Gricignano. La solidarietà di Borzacchiello a Della Gatta

migrante-spara-carmine-della-gatta-centro-accoglienza-620x330Gricignano di Aversa    “Siamo al fianco dell’imprenditore aggredito nel centro di accoglienza di Gricignano, dopo il folle gesto di un immigrato che ha incendiato una delle stanze della struttura creando caos tra gli immigrati e cittadini –inizia così la nota dell’ex dirigente di Forza Italia Giovani, Antonio Borzacchiello”.

“Sono addolorato per l’immigrato ferito, al quale auguro una pronta guarigione, ma anche io sto al fianco di Carmine che ha cercato di difendersi nella sua struttura. Ho avuto modo di conoscere l’imprenditore e sono decisamente convinto che si tratti di una persona onesta e perbene.”

“Non voglio entrare –spiega Borzacchiello, nel merito della questione accoglienza migranti, premettendo che da uomo di destra, sono convintamente contrario. Vorrei soffermarmi sul grave episodio accaduto e sulla persona di Della Gatta che ho conosciuto e so di essere di valori e sani principi. Un uomo che tutela e protegge la propria famiglia, i propri cari e i propri dipendenti che per l’imprenditore rappresentano una grande famiglia.”

«Mi ha tirato una pietra, ho sparato per paura» sono queste le parole di Carmine ed io sono del pensiero che “La difesa è sempre legittima”, e lo grido a gran voce –spiega il giovane esponente politico. L’Imprenditore dopo l’episodio ai suoi danni ha voluto documentare le ferite sul volto, che dimostrano l’aggressione subita, facendosi fotografare, con le macchie di sangue visibili anche sul maglione scuro per poi presentarsi di sua spontanea volontà e con il suo avvocato dagli inquirenti.”

Borzacchiello conclude lanciando un appello all’imprenditore: “Carmine, hai tutta la mia solidarietà e la mia vicinanza. Rimettiti presto e combatti come solo tu sai fare, perché so che sei una persona forte”.

“Ho piena fiducia nella magistratura e mi auguro che la vicenda venga chiarita al più presto e che Carmine Della Gatta, torni a casa dalla sua famiglia e dai suoi cari”.

(Visited 415 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *