Orta di Atella. Sit in degli aventi diritto agli assegni di cura. Interviene il commissario straordinario. Si apre uno spiraglio per il pagamento

Orta di Atella     Sembra aprirsi finalmente uno spiraglio nella drammatica situazione dei dodici aventi diritto agli assegni di cura residenti nel Comune di Orta di Atella. Nel primo pomeriggio di oggi una delegazione di questi cittadini si è recata presso la casa comunale per un sit-in. Appena giunto sul posto il commissario straordinario del centro atellano, il dottor Vincenzo Lubrano, ha ricevuto ed ascoltato le ragioni dei manifestanti. Ricordiamo che la protesta nasce dalla mancata erogazione dei suddetti assegni di cura per il periodo compreso fra il mese di Luglio del 2016 ed il mese di Marzo del 2017. I fondi, che sono erogati dalla Regione Campania, sono stati regolarmente trasferiti al comune di Casaluce, capofila dell’ambito per i servizi- socio assistenziali C6, ma sono rimasti fermi lì, in quanto, stando a quanto riferito dagli stessi manifestanti, il Comune di Orta di Atella ha un debito nei confronti dello stesso ambito di oltre 1 milione di Euro, a seguito del mancato pagamento degli oneri di compartecipazione. Una situazione che si protrae da diversi mesi, la protesta è infatti iniziata lo scorso autunno, ma che sembra essersi sbloccata a seguito della telefonata intercorsa fra il commissario Lubrano  ed il primo cittadino di Casaluce, Rany Pagano, che ha garantito che dalla prossima settimana sarà pagata una prima tranche delle somme dovute ai disabili ortesi. La delegazione dei cittadini guidata da Giovanni Misso, nel  ringraziare “ il dottor Lubrano per la disponibilità dimostrata e soprattutto per l’essersi attivato immediatamente” ha preannunciato che comunque la settimana prossima si recherà di nuovo “in Comune per verificare il rispetto degli impegni assunti oggi”.
(Visited 329 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *