Succivo, “C’è vino al Casale”: organizzazione impeccabile, buona musica e un’offerta gastronomica eccellente. Buona la prima! Stasera si parte alle 19 e 30

SUCCIVO. Grande partecipazione di pubblico, ieri sera, per l'apertura della prima edizione della manifestazione "C'è vino al Casale" organizzata dall'associazione "Terrantica" in collaborazione con l'associazione "Un cavallo per amico" e con il patrocinio del Comune di Succivo.

Organizzazione impeccabile, buona musica e un'offerta gastronomica eccellente. Questi gli ingredienti che ha messo in campo l'associazione casertana "Terrantica", già conosciuta nell'area atellana per aver organizzato, alcuni mesi fa, la manifestazione "C'è birra al Casale" che fece registrare una grandissima partecipazione di pubblico. Consensi che il sodalizio di terra di lavoro sta ottenendo anche stavolta con la bevanda alcolica più consumata d'Italia a cui sono stati abbinati diversi piatti che fanno parte di un'offerta gastronomica di altissima qualità: gastronomia che da sempre i membri di "Terrantica" curano in modo particolare. Numerosi sono gli organizzatissimi stand dove poter degustare le prelibatezze locali tra cui anche uno interamente "senza glutine". Risulta doveroso sottolineare l'alta qualità dei panini (dal pane alla carne passando per le verdure e i formaggi, non è un panino, è un viaggio sensoriale) e il buonissimo casatiello: ricco di salumi e formaggi, fragrante ed incredibilmente morbido.

Tra le cantine presenti si segnala in particolare l’atellana “Masseria Campito” che si trova nel territorio di Gricignano di Aversa e coltiva quei terreni che un tempo appartenevano alla fertile Liburia dove si produceva un  “uva che non aveva uguali”. Tra le etichette di Masseria Campito in mostra primeggiano “ Atellanum”,"Falasprì", “Priezza” (spumante di Asprinio  con metodo classico) . Aglianico e Falanghina saranno invece proposti da un’altra azienda del territorio: la “Vinicola Fior di Vino di De Liso”.

Il programma prevede, per questa sera, alle 19 e 30 lo spettacolo teatrale  “Le lacrime di Mirra” tratto dalle Metamorfosi di Ovidio e riadattato da Claudia Balsamo per un Reading a due voci con Tiziana Tirrito. Come fanno sapere dall'associazione:"In un misto di fascino e di riprovazione, Balsamo restituirà al pubblico del Casale il tormento di Mirra per un sentimento tanto intenso quanto impuro". Subito dopo saliranno sul palco del Casale i Tiempo Antico con il sassofonista Giovanni Sorvillo mentre, a chiudere la ricca serata (interamente gratuita) sarà la "Peppao Band".

  .
(Visited 668 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *