Sant’Arpino. Tassa rifiuti una rivoluzione a vantaggio dei cittadini. Il Sindaco ringrazia tutti gli impiegati comunali

Sant'Arpino   La rivoluzione che vi è stata nell'ufficio tributi del comune di Sant'Arpino nel campo della Tassa RIFIUTI è provata dai dati numerici e dalla documentazione agli atti del comune. Innanzitutto la soluzione di pagare con F 24 ha azzerato i costi di commissione che c'erano prima a causa del pagamento con il bollettino postale allo sportello. Vi è stata anche l'eliminazione  delle spese di notifica su tari ordinaria. per queste due novità si è verificata una riduzione di almeno 10 euro a bollettino per ogni famiglia. " Il  lavoro svolto   da parte di Vita Maria Rosaria, Nicola di Lemma, Ciccio Bagno e dai lavoratori socialmente utili Santoro RaffaeleMaria Correggia è stato professionale e molto utile  -dichiara il sindaco  Dell'Aversana-  con la supervisione della dottoressa Iovine Margherita e del ragioniere Petito Gennaro hanno  consentito risultati eccezionali e per tale motivo li ringrazio tutti." Nel campo nell'attività di recupero evasione TARI sono stati emessi avvisi di accertamento per omesso/parziale versamento per gli anni 2013 e 2014. Inoltre  sono stati scovati evasori totali ossia stati aggiunti a ruolo nuclei familiari che non erano  proprio iscritti  nell'anagrafe tributaria  e ciò  ha consentito un recupero di oltre € 250.000 al bilancio comunale.. Ogni mese  è in corso  una puntuale verifica  a mezzo incrocio tra varie banche dati (anagrafe, utenze Enel, utenze gas, contratti di locazione ecc) per scoprire altri evasori totali. Infine dal 1 aprile 2017  data a partire dalla quale è iniziata la gestione in house dell’ufficio tributi fino ad ora sono stati recuperati per la Tassa rifiuti per gi anni che vanno dal 2013 al 2016. circa  320.000 euro con una media mensile  di oltre 30.000 euro. Questo importo medio mensile è destinato ad incrementarsi per la continua e costante richiesta di rateizzi concessi dall'amministrazione comunale per venire incontro alle esigenze dei cittadini. Alla IAP sul totale recuperato sarebbe stato corrisposto un aggio di 82.620 che non sarebbe entrato nelle casse comunali.  Dunque possiamo dire che anche per la Tassa Rifiuti come per l'IMU l'attività dell'ufficio tributi comunali è stata eccellente e grazie a tutta questa attività di recupero e grazie alla perfetta raccolta differenziata nel 2018 sarà possibile diminuire la Tari.
(Visited 440 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *