Sant’Arpino. Via libera della giunta al bando “Il Bene torna comune”. Di Serio e Tinto “Soddisfatti per l’opportunità data al territorio”

Agro Atellano        Via libera dalla giunta comunale di Sant’Arpino all’approvazione dello schema di Convenzione con la Fondazione con il Sud per la partecipazione alla seconda fase del bando “Il Bene torna comune” per la valorizzazione ed il recupero dell’ex Municipio di Atella di Napoli.

Il comune guidato dal sindaco Giuseppe Dell’Aversana, è l’ente capofila individuato  dai comuni di Orta di Atella e Succivo, dei sindaci Andrea Villano e Gianni Colella, per portare operativamente avanti il progetto riguardante l’immobile sito in Località Castellone che risulta essere stato prescelto, insieme ad altri 13, fra le ben 145 proposte arrivate da tutto il Sud Italia.

Prossima tappa sarà la ratifica  da parte del Consiglio Comunale di Sant’Arpino, convocato per il prossimo 16 Luglio, del citato schema di convenzione, che poi entro il 31 Luglio sarà firmato dal Presidente di Fondazione per il Sud, Carlo Borgomeo, e dallo stesso sindaco Dell’Aversana. “E’ con grande soddisfazione- dichiarano all’unisono il consigliere comunale con delega al Parco Archeologico Ernesto Di Serio, ed il presidente del civico consesso, nonché delegata alla Cultura, Ivana Tinto- che abbiamo accolto la notizia che Fondazione con il Sud ha selezionato il Municipio di Atella di Napoli fra le 145 proposte arrivate per la valorizzazione ed il recupero della dimensione sociale dei beni culturali, in una prospettiva comunitaria di sviluppo di cui il l Sud ha bisogno" Nel complesso delle  attività poste in essere dall'amministrazione comunale di sant'Arpino per la valorizzazione di tutta l'area archeologica  atellana , la scelta di Fondazione Sud si innesta in un contesto generale che ha visto anche la firma del protocollo d’intesa con Ministero dei Beni ed attività culturali ed il collegio dei geometri della provincia per collaborare alla realizzazione di un intervento di pulizia, sistemazione e rilievo del parco Archeologico Atellano nell’ambito del progetto di alternanza scuola / lavoro. “Tornando alla convenzione con Fondazione con il Sud- aggiungono Di Serio e Tinto- appena venuti a conoscenza di questa opportunità ci siamo immediatamente attivati per coglierla, lavorando fattivamente al bando ed a tutti gli atti amministrativi consequenziali, per dare un’opportunità al nostro territorio, valorizzandone al tempo stesso uno dei beni simboli di tutta l’area atellana. Dopo la firma della convenzione toccherà alle associazioni presentare proposte di valorizzazione dell’ex Municipio di Atella di Napoli, in un’ottica di uso collettivo e di restituzione alla collettività. La Fondazione valuterà le proposte privilegiando gli interventi capaci di generare effetti positivi concreti, in termini di sviluppo socio-economico per la comunità locale e nel rispetto della vocazione dei luoghi”. La scelta di partecipare al  bando di fondazione SUD ebbe il suo input lo  scorso marzo quando il consiglio comunale di Sant’Arpino con delibera  nr. 12, recependo le delibere del civico consesso di Succivo e dell’allora commissario prefettizio di Orta di Atella, iniziò  una perfetta sinergia di intenti ed obiettivi fra enti pubblici e terzo settore,  che ha anche il pregio di essere a costo zero per le casse comunali.
(Visited 243 times, 2 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *