Sant’Arpino. La Giunta comunale approva il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2018/2020.

Sant'Arpino      La legge 6 novembre 2012 numero 190, nota come “legge anticorruzione” o “legge Severino”, ha introdotto  le disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione individuando gli organi incaricati di svolgere,  un’ attività di controllo, di prevenzione e di contrasto della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione. In particolare  ha unificato in un unico soggetto l’incarico di responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (acronimo: RPCT), rendendo, di conseguenza, opportuna la nomina di un unico soggetto che eserciti entrambi i ruoli e  ne ha rafforzato il ruolo, prevedendo che ad esso siano riconosciuti poteri idonei a garantire lo svolgimento dell’incarico. "Con decreto sindacale numero 13-prot.n. 6641 del 28 Giugno 2018.- ha dichiarato il sindaco Giuseppe Dell'Aversana- ho nominato Responsabile per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza di questo ente la dott.ssa Virginia Terranova attuale Segretario Generale" Il responsabile per la prevenzione della corruzione elabora e propone alla Giunta Comunale il Piano triennale di prevenzione della corruzione  e verifica l'efficace attuazione  del piano comunicando agli uffici le misure anticorruzione e per la trasparenza adottate e le relative modalità applicative. "Il nostro Responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza, ha predisposto la proposta di Piano triennale di prevenzione della corruzione  e per la trasparenza - ha dichiarato l'avvocato Speranza Belardo consigliere delegata dal sindaco alla trasparenza e legalità - ed in data 30 gennaio la Giunta Comunale lo ha approvato riservandosi di comunicare lo stesso successivamente al Consiglio Comunale. Nei fatti dimostriamo come questa amministrazione comunale abbia a cuore la legalità ed il rispetto della legge.". Con questa delibera di Giunta  si  assolve ad un obbligo importante previsto dalla legge  190/2012 che impone alle singole amministrazioni l’approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e per la trasparenza (PTPCT) rivolto all’apparato burocratico delle pubbliche amministrazioni;. "È ora imprescindibile un forte coinvolgimento dell’intera struttura in tutte le fasi di attuazione delle misure anticorruzione - aggiunge il sindaco Dell'Aversana - con “dovere di collaborazione” dei dipendenti nei confronti del responsabile anticorruzione. la cui violazione è sanzionabile disciplinarmente". A parere dell'A.N.A.C. il responsabile deve  segnalare all’ufficio disciplinare  i nominativi dei dipendenti che non hanno attuato correttamente le misure in materia di prevenzione della corruzione e della trasparenza. Il Piano Anticorruzione diviene quindi un faro per un sindaco ed un amministrazione che hanno la legalità ed il rispetto delle regole come valori fondamentali dell'agire politico.
(Visited 209 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *