Sant’Arpino. Ristrutturazione Cappella del Purgatorio. Il Presidente minaccia azioni legali per i proprietari di loculi non in regola con i versamenti

Sant'Arpino        Diversi proprietari di loculi non hanno ancora risposto all’appello della raccolta fondi promossa dall'Associazione “Congrega del Purgatorio”, la neo-associazione  costituitasi, nel mese di marzo scorso, per la ristrutturazione  della Cappella all'interno del cimitero comunale. Dopo diverse assemblee pubbliche, dopo un manifesto affisso per le strade del comune e dopo gli  appelli del Sindaco Giuseppe Dell'Aversana e del Parroco Don Umberto D’Alia, non tutti i proprietari dei loculi sono  preoccupati del pericolo di crollo dell'edifico ove  un’ordinanza del comune, già da dicembre  ne vieta l’accesso. Occorre  versare  50 euro quale quota condominiale per dare inizio ai lavori di ristrutturazione, ma  pochi rispetto ai 170 proprietari lo hanno fatto. La Cappella non è di proprietà della Chiesa, né di proprietà del Comune, ma di un  gruppo di cittadini santarpinesi che negli anni 50 edificarono la struttura per custodire in forma associata i propri defunti al suo interno. Da decenni, questa struttura privata manca di manutenzione e da poco i proprietari si sono costituiti in associazione regolarmente registrata all'Agenzia delle Entrate  per dare inizio a dei lavori onde evitare il crollo. Il Presidente dell'Associazione Elpidio Soreca, ha scritto una missiva ai condomini della Cappella del Purgatorio nella quale si legge fra l'altro: "... con la presente da valere a tutti gli effetti e conseguenze di legge, vi invito a versare quanto dovuto entro e non oltre i 5 giorni dal ricevimento della presente. Con avvertenza che in mancanza saranno adite le vie legali con aggravio di spese in vostro danno ritenendovi responsabili di tutti gli ulteriori danni subiti a causa del vostro inadempimento".Con questa nota, consegnata a quei proprietari dei loculi che non hanno ancora pagato, viene sollecitato un adempimento ai tanti che hanno i loculi dei loro defunti a rischio di crollo. “La Cappella– conclude il Presidente dell’Associazione Soreca - potrebbe crollare da un momento all’altro, è necessario dare inizio ai lavori quanto prima, confidiamo a che i proprietari facciano quanto dovuto per preservare la pubblica incolumità e nel rispetto della memoria dei propri cari”. Il pagamento dell’acconto di 50 euro potrà essere effettuato sul conto corrente postale intestato ad:Associazione “Congrega del Purgatorio”, mediante bonifico bancario al Codice Iban: IT 10 F 07601 14900 001041463017, oppure, con vaglia postale allo sportello, sul Conto Corrente Numero: 001041463017, indicando il numero di loculo di riferimento.  
(Visited 230 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *