Sant’Arpino. L’assessore Iovinella “Il pignoramento della mia indennità riguarda un contenzioso con la cassa geometri”

Sant'Arpino      L'assessore Domenico Iovinella interviene, attraverso un post sulla propria pagina facebook, per spiegare la vicenda inerente il pignoramento della propria indennità di carica.

"Per motivi antichi risalenti ad oltre cinque anni or sono e legati a versamenti alla cassa previdenziale dei geometri, rispetto ai quali erano in corso verifiche contabili, ho subito il pignoramento della mia indennità di carica quale assessore.

Le cause di tale pignoramento NON sono legati a mancati versamenti di tributi comunali e non sono affatto legati alla mia attività politica, né dovuti a contenziosi con il comune oppure a svolgimento di atti amministrativi pubblici. Motivi personali, legati alla mia attività professionale, risalenti ad anni precedenti alla mia candidatura ed alla mia elezione a consigliere comunale di Sant'Arpino, hanno causato tale incresciosa situazione e mi rammarico di aver provocato involontariamente riflessi politici sull'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Dell'Aversana, con trasparenza e competenza nell'esclusivo interesse della collettività. Chi mi aggredisce legando le due cose è in malafede e pesta nel torbido per creare confusione e discredito sull'amministrazione comunale e sulla mia persona. E' già in corso da tempo la chiusura di tutta la pratica con la cassa previdenziale dei geometri. Sottolineo che nessuna evasione mai è stata fatta da me per tributi dovuti alla collettività. Gli sciacalli che utilizzano queste false notizie per destabilizzare l’Amministrazione di cui faccio parte dovrebbero porre attenzione su fatti concreti come i risultati ottenuti. Da ultimo basta guardare ai finanziamenti ottenuti nei vari settori, e questi per milioni di Euro,e che andranno a risolvere gli annosi problemi dei Cittadini,problemi che a noi stanno a cuore risolvere senza tener considerazione degli inciuci e delle fesserie riportate da una stampa di parte".

(Visited 242 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *