Sant’Arpino. Dell’Aversana annuncia “Delibera per far pagare il 70% dei costi di costruzione prima del rilascio della concessione edilizia”

Sant'Arpino      Una stretta sui costi di costruzione per porre fine ad una vera e propria voragine nei conti comunali. Questo è quanto annunciato dal primo cittadino di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana, in un post su facebook nel quale ha reso noto che "a breve voteremo una delibera con la quale i costi di costruzione dovranno essere versati per il 70% PRIMA del rilascio della concessione edilizia. La parte rimanente ( 30%) pagata entro due anni dal rilascio della concessione.

Finora il comune rilascia i permessi di costruire dilazionando il pagamento dei costi di costruzione in tre rate a seguito di una delibera di giunta del lontano 1994. I cittadini pagano, previa presentazione di garanzia fideiussoria, il 30% entro 10 giorni dall'inizio dei lavori, il 50% alla data di ultimazione dei lavori ed il 20% sessanta giorni dopo l'ultimazione dei lavori. Ma NON tutti i destinatari dei Permessi di Costruire provvedono al pagamento dopo aver ultimato i lavori. Molti DIMENTICANO di pagare ed il comune a sua volta NON CONTROLLA. Con la mia amministrazione gli uffici hanno effettuato una ricognizione di coloro che hanno omesso il versamento ed hanno verificato una minore entrata di €. 273.120 fino al 2016. Ora BASTA ! Vi comunico che la mia amministrazione, per evitare polizze fideiussorie "poco raccomandabili " ha disposto che il Responsabile Area Urbanistica debba accettare quale garanzia di pagamento polizze fideiussorie escutibili a semplice richiesta da parte dell'ente e senza la previsione della preventiva escussione del debitore principale. Con tali disposizioni in caso di mancato pagamento l'ufficio procederà più facilmente con l'escussione della fideiussione per il soddisfacimento del credito. Preciso inoltre che ben 234.188 euro sono i soldi ancora da incassare per i permessi rilasciati DAL 2016 ad oggi e su cui si attende la comunicazione di fine lavori. Su questo saremo vigili e scrupolosi. Inoltre abbiamo iscritto a ruolo €.429.111,94 da incassare dalle cooperative del Piano Casa dell'ambito C 1 m di via Marconi, Nel comparto di via Marconi il Comune, proprietario del lotto di terreno foglio 4 particella 5719, deteneva una capacità edificatoria di 7.570. metri cubi. L’amministrazione Di Santo, vendette i diritti edificatori di questo lotto. Per questa cessione di cubatura, il Comune DOVEVA incassare €. 502.345,00 entro dicembre 2013. Incassò invece poco più di 72 mila euro. Noi li abbiamo mandati a chiedere"

(Visited 255 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *