Sant’Arpino, permessi a costruire, Salvatore Compagnone “Su di me una colata di bugie”

salvatore-compagnoneSant'Arpino    Riceviamo e pubblichiamo dall'avv. Salvatore Compagnone, già capo area desi settori Lavori Pubblici ed Urbanistica del Comune di Sant'Arpino.

" Ho appreso, mio malgrado, che recenti scritti pubblici (racchiusi sia in volantini divulgati nell’intero paese, sia in post/commenti esplicitati su noti social network) hanno posto dubbi sulla legittimità di atti amministrativi che recano la mia sottoscrizione. Stiamo parlando, per la cronaca, di due permessi a costruire (per un totale di circa 100 appartamenti) nell’ambito C2 Nord-Ovest di via Libertà (cosiddette “Zone C”). AUTORI e MANDANTI di tali scritti e commenti parlano di un atto palesemente “illegittimo”, “privo del parere e della istruttoria di un tecnico comunale”, adottato e firmato da me in “perfetta solitudine”, per effetto del quale ben presto si abbatterà sul territorio di S.Arpino un’ autentica “colata di cemento senza precedenti (..)”.

NULLA DI PIU’ FALSO !!

Il mio è stato solo ed esclusivamente UN ATTO DOVUTO, quale conseguenza diretta, precisa ed esclusiva di “scelte politiche” fatte da ALTRI, di “contratti” sottoscritti da ALTRI, di “pareri tecnici favorevoli” rilasciati da ALTRI, di un percorso amministrativo lungo 7 anni e racchiuso nei seguenti atti amministrativi :

  • DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 3 del 26.02.2010, con cui l’Amministrazione Comunale di Sant’Arpino, ha attuato il “Piano Casa – L.R. 19/2009” andando ad individuare ben tre ambiti per la realizzazione di nuovi insediamenti abitativi a S.Arpino : Ambito 1m Via Marconi, Ambito 1v Via Volta, Ambito 2 Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dai consiglieri comunali Cammisa Domenico, Capasso Ernesto, D’Antonio Domenico, Di Serio Maurizio, Fioratti Gianluca, Iorio Elpidio, Lettera Giuseppe, Lettera Raffaele, Lettera Salvatore, Plazza Alberto, Spanò Rodolfo, Zullo Aldo, Savoia Giuseppe, Capasso Antonio, D’Angelo Adele, Del Prete Elpidio, D’Errico Giovanni, Guida Andrea e Maisto Elpidio;

  • DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N.26 del 30.11.2010, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino adottava le linee guida per l’attuazione dei suddetti tre ambiti. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dai consiglieri comunali Cammisa Domenico, Capasso Ernesto, D’Antonio Domenico, Fioratti Gianluca, Iorio Elpidio, Lettera Giuseppe, Lettera Raffaele, Lettera Salvatore, Plazza Alberto, Zullo Aldo, Savoia Giuseppe, Capasso Antonio, D’Angelo Adele, Guida Andrea e Maisto Elpidio;

  • DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.133 del 29.07.2011, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino, approvava il progetto di riqualificazione urbanistica dell’Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dagli assessori comunali Fioratti Gianluca, Brasiello Salvatore, Iorio Elpidio, Lettera Giuseppe, Lettera Raffaele, Zullo Aldo;

  • DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.21 del 17.02.2012, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino, approvava la variante al progetto di riqualificazione urbanistica dell’Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dagli assessori comunali Fioratti Gianluca, Brasiello Salvatore, Iorio Elpidio, Lettera Giuseppe, Lettera Raffaele, Zullo Aldo;

  • DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.182 del 20.12.2012, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino, approvava la modifica allo schema di convenzione relativa all’Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco p.t. Di Santo Eugenio nonché dagli assessori comunali Fioratti Gianluca, Brasiello Salvatore, Lettera Raffaele, Plazza Alberto, Zullo Aldo;
  • CONVENZIONE Urbanistica Rep. N.43/2012 del 22.12.2012, sottoscritta dall’allora Segretario Generale del Comune di S.Arpino, dall’allora Dirigente p.t. dell’Ufficio Urbanistica del Comune di S.Arpino (Arch. Filippo Frippa) e dal rappresentante del Consorzio Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà;
  • DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.48 del 06.05.2015, con cui l’Amministrazione Comunale di S.Arpino, approvava la variante al progetto di riqualificazione urbanistica dell’Ambito C2 Nord-Ovest di Via Libertà. La deliberazione in questione è stata votata dal sindaco F.F. Zullo Aldo nonché dagli assessori comunali Boerio Iolanda, Brasiello Salvatore, Cinquegrana Manuela, Salino Angela;
  • NOTE prot. n. 5585 e 5587 del 27.07.2015, con cui l’allora Dirigente p.t. dell’Ufficio Urbanistica (Arch. Pietro D’Angelo) comunicava il proprio parere favorevole al rilascio dei permessi a costruire, subordinando tale rilascio al pagamento degli oneri di urbanizzazione nonché al deposito di una polizza fideiussoria e qualche altro.

E’ solo a questo punto   - e cioè solo dopo l’adozione degli atti sopra elencati (tutti pubblici e quindi tutti facilmente consultabili) -  che sono subentrato nell’Ufficio Urbanistica con l’incarico di Responsabile p.t. (giugno 2016). Mi sono quindi limitato a prendere atto di tutto quanto già deciso da altri prima di me, dal 2010 in poi (e cioè dal Consiglio Comunale, dalla Giunta Comunale, dai Dirigenti p.t. dell’Ufficio Urbanistica). Ho altresì verificato che erano stati depositati tutti gli atti richiesti dal mio predecessore (polizza fideiussoria, attestato di pagamento degli oneri di urbanizzazione, ecc.). Mi sono infine determinato a compiere (luglio 2016) l’ultimo conclusivo-consequenziale-doveroso atto di un procedimento lungo 7 anni, iniziato con l’approvazione della citata deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 26.02.2010 (..).

Il tutto, senza considerare che nel frattempo (proprio grazie alle citate delibere di giunta e di consiglio comunale) era stata già autorizzata (NON da me, ma da altro Dirigente p.t. dell’Ufficio Urbanistica!) la costruzione di circa 200 appartamenti (sempre nelle cosiddette “Zone C”), e precisamente nell’Ambito 1 di via Marconi e di via Volta.

Di ciò nessuno si è mai scandalizzato..!

Duole constatare che tutti questi atti siano sfuggiti alla conoscenza chi ha diffuso a mezzo stampa notizie false e tendenziose sul mio conto. Duole anche constatare che tali delibere di consiglio e di giunta siano state approvate col voto favorevole di chi oggi lancia accuse farneticanti sul mio operato.

Sempre e solo per ristabilire la VERITA’ su quanto falsamente affermato, devo ribadire che i due permessi a costruire in questione sono stati da me rilasciati sulla base dell’istruttoria tecnica e del relativo parere favorevole espresso dal Dirigente p.t. dell’Ufficio Urbanistica. Parliamo dell’arch. Pietro D’Angelo (cui va la mia personale e professionale stima) incaricato di tali funzioni dirigenziali dal Sindaco f.f. Zullo Aldo, e prim’ancora dal Sindaco p.t. Di Santo Eugenio, e prim’ancora dal Sindaco p.t. Savoia Giuseppe, e prim’ancora dal Sindaco p.t. Dell’Aversana Giuseppe.

Personalmente non ho dubbi sulla legittimità dell’operato dell’arch. Pietro D’Angelo, così come non ho dubbi sulla legittimità delle citate deliberazioni di consiglio comunale e giunta comunale, in parte approvate anche da chi oggi dimentica e denigra.

Ho solo dubbi sulla “buona fede” di chi scrive certe colossali menzogne !!

Ringrazio quanti avranno avuto la pazienza di leggere fino in fondo questa nota, nella speranza di aver fatto cosa gradita a coloro che (senza pregiudizio alcuno) avevano voglia di conoscere a fondo i fatti e la verità degli atti.

A chi invece dovesse ancora nutrire dubbi in merito, posso solo suggerire la consultazione di un buon dizionario di lingua latina e provare a tradurre il seguente motto: omnia munda mundis, omnia immunda immundis !! ".

 
(Visited 251 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *