Tari. Speranza e Futuro per Sant’Arpino “Da Alleanza Democratica solo confusione figlia dei tanti ruoli suppletivi inviati”

Sant'Arpino.     Riceviamo e pubblichiamo da Speranza e Futuro per Sant'Arpino. "Il comunicato stampa di Alleanza Democratica sulla TARI 2018 è  frutto di una confusione mentale derivante da pregressa attività di emissione di ruoli suppletivi e mancata lotta all'evasione. Come degli “azzecca-garbugli da osteria”, hanno sciorinato ragionamenti strampalati sul mancato aumento della Tari 2018. Con l'arrivo degli avvisi tari 2018 nelle case dei nostri concittadini apparirà chiaro a tutti la diminuzione del 10% della tari rispetto al 2017. Nel frattempo, cominciassero a spiegare perché hanno emesso cinque anni consecutivi di ruoli suppletivi, perché lo smaltimento dei rifiuti ingombranti costava 55 mila euro annui e con noi invece zero euro! A breve nelle case di 650 famiglie santarpinesi arriveranno avvisi tari 2018 che oltre a contenere la diminuzione del 10% avranno anche un ulteriore bonus di risparmio oscillante fra i 10 ed i 40 euro a seconda della quantità di vetro, plastica, carta e cartone che hanno conferito presso l'isola ecologica. Da Alleanza Democratica ad  "Ignoranza Matematica" il passo è breve  visto che non riescono a leggere dati chiari e non capiscono il valore statistico dei costi standard, abituati in passato a spendere cifre enormi per bonifiche artefatte pagate con ruoli suppletivi illegittimi di cui dovranno dare spiegazioni alla Corte dei conti. Ora che a breve arriveranno gli avvisi tari 2018 i cittadini potranno concretamente apprezzare anche il mancato costo della notifica con ulteriore risparmio di circa 6 euro e del bollettino postale con risparmio di euro 1,50, potendo pagare con F24. Dalla nostra parte vi  è il dato scientifico dell'aumento della percentuale della raccolta differenziata e della diminuzione del costo dello smaltimento rifiuti certificato dai dati dell'Osservatori Regionale dei Rifiuti. Loro invece mentre facevano incassare alla IAP  oltre 400 mila euro annui, ai cittadini riservavano ruoli suppletivi e costi altissimi, che come una pallina da tennis rimbalzavano da un anno ad un altro".
(Visited 161 times, 1 visits today)
FacebookTwitterGoogle+Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *