Sant’Arpino. Al via il recupero dell’IMU 2010. Dell’Aversana: ” Continua il risanamento del bilancio”

094457_palazzo_sanchezSant’Arpino      Grazie  ad un ottimo lavoro compiuto dall’ufficio tributi comunale  si avvia il recupero dell’IMU anno 2010 che porterà altri soldi alle casse comunali  in rosso a causa di una cattiva gestione e di una scarsa lotta all’evasione. L’ufficio tributi comunale, da poco internalizzato ha svolto uno scrupoloso lavoro di ricerca per scovare chi non era ancora in regola con IMU 2010 ed ha predisposto l’elenco dopo un preciso riscontro con le banche dati.  Ben 367 sono i cittadini utenti che nell’anno 2010 non hanno versato il dovuto per l’IMU al comune di Sant’Arpino.

Al dovuto per l’Imposta sugli immobili del 2010  verranno aggiunti  gli interessi legali per ritardato pagamento oltre alle spese di  notifica a carico degli utenti. Il comune ha stilato il ruolo degli utenti che è stato inviato per la notifica ed a breve arriverà nelle case dei cittadini morosi. Oltre centoquarantacinquemila  euro è la somma prevista in entrata, di questa somma oltre 32.000 euro sono dovute a sanzioni e circa diecimila euro ad interessi per ritardato pagamento. “Non è più tollerabile il mancato pagamento dei tributi comunali– dichiara il sindaco Giuseppe Dell’Aversanain quanto tale atteggiamento ha ridotto il comune in grandi difficoltà. Stavolta non si scherza perché entra in gioco l’Agenzia dell’Entrate. Del resto è nostro compito è anche quello di rendere giustizia a chi a suo tempo ha doverosamente pagato l’IMU”. L’attuale amministrazione comunale dopo aver internalizzato l’ufficio tributi con un risparmio di 400 mila euro annui ha avviato una forte politica di lotta agli sprechi e di lotta all’evasione per cercare di mettere ordine ad un bilancio comunale che  è sull’orlo del dissesto.

(Visited 268 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *