Sant’Arpino. Sabato AperiArte al Palazzo con gli autori di ArtVentuno, la mostra di artisti con sindrome di down

Sant'Arpino    Continua l’esposizione delle opere di ArtVentuno – Mostra collettiva di artisti con Sindrome di Down e continuano le iniziative di valorizzazione degli spazi della Pinacoteca Comunale “Massimo Stanzione”, sita al secondo piano del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna” di Sant’Arpino.

Per sabato 18 maggio 2019, alle ore 18.00, è previsto un “AperiArte al Palazzo”, originale appuntamento artistico-conviviale che coniuga un classico momento di “happy hour” con il mondo dell’arte, ed in particolare con un’espressione dell’arte originale e nello stesso tempo emozionante, come può esserla un’esposizione di opere di artisti con sindrome di Down.

" AperiArte al Palazzo è una manifestazione, ideata ed organizzata dalla Pro Loco di Sant’Arpino, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, che non farà mancare la sua presenza con il sindaco Giuseppe Dell’Aversana e con l’assessore alla Pinacoteca Ernesto Di Serio. Per l’occasione saranno nuovamente presenti gli artisti dell’AIPD di Caserta, accompagnati dalla presidente Elisabetta Trotta e dalla maestra Anna Iavarone. Avremo così modo di assistere ad un nuovo happening spontaneo, come in occasione del vernissage del 6 aprile, quando il calore e l’entusiasmo degli artisti hanno coinvolto e travolto tutti i numerosi visitatori", ci riferisce il presidente Aldo Pezzella, che aggiunge "la mostra comunque resterà aperta fino a domenica 19 maggio 2019, con gli stessi orari di visita: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00, nei giorni feriali, e dalle 10.00 alle 13.00 nei giorni festivi".

"Per chi non ha ancora avuto modo di visitare la mostra, ed anche per chi ha già avuto modo di apprezzare le opere degli straordinari artisti dell’AIPD di Caserta, sarà la giusta occasione per farlo e per immergersi in un percorso emozionale fatto di sorprendenti tele, che ti proiettano a pieno titolo nel mondo dell’arte contemporanea del XX secolo, tra originali reinterpretazioni di Jean-Michel Basquiat, Paul Klee, Marc Chagall, Henri Matisse e non solo", aggiunge Luigi Bagno, curatore della mostra, "e la visita sarà accompagnata da stuzzichini e calici di vino, a suggellare l’interessante connubio tra arte, gastronomia ed intrattenimento educativo-culturale di fine settimana".

 
(Visited 85 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *