Succivo. Caso Tipicheria. Primavera Succivese a Geofilos “Non sottostate ai ricatti di Colella e Papa. Non rinunciante ad onestà e dignità”

tipicheriaSuccivo    E' un vero e proprio invito a non svendere "la propria dignità" quello che il gruppo di opposizione "Primavera Succivese" rivolge a Geofilos Legambiente. La questione è quella annosa della Tipicheria. In un lungo post pubblicato sulla propria pagina facebook, il gruppo guidato dall'ex sindaco Antonio Tinto scrive "dopo aver promesso in campagna elettorale che l'avrebbero fatta chiudere (addirittura il programma elettorale di "Succivo Viva" prevedeva la risoluzione della convenzione "Terra Felix"!), ora l'Amministrazione Colella-PAPA, per la Tipicheria, vuole "solo" far pagare Legambiente 10.000 euro (peraltro quasi tutti compensati con servizi di pulizia e manutenzione... niente cash!).

Alla faccia di chi faceva rebus e striscioni per la cacciata dei "gialli" da Teverolaccio...!!!

È il caso di ricordare che la Tipicheria fa parte del progetto Terra Felix, firmato nel 2008 dal sindaco Francesco Papa e finanziato unicamente dalla Fondazione con il SUD per circa 275.000 euro, e che fin dall'origine prevedeva l'attività di ristorazione (come si legge a pagina 44 del progetto approvato dal Consiglio Comunale sia dall'amministrazione Papa nel 2009 che dall'amministrazione Tinto nel 2011).

Piuttosto che cacciarli, ora l'Amministrazione dei forcaioli addirittura rilancia, concedendo nuovi spazi del Casale!!!

Infatti, per non perdere la faccia, l'attuale Amministrazione, non potendosi appigliare ad alcun cavillo legale per chiuderla, ha forse pensato di convincere Legambiente a pagare per la Tipicheria, guarda caso quando ritorna sul tavolo l'accordo, negato fin'ora, alla realizzazione di un nuovo progetto su Teverolaccio, con un altro finanziamento di 222.000 euro. Questo nuovo finanziamento, infatti, ottenuto da Legambiente durante la nostra Amministrazione, non può essere realizzato se anche l'attuale amministrazione non conferma la disponibilità di altri spazi nel Casale di Teverolaccio.

Il nuovo progetto porterà altre risorse per il recupero di altre aree del Casale di Teverolaccio ed ha come scopo la valorizzazione dell'agricoltura. L'amministrazione, che non intendeva, fin'ora, farlo realizzare (a scapito dell'intera comunità), ora ha cambiato linea (perché Legambiente, dicono i giornali, cederebbe sul pagamento, non dovuto, per la Tipicheria). L'amministrazione inoltre, caso strano, interviene su una parte di gestione del progetto (cioè i lavori edili da realizzare), cosa che il progetto non prevedeva.

Guarda caso le due delibere di Giunta sono state pubblicate all'Albo Pretorio in immediata successione: la prima prevede il pagamento da parte di Legambiente per la tipicheria e la seconda , invece, l'approvazione di un accordo per la gestione, da parte del Comune, di una parte del nuovo finanziamento.

Noi non pensiamo, per motivi ideali appartenenti a Legambiente, che la stessa Associazione abbia potuto proporre un baratto del genere, smentendo quello che fin'ora, ed a ragione, ha sostenuto, quasi come cedendo ad un "ricatto non esplicitato" che avrebbe metodi che evitiamo di definire. Non pensiamo che, soprattutto, chi fa della legalità, insieme a Libera, la propria bandiera, possa "acconsentire" ad un accordo del genere. In caso contrario sarebbe smentito quello che la stessa Legambiente locale, regionale e nazionale ha scritto in atti ufficiali e protocollati fino a settembre scorso, e cioè che NESSUN PAGAMENTO È DOVUTO PER LA TIPICHERIA.

Noi abbiamo sostenuto il progetto Terrafelix convinti che la ricchezza per il nostro comune stesse già tutta nel progetto. Quindi, sosteniamo e invitiamo Legambiente a non cedere alla tentazione di svendere coerenza e dignità e, peggio ancora, se si trattasse di cedere ad un ricatto (grave e delinquenziale se vi fosse!). A costo di perdere benefici per il paese e per l'Associazione, noi siamo convinti che gli unici benefici ai quali non rinunciare, e che possono cambiare realmente il territorio, sono solo la libertà, l'onestà e la dignità ".

(Visited 359 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *