Orta di Atella. Richetti “Impegniamoci tutti la vittoria di Gaudino è a portata di mano”

Orta di Atella    "Impegniamoci tutti, andiamo a votare: il successo di Vincenzo Gaudino è a portata di mano".

A dichiararlo è il portavoce nazionale del Partito Democratico Matteo Richetti intervenuto alla manifestazione organizzata dal candidato sindaco del centrosinistra al Castello di Casapozzano. Davanti ad un pubblico numerosissimo il dirigente Pd ha usato un’immagine tenera per caricare gli elettori facendosi aiutare da una bambina.

"Noi dobbiamo fare come il pesciolino Nemo del cartone animato che, dopo essere riuscito a ritrovare il suo papà ed avere superato tante difficoltà rimane imbrigliato in una rete – ha dichiarato – assieme agli altri pesci, però riesce a sfondare quella rete e a tornare libero. Se noi avremo la capacità come quei pesci di andare tutti nella stessa direzione, sfonderemo quella rete e riusciremo a vincere le elezioni".

Richetti ha poi fatto una riflessione su quelle forze di centrosinistra che hanno scelto un percorso diverso da quello di Gaudino. "Non basta dire di essere di centrosinistra, non serve prendere una tessera, è necessario assumere dei comportamenti che si riconoscano in quell’idea e nel modello culturale che noi portiamo avanti – ha spiegato – il vero centrosinistra è solo quello che è schierato al fianco di Vincenzo Gaudino. Sono venuto al primo turno, sono di nuovo qui per il ballottaggio, tornerò a festeggiare la vittoria, tornerò per i cento giorni da sindaco, poi per i duecento e così via perché tutto il Pd è pronto a sostenere sempre questo progetto".

Il candidato sindaco Gaudino, invece, ha ripercorso questa lunga campagna elettorale soffermandosi sulle differenze radicali che ci sono tra il modello di Paese che intende costruire lui e quello che propone il suo avversario. "Per noi è importante avere delle politiche sociali efficienti, dotare le città di infrastrutture e servizi – ha spiegato – mi sarebbe piaciuto confrontarmi con il mio avversario su queste questioni, ma non è stato possibile. Ha deciso di sottrarsi al confronto adducendo motivazioni di facciata che celano una chiara volontà politica. Quale maltorto avrei fatto a chiedere spiegazioni sul suo lavoro, sul suo passato politico? Chi si candida a sindaco deve essere scandagliato ai raggi x perché è giusto che sia così per i cittadini elettori… ".

Anche Gaudino si sofferma sulla composizione politica degli schieramenti. "Noi siamo il centrosinistra – ha spiegato – dall’altra parte abbiamo forze che si richiamano a Forza Italia, altre al centrosinistra, altre dicono di essere civiche senza esprimere un’identità ben precisa".

Al Castello di Casapozzano anche l’eurodeputato Nicola Caputo e il coordinatore cittadino di Caserta Enrico Tresca che hanno esortato i cittadini ortesi all’ultimo sforzo per permettere di vincere a Gaudino la campagna elettorale.

(Visited 292 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *