Francesco Iorio, per il direttore della Fondazione AdAstra Lorenzo Fiorito; per il blogger Salvatore Legnante e la regista della Compagnia Teatrale SudAtella Susy Ronga.

E tra le eccellenze atellane non poteva mancare anche Andrea Petrone, patron del marchio “Casatiè”, che in occasione del Premio Napoli C’é ha fatto degustare il suo prelibato Casatiello alle tantissime e qualificate persone intervenute alla meravigliosa serata”.

(Visited 76 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *